Uomini e Donne

Giacobine, giacobini, buonasera e ben ritrovati per un nuovo appuntamento con Fastidious Geographic. Sì, so che il mio ritardo nel portare sui vostri schermi questa nuova puntata è imperdonabile, ma cercate di capirmi: girare e montare tutto da sola richiede tempo. Non mi ero mai resa conto quando importante fosse l’aiuto della troupe finché Bear Grylls non ha fatto irruzione nella sala di registrazione dichiarando che erano tutti ricchi di proteine. Presumo sia un complimento, quindi mi sono assicurata che tale affermazione fosse incisa sulle lapidi; sono certa che vedove e orfani apprezzeranno.

Ma bando alla tristezza e passiamo subito al capolavoro di questa puntata: Uomo: Severus Piton. Donna: Hermione Granger, di fredlove. Sì, come titolo è insolito, ma si tratta di una doverosa precisazione: dopo aver visto certe cose i lettori si potrebbero anche confondere.

La ficcy, ci viene fatto sapere, si svolge due anni appena dopo la fine della guerra…in un ipotetico settimo anno di scuola. E già qui qualcosa non torna: l’anno in cui la guerra è finita sarebbe stato, a tutti gli effetti, il settimo anno del Tiro dei miracoli. Canon vuole che Hermione sia stata la sola dei tre a tornare ad Hogwarts dopo la guerra, con un solo anno da recuperare; ergo, due anni dopo la fine della guerra dovrebbe aver finito. Salvo bocciature, certo, ma è di Hermione Granger che stiamo parlando; più probabile che zio Voldie abbia deciso di gettare il sudario alle ortiche e di girare per orfanotrofi babbani regalando caramelle.

O forse la fine della guerra è stata anticipata al quinto libro. Almeno spiegherebbe il motivo per cui, come ci informano, nessuno è morto. Tranne Voldie, si presume, essendo finita la guerra. Rimane il dubbio su come sia morto, visto che gli Horcrux sarebbero ancora in gran parte integri, ma pazienza; magari l’incantesimo di Bellatrix ha mancat Sirius, ha dribblato Lupin ed è scivolato tra le gambe di Moody per andare a spedire proprio zio Voldie oltre il velo. Tentativo di aiutare il suo Signore miseramente fallito. Mi ricorda qualcosa.

Comunque sia, siamo al settimo anno (o ottavo, o nono, non ci è dato saperlo esattamente) di Hermione a Hogwarts. L’ora di pozioni è appena finita; un redivivo Piton vuole tutti gli studenti fuori dalle scatole e tuona loro con voce melliflua e acida di andarsene.
Non solo doppiogiochista, quindi, ma anche finissimo ventriloquo: altrimenti non si spiega come abbia potuto parlare – anzi, tuonare – in maniera “falsamente dolce e cortese” e “aspra e astiosa” al tempo stesso.

Hermione, anziché cimentarsi nel suo consueto scatto da centometrista in direzione della biblioteca o verso l’aula dove si terrà la lezione successiva – cosa che, essendo una ripetente, non sarebbe una cattiva idea – rimane nell’aula che si va svuotando e sospira.
– signorina Granger, quale parola della frase ” sparite in fretta, prima che vi avveleni a cena” non ha capito? – la guardò di sottecchi, senza soffermarsi sulla sua figura.
Allora la guarda di sfuggita, non di sottecchi (che significa, banalmente, guardare qualcuno a palpebre socchiuse).
– adoro la calma….- disse sospirando ancora una volta, disse rivolta più al professore che a se stessa.
Be’, sì, di solito quando le persone parlano con qualcuno si rivolgono proprio all’interlocutore. È normale. Semmai è il contrario ad essere degno di nota.
Tra un sospiro e l’altro Hermione rimane tra le palle, e oltre a chiedersi per quale motivo la nostra eroina continui a sospirare il nostro Severus la fissa.

I capelli , a boccoli, (no. Sono crespi, non ‘a boccoli’) castani con riflessi dorati (no. Sono castani e basta) , sciolti sulle spalle. La fronte tesa, gli occhi dorati (no. Sono castani), un pò cupi – notò. (Si sarà resa conto di essere passata da studentessa più brillante di Hogwarts a ripetente. E ci credo che sospira.)
Certo rimaneva sempre petulante ed insopportabile.
Veramente ha detto sì e no tre frasi. Pardon, sospirato sì e no tre frasi. Sei tu a rompere le palle, Sev.
Insomma, sospira e sospira, il nostro professore di Pozioni preferito perde la pazienza, la butta fuori dall’aula e va a farsi una tisana alla cicuta, determinato a morire con dignità piuttosto che affrontare questa ficcy.
Ok, ora cancellatevi pure quelle espressioni sollevate dalla faccia: stavo scherzando.
– cosa c’è che non va? – la guardò attentamente. Si diede dello stupido, che cavolo gli doveva importare?

Povero caro, ancora non ha capito cosa significa questo strano odore di sandalo, vaniglia e lillà che aleggia attorno a questo sospirante essere che ha preso possesso del corpo di Hermione Jane Granger. Fate silenzio, lì dietro: non vorrete mica che questa temibile creatura ci senta mentre la osserviamo nel suo habitat. Mi rivolgo soprattutto ai maschietti: voi davvero non volete che rivolga le sue attenzioni a voi. Ha effetti devastanti sulla mente di un uomo, addirittura peggiori di quelli che può avere un pomeriggio di shopping forzato: si narra abbia il potere di cambiare drasticamente la personalità della vittima designata!

Forse per una volta poteva essere gentile.
…ecco, che vi avevo detto?
– Granger, mi guardi –
Lei lo fece. Oro e pece si mescolarono.

Ah, la magia… rende tutto possibile, anche mescolare i bulbi oculari! Ma se anche voi babbani volete provarci, ecco le istruzioni: cavate un occhio a voi stessi e alla vostra metà, metteteli nel frullatore e tenetelo in funzione per qualche minuto. Il risultato dovrebbe essere pressappoco questo:

Ormai incapace di sottrarsi al sortilegio che gli sta offuscando la mente, Piton le chiede – di nuovo – cosa c’è che non va.
– sono solo stanca…di Ron, di Harry…di Draco, Pansy…Ginny…devo continuare?
Visto che, a rigor di canon, di tutte queste persone nessuno avrebbe motivo di trovarsi a Hogwarts due anni dopo la fine della guerra (o sono tutti ripetenti?), ci basta sapere esattamente dove hai sbattuto la testa, Hermione. Anche perché tu mai nella vita ti sei riferita a Malfoy o Parkinson col loro nome di battesimo.
– lei, professore, non è stanco?-
Fu la volta di Piton, per sospirare – certo Granger. Come tutti del resto….ma si va avanti…- ” idiota, sembri Silente! Ma che cavolo blateri?” si disse mentalmente, mentre la fissava negli occhi.
Non riesco seriamente a decidermi: il povero professore è più OOC quando parla o quando pensa?

– Granger, quanti anni ha?- disse (ah, non lo sta chiedendo?) all’improvviso.
Anziché guardarlo con aria di compassione e dirgli che, essendo stato il suo professore da quando non aveva manco dodici anni, potrebbe anche di farsi due conti, Hermione chiede il motivo della domanda. Una richiesta logica, in effetti.
– perchè sto per fare qualcosa , che non avrei mai creduto di poter fare (la sta per uccidere, vero? Vero?) – la guardò – avanti, mi dica quanti anni ha? (punti interrogativi a caso).
– quasi venti, (lo dicevo che era ripetente: da Hogwarts si esce a diciassette anni, diciotto al massimo) perchè?-
– Granger, parla troppo per i miei gusti!-

Piton è uno psicolabile che fa domande e si fa girare le palle se riceve una risposta. Bene. Ok. Gli anni di doppiogioco qualche danno lo dovevano pur causare, dopotutto. Aspettatemi qui, chiamo il San Mungo… e anche con urgenza, perché qui va peggiorando.
Un sorriso, spontaneo.
Chiaro caso di stress post-traumatico.
– dannata ragazzina, petulante, saccente…- era a qualche millimetro dalle sue labbra – quanti anni, ha detto di avere?-
I traumi subiti in guerra hanno causato anche vuoti di memoria. O forse è colpa delle virgole sparse a manciate dove non dovrebbero stare: a me stanno facendo venire il singhiozzo.
– le ripeto che non si chiede l’età ad una donna…-
– mi risponda, nuovamente – ancor più vicino alle labbra.
– quasi venti….perchè?-

Perché? Hermione, un tempo eri una persona intelligente.
– Granger , già detto che parla troppo?-
Sì, professore, e senza una ragione logica. Ma non si preoccupi, colpa dei traumi. Qualche decennio al San Mungo e sarà come nuovo.
Un attimo dopo, aveva posato le sue labbra su quelle della ragazza.
Professore, la prego, ci dica che è una strategia per farla smettere di parlare!

Certo, non capita tutti i giorni che un professore prenda e baci un’alunna… di sicuro non a Hogwarts, e certamente non se il professore in questione è Severus Piton, per quanto traumatizzato. Quindi immaginiamo che Hermione avrà un milione di dubbi, domande, conflitti interiori e…
– professore…ma non mi ha detto la sua età! – borbottò, una volta staccatisi.
…è la prima domanda che viene in mente quando un professore prende e ti caccia la lingua in bocca, in effetti.
– trentasette…..-
Ma anche no. Nel settimo libro – 1998 – Severus Piton ha trentotto anni. Due anni dopo la guerra ne dovrebbe avere quaranta, non trentasette. Perché lui ringiovanisce mentre Hermione invecchia precocemente? Ingiustizia!
– strano, la credevo più vecchio! – azzardò.
Lo è. Ma non perdiamoci in dettagli, giacobini: dopotutto i nostri sono un professore ed una studentessa che si sono appena slinguati senza un motivo apparente, e di certo ne hanno di questioni da discutere…

…e invece no. Vanno a cena, e fine del capitolo.

Nel capitolo successivo scopriamo che, effettivamente, Hermione non è la sola ripetente: anche Ron e Harry – anzi, no: l’ idiota accanto all’altro semidiota – stanno ripetendo l’anno con lei. Ma almeno loro hanno la scusa del danno cerebrale chiaramente riportato durante la guerra, che li ha trasformati in una coppia di esseri belanti (- ti preeeeeeeeeeeeego -) incapaci di intendere semplici monosillabi come ‘no’.
Esasperata dai loro tentativi di farsi passare i compiti di Pozioni (il loro piano per ottenerli, a quanto pare, è belarle contro fino allo sfinimento), Hermione finge un mal di testa improvviso per andare in infermeria ed esce dall’aula. E chi incontrerà mai la nostra eroina mentre bivacca su una panca? Un piccolo aiuto: non è Gazza.

