Sgradevolezza superflua

Una spianata deserta si allarga davanti a un nero cancello irto di guglie crudeli. Una figura in armatura rugginosa, in sella a un ciuco sciancato, marcia avanti e indietro di fronte a un esercito schierato. E male in arnese, per altro. Nel silenzio assordante di un temporale che si addensa, una voce stridula s’innalza.
Restate ferme! Restate… no, fermi, scusate, so che ci sono anche degli uomini all’ascolto. Restate fermi!
Giacobini di merda, asserviti al sistema, fratelli culi. Vedo nei vostri occhi la stessa paura che potrebbe afferrare il mio cuore, se solo ne avessi uno.
Ci sarà una storia in cui Hogwarts sarà un rispettabile college per l’istruzione di giovani maghi, in cui verranno indossate divise e rispettati i superiori… ma non è questa storia!
Ci sarà una storia in cui i personaggi rispetteranno l’opera dell’autrice originaria, e in cui potremo rivedere scorci di quella storia che abbiamo tanto amato… ma non è questa storia!
Quest’oggi affronteremo una storia kattiva. Per tutto ciò che ritenete caro in questo vasto fandom, vi invito a resistere!
La figura si strozza con le ultime parole esplodendo in una tosse catarrosa e asmatica; si toglie l’elmo, più simile a un vecchio calderone malconcio, rivelando pelle vizza e qualche dente tra uno spazio e l’altro.
Oh, io vi ho avvisati. Anche l’autrice Roxelle, se è per questo. Gloria al nemico, come si suol dire.
Rimpiango i tempi in cui le protagoniste, figlie smaccate della self insertion, erano solo belle, belle in modo assurdo, avevano occhi cangianti, curve al posto giusto, ormoni da battaglia capaci di stroncare ogni maschietto nel raggio di chilometri.
Per questo vi ho convocati qui, oggi, davanti ai cancelli di questo luogo oscuro, di questo Mondo Capovolto: http://efpfanfic.net/viewstory.php?sid=185373&i=1

Siamo chiamati a combattere una creatura malvagia e pericolosa, affascinante e spietata, gradevole come le emorroidi e simpatica come l’herpes: Indil Seamoon.
Ma non è prudente avvicinarci subito a questa figura così inquietante: partiamo dai suoi minion. Il Principe, innanzitutto.
Chi? Chiederete voi. Ma sì, ma sì, il solito algido principe delle Serpi (che può fregiarsi di tale titolo solo in quanto figlio del Sovrano dell’Amplesso Focoso). Lo incontriamo nella Stanza delle Necessità con gli altri Serpeverde, che, veniamo a scoprire, da Casa in cui si possono trovare individui astuti, spesso di buona famiglia, talvolta ricchi, sicuramente snob si è trasformata nella casa dei metallari. Ricordo ancora con ribrezzo un’immagine di emo!Draco, questo nuovo sviluppo mi inquieta pure di più.
Un Draco, quindi, ribelle (?), innamorato come al solito di una Hermione che analizzeremo nel dettaglio più in là, intento a farsi fare un simpatico ciuccione da ragazzine a caso. Sì, nella Stanza delle Necessità è in corso un’orgia. Sesso droga e rock’n roll. Alleluia.
La stanza è invasa dal fumo, dai System of a Down a tutto volume. Ormai sembra proprio che questa Stanza speciale venga usata solo per i festini. Benissimo. Capisco che sia un “mondo capovolto”, ma Hogwarts in tutto questo non c’azzecca una ciolla. Così come non c’azzecca quello strano figuro con gli occhi di zaffiro che ha apparentemente rubato l’identità al solito grazioso ragazzo di colore che risponde al nome di Blaise Zabini. Ma ricordate, ricordate sempre: in questo strano posto in cui nemmeno io metterei piede (e quando ancora avevo sangue e non cenere nelle vene ne ho fatte di follie!) accadono cose strane: il Purosangue giovane Malfoy fa amicizia con la succitata pericolosa Indil (che già si fa viscida come un’alga al solo guardarlo) che gli propone, in pagamento di un certo favore di cui non potrò fare a meno di parlarvi, dei CD. A Draco, che disprezza tutto ciò che è Babbano, propone i CD. Che ad Hogwarts non funzionano nemmeno. Ma non siamo a Hogwarts, qui, vero? Vero? Ditemi di sì!
Ma passiamo ad un’altra figurina in quest’album degli orrori. Vi ricordate la presuntuosa, coraggiosa, intelligente Hermione Granger? Non fiori ma opere di bene, visto che pare aver fatto una brutta fine. C’è un’impostora al suo posto. Un’impostora per altro pure inquietante, con quegli occhi caramellosi che col caldo le appiccicano le ciglia e se piange le colano fuori dalle orbite.