Il professore la guardò – cosa ci fa , fuori dall’aula? –
Dieci punti in meno a Grif…
Fortunatamente il professore, aveva allungato il braccio per sorreggerla – vada in infemeria, Granger –
Ah, no?
No.
Mi pareva troppo bello.
La nostra sospirante eroina giunge dunque in infermeria, dove riceve un analgesico da Madama Chips (le pozioni sono fuori moda, ormai) e si addormenta di botto.
Madama Chips, la prossima volta che decide di abbandonare le care vecchie pozioni in favore di medicinali babbani si assicuri di aver letto bene i dosaggi consigliati. Grazie.

Stranamente, tuttavia, questo errore di dosaggio si rivelerà provvidenziale: Hermione, in ritardo per la lezione di Pozioni, si metterà a correre verso i sotterranei. E, prevedibilmente, andrà a sbattere contro qualcuno, rovinando a terra.
Ancora una volta, no. Non è Gazza, piantatela di sperarci.
Ovviamente, anziché fracassarsi gli incisivi nello schianto, la nostra è finita a terra in una posa sexy che più sexy non si può.
Qualche ciuffo castano dorato, le cadeva intorno al viso ed appena davanti agli occhi dorati,le gote arrossate, il seno che si alzava e abbassava frenetico per la corsa, la gonna a tubino stretto , eccetto un lembo sollevato che mostrava la coscia liscia e soda, velata da un’ autoreggente, trasparente.
Come dite? Un tonfo? Ah, sì, giusto. È la McGranitt che ha appena avuto un collasso. Non temete, qualcuno del San Mungo sta già venendo a prenderla; si rimetterà. Ignorate pure i suoi deliri a proposito di una fantomatica divisa scolastica, prima o poi si rassegnerà anche lei.
Nonostante la gonna a tubino stretto (professoressa, smetta di urlare, la prego!) Hermione prova a rialzarsi, ma, fato beffardo, rischiò di crollare a terra, finendo invece tra le braccia del professore.
Il fato, già.
– Granger parla troppo – sbuffò, chinandosi su un ginocchio e infilandole la scarpa al piede, delicatamente, urtando appena con le dita la caviglia.
Severus, tesoro, mi sembri confuso. Tu sei il Principe Mezzosangue, non il Principe Azzurro. Sì, so che papà tuo era babbano, ma non è questione di sangue blu annacquato.

– sarà meglio andare …ora…- si allontanò ancora, senza successo. L’uomo l’aveva fermata per un braccio. Un movimento solo, e l’aveva tratta a sè per baciarla. Di nuovo – dopo una settimana.
– p..profesmppff…- i baci di lui la zittivano. Continuando come se niente fosse, incurante , se da un momento all’altro sbucasse qualcuno nel corridoio.
– professore – si staccò lentamente – c’è..una lezione – si allontanò ancora, indietreggiando, verso il muro – e dandosi della scema dopo.
– il ritardo è giustificato – la provocò di nuovo, baciandola.
– non..non c’entra…- borbottò, cercando lentamente di allontanarlo inutilmente.-
– Granger , merlino…non sta mai zitta o ferma?-

Vi prego di osservare attentamente la scena, signori spettatori. Cosa abbiamo qui? Abbiamo un professore, adulto, che si sta imponendo su una studentessa e continua a baciarla dicendole di stare “zitta e ferma” nonostante i suoi tentativi di tirarsi indietro.
Non so voi, ma ai miei babbanissimi occhi questo rientra tranquillamente nella categoria “molestie sessuali”. Sì, anche se lei poi dice di apprezzare i suoi baci.
Lo seguì in silenzio, fino all’aula- dove lui le tenne la porta aperta – prego Granger, sa la galanteria esiste ancora – le bisbigliò.
Non qui, però.

Nel corso della lezione, oltre ad incontrare altre facce note (Neville e Malfoy… ripetenti pure loro, com’è ovvio) scopriamo anche un dettaglio inedito: Piton sa leggere nel pensiero, una capacità malamente spacciata come Legilimanzia. Malamente spacciata perché, come ben sappiamo, la Legilimanzia non è lettura del pensiero: lo stesso Piton s’incazzò non poco con quando Potter si azzardò a definirla tale.
Ma aspettate, non avete sentito il meglio: questa misteriosa abilità non solo permette di leggere nel pensiero, ma anche di conversare telepaticamente.
No, non è un crossover con X-Men.
No, non siete nemmeno su Candid Camera.
Il tempo passa, la lezione è pallosa, e i nostri finiscono per avere – telepaticamente – dialoghi al limite dell’assurdo.

” non sono pensieroso…”
” professore, non si dicono le bugie…”
” confesso….”
” allora? ”
” allora…ho assolutamente, bisogno di…” la guardò, mentre lei faceva la vaga con Ginny ” di baciarti ”
” davvero?” sorrise appena.
” accidenti a te, Granger!”
” ci vediamo a lezione…tra un’ora…”
” si, si…vai prima che ti rapisca!!!” si trovò a dirle.

…per l’ultima volta: NO, l’OOC non è segnalato. Smettete di chiedermelo.

Prima che la scena si sposti nei sotterranei, abbiamo il dubbio piacere di rivedere i due gorilla con problemi di apprendimento che hanno preso il posto di Harry e Ron. Che riescono a non ricordare le lezioni del giorno anche se la scuola è ormai cominciata da almeno qualche settimana.
– allora Herm…che abbiamo oggi?-
– voi avete divinazione ed io babbanologia prima ora, poi pozioni insieme –
– po..po…po…-
– pozioni, Ron –
– po…pozioni, dimmi solo un ripasso…-
– tesi di due pagine sul Distillato della morte vivente, ed una sull’Artemisia –

Due pergamene, semmai. Ad Hogwarts si scrive su pergamena. O al limite cartapecora (cit.)

Lasciati i due gibboni a riflettere sul loro triste destino, Hermione raggiunge Piton nel sotterraneo. No, non è in punizione. No, non dovrà riempire barattoli di occhi di salamandra. Non siamo così fortunati.
-geniale…- un bacio – vorrei…averci…- due baci – pensato prima…- ancora baci. Sempre più appassionati, quasi affamati.
– lo ammetto…- bacio – mi – bacio – sono mancati…- bacio, ed ancora bacio.

Da mi basìa mille, deinde centum,
dein mille altera, dein secunda centum
deinde usque altera mille, deinde centum…

Mi perdoni, signor Catullo, non ho saputo resistere. Non lo faccio più, promesso.

La sequela di baci (da non più di tre secondi ciascuno, a giudicare da quantità e frequenza) sta per diventare altro, ma – misericordia – bussano alla porta.
Aprì la porta – perchè stai bussando, ininterrotto? (… ininterrottamente?)– guardò il ragazzino. Forse uno del primo anno…del Tassorosso, dalla cravatta.
Cinquanta punti a Tassorosso.
– …Silente mi ha mandato…a chiamarla…mi scusi…-
Il motivo per cui il preside della scuola dovrebbe usare un ragazzino a caso come galoppino mi sfugge, ma poco importa, perché grazie a lui possiamo tirare un sospiro di sollievo: ci siamo risparmiati una pessima scena di sesso. Per ora.
Dopo arriva, non rilassatevi troppo.

Una volta tornato dallo studio di Silente (che a quanto pare si sta rimbambendo e voleva solo sapere da Piton dove fosse il suo cappello… il motivo per cui Piton dovesse saperlo mi sfugge; forse il vecchio pappone pensava il nostro insegnante di Pozioni preferito lo avesse preso per sbaglio al posto delle mutande dopo uno dei consueti droga party nello studio del Preside), Piton Si passò leggermente una mano tra i capelli neri – se prova ad appoggiarsi da qualche parte con quella mano scivola – e si dirige verso l’aula per la lezione.
ntanto Hermione è alle prese coi due cercopitechi che hanno preso il posto di Harry e Ron, infuriati perché la nostra non ha fatto copiare loro i compiti. Cosa che ha rifiutato loro innumerevoli volte nel corso di sette (e più, a quanto pare) anni scolastici senza che la cosa causasse tragedie greche… ma quando si deve fare character bashing, amici spettatori, non c’è logica che tenga. Almeno Harry prova ad essere conciliante, il che lo promuove al rango di Homo Habilis; quanto a Piton, nel corso della lezione assume l’inequivocabile atteggiamento dell’ Homo Erectus.

Guardando, Hermione che tamburellava il tavolo con le dita. Si era raccolta i capelli sulla nuca, con qualche ciocca che le sfuggiva sul collo. Deglutì.Sapeva che era liscio…e profumato. Quasi dolce.
Severus Cullen.

Il solco del seno, che intravedeva , visti i primi bottoni slacciati.
Dal San Mungo ci fanno sapere che la McGranitt è in preda a crisi isterica, ma non temete: è sopravvissuta a svariati Schiantesimi in contemporanea, supererà anche questo.
– dannata ragazza!- mentre , il suo…bassoventre accennava un leggero movimento – ok, sono fritto – borbottò, lasciandosi andare contro lo schienale della poltrona.
Ora, gentili spettatori, fate uno sforzo. Cercate di ignorare l’immensa tristezza di questo Piton in versione quarantenne arrapato e concentratevi sul fatto che ha detto ok, sono fritto. Parole che in bocca a lui stridono più delle proverbiali unghie sulla proverbiale lavagna.

La notte stessa – destino beffardo, per citare la ficcy – a Ron (degradato a protozoo, dal momento che non riesce nemmeno a capire il significato della parola ‘ripetizioni’) e Hermione tocca fare la ronda nei sotterranei. No, non vincete nulla se indovinate in chi s’ imbatteranno, ma potete divertirvi ugualmente a provarci. Tu, laggiù, con la mano alzata? NO, non Gazza. Piantatela di sperarci.
– signorina Granger, venga subito nel mio ufficio –
Avanti, potete smettere di fingervi sorpresi: sapevate sarebbe successo.
Brace yourselves: winter horribly written sex is coming.

Infastidito , piacevolmente dal contatto e dal fatto che lei lo stava eccitando , le sollevò la gonna, incontrando la mutandina di pizzo nero. Gliela strappò, affondando subito un dito dentro di lei.
Facciamo un gioco, giacobini. Sì, anche i maschietti.
Procuratevi delle mutande di pizzo e indossatele. Poi afferratele e provate a strapparle via.
Ci sono due risultati possibili:
1) Le mutande non si strapperanno e vi si incastreranno tra le chiappe.
2) Le mutande prima vi si incastreranno tra le chiappe, poi si strapperanno.
In entrambi i casi, prevedo gemiti. Di dolore.

La telecronaca:
Un movimento ed un gemito a seguire. Un’altro dito. Un’altro gemito. Affondando in lei, sempre di più. Aggiunse un terzo dito, portandola a gemere ancora di più.
[…]
Un attimo dopo, la penetrò con veemenza. Facendola inarcare ancora di più verso di lui. La baciò, affondando nuovamente. Portandola a gemere forte. Ancora un’affondo. Ancora gemiti.

Non so voi, ma io mi sto immaginando una narrazione tipo questa.
– da dio – ammise, prima di affondare nuovamente e per l’ultima volta, raggiungendo così l’orgasmo insieme a lei.
GOAL!
Abituatevi agli orgasmi sincronizzati, cari telespettatori. Questo è solo il primo di una lunga serie.
gli accarezzò i capelli neri – notando che non erano unti – portandoglieli indietro
Non erano…?
Ecco spiegato l’OOC! Per forza qualcosa non tornava: questo non è Piton. Elementare, caro Watson.

Il capitolo successivo sostanzialmente una gran sega mentale. Piton segamentalizza. E’ la sua coscienza che gli parla, prende vita.

(Veramente a prendere vita era il burattino, ma non stiamo a fare i pignoli.)

Hermione segamentalizza. Perché lui è un professore, lei è una studentessa, non dovrebbero eccetera – tutte cose ragionevolissime, peccato non ci abbiano pensato prima

– è colpa sua – disse ad alta voce – del suo essere donna, e non accadrà mai più –
Severus, tesoro, due cose. La prima: vaffanculo. Fino a prova contraria, tu sei il professore e tu hai cominciato. “Colpa sua” una sega.
La seconda: piantala, tanto lo hanno capito pure in guferia che nel prossimo capitolo trombate di nuovo.
E infatti, nonostante gli sforzi del professore per evitarla, lei gli va a sbattere addosso.
Ancora.
E l’Homo Erectus si risveglia.

Convincendosi di non guardarle la camicia sbottonata, il solco del seno…o la gonna appena sollevata , convincendosi di non guardarle le gambe. Cercò di far qualcosa,ma sbagliò. La prese per mano e la trasse a sè.
Baciandola con foga, accarezzandole la schiena per finire appena sul fondoschiena.

Giusto perché non sarebbe accaduto più. Sarò strana io, ma da un uomo che ha fatto il triplo gioco in una guerra magica per anni mi aspetterei un autocontrollo leggermente superiore a quello di una scimmia Bonobo.
– profmpfffpfff…-
In pratica gli sta sbuffando in bocca. Sexy.
Lottando con se stesso pur di non sbatterla – dolcemente , s’intende – contro il muro
Dolcemente, sì.
e annegare nuovamente in lei.
Se questo non è sufficiente a risvegliare un ricordo nelle perverse menti dei giacobini di vecchia data, ecco un piccolo aiuto: acqua piena di fervore.

Accarezzandosi, baciandosi, levandosi i vestiti lentamente, eppur in modo così urgente. Lei, interamente nuda sotto di lui, lo fece impazzire di desiderio, ancor di più. La baciò sul collo, scendendo sui seni. Baciandoli, leccandoli, succhiandoli, mordendoli. Continuare la discesa sul ventre, intorno all’ombellico, scendendo ancora, alternando a carezze e baci, sulle cosce toniche.
Attenzioneeee… INZAGHI!
… scusate, mi ero distratta.
Ancora baci lussuriosi, affamati, ancora sguardi e il piacere sopraggiunse. Per entrambi , allo stesso momento.
E due.
Ancora movimenti, per raccogliere il piacere ed incanalarlo nei loro corpi.
Sev, quello non si chiama “piacere”. E, a meno che Hermione non stia già prendendo le dovute precauzioni, il mio consiglio spassionato è di incanalarlo altrove.

Dopo l’amplesso, Piton tenta di rassicurarsi… recitando a se stesso il decalogo delle Scuse dello Stupratore, a quanto pare.
Cercava , in qualche modo, di dar colpa a lei – donna. Che sapeva destreggiarsi bene, usando le tanto declamate arti seduttrici di una donna. Ma l’uomo, si diceva, è debole davanti ad una donna. E se lei era bella, sensuale, seducente, e non dimenticando , intelligente (in canon, sì. In questa ficcy, no), il mix era perfetto. E lui è un uomo.
Dalla cabina di betaggio, Capoh ci fa sapere che è già dal primo “è colpa sua” che medita d’incularlo con la sabbia. Non posso darle torto.
Hermione, intanto, continua ad avere problemi con l’orango che ha preso il posto di Ron.
– ti ho detto di no, Ronald! – si volta a guardare il ragazzo e sibila scandendo le parole – ho detto di no, fatteli da solo i compiti!-
Insomma, secondo ‘sta ficcyna dovremmo credere che, per sette (e più…) anni Ron sia andato avanti copiando i compiti da Hermione. I pomeriggi passati a studiare insieme a Harry nei libri ce li siamo sognati tutti.
Ma, come prevedibile, si tratta solo di una scusa per far allontanare Hermione da Ron e Ginny e farla andare in biblioteca, a studiare finché non sarà ora di andare a lezione.

…no, non è vero. Finisce in un’aula vuota con Piton, ovviamente. E non per giocare a rubamazzo.
l’orgasmo li raggiunse nello stesso momento.
E tre.
– merlino…- disse dopo un pò, una volta ripreso a respirare con calma.
Sev, mi pare un pessimo momento per lasciarsi sfuggire il nome di qualcun altro.

Il giorno successivo a lezione, tra una provocazione e l’altra, Hermione sfancula Piton con gran sorpresa di Harry e Ron – o chi ne fa le veci.
– ma..ma..ma..Herm tu sei quella pacata, gentile…anche con Malfoy…-
Ron. Lo ha schiaffeggiato, Malfoy. Al terzo anno. Tu eri lì. E hai quasi avuto un orgasmo.
Voi, invece, sarete sorpresi di sapere che Piton ha approfittato della scusa per convocarla quella sera nel suo ufficio, ufficialmente per punizione.
Ah, non lo siete?
Neanche un po’?
Io ci ho provato.
Un movimento e la penetrò con vigore. Affondando in lei sempre di più. Muovendosi, all’unisono. Gemendo e sospirando.Si guardarono , prima ancora di raggiunger l’orgasmo, baciandosi ancora.
E quattro.

l sole, pallidamente, era penetrato dalla finestrella, illuminandolo pian piano.
Ma non erano nei sotterranei?
– non invado i tuoi spazi –
Lui si sollevò appena, portandosi una mano sotto la guancia per sorreggersi.- …ti sembrerà strano….ma potresti essere l’unica a poterlo fare –
– cosa?-
– invadere i miei spazi –

Ecco, se dopo quest’equivoca conversazione lei fosse uscita per tornare con un gingillo tipo questo, la ficcy avrebbe improvvisamente riguadagnato punti. E invece niente. Peccato.

Nel frattempo, dal momento che Hermione non è rientrata in dormitorio per la notte (gran furbata, ragazza), Ginny ha mangiato la foglia; a quanto pare la porzione di cervello tolta al fratello in questa ficcy se l’è presa lei. E, da brava Weasley, sonda con delicatezza il terreno.
– hai una relazione con il professor Piton!?-
Panico. Hermione contatta telepaticamente Piton (no, ancora non so come questo sia possibile); Piton quasi si strozza, poi le dice di negare. Un raggio di luce nelle tenebre, la sua prima azione intelligente dall’inizio della ficcy! Puoi farcela, Sev! Puoi–

era ” tipo appuntamento, ma solo per comprare degli ignredienti per le pozioni “.
…come non detto, lo abbiamo perso. Andato. Un abilissimo doppiogiochista e spia che allaccia una relazione clandestina con un’alunna e, dopo aver saputo che una studentessa ha forti sospetti su di loro, la porta ad Hogsmeade per uno pseudoappuntamento anziché stare doppiamente attento.
La successiva descrizione degli abiti e del trucco di Hermione è tanto inutile quanto pallosa, ma siccome sono brutta, acida e cattiva ve la propino lo stesso.
Quindi , optò per una maglia bordeaux, un paio di jeans scuri e delle converse che andavano da nero a bordeaux – che impermealizzò – ed una ghiacchetta di jeans scura. Legandosi i capelli in una coda, sottolineando lo sguardo con una matita nera, e ammorbidendo le labbra con un burrocacao dolce.
Nel caso qualcuno degli spettatori fosse più ferrato di me in moda, gradirei sapere cos’è una ghiacchetta. Potete mandare la risposta a zoccolafrigida@giacobinedimmerda.it.

Ok. Sapevano entrambi, che visti da lontano sembravano due ad un appuntamento. Ma insomma…lasciar perdere ciò che pensavano gli altri e godersi il loro rapporto, anche per andare a comprare solo degli ingredienti per le pozioni.
Il che avrebbe pure un senso se non fosse per il fatto che, almeno in teoria, starebbero cercando di tenere la cosa segreta. E per ottime ragioni.
Di nuovo, piangiamo la perdita di Severus Piton, abile doppiogiochista e spia che ha saputo ingannare l’Oscuro Signore per anni. Non che per ingannare l’Oscuro ci voglia molto, in effetti, ma son dettagli.
I nostri si avviano verso Hogsmeade e, nel mezzo del cammin di nostra vita, si rendono conto di essere seguiti. Io per un momento ho sperato fosse, non so, Fenrir Greyback pronto a sbranarli, ma non siamo così fortunati: sono Harry, Ron e Ginny. Non viene spiegato come li seguissero, ma si presume fossero avvolti nel Mantello dell’Invisibilità. Come Hermione abbia capito di essere seguita non ci è dato saperlo.
– prego signorina Weasley, signor Potter, oh…signor Weasley. Uscite fuori – I tre, chiamati, uscirono allo scoperto.
Mentre i due babbuini che fungono da controfigure per Ron e Harry – presumo avessero gli allenamenti di Quidditch – si limitano a balbettare e più spesso a stare zitti, Ginny è decisamente più diretta:
-veramente, professore, volevamo…ehmmm come dire. Seguirvi. …- guardò Hermione – qualcosa bolle in pentola… –

Ora, un uomo con mezzo cervello funzionante avrebbe finto di cadere dalle nuvole e avrebbe detto di non avere la più pallida idea di cosa si stesse parlando, suggerendo altresì alla signorina Weasley di fare un salto in infermeria ed informare Madama Chips del trauma cranico che ha chiaramente ricevuto.
Ma al nostro povero professore, purtroppo, non è rimasto nemmeno un quarto del cervello. Capita, quando tutto il sangue normalmente destinato alle cellule cerebrali è costantemente deviato verso l’inguine. E cosa risponde, dunque?
– signorina Weasley, se lo metta in chiare lettere stampate nella mente, depravata. Non ho nessuna relazione – extrascolastica – con la presente Granger. –
Che non è per niente una cosa sospetta da dire, soprattutto dal momento che Ginny si è limitata a dire che “qualcosa bolla in pentola”.