I meravigliosi occhi di Hermione.

La sedicente Hermione è, in parole povere, una ninfomane squilibrata. Si è accoppiata pure con i gargoyle delle grondaie epperò ama così tanto il suo Ron, tanto scemo (ecco, lui un po’ lo riconosco) da crederla ancora vergine. E, infingarda, ha spezzato il cuore del povero Dracuccio, gli ha fatto lanciare il suo bratwurst nel suo traforo del Frejus, lui s’è innamorato e lei lo ha scaricato.
Draco, sei patetico. Hermione, o chiunque tu sia, un po’ zoccola.
Ora, però, riallacciamo le fila di questo zoo popolato di deficienti e psicopatici. Siamo partiti dall’indiscussa protagonista, Indil, e ora, dopo aver saltabeccato tra capitoli stile crisi epilettica, torniamo a lei.
Lei che è trasgressiva. Lei che fuma le Camel (ah be’). Lei che si mette le catene e si fa gli strappi nei jeans perché è emo e dark e goticona (uh, provate anche voi a scrivere quest’ultima parola in Word, il correttore automatico vi dimostrerà di essere più sveglio del previsto!) ed è troppo fica per indossare la divisa. Lei che ha i capelli di colori improponibili perché è speciale. Lei che risponde male ai professori, che poteva essere una Serpeverde perché è una cattiva ragazza ma che ha scelto (eccheppalle) Corvonero perché è troppo un genio. Lei che mi ha già sfarinato le gonadi, visto che non c’era davvero bisogno di tutto quest’ambaradan per attirare attenzioni su di sé.
Scopriamo, tipo alla quarta riga o poco più, che Indil ha deciso di odiare La Studentessa Precedentemente Nota come Hermione; dapprima la sottopone ad atti di bullismo tali che, fosse capitato a me, avrei chiamato Grop per far provare a questa Seamoon le gioie del sesso anale.
Atti di bullismo, per giunta, giustificati solo dal fatto che Hermione, da brava Caposcuola (ah, le maiuscole sono intermittenti), l’ha ripresa perché stava fumando dove non poteva. L’ Hermione che conosco io avrebbe risposto ai vari incantesimi barocchi di Indil con una sequela di Maledizioni da manuale, questa no. Indil viene punita, giustamente, dalla McGranitt (altresì nota come Vecchiaccia Frigida), per poi andarsene e a frignare nella Stanza delle Necessità da un Dracuccio Amoruccio persino più lagnoso.
‘Buuuu Hermione non mi fa più pucciare il biscotto e io non sono abbastanza uomo da fargliela pagare, Indil pensaci tu!’

Draco Malfoy, un uomo che non deve chiedere. Mai. Si limita a uggiolare.

Indil prende sul serio la questione, spargendo per la scuola dei sostanziali manifesti che sputtanano i facili costumi di quella che si fa passare per Hermione. E che, più si va avanti più lo si scopre, non è sicuramente lei, visto che per vendetta molla la bacchetta e prende la rivale a cazzotti.
Scusate? A cazzotti? Questa reazione me la sarei aspettata dal caro Voldemort, all’ennesima prova della non efficacia di certi incantesimi su quel cretino di Potter. Ma da Hermione, dai! Certo, ha tirato un ceffone a Draco, ma la roid rage mi sembra fuori luogo!

Hermione, troppi steroidi fanno male!