La sua spiegazione sul motivo della passeggiata è ancora più ridicola:
Le ho chiesto di accompagnarmi, soltanto per un parere di opinioni (eh?), in quanto la signorina Granger è molto più portata di voi.
Di loro, sì. Ma tu sei un pozionista, Sev. Sei IL pozionista. Le tue pozioni sanno fare pozioni. Sei il Nick Fury delle pozioni. Che ti serva l’assistenza di una studentessa (ripetente!) per scegliere gli ingredienti non la berrebbe nemmeno Luna Lovegood.
Ginny e gli scimpanzé si allontanano e, carramba che sorpresa…
-vuoi che ammetta…che è stata una scusa, per uscire….a cena, in una tavola calda, con te? – la guardò – ok, lo ammetto – disse schietto.

– cosa c’è tra noi due, Severus?-
– qualsiasi cosa sia, mi va di accettarla così come viene – ammise.
– e…se fosse…-
– amore?-
-si –
-lo accetterei comunque – la guardò – ti ho detto, che sei l’unica che può invadere i miei spazi –

Io insisto a dire che un dildo migliorerebbe di gran lunga la trama.

Il capitolo successivo è… è il nulla. Il vuoto cosmico, non succede niente di rilievo. Rientrano ad Hogwarts, si salutano, Hermione va da lui durante la notte (senza che nessuno se ne accorga, in camicia da notte, scalza e senza il minimo timore di essere beccata… vabbe’), scopano e si addormentano.
Noia, noia, noia.

l mattino seguente, a colazione, in Sala Grande c’è una nuova arrivata.
Era niente mentre sedeva al tavolo. Poi….sperò di star in mezzo ad un incubo. Vecchio…ma incubo. Silente stava dicendo qualcosa, riguardo la nuova commissione d’esami. Ma la sua attenzione era rivolta verso la donna seduta vicino al professor Piton.
Bella, a dir poco…rossa di capelli, occhi verdi, ed uno sguardo dolce. Sentì un gemito strozzato provenire dall’amico, sedutole affianco. Harry. Quella donna , assomigliava incredibilmente a Lily Evans. La mamma di Harry, la donna …amata in passato, per anni, da Severus Piton.

Ora, considerato che Harry si ritrova a guardare il clone della mamma morta, personalmente mi aspetterei da Hermione un minimo di empatia nei suoi confronti. Ma proprio un minimo, eh.

E invece no: dimentica di Harry e delle sue reazioni, si limita ad essere gelosa marcia per… al momento nessun vero motivo apparente, direi, a parte la sua somiglianza con Lily. Non abbiamo nemmeno modo di sapere in che modo lo stesso Piton la stia guardando, a dire il vero; ci è solo dato sapere che Hermione è tanto disperata da chiudersi in bagno e scoppiare in lacrime davanti a Ginny.
Me la ricordavo più controllata, la ragazza.

Segue un siparietto che farebbe ridere anche gli sceneggiatori di Beautiful:
Gin, sono innamorata di lui – ammise.-
-allora, farò di tutto per aiutarti…-
-no…grazie…-
-dai…-
-Gin…ho paura –
-hai paura, perchè hai ammesso di amarlo. Ma la paura che hai, ti darà la forza o la spinta per combattere…- le sorrise – è sempre quello che mi dici, no?-

Ma combattere cosa, per le mutande di Merlino? Cosa? La tizia – tale Evelyn Green, commissionante degli esami – somiglia a Lily, e basta. Non ha ancora detto né fatto nulla, eh. Né Piton è stato visto sbavarle dietro, quindi finora è pura paranoia. Ginny, se le sei davvero amica dille di farsi vedere da uno bravo. Anzi, avresti già dovuto capire che qualcosa non andava quando Hermione Granger ha cominciato a farti discorsi sdolcinati sulla paura e la spinta per combattere.

Piton la raggiunge, butta fuori Ginny e dà il via ad un’altra conversazione, il sui momento clou è questo:
– ….ami ancora Lily?-
L’ennesimo sospiro di lui, e poi – no.

Always.
Always.
ALWAYS.
…scusate, dev’essersi inceppato il disco.
– ti amo, Hermione – e la strinse a sè.
-…ti amo, anche io….- lo guardò e lo baciò sulla punta delle labbra – non piangerò più…prometto
-piangere non è debolezza…e ti rende più bella…-

Severus Piton – quello secondo canon – avrebbe un paio di parole da dire.

…toh, si è inceppato di nuovo il disco.

Nel capitolo successivo, tanto per dare un senso logico alla paure preventive di Hermione, questa Evelyn Green si struscia addosso a Piton. Letteralmente.
La nuova donna era ferma, davanti a loro, parlando con il professor Piton. Lo guardava, sognante. Cercando un contatto. Hermione, strinse le labbra, e strinse ancor di più il braccio all’amico. E peggio, fu quando Evelyn sorrise al professor Piton, avvicinandosigli e poggiando la mano sul suo petto, scendendo verso il braccio.
Ora.
Abbiamo una dipendente del Ministero della Magia che sta palpando un professore in mezzo al corridoio di una scuola; sono abbastanza sicura che tale professore – anche un professore capace di portarsi a letto una studentessa – avrebbe qualcosina da ridire. Almeno si scosterebbe, o direbbe qualcosa di sarcastico. E invece nulla. O, almeno, di presume: di nuovo, non ci è dato sapere quale sia la reazione di Piton… sempre che ce ne sia una.

Harry, intanto, ha capito tutto e si mette a dare consigli non richiesti.
– Herm, non permetterle di farti questo – le si avvicinò e l’abbbracciò –
Ma non le sta facendo nulla, Harry. Si sta strusciando addosso ad un professore, al limite è lui che potrebbe avere un’obiezione o due. Per quel che ne sapete, la tizia non ha la minima idea della relazione con Hermione. Ed è un’ottima cosa, perché con ogni probabilità costerebbe a Piton il posto di lavoro.
– so, benissimo e lo vedo…che hai una relazione con Severus – le bisbigliò in serpentese, sapendo che lei lo capiva.
Harry, riprenditi. Tu non hai mai chiamato Piton “Severus”. Mai. E perché parli in Serpentese? Hermione non…
Entrambi, infatti parlavano il serpentese…
Ma anche no.

Soltanto Harry parla Serpentese: Hermione non ha questa capacità. Ed Harry parla Serpentese solo perché ha un pezzo dell’anima di Voldemort in corpo; se Voldie è morto, e lo è, questo pezzo d’anima non dovrebbe più esserci, ed Harry dovrebbe aver perso con esso la capacità di parlare Serpentese.
Insomma, nessuno dei due dovrebbe capire una cippa di Serpentese, a questo punto.

Comunque sia, dopo tanto segamentalizzare ecco il primo contatto diretto tra Hermione e Evelyn Green. Un contatto da cui deduciamo che la tipa ha seri problemi.
-bene….oh, mi dica…- le si avvicinò – sa per caso …se il professor Piton è impegnato?-
Ed Hermione, anziché farsi qualche domanda sulla professionalità di una dipendente del Ministero che fa alle alunne domande sulla vita sentimentale dei professori – e possibilmente pensare di parlarne alla McGranitt – si sente gelosa… e basta.
– oh….non saprei….non è che siamo amici…e poi , perchè chiederlo a me? Lo chieda a lui….-
– certo…ma per bon ton, non sta bene che una donna lo chieda esplicitamente ad un uomo…-

Invece chiedere alle alunne lo stato sentimentale dei professori è tanto di classe.

Il successivo dialogo tra Piton e Hermione è un tale capolavoro di nonsense che non posso non riportarvelo per intero.
-è sbagliato –
-perchè?- si poggiò contro il banco.- perchè siamo noi – le disse.
– ma poco fa…-
– e lo ribadisco, ti amo…- la guardò – ma…ho una strana sensazione. Il marchio mi brucia…e lo odio…..- si toccò il petto – e qui dentro….giuro , che batte per te ora più che mai , ma ho paura…-
– di cosa?-
– appunto di questo, non so di cosa si tratta. – la guardò e le si avvicinò – ti amo, ma quella donna mi spaventa. Potrebbe…-
– combinare qualcosa? –
– forse. Quando mi ha toccato, ho sentito freddo. Freddo , glaciale – sospirò, poggiandole un bacio sulla fronte – e lo sento ancora…eppure mi sei vicino…-

Bene, ricapitoliamo.
La ama. Ma il Marchio brucia. Il cuore batte per lei, ma lui ha paura. E poi la sosia di Lily lo spaventa. Ha freddo.
Tra tutte queste informazioni ne vedete una importante, una che abbia senso?
Tu, con la mano alzata?
Esatto, il Marchio Nero brucia. E, con Voldie morto, il Marchio Nero non dovrebbe bruciare. L’ultima volta che ha bruciato dopo anni di quiete era perché l’Oscuro Signore, presunto morto, era tornato. Non mi sembra un segno da ignorare.
E Severus Piton, abilissimo doppiogiochista e spia, se ne fotte. Anziché filare da Silente per fargli sapere che oh, il Marchio Nero gli brucia all’improvviso da quando ‘sta tizia gli ronza intorno, rimane in aula a blaterare un polpettone romantico che sembra uscito da un pessimo Harmony; e, come unica precauzione, scarica Hermione. Avvertire Silente? Nah. L’Ordine? Macché. Scarica l’alunna e risolverai tutti i problemi.