E invece no! Perché, a livello di trama, il pestaggio è essenziale per farci scoprire un dettaglio incredibile!
Il tuo sangue è argenteo?!
Ooooh! Incredibile! Indil non è solo super fichissima e intelligentissima e ribellissima, ma è… qualcosa di misterioso!
E ‘sti cazzi.
Confesso di aver comunque goduto un po’ nel vedere la beniamina delle mazze da baseball di tutti noi prendere una manica di botte.
Indil si sveglia in Infermeria.
Apro finalmente gli occhi. Silente mi guarda, preoccupato. Ha le occhiaie che gli arrivano fino alle ginocchia, anzi, fino al pavimento e degli occhi rossi da far paura. Sicuro che è Silente?
Sì, credo sia proprio lui, è solo sotto l’effetto del THC come suo solito. Invece non sono sicura dei tempi verbali.
La trama si complica, sorpresa sorpresa. Indil non si chiama Indil, ma Layana (che fa rima con… sultana, ovviamente) è un qualche tipo di prescelta, anche lei (Neo e Potter si imbronciano: ormai è diventato così mainstream!), dotata del potere di rimarginare le ferite. Lo fa giusto adesso, forse perché Silente sa che lei è speciale, forse solo perché vuole fare la più fyka di tutti mentre blatera di una Madre e di Sorelle e Artigiani e ConfConsumatori.
Lei sarà la vittima sacrificale.
Potter si imbroncia ancora di più, visto che quel ruolo doveva toccare a lui. Vai via, Potter, sei uno sfigato.
Dopo qualche capitolo di mestruo fine a se stesso, gossip e scenate da soap su cui non vi tedierò, salta fuori che, dopo aver riempito di sterco Hermione, Indil è riuscita nel suo intento: far sorridere di nuovo Draco. La nostra eroina si sta fumando una sigaretta di Draco; se la fuma per bene, e intanto chiacchiera col piccolo Malfoy che le fa una richiesta ardita: una canzone.
Il dialogo è delirante, assolutamente privo di senso, e sapete perché? Quella non era una sigaretta, era una pericolosissima canna di maria. Santi numi, era da almeno quindici anni che non sentivo chiamare così la marijuana. Mi stupisce che Indil, così navigata, non si renda conto al primo tiro che non è tabacco… insomma, se Draco deve assumere stupefacenti mi auguro che quanto meno abbia un pusher affidabile, e invece s’è fatto rifilare della cicoria.
E poi dovete sapere che…
Un campanello suona in lontananza.
Scusate, torno subito.
Ciabattare che si fa sempre più lontano, suono di voci concitate all’ingresso. Nonna Valpur torna.
Per tutte le menadi danzanti! Ci mancava giusto questo! Ora vi spiego brevemente. Draco, accompagnando Indil a un pianoforte di sua proprietà per farsi cantare quella cazzo di canzoncina, le mostra una ferita sul petto.
Un foro perfettamente circolare dal diametro di una decina di centimetri sanguina, abbastanza profondo da poter intravedere le ossa, troppo poco per ucciderlo.[…] “Mio padre…ha fatto questo, per ricordarmi che nella mia vita, dovrò ubbidirgli sempre. Non si rimargina mai. Non smette mai di fare male”.
Mi aveva fatto venire in mente qualcosa, questo passaggio, però non capivo cosa fosse. Alla porta, poco fa, erano due vecchi amici, Dalamar e Raistlin. Erano entrambi molto infastiditi, oserei dire incazzati, per il fatto che i loro metodi vengano sfruttati in simili abomini travestiti da storia. Mi hanno pregata di far presente questa cosa. Ecco cos’era, dunque!

Bitch please.

Che poi… risulta solo a me che i Malfoy siano due genitori fin troppo amorevoli nei confronti del loro bambino? E che nessuno dei due si permetterebbe mai di alzare un dito su Dracolino? No, lo chiedo perché ho un sacco di anni sulle spalle e la memoria fa cilecca.
Love is in the air tra i due, comunque, anche se ancora non sboccia come una rafflesia circondata da mosche.
Le due primedonne di questa storia, Indil ed Hermione, si incontrano nuovamente. Come se ce ne fosse bisogno riceviamo ulteriori prove del fatto che quella lì con le Alpenliebe incastonate nel cranio non è chi dice di essere:
“Semplicemente, non puoi essere umana. Allora, hai sangue di Banshee? Magari hai la nonna sirena? Mi sorprende che ti abbiano permesso di frequentare questa scuola. Sai, sei una creatura semiumana di intelligenza presumibilmente discreta, che dovrebbe baciare la terra dove noi, veri maghi, camminiamo”
Sono d’accordo con questa tizia sul fatto che Indil non sia completamente umana, e io propenderei per qualcosa come per metà stronza, per un quarto scaffale del ferramenta e per un quarto bottiglia di Anitra WC, ma quella manfrina sui veri maghi mi fa venire i conati. Posso tollerare tante cose, ma Hermione, stravolgetemela quanto vi pare, rimane una Mudblood, simili frasi dette da lei non hanno senso. Le due ricominciano con la loro catfight, quando appare un’altra sagoma che si spaccia per Ginny (ma ha gli occhi azzurri, cosa che a me non risulta) e che fa la leccaculo con Indil a livelli improbabili. Farà da PR per una festa con karaoke (che roba anni ’90!) e la McGranitt dovrà dare l’autorizzazione (e ridare la chitarra a Indil, che ce la mena da dieci capitoli con ‘sta chitarra che le hanno tolto eccheppalle).
Draco scopre della festa e schecca di brutto. ‘Ma coooome! Ma non ho il tempo di provare! E non ho niente da mettermiiih!’.
Di nuovo, la nostra Indil/Layana parla con un Silente strafatto, solita storia di Voldemort che è immortale (toh, qui ce l’ha fatta, son contenta per lui), guerra, morte e sindrome premestruale per tutti. Riciccia fuori ‘sto Artigiano misterioso, e non è che ce ne freghi granché.
Ma finalmente eccola, la festa! Che palle. Indil e Draco hanno attorno un alone violaceo che può essere una malattia sessualmente trasmissibile oppure è solo amore. Partono brani melensi e oh, così darkettoni, e Indil si ammazza si seghe mentali perché si è innamorata di Draco e non avrebbe dovuto ma si è innamorata lo stesso perché lui è così bellissimo e no lei è condannata e non dovrebbe eccetera eccetera. Noia a palate. Il capitolo dopo è praticamente identico, con tanto di brani copincollati per allungare il brodo, solo che siamo nel rimbombante cranio di Draco che si masturba cerebralmente a sua volta e capisce che l’ammmore è giunto anche per lui e ha dei pessimi capelli verdi.
Dopo ulteriori testi di canzoni di cui non sentivamo la mancanza si torna alla trama misteriosissima. Layana la Rana deve tornare indietro nel tempo e sconfiggere Voldemort prima della faccenda della profezia. Ci va con Harry, ripescato dal cilindro così, a caso.
E niente, Indil si sacrifica e Draco resta solo senza quella verruca attaccata alle chiappe. Per farla breve breve, insomma. Ma neanche così breve, il finale è proprio così.
Quindi… è finita? Ce l’abbiamo fatta? Abbiamo salvato la Terra di Me… la sanità mentale anche dopo tutte queste peripezie?
Pare di sì.
Ma non sospirate di sollievo, figli dei gatti di polvere sotto i mobili: c’è un seguito.
La lotta contro il cattivo gusto e i personaggi imbarazzanti non è finita.
Vigilanza costante!

Advertisements

357 risposte a “Sgradevolezza superflua

  1. Questa recensione é assolutamente epica, con una nota di merito alla menzione di Raist. La fyccina invece per diventarlo deve essere presa da un altro lato della vita (diciamo così).
    Non ho capito una cosa: perché regalare dei CD a un Malfoy? Perché?
    Che senso ha? Non dormirò fino a che non avrò trovato risposta (e già dormo poco di mio).

  2. sicuri che quella era la Stanza delle ecessità? No, perchè a me sembrava più la darkroom del Babylon (ah, Brian Kinney, tu si che avevi stile!)… e il sangue argentato mi ha stesa.
    Splendida recensione Valpur, la parte iniziale mi ha fomentata di brutto!