– quindi…mi ami, ma non …-
– non c’è più un noi, Hermione –

Credo, a questo punto, di dovere al pubblico una spiegazione.
C’è un motivo per cui questa recensione chilometrica non si è conclusa pagine fa.
C’è un motivo per cui mi sono imposta di resistere fino a questo capitolo prima di farmi da parte e lasciarvi esplorare il resto della ficcy da soli.
E il motivo è che non potevo, non potevo non includere nella puntata questa gemma che infinite risa addusse ai giacobini (e va bene, lo ammetto, a me e a Capoh in primis).

Non c’è più un noi. E sì che la parola “noi” non è stata nemmeno pronunciata fino a quel momento. Se Hermione avesse azzardato un “ma noi” avrebbe avuto un senso, ma così questo “non c’è più un noi” ad minchiam ci sta come i cavoli a merenda.
Dovrebbe rattristarmi, e mi fa schiantare dalle risate. È… è sublime.
E contagioso, a quanto pare:
– non c’è più un noi, Harry. Ha chiuso….- singhiozzò.

Non temete, amici spettatori, questa non è che una crisi-lampo per aumentare il phatos: i due saranno l’uno nelle braccia dell’altra nel prossimo capitolo. Vedere per credere: la ficcy sapete dov’è.
Io mi fermo qui: la ficcy mi ha seriamente provata e necessito di riposo.

Si ringraziano annarita18 per la segnalazione, Capoh per il sostegno morale e i giacobini tutti per la betatura.
C’È UN NOI!

Annunci

83 risposte a “Uomini e Donne

  1. La padrona Russian non ha retto all’idea che questa ficcy sia lunga 43 capitoli.

    Euterpe, elfa del catino di Russian

  2. Syranjil Sarephen

    Oh. Mio. Dio.

    Il dildo avrebbe decisamente risollevato le sorti di questa fanfiction.
    E questo non è Severus. Questo è Gilderoy Allock con scarsa cura dell’igiene personale, i capelli tinti di nero e un tatuaggio a Marchio Nero perché fa faigo.
    Ma questo è tutto tranne che Severus.
    Lei invece è Pansy -nella versione battona delle fanfiction- con la parrucca di Hermione. Perché le autoreggenti su Herm non ce le vedo MINIMAMENTE.
    Mi rinchiudo in camera. Spero di non sognare questa… COSA, questa notte.

    Syr.

  3. “l’orgasmo li raggiunse nello stesso momento.”
    Ma aveva rischiato fortemente di non fare in tempo: il diretto Voghera – Serravalle aveva accumulato venti minuti di ritardo.
    No, questo non c’è, ma tra anni di scuola sballati, ripetenti così tanto per gradire e Marchi neri che bruciano senza motivo non penso si sarebbe notato più di tanto.

  4. “Ecco, se dopo quest’equivoca conversazione lei fosse uscita per tornare con un gingillo tipo questo, la ficcy avrebbe improvvisamente riguadagnato punti.”

    Attenta a quello che desideri: dobbiamo forse richiamare alla memoria la mungitura di Crystal Sue?

    Comunque sia, la recensione è spettacolare. L’unico appunto che farei è che, dato il comportamento di Hermione (cioè, della tizia che si spaccia per lei), avresti potuto intitolarla “Uomini e tonte”.

    • dobbiamo forse richiamare alla memoria la mungitura di Crystal Sue?

      Percaritàdiddiono.
      (Seriamente, continuo a pensare che un bello strap-on avrebbe DAVVERO migliorato la trama. Anche perché leggere un po’ di sano pegging, giusto per ridefinire un po’ i ruoli, non mi dispiace per nulla. I REGRET NOTHING!)

      Riguardo il titolo: vero, ma d’altra parte anche lui è particolarmente deficiente in questa ficcy (anche più di lei, a mio parere), quindi avrei dovuto cambiare anche “uomini” e tanti saluti alla parodia del titolo della ficcy. Una rinuncia sofferta, ma necessaria. u_u

  5. La mutanda col cazzo!
    *Win ama Hyena*

  6. La cartapecora!
    L’acqua piena di fervore!
    *Ama Hyena sempre di più*

    E ora la smetto di leggere a pezzi e lasciare commenti idioti giuro, ma dovevo farlo sapere al mondo intero.
    Ah, giusto. Amo anche Capoh per la pratica di inculamento a sabbia che ancora non mi era venuta in mente…

  7. Come dicevo sul forum, solo applausi.

  8. Ahahah. Prego, non c’è di che 🙂 Recensita da voi vale molto di più. Grazie per averlo fatto, davvero 😀

  9. No. Cioè.
    “Una volta tornato dallo studio di Silente (che a quanto pare si sta rimbambendo e voleva solo sapere da Piton dove fosse il suo cappello… il motivo per cui Piton dovesse saperlo mi sfugge; forse il vecchio pappone pensava il nostro insegnante di Pozioni preferito lo avesse preso per sbaglio al posto delle mutande dopo uno dei consueti droga party nello studio del Preside), Piton Si passò leggermente una mano tra i capelli neri – se prova ad appoggiarsi da qualche parte con quella mano scivola – e si dirige verso l’aula per la lezione.”
    Sono morto e resuscitato per morire nuovamente un paio di volte.
    No, che poi. Così, relazioni tra professori con Alzheimer avanzato e studentesse che cadono in pose senza senso logico, e l’unica a intuire qualcosa è Ginny? Vabbè.

  10. Standing ovation.
    Direi comunque che ormai l’odore delle Merisù è ufficialmente il lillà.
    *Val*

  11. “Riguardo il titolo: vero, ma d’altra parte anche lui è particolarmente deficiente in questa ficcy (anche più di lei, a mio parere), quindi avrei dovuto cambiare anche “uomini” e tanti saluti alla parodia del titolo della ficcy. Una rinuncia sofferta, ma necessaria. u_u”

    Eh, in effetti è una bella gara.

  12. Reblogged this on La Coperta Azzurra and commented:
    Questa è una fanfiction con 300 recensioni. T.r.e.c.e.n.t.o.
    Poveri noi!
    Comunque godetevi questa recensione di Fastidious.

  13. Sono scoppiata a ridere per Bear Grills e non ho più finito. Se la mia coinquilina fosse a casa l’avrei spaventata a morte.

    La recensione è assolutamente meravigliosa – e per questo, grazie ficcy!
    Sorvolo sul Pennello Cinghiale che ha preso il posto di Severus Piton. Ma sorvolo tanto. Sono già oltreoceano.

    Qualcuno lassù l’ha paragonato ad Allock. Da amante dell’uomo dal sorriso splendente dissento. Il caro Gilderoy avrebbe avuto molto più stile. (E avrebbe dato la colpa al proprio fascino – così travolgente da indurre la Granger a cedere alla passione! – non a studentesse che non hanno fatto altro che sospirare in classe).

    zoccolafrigida@giacobinedimmerda.it. funziona come la mail di Richard Brooks? **

    Più strap-on per tutti!

    (…sì, lo so, da adesso non ci sarà più un noi.)

    Kagura

    • Il pennello Cinghiale!!!!!! 😀

      (la pubblicità è la stessa da trent’anni, ma come paragone è azzeccato!

      Russian più vispa che mai

  14. Spero, vivamente, l’autrice/autore non legga mai questi commenti…
    Davvero, avete un ché di crudeltà nel vostro modo di recensire.
    Il vostro modo di fare da professori. Cosa fareste se lei/lui leggesse i vostri acidi commenti?
    Cosa volete fare? Aiutarla/lo a migliorare o buttarlo/a in depressione?

    • twelfthletter

      Io trovo più crudele propinare al mondo certi obbrobri letterari, ma tralasciamo.
      Sono quasi sicura che negli intenti dello staff di questo blog non ci sia né aiutare qualcuno a migliorare né buttarlo in depressione, semplicemente fare della sana ironia su fanfiction brutte. Poi te lo sapranno confermare loro.

  15. Certo che mi fate veramente schifo voi tutti sia quella che ha scritto la critica e chi ha scritto i commenti perché non sapete quanto potete distruggere un ‘ autore/ autrice e comunque concordo con H8F

    • twelfthletter

      Davvero, un tatto ammirevole! Tra gente che dice che una fanfiction è brutta e tu che dici a persone che non conosci “mi fate schifo” gli stronzi siamo noi.

  16. Cavoli, mi dimentico sempre che qui si recensiscono solo fanfiction.
    In caso di lettura da parte dell’autore si spera sempre nell’autoironia e nel senso dell’umorismo… E, incredibile!, ci sono davvero persone dotate di queste caratteristiche.
    Quanto agli scopi del blog, non comprendono l’insegnamento in maniera diretta.
    Che noia pero’, non ci sono più gli epiteti coloriti di una volta…
    *Val dall’iPhone, scusate gli svarioni*

  17. @magnolia –
    Qualcuno con un po’ di tatto!

    • Sarebbe magnolia quella con un po’ di tatto? Bell’affare, è l’unica che ha insultato qui. Tra l’altro ha insultato delle persone, mica uno scritto, cosa che qui nessuno ha fatto. Bah, non capirò mai queste cose!

  18. L’ho cercato per minuti interminabili, eppure su Youtube non c’è se non in spagnolo, ma… Quando hai scritto “Homo Erectus” io avevo fissa in mente la scena di Barney uomo delle caverne che esclama: “Homo Erectus indeed!”.
    Per il resto, bellissima recensione! ^^

  19. @twelfthletter : la chiami ” ironia”? Scusate il termine, ma cacchio non è ironia.E’ un vero colpire dritto! Vorrei sapere te, voi , ” commentatrici” cosa fareste.
    Avete una passione per la scrittura, la buttate su un foglio, e la pubblicate…anche solo per condividerla con qualcuno. E cosa fareste, se poi, trovaste solo critiche del tutto distruttive?! Non sapete se è alle prime armi con la scrittura. Non sapete nulla di quest’autore od autrice.
    Sbaglio?

    • twelfthletter

      Proprio per questo nessuno attacca l’autore come persona, perché nessuno qui lo conosce.
      Quando io pubblico un mio racconto lo faccio sapendo che chi lo leggerà avrà un’opinione a riguardo e tutto il diritto di esprimerla, che sia negativa o positiva. Se non sono in grado di reggere le critiche semplicemente non pubblico.
      Essere alle prime armi non rende la storia meno brutta. Magari l’autore ci resterà male, magari la prenderà con ironia, però avrà ricevuto un’opinione sincera e potrà scegliere cosa farsene.