  3. Io spero solo che la storia delle cicatrici non sia un velato riferimento a Kenshiro, Lucius effettivamente ha gli stessi lunghi e fluenti capelli biondi di Shin. Non vorrei che nel sequel entrassero in scena le arti marziali. La scazzottata tra le due Mary basta ed avanza.
    Storia molto particolare. Mi ha turbata non poco.
    Comunque ottima recensione!
    Joelle

  4. Sono abbastanza convinta che il riferimento sia a Raistlin e Dalamar, visto che nel serraglio di storie della stessa autrice ce ne sono anche alcune su questi due personaggi.
    Certo che un crossover Dragonlance-Kenshiro sarebbe un qualcosa di epico.

    • Sono abbastanza convinta che il riferimento sia a Raistlin e Dalamar, visto che nel serraglio di storie della stessa autrice ce ne sono anche alcune su questi due personaggi.

      Purtroppo ho fatto l’errore di andare a vedere l’archivio di storie in questione e ho visto che ne ha scritte parecchie su Dragonlance. Ma non ho avuto il coraggio di aprirle. Non sono sicura di volerlo fare.
      Caramon della stella di Hokuto (OMG).

  5. Io… no, non ho capito assolutamente la trama. Ma soprattutto: questa povera figliola, perché ha il sangue argenteo??

  6. Giacobini di merda, asserviti al sistema, fratelli culi. Vedo nei vostri occhi la stessa paura che potrebbe afferrare il mio cuore, se solo ne avessi uno.

    E’ bastato questo a commuovermi T_T

    Sul resto glisso amabilmente. Come se Draco non potesse farsi comprare un negozio intero, protestando abbastanza 😄

  7. “Ma finalmente eccola, la festa! Che palle. Indil e Draco hanno attorno un alone violaceo che può essere una malattia sessualmente trasmissibile oppure è solo amore”

    propendo per la prima ipotesi.

  8. Uno splendore di recensione, un obbrobrio di fic: questo basterebbe a riassumere tutto quello che penso 😄 ma vorrei aggiungere che le occhiaie lunghe fino ai piedi di Silente mi inquietano tantissimo. Ma mai come questa uscita di Hermione (che fatico a chiamare così): “Semplicemente, non puoi essere umana. Allora, hai sangue di Banshee? Magari hai la nonna sirena? Mi sorprende che ti abbiano permesso di frequentare questa scuola. Sai, sei una creatura semiumana di intelligenza presumibilmente discreta, che dovrebbe baciare la terra dove noi, veri maghi, camminiamo”. E con questo chiudo, non ho la forza di commentare 😄

  9. Fenomenali, come al solito! Vi seguo sempre! ^.^ le vostre recensioni sono intelligenti e spiritose 😄 LOL, continuate così.. Sono proprio felice che la chiusura di splinder non vi abbia frenate! 😉

  10. Hermione che discrimina i non maghi: straniamento a palate.
    Bella recensione! Aspetto con ansia il seguito!

  11. mitica recensione!! 😄

    sono così felice che il blog si sia riattivato… e con quali chicche di demenzialità!!! continuate così!

  12. Hermione… quella stessa che vuole liberare gli elfi domestici nonostante la loro disperata riluttanza? Discriminare i maghi? Mah.
    Mi piacciono ‘ste mariesusanne trpTrasgrescio. Sono il genere di creatura che vedrei bene come bersaglio mobile in un poligono di tiro.
    E la cicatrice di Draco… guardate che dieci centimetri quadrati di ossa esposte sul petto sono più che sufficienti a mandare qualcuno all’altro mondo, salvo pronto intervento di ricostruzione. Infezioni come se piovesse.

  13. Aragorn e Pino Insegno sono tanto fieri di te… Oh, anche io. Rec epica!

    Erin87

  14. Come già ti dissi, l’omaggio ad Aragorn ha rapito il mio cuore giacobino, per sempre XD. Ora però esco e vado a comprarmi degli occhi caramellosi, perchè leggere certe ficcy in me sviluppa il gusto per l’orrido!

  15. Avevo dato un’occhiata alla fine della storia e non sembrava poi tanto male, ma poi ho cominciato dall’inizio…
    “I privilegi di essere un genio”… ma per favore.
    Invece di “ragazzo” scrive “boyfriend”… che tipa cool!
    Fa gli incantesimi senza bacchetta… che novità!
    E wow, mi ero dimenticata che basta mettere spille del Nightwish e dei Nirvana per essere dei metallari fighissimi!
    “Infine ha lasciato Draco e ha ucciso il figlio nato da quel mese di assidui rapporti con più di dieci ragazzi”. Non ho capito, Indil vuole far credere che Hermione ha avuto un figlio (e che l’ha ammazzato, l’aborto non esiste) ma non se n’è accorto nessuno? “Ehi amore, sei un po’ ingrassata ultimamente!” “Che vuoi farci, con tutto questo studio non ho tempo per il jogging…”
    “I maghi possono…creare scudi, creare il cibo, evocare qualsiasi cosa…” qualcuno si è dimenticato le eccezioni alla legge di Gamp.
    “Credete che sia troppo cattivo farla morire per far tornare Draco con Hermione?” Quindi all’autrice non frega niente del destino del mondo magico e babbano?
    “Credo che per come la grande Rowling tratta Hermione non si capisca granchè dei suoi desideri e dei suoi pensieri. Sembra una sgobbona e un’ottima amica, questo si”. Abbiamo letto due saghe diverse.
    Ma poi, qualcuno mi spiega perché in queste ficcy c’è una continua ossessione per il sesso e la verginità?
    E perché una creatura speciale, destinata a sacrificarsi per sconfiggere Voldemort e salvare il mondo, si preoccupa di fare i dispetti a Hermione?

  16. “La trama si complica, sorpresa sorpresa. Indil non si chiama Indil, ma Layana (che fa rima con… sultana, ovviamente) ”
    … Sono TANTO felice di non averti conosciuta ai tempi della scuola! 😄

    E… Raistlin! *____*

  17. CapoH, ho un nome che ha dato adito a millemila storpiature (quella che mi faceva più arrabbiare citava il cognato calvo del tuo avatar su Forumfree) quindi posso capirti! In realtà era una citazione della prima serie di South Park mandata in Italia (in cui censurarono con “sultana” una rima abbastanza scontata).

  18. “Sai, sei una creatura semiumana di intelligenza presumibilmente discreta, che dovrebbe baciare la terra dove noi, veri maghi, camminiamo”
    Ti costava tanto, autrice, avvisare noi lettori che in questa storia la Umbridge si fa chiamare Hermione?
    “Le ballerine con il tacchetto, piccolo vezzo mondano concessomi dalla McGranitt”
    Che evidentemente ha cominciato a drogarsi pure lei. Altrimenti non si spiega perché abbia permesso alla versione bastarda di Bulma di uscirsene dall’aula come se fosse a casa propria.
    Mi chiedo se sia valsa la pena demolire Hermione per far risaltare una tizia arrogante che si rivolge all’Oscuro con un <> (dai, Tom, Cruciala! Per la prima e ultima volta sto tifando per te!).

    Mi rispondo di sì. Altrimenti non avremmo un “Sono d’accordo con questa tizia sul fatto che Indil non sia completamente umana, e io propenderei per qualcosa come per metà stronza, per un quarto scaffale del ferramenta e per un quarto bottiglia di Anitra WC” a deliziarci le giornate. Grande, Valpur.
    Ah, solo io ho riso nel leggere i trip mentali di Draco nel cap. 4?

  19. *si rivolge all’Oscuro con un “Che cazzo ti ridi, pirla integrale?”