    • Eddai, cha una risata pure tu te la sei fatta.
      Poi, fa’ la moralista quanto t pare, ma non dire cazzate, uh? ù.ù
      Scuuusate se mi sono intromessa ù.ù

  20. “Non c’è più un noi.”
    “Francamente, me ne infischio.”
    Fine.
    No, eh?
    Hyena, complimentoni, applausi su applausi come sempre.

  21. Forse no, ma Piton sarebbe risultato più IC, se non altro.
    E comunque non vedo il motivo per agitarsi, è solo una (fantastica, lo ribadisco) recensione a una un po’ meno fantastica ficcy.
    Take it easy!

    • Mi sa, che sei di parte con chi ha recensito la storia. Tu, l’hai letta, o segui ciò che dice Hyena88? Altrimenti non esprimerai mai una tua personale opinione.

  22. Non sono “di parte”. Seguo Fastidious da più di due anni, abbastanza da conoscerne la politica: Non si insultano nè prendono in giro, in nessun caso, gli autori delle fanfiction. La mia opinione è che questa politica sia stata rispettata, sia dall’autrice della recensione, che dagli altri utenti che l’hanno commentata.
    La fanfiction originale non l’ho letta, ma ho letto con grande attenzione la recensione di Hyena, che mi è piaciuta tanto, mi ha fatto ridere e tanto basta. Non ci vedo cattiveria, nessuno ha detto all’autrice “fai schifo, ritirati, non sai scrivere” e nessuno lo pensa. Qui si ride delle storie. Punto.

  23. negli intenti dello staff di questo blog non ci sia né aiutare qualcuno a migliorare né buttarlo in depressione, semplicemente fare della sana ironia su fanfiction brutte.

    Quoto. H8F, se avessi letto i commenti che il regolamento del blog chiede di leggere prima di postare lo sapresti.

    Non sapete nulla di quest’autore od autrice.
    Sbaglio?

    No, non sbagli. E, se avessi letto i commenti che il regolamento del blog chiede di leggere prima di postare, sapresti che non ci interessa: recensiamo la storia, non la persona che la scrive. Per recensire negativamente un libro non ho bisogno certo di andarmi a leggere la biografia dell’autore.
    Sbaglio?

    In definitiva: ti chiederei per favore di rispettare il regolamento del blog e leggere i commenti linkati in alto a sinistra prima di ripetere cose a cui abbiamo già ampiamente risposto.

    Ad insulti personali come quelli di tale magnolia non rispondo; mi limito ad osservare che lo staff del blog non insulta mai nessuno, e che si aspetta esattamente lo stesso comportamento in cambio.

    • Hyena, come hai potuto battermi sul tempo per un minuto? Mi dispiace ma, caninamente, non c’è più un noi.

      Battuta squallida, ma non ho saputo resistere.

  24. @H8F: Prima di commentare, ho letto i capitoli della storia inclusi nella recensione e non posso che condividere la recensione di Hyena88. Non vedo cosa si sia di offensivo in quello che ha scritto: non ha offeso in alcun modo l’autore e non si è data al turpiloquio, ma ha fatto della sana (e direi anche efficace) ironia. Tutti noi riceviamo giudizi negativi per quello che facciamo, ma non si può negare che su questo forum: 1) si motivino le critiche; 2) si usi uno stile che sprona il ricevente a rivedere il proprio lavoro e, magari, a migliorarlo. Hai scritto in un tuo commento che è un “vero colpire dritto”: ma questo è il tratto distintivo di una critica efficace. A chi si offende per una critica, ribadisco ironica e motivata, ad una fanfiction, vorrei rivolgere una domanda: non è forse un trattamento peggiore trascurare grammatica, punteggiatura e sintassi, caratterizzare i personaggi in modo superficiale e inconsistente, ignorare quelle regole basilari che uno scrittore deve seguire?

  25. Mentre scrivevo un commento di risposta ho visto che aveva già provveduto Hyena, dicendo le stesse cose che che stavo per dire io.
    Telepatia? Un cervello in due? Nulla di tutto questo: è solo che le critiche sono sempre e solo le stesse da anni a questa parte…

  26. Noto che, come ha detto skeight, si finisce tutti per pensare le stesse cose.
    E aggiungo, da (ex?) scrittrice di fanfiction, se ai tempi mi fosse arrivata una recensione del genere, forse avrei scritto storie migliori, sicuramente avrei creato MarySue meno odiose.
    Credo che una critica, soprattutto se diretta, un “vero colpire dritto”, costruttiva o meno, possa essere molto più utile del belante “beeeeeellixima! aggiorna presto! tvtttb”.
    Se crei una storia solo per ricevere commenti, la tieni nel cassetto e la mostri solo alla mamma e alle amiche più timide, che non avranno mai il coraggio, se serve, di dirti “Cos’è questo orrore?”. Ma se scrivi una storia e la pubblichi su Internet in un archivio pubblico, devi essere pronto a critiche, anche feroci; e se ne arriva una, va accettata (e magari usata per migliorare).

  27. Come hanno scritto skeight e Bella qui sopra, finisce che diciamo sempre le stesse cose…
    Di conseguenza, mi limito a quotare Hyena
    E da (ex?) autrice di fanfiction aggiungo: magari ai tempi mi fosse arrivata una critica del genere! Avrei forse scritto storie migliori, sicuramente avrei creato MarySue meno odiose.
    Trovo che una critica, anche diretta e feroce, un “vero colpire dritto”, sia molto più utile del belante “beeeeeellixima! continua presto! tvtttttb!!!!!!1111”.
    Se scrivi una storia solo per ottenere complimenti non la metti su INternet in un archivio pubblico, la tieni in un cassetto e la fai vedere solo alla mamma e alle amiche più timide, che non avranno mai il coraggio, se dovesse servire, di dirti “Che cos’è questo orrore?”; ma se la pubblichi, devi essere pronta ad accettare anche le critiche insieme ai complimenti. E, ripeto, le critiche possono anche aiutare.

  28. Ok, odio ufficialmente Forumfree. Prima fa sparire il mio commento, poi dopo averlo riscritto li pubblica tutti e due. Chiedo venia.
    I due commenti fotocopia anonimi qui sopra sono i miei…

    roxrox2110, che non ha ancora capito se è loggata o no…

    • Odi wordpress, semai… 😄 Non preoccuparti per il commento fotocopia, capita anche a me…
      Solo io ho accesso al pannello e posso cancellarli e quindi non ve ne siete mai accorti! 😄

  29. Come ha scritto roxrox, io non riesco a capire. Davvero preferite ricevere inutili, falsi e belanti complimenti per storie orribili? Io piuttosto tenderei a pensare che forse la sfilza di commenti fotocopia che non servono a una mazza mi sviliscono dal punto di vista intellettuale. Poi non so, se non siete in grado di accettare una critica, dopo un po’, fatti vostri.

  30. *Noia*
    Davvero, questo flame è pura noia. Nemmeno un insulto originale, un chiamo la EFP/la polizia postale/la mamma perchè siete cattivi…
    Sempre e solo le stesse cose…
    *Win, in perda alla noia*

  31. Quello che cercavo di dire, seppur la recensione è per la storia…è che almeno avreste mostrato un pochino di rispetto per l’autrice/re che l’ha scritta.
    Insomma, ci avrà messo l’anima…non credete? Forse, quando pubblica i capitoli, ci crede fermamente. Ed a volte, nella fretta, dimentica gli errori.

    • Mi spieghi perché continui a parlare in terza persona? 🙂

    • Secondo me uno dei modi migliori per dimostrare di aver messo l’anima in una produzione scritta è impegnarsi a fondo per individuare e correggere eventual errori, curare la forma, assicurarsi che la storia segua un filo logico e il comportamento dei personaggi sia coerente.

  32. Poi, il bello delle fanfiction, p che puoi modificare, inventare, a modo tuo una storia…no? Seppur alla fine, il personaggio non è esattamente come lo conosciamo nella reale storia.
    Come per esempio qui, Severus Piton.

  33. Cara autrice,
    nessuno ti nega il diritto di scrivere quello che vuoi, come vuoi. Il Piton dei tuoi sogni ha i capelli di seta e la pelle di alabastro? Perfetto!
    La tua Hermione ha i boccoli e gli occhi caramellosi (cit.)? Liberissima di descriverla così.
    Libera tu, liberi noi di riderci sopra.
    E continuo a non capire dove siano gli insulti alla persona che ha scritto. Ti prego di avere la freddezza di mettere da parte la stizza per un attimo e rileggere con cura la recensione.

    Comunque invito i futuri aspiranti difensori delle storie recensite a sforzarsi un po’ e a usare della fantasia.

  34. Syranjil Sarephen

    Chiedo perdono, Kagura.
    Intendevo dire che, se dovessi “collegare” questo Piton ad un personaggio della serie, lo collegherei ad Allock.
    Sarebbe OOC anche in quel caso, ovviamente, ma sarei molto più bendisposta verso di lui, che verso questo Piton dalla fuggente bellezza.

  35. Deliziosa… recensione.
    Mi spiace per l’autore/trice (o per il suo collegio difensivo), ma anche la letteratura da “una mano sola” può essere di buon livello: questa ficcy-feuilleton di sicuro non lo è.
    E’ sciatta nella scrittura, piatta nella descrizione dei personaggi, di un erotismo banale, noioso fino al peccato.
    L’autore avrebbe potuto descrivere il percorso interiore che porta un ascetico, solitario e complessato ultra-trentenne a diventare un maiale pervertito capace di insidiare anche Mrs Norris (the pussy is always the pussy…), oppure l’evoluzione di una ragazzina, che in sette anni può lecitamente trasformarsi da secchiona cultrice dei libri a strega amante del “manico… di scopa” (tenendo anche conto che una cosa non esclude l’altra).
    O qualsiasi ipotesi narrativa che dia un po’ di spessore ai personaggi: un buon impianto narrativo è come un bel gioiello solido, in cui si possono incastonare bene tante descrizioni di trombate, se è questo che vuole chi scrive.
    Per chi ha scritto la storia, in definitiva, questa ficcy è stata un’occasione persa.

  36. Sono quasi dieci anni che esistono blog come questo e, nonostante ne sia passata di acqua sotto i ponti, siamo ancora agli stessi livelli.
    Nel 2004 si criticava il concetto donna= demone lussurioso tentatore che non desidera che essete molestata dal gnokkolone di turno e nel 2012 pure.
    Come mai?
    E la cosa che non capisco è che son donne a scrivere ficcy di questo tipo!
    E passi un Severus zuccheroso e coi capelli puliti, passi pure Hermione versione Cicciolina ma – è colpa sua – disse ad alta voce –
    del suo essere donna, – questo NON posso accettarlo.
    Essere donna una colpa?!? Allora chi stupra è vittima della stuprata in quanto donna?
    Meglio che mi fermi qui.