  20. Ha il sangue argentato! Ciò non può che significare UNA cosa. Ebbene sì. Indil è… Un unicorno! xDD Scusate, è la prima cosa che ho pensato quando ho letto del sangue argentato! xDD

    Splendida recensione!*sparge amore*

  21. Probabilmente c’è qualche talpa tra i Serpeverde che deve aver passato un po’ del fumo della Stanza delle Necessità alla McGranitt e a HumblyDumbly, altrimenti non mi spiegherei i loro comportamenti. Glisso sull’oca che ha rimpiazzato la nostra Hermione.
    Tanta stima per Valpur.
    Con permesso, vado a farmi caramellare gli occhi *-*

  22. Daphne Greengrass

    Chapeau per la recensione, esilarante al massimo! X°D
    Dovrei quotare troppi pezzi, quindi tralascio, ma anche io, come Selenia, ho pensato subito che Indil fosse un unicorno! 😄

    Vostra Daphne, contrariata dal fatto di avere banalissimo sangue rosso

  23. Oh, sul serio perdete tempo con recensioni di storie di oltre 4 anni fa? Non avete proprio niente da fare, eh?
    Si, era una storia decisamente azzardata e infantile ma che ho scritto con sommo divertimento, di cui non vado fiera perchè non mi rappresenta più come essere umano e come autrice ma tutti commettono degli errori, anche voi, a meno che non siate tutte divinità, cosa di cui dubito fortemente. Le storie su DRL le ho scritte dai 15 anni, quando ho scoperto la saga… è ancora la mia saga preferita, ho anche conosciuto Tracy e Laura Hickman e ho i loro autografi. Se i pg di Hogwarts sono quelli originali? NO tant’è che la fanfic è OOC, quindi di che vi lamentate? Eravate state avvisate, il fatto che agitiate un vespaio solo perchè avete spulciato così tanto un archivio di storie infinito e abbiate trovato una creazione mediocre, senza dubbio, ma perlomeno scritta in italiano e non linguaggio sms e in uno stile non proprio da spazzatura, ecco, il fatto che ADESSO vi mettiate a recensirla significa che le vostre vite devono essere molto noiose e mi dispiace davvero per voi. I pg dell’ambientazione drl sono più vicini agli originali, Raistlin in particolare perchè è così simile a come vorrei essere da lasciarmi senza parole e non potrei mai tradirlo.

    Ognuno ha diritto alla propria opinione da lettore, sta di fatto che in un unico caso ho messo da parte l’educazione e la gentilezza in una recensione, voi invece sembra che come passatempo abbiate quello di indispettire poveri autori ignari demolendo quello in cui credono, quello su cui hanno lavorato per giorni, talvolta mesi. Vi sentite soddisfatte? Provate a fare di meglio di quelli che criticate. Volete davvero leggere quello che scrivo senza vincoli? Date una occhiatina alle originali, e vi dico che negli ultimi anni sono molto migliorata. E finchè non scriverete di meglio sarò brava come e più di voi, almeno quando scrivo cose diverse da fanfiction improbabili (come è mondo capovolto, ma giudichereste mai un artista dagli schizzi fatti durante l’adolescenza piuttosto che dalle opere finite della maturità)?

    Ho risposto solo perchè mi è arrivata una notifica sul vecchio account che uso solo come lettrice da anni e non avevo niente di meglio da fare.
    Puntualizzo che non sono nè scossa nè agitata perchè non sono più quell’autrice quindi non capisco per quale motivo dovrei prendermela per i vostri amabili cicalecci. Scommetto che fate tutto questo per poter trollare con i poveracci che prendono i vostri commenti come offese personali da lavare con il sangue, ma nel mio caso non attacca.

    Ops, deluse?

    Roxelle

  24. Oh, sul serio perdete tempo con recensioni di storie di oltre 4 anni fa? Non avete proprio niente da fare, eh?

    No, è che (come tutti i lettori di fanfiction, forse) ci divertiamo male.

    ma tutti commettono degli errori, anche voi, a meno che non siate tutte divinità, cosa di cui dubito fortemente.
    Mai detto il contrario. Se vgliamo parlarne, i refusi sono il mio dramma!