  37. Adddddoro il vostro blog!!!
    Bene, ora che ho fatto un po’ la fanghèrl ben bene, passiamo alle cose più (o meno) importanti.
    Qaulcuno mi spiega perché minchia nelle ficcy scadenti Hermione ha sempre le autoreggenti e/o le mutandine di pizzo?! Posso capire tanga e perizoma (ma proprio al limite) ma che una giri per la scuola con la lingerie sempre pronta per 3minutidisessosfrenato è alquanto sospetto e inusuale O.o

  38. UssignurdaGhem….dovreste avvisare quando mettete simili Ficcy sotto esame….ho dovuto leggerla a pezzi, altrimenti Maiev, la mia dolce elfa del catino, finiva per spaccarsi la schiena…..
    No, seriamente. Stupenda recensione come al solito. Giuro che ho subito ripensato ad “acqua piena di fervore” anche prima che questa fosse nominata!
    Quanto alla storia in sé…il dildo l’avrebbe sicuramente resa improvvisamente più interessante, ma sono l’unico a cui il primo bacio ha fatto ribaltare diverse volte lo stomaco, molto più che le varie copulate per la Scuola?

    Pazienza. Ora ho voglia di un bel Flame di vecchia data. Vado a cercarne uno. (Flame ricco, mi ci ficco! :D)

    Claw

  39. “- signorina Granger, quale parola della frase ” sparite in fretta, prima che vi avveleni a cena” non ha capito?”
    Porca miseria, fin qui era canon! Cosa è successo dopo?
    “perchè stai bussando, ininterrotto?”
    È un insulto?
    “- merlino…- disse dopo un pò, una volta ripreso a respirare con calma.
    Sev, mi pare un pessimo momento per lasciarsi sfuggire il nome di qualcun altro.”
    Ti stimo.

    “Esatto, il Marchio Nero brucia. E, con Voldie morto, il Marchio Nero non dovrebbe bruciare. L’ultima volta che ha bruciato dopo anni di quiete era perché l’Oscuro Signore, presunto morto, era tornato. Non mi sembra un segno da ignorare.”
    È tornato! È tornato! Finalmente, signor Riddle! Era ora che qualcuno movimentasse questa storia!
    Perché quello è Voldemort polisuccato da Lily, vero? Dai, non distruggetemi l’illusione.
    Su quell’ “È colpa sua” avrei parecchio da dire, ma odio essere volgare.
    “nessuno è morto. Tranne Voldie, si presume, essendo finita la guerra.”
    E la McGranitt. Troppi colpi per lei.

  40. Non capisco perchè si debba sempre arrivare ai flame e a discussioni inutili.
    Da autrice di Efp io pagherei perchè smontassero una delle mie Fiction, prima o poi pubblicherò una di quelle cose scrause e mielosissime che scrivevo a 15 anni (non che io sia migliorata di molto, ma vabbè! xD) e mi autosegnalerò.
    Fatevela ‘na risata, non c’è cattiveria. Solo buongusto!

  41. LOL.
    Credo di poter tralasciare tutto, ma… mi sorge un dubbio esistenziale. “Accarezzandosi, baciandosi, levandosi i vestiti lentamente, eppur in modo così urgente. Lei, interamente nuda sotto di lui, lo fece impazzire di desiderio, ancor di più. La baciò sul collo, scendendo sui seni. Baciandoli, leccandoli, succhiandoli, mordendoli. Continuare la discesa sul ventre, intorno all’ombellico, scendendo ancora, alternando a carezze e baci, sulle cosce toniche.”
    Ma non erano in corridoio? O.o
    Comunque… ha rischiato di farmi collassare x”’D Non hai idea.

  42. Come già é stato detto, ma non erano in corridio!? Erano sul punto di scopare in corridio!? o.O
    Aggiungiamoci pure che quello non é Piton, non il Piton da me tanto odiato, per lo meno… il Marchio brucia e lui se ne frega altamente, ovvio.
    La parte del serpentese, però, mi ha fatto morire xD
    Io mi sarei iniziata a preoccupare seriamente già a quel punto.
    Cioé, zio Voldy é morto ed Harry continua a capire e aparlare il serpentese? E lo capisce/parla pure Hermione? Non é che adesso pure Hermione ha un pezzo dell’anima di Voldemort? No?
    Poi, dai! Piton, cerchi attenuanti dicendo che la donna é un demone lussurioso quando l’adulto sei tu? Quando sei tu che non avresti dovuto iniziare? Capito… mi porterò a letto il professore con cui ho fatto teatro con ‘sta scusa… tanto é colpa mia xD
    E sempre secondo ‘sta storia, se Piton avesse 37 anni quando Hermione ne ha 20, loro due anni 17 anni di differenza e non 21, come dovrebbero… quindi Lily é morta a 18 anni? Ed io che credevo che avesse 22 anni!
    Resta il fatto, comunque, che tu sei un genio!
    Ah, H8F, ma fammi il favore… se qualcuno distruggesse in questo modo una mia storia (e ormai sono sempre più convinta di segnalarne un paio mie, visto quanto fanno schifo xD) io ci riderei sopra. L’auto-ironia é la cosa migliore, sai? Senza contare, comunque, che questi io non li chiamerei errori, ma obrobi veri e propri. Passino i 17 anni di differenza tra quei due che non sono neppure giusti, passino gli orgasmi sincronizzati, passi la storia d’amore fra una studentessa e un professore (anzi, sono la prima ad apprezzare tali storie, se sono scritte bene e sono logiche), ma come la mettiamo col serpentese? Col Marchio che brucia quando non dovrebbe? Con un Piton ultra-OOC? Con due che erano sul punto di scopare in un corridio?
    No, mi dispiace, questi non sono errori e comunque non venire a lamentarti se noi ci ridiamo sopra, visto che se uno é libero di scrivere certe cose gli altri sono liberi di riderci sopra.
    Siamo in un Paese libero e soprattutto con libertà di pensiero (meno male…), quindi, abbiamo tutto il diritto di ridere sopra questa storia.

  43. Ma come potete dire che questa ff è brutta?
    E’ stupenda!!!
    Se non vi piace, non la leggete! Non è poi difficile ignorare ciò che non piace..
    E comunque, chi è questa “annarita18” che ha osato segnalare la ff per farla ridicolarizzare da voi??? vorrei proprio vedere se lei è “Miss bravura” di scrittura!!

    • Ma come potete dire che questa ff è brutta?
      Gusti personali, libertà di opinione eccetera. Ma dai, davvero uno deve stare a spiegare questi concetti? -.-
      Mettiti l’anima in pace: posso farlo, e lo farò ogni volta che ne avrò voglia.

      E’ stupenda!!!
      Se lo dici tu.
      Io l’ho trovata terribilmente OOC, scritta con poca cura (maiuscole assenti, aggettivi usati a sproposito, virgole che stavano dove volevano loro), con “buchi” senza senso (studenti ventenni ad Hogwarts, gonna a tubino al posto della divisa, telepatia, Hermione che parla il Serpentese…) eccetera. Non sto ad elaborare oltre, mi pare che i motivi per i quali la fanfiction non mi è piaciuta siano facili da individuare nella recensione. Poi a te può pure essere piaciuta – gusti personali, appunto – ma se vuoi convincere me o chiunque altro che la fanfiction è oggettivamente stupenda… be’, sarebbe interessante sentire punto per punto perché i difetti sopra elencati non sarebbero tali.

      Se non vi piace, non la leggete!
      Non sono dotata di preveggenza: se non leggo prima, non posso sapere se mi piacerà. Se mi piacerà, tanto di guadagnato: avrò letto una buona storia. Se non mi piacerà, potrò decidere di divertirmi a scrivere una recensione. In entrambi i casi, è per me un passatempo come un altro.
      A proposito di leggere: TU saresti pregata di leggere i commenti linkati in alto a sinistra, come il regolamento del blog chiede di fare. Se lo avessi fatto sapresti che al caro vecchio “se non ti piace non leggere!” abbiamo già ampiamente risposto. Capisco che “non è poi difficile ignorare ciò che non piace”, ma sarebbe carino NON ignorare il regolamento del sito su cui ci si appresta a postare.

      E comunque, chi è questa “annarita18″ che ha osato segnalare la ff per farla ridicolarizzare da voi???
      Spezzo una lancia a favore di annarita18: lei la fanfiction l’aveva segnalata come positiva. A lei era piaciuta. A me invece no, e da qui la recensione.

      Riguardo il “miss bravura” eccetera: devo dedurne che solo un ottimo pasticcere può dire “questa torta ha un pessimo sapore”? Solo un affermato regista può dire “questo film è noioso da morire e gli attori erano cani”? Solo un ottimo scrittore può dire “questo libro/storia/fanfiction non mi piace per questo, questo e questo motivo”?
      Ovvio che no.
      Anche a questo è stato risposto nei commenti linkati in alto a sinistra. Di nuovo, sei pregata di leggerli come da regolamento del blog.

    • Ciao, sono annarita18.
      Personalmente, a me era piaciuta la ff anche se non era scritta benissimo, però sono gusti personali. De Gustibus non est disputandum, dunque non vedo perché la ff debba piacere a tutti.
      Per quanto riguarda me stessa, non sarò bravissima nello scrivere ff, però se permetti, essendo in un paese libero, posso esprimere il mio parere e le mie preferenze su ciò che può piacermi o meno.
      Infine, concordo con Hyena88: se io non leggo, come posso sapere se mi piace o no? farebbe piacere avere il dono della preveggenza ma purtroppo non è il mio caso.
      Saluti!

    • Vero che sei qualcuno che conosciamo che ci vuole fare uno scherzo?
      *Win-no log che prega sia così*

    • Ma come potete dire che questa ff è brutta?
      Potrei chiederti il contrario. No, anzi, te lo chiedo: ti piace molto? Argomenta, magari mi convinci.

      E comunque, chi è questa “annarita18″ che ha osato segnalare la ff per farla ridicolarizzare da voi???
      Una lettrice che, forse non ci crederai, ma ha gusti simili ai tuoi (almeno per quanto concerne questa storia). Dopotutto non ha fatto nulla di male: ha detto a delle persone che le piaceva una ff e a quelle persone non è piaciuta. Non biasimarla: è stato un “errore” in buona fede (se di errore si può parlare) che chiunque avrebbe potuto fare. Persino tu.
      *fa PatPat sulla spalla a Io*

  44. Nessuno scherzo -.-” anzi! mi dissocio dalla vostra cattiveria -.-” io sono la prima che accetta le critiche costruttive, ma queste vostre “recensioni” sono solo forme di cattiveria gratuita!!
    Annarita18, ho letto su EFP le schifezze che scrivi -.-” la prossima volta EVITA!!

    • Ok, quindi sì alle critiche costruttive e no alla cattiveria gratuita.
      Annarita18, ho letto su EFP le schifezze che scrivi -.-” la prossima volta EVITA!!
      Complimenti per la coerenza, eh 😄

    • *comunicazione di servizio: essendo la sottoscritta appena rientrata da aperitivo, cena e dopocena pesantemente alcolici, non stupitevi se il post risulterà poco lucido*

      Io. A parte il piccolo problema di coerenza che Skeight ha già fatto notare (faccio presente che le nostre critiche sono motivate, non sono dei semplici “che schifo” detti tanto per; aggiungo che non mi sorprende il fatto che tu non abbia nemmeno provato dirci cosa, esattamente, dovrebbe rendere la storia recensita “stupenda”) , vorrei capire il motivo del tuo accanimento nei confronti di annarita. Ho ricontrollato i nostri messaggi e sono abbastanza certa, nonostante i fumi dell’alcool, che siano scritti in italiano e non in ostrogoto:

      La sottoscritta:
      Spezzo una lancia a favore di annarita18: lei la fanfiction l’aveva segnalata come positiva. A lei era piaciuta. A me invece no, e da qui la recensione

      Annarita, subito dopo:
      Personalmente, a me era piaciuta la ff

      Ora. Mi pare abbastanza chiaro che ad annarita la fanfiction ERA PIACIUTA e che l’aveva segnalata come POSITIVA, nella sezione apposita del forum dove diamo visibilità alle storie cha apprezziamo.
      A ME invece non era piaciuta, e ho deciso di recensirla. Io, non annarita, che a dirla tutta avrebbe fatto un favore all’autrice segnalando la sua fanfiction come “positiva”.

      …e tu continui a dare addosso ad annarita. I casi sono due: o stai trollando, o hai seri problemi di comprensione della lingua italiana. 😄

  45. Anche se a lei è piaciuta, di sicuro non mi ha fatto un favore mettendola sul vostro blog/forum! poteva lasciare una recensione alle storie come tutti i comuni mortali!
    E qui concludo, perché io , a differenza vostra, ho una vita sociale grazie a Dio e ho ben altro da fare!
    Addio

    • Tesoro della zia, la fanfiction era su un archivio pubblico e chiunque poteva segnalarla per qualsiasi motivo. Lei ha pensato “oh, questa storia mi piace, segnaliamola come positiva in modo che abbia maggiore visibilità!”.
      Se io consiglio ad un amico un libro che mi è piaciuto e a questo amico invece fa schifo, il suo giudizio non è responsabilità mia.
      Se non fosse stato per la sottoscritta – a cui, ripeto, la storia non è piaciuta per nulla, cosa che annarita di certo non poteva prevedere – dubito MOLTO ci sarebbero state lamentele; anzi, di solito si è contenti quando una fanfiction viene segnalata come meritevole. Di solito, eh.
      In ogni caso, questo rende il tuo ragionamento “scrivi male, quindi EVITA!” ancora più privo di senso: se uno non è un ottimo scrittore non può manco dire che una storia è piaciuta e consigliarla a terzi? Bah, se lo dici tu. 😄

      La tua frecciata sulla vita sociale conferma il fatto che hai seri problemi di comprensione della lingua italiana: all’inizio del mio messaggio precedente ho chiaramente parlato di aperitivo, cena e dopocena. A meno che tu non abbia pensato che tali aperitivo/cena/dopocena me li sia andati a fare da sola, mi pare chiaro che la mia vita sociale – grazie per l’interessamento – esiste e gode di ottima salute, occasionali episodi di ubriachezza molesta a parte.

      (Anche se, d’altra parte, anche l’ipotesi del troll ha un suo perché: in tre interventi sei riuscita a tirare fuori TUTTI cliché dell’amikettismo, al punto che alcuni amministratori avevano pensato che il tuo primo post fosse una parodia… XD)

      EDIT.
      Noto solo ora:

      di sicuro non mi ha fatto un favore mettendola sul vostro blog/forum!
      … è un errore di battitura, o sei l’autrice? Se sei l’autrice, perché parli – di nuovo – in terza persona con un nick diverso da quello con cui sei già intervenuta (sempre parlando in terza persona per qualche motivo che mi sfugge)?

      Spero nell’errore di battitura, comunque.

  46. Allora: io non posso dire se una cosa mi piace o no, tu puoi offendermi gratuitamente dicendo che io scrivo schifezze.
    Io ci metto “la faccia”, scrivendo chi sono, tu invece ti firmi con un “io”.
    Miss/Mister Coerenza: Benvenuto/a.

  47. Ecco, lo sapevo che non dovevo uscire con Uomo ieri…
    Mi sono persa un flame! 😄
    *Win, ovviamente sarcastica*

  48. Vi seguo da anni e anni (forse forse proprio dai vostri esordi) e quando anche io da brava ragazza ho passato la fase delle ficcine costellate di MarySue, il mio sogno nel cassetto era un giorno essere recensita da voi per farmi 4 sane risate.
    Ora sono anni che non scrivo più (ficcine, perchè purtroppo il mio percorso universitario agli sgoccioli mi costringe a scrivere cose molto più noiose e corrette dal punto di vista grammaticale e sintattico), e nonostante questo ancora vi seguo e d’intanto in tanto torno qui a farmi qualche risata leggendo le vostre recensioni. E grazie al cielo ci sono anche questi difensori anonimi e non, che commentano dando inizio ad “accesissime” discussioni, così almeno posso passare le mie brevi pause dallo studio divertendomi anche se non sono state pubblicate nuove recensioni!
    Perciò questo messaggio è per voi paladine della giustizia, difensori della libertà di scrivere storie così “particolari”, ma non della libertà di espressione su ciò che si pensa delle vostre creazioni: non smettete mai! Regalate momenti di ilarità anche oltre la sola lettura della recensione.
    Ormai sono dell’idea che una recensione senza un vostro commento sia incompleta, come le fragole senza panna: restano sempre buonissime, ma con qualcosa in meno.
    Detto tutto questo torno ai miei doveri da studentessa.
    Un saluto da una cara lettrice (fino adesso silenziosa),
    e vi prego: continuate tutti così, sia voi che recensite, sia voi che vi disperate e preoccupate per la mancanza di vita sociale di tutti noi che “ci divertiamo con così tanta cattiveria”. =)
    Un abbraccio a tutti!

  49. Hyena, fai una pausa più lunga del solito tra una recensione e l’altra e i flame si accumulano, non lamentarti, è il karma!

    • E chi si lamenta? Sono visite in più, e il counter del blog ringrazia. U_U

      (Anche se, lo ammetto, ogni tanto un flame più creativo non mi dispiacerebbe… qui è pura noia.)

    • twelfthletter

      Eh, qua i flame son come le mode: gira e rigira i temi sono sempre quelli. 😄

  50. Zoolander! *______*
    Hyena, je t’aime. Punto.

    • Anch’io ti amoh, ma devo essere onesta: il video di Zoolander è stata un’idea di Capoh.

    • paradoxia26

      Vabbenedaccordo; allora amoh Capinoh per aver proposto e te per aver postato *-*

  51. Pandora : ragazzi, ma sul serio…come si fa a proporre una propria fiction da farvi leggere?
    Esiste questa possobilità?
    La sogno giorno e notte…
    Una giornata felice a tutti voi!

  52. Solo una domanda…

    [ signorina Granger, quale parola della frase ” sparite in fretta, prima che vi avveleni a cena” non ha capito? – la guardò di sottecchi, senza soffermarsi sulla sua figura.
    Allora la guarda di sfuggita, non di sottecchi (che significa, banalmente, guardare qualcuno a palpebre socchiuse).]

    Perché non si potrebbe guardare qualcuno sia di sottecchi che di sfuggita?

    • Possibile, vero. Lì per lì avevo pensato fosse un errore di attribuzione del significato; forse ho avuto quell’impressione a cause del “melliflua e acida” di poche righe prima.

  53. “- merlino…- disse dopo un pò, una volta ripreso a respirare con calma.
    Sev, mi pare un pessimo momento per lasciarsi sfuggire il nome di qualcun altro.”
    Stavo masticando una cicca. Le risate hanno superato la pressione critica, e l’ho sputata. Contro lo schermo del pc.
    Vi odio-amo-odio-amo-amo-amo.

  54. “Almeno Harry prova ad essere conciliante, il che lo promuove al rango di Homo Habilis; quanto a Piton, nel corso della lezione assume l’inequivocabile atteggiamento dell’ Homo Erectus.”

    Quoto l anonimo sopra: lo schermo del mio pc mi odia dopo averci sputato sopra. 😀

    Sono l unica ad aver pensato a un Sev in stato psicotico che accoltella Herm durante la sex scene? No, perche tutto quell affondare mi ha dato un piccolo piccolo barlume di speranza.

    “acqua piena di fervore.”

    Il mio schermo ti odia. (Si, sono una lurker di vecchia data, ah i ricordi!)

    “- merlino…- disse dopo un pò, una volta ripreso a respirare con calma.
    Sev, mi pare un pessimo momento per lasciarsi sfuggire il nome di qualcun altro.”

    Sarebbe stato piu interessante. Mi manca Lucius/Voldy/Pottah/AnyonexSev. E per un momento ho creduto che Herm sarebbe tornato con un fallo di gomma. Dannazione, ci ho quasi creduto.

    “Io insisto a dire che un dildo migliorerebbe di gran lunga la trama.”

    I feel you.

    Ottima recensione Hyena! 😀

    (scusate l assenza di apostrofi e accenti: la mia tastiera tedesca mi odia, probabilmente per solidarita con lo schermo. Devo provvedere a ripararla D:)

    Mi sento parte del noi! (Okay, non dovrei – ma la Svezia e fredda, la mia tastiera e tedesca e mi odia, mi manca l Italia e mi mancava Fastidious.)

    Hanahi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...