    Eravate state avvisate, il fatto che agitiate un vespaio solo perchè avete spulciato così tanto un archivio di storie infinito e abbiate trovato una creazione mediocre,
    Sei ottimista se pensi che, per trovare storie mediocri (brutte), EFP vada spulciato… Però sì, ogni tanto torna un po’ di nostalgia e peschiamo storie vecchie. Visto che, come dici, la storia non ti rappresenta più, perché non ti fai due risate sulla recensione invece che rispondere piccata?

    il fatto che ADESSO vi mettiate a recensirla significa che le vostre vite devono essere molto noiose e mi dispiace davvero per voi.
    Roxelle, qua nessuno si è permesso di parlare del tempo che avevi da perdere tu per scrivere fanfiction brutte, perché nessuno di noi si permetterebbe di fare illazioni sulla tua vita. Evita di farne tu sulla nostra, perché fai una figura patetica.

    Volete davvero leggere quello che scrivo senza vincoli? Date una occhiatina alle originali, e vi dico che negli ultimi anni sono molto migliorata.
    Non ho letto le tue originali ma se sei davvero migliorata mi fa piacere per te. Noi qua recensiamo le storie, non gli autori.

    (come è mondo capovolto, ma giudichereste mai un artista dagli schizzi fatti durante l’adolescenza piuttosto che dalle opere finite della maturità)
    Gli schizzi fatti da un artista durante l’adolescenza sono importantissimi, proprio perché illustrano la crescita dell’artista stesso. Invece di incazzarti così tanto potresti gioire della strada percorsa.

    Puntualizzo che non sono nè scossa nè agitata perchè non sono più quell’autrice quindi non capisco per quale motivo dovrei prendermela per i vostri amabili cicalecci.
    … Sarà. Cioè, lo scrivi e io ti credo, però mi sa che sei migliorata come narratrice ma non come comunicatrice, perché sembri davvero irritata.
    Dai, magari tra qualche anno migliori anche in quello!

    Scommetto che fate tutto questo per poter trollare con i poveracci che prendono i vostri commenti come offese personali da lavare con il sangue, ma nel mio caso non attacca.
    No, veramente quando il “poveraccio” (che non consideriamo tale: il termine l’hai usato tu, noi evitiamo di parlare di autori) prende al recensione per quello che è e si fa due risate, noi andiamo in un brodo di giuggiole.
    Non è il tuo caso, dunque sì, siamo delusi.
    Peccato.

  25. Bella ha già risposto praticamente su tutto (ed io quoto tutto, virgole e spazi inclusi), quindi mi limito a puntualizzare un paio di cose:

    Oh, sul serio perdete tempo con recensioni di storie di oltre 4 anni fa?
    Io manco controllo le date delle storie che leggo, figurati. Qualche volta vado indietro di anni nell’archivio per vedere se trovo qualche buona fanfiction che non ho mai notato; se in una di queste “ricerche” mi capita tra le mani una fanfiction che mi sembra papabile per una recensione negativa, allora recensisco. Facile. Che m’importa della data di pubblicazione?

    giudichereste mai un artista dagli schizzi fatti durante l’adolescenza piuttosto che dalle opere finite della maturità
    No, mai sull’artista. Sugli schizzi in quanto tali invece sì. Ecco perché noi recensiamo fanfiction, non le persone che le scrivono.

    non capisco per quale motivo dovrei prendermela
    Se pensi che la nostra intenzione sia quella di spingere gli autori delle storie recensite a prendersela, mi sa che non hai letto bene i messaggi riportati nel link a sinistra, tra le regole. Quelli che chiediamo di leggere a chiunque voglia farci la paternale o fare ipotesi sulla nostra assenza di vita sociale, insomma.

  26. Oh, ciao Roxelle!
    Ammetto, innanzitutto, che mi fa piacere che il tono del messaggio sia tutto sommato pacato; spero non sia solo una forzatura.

    Non avete proprio niente da fare, eh?
    In realtà ho un sacco di cose da fare, tra lavoro, vita sociale e… oh, sì, hobby, tra cui rientra anche questo. Mi fa piacere, quando riesco, ritagliare uno spazietto per fare qualcosa che mi piace.

    Se i pg di Hogwarts sono quelli originali? NO tant’è che la fanfic è OOC, quindi di che vi lamentate?
    Mai detto che non ci fosse il warning. Resta il fatto che certe storpiature non mi piacciono, e che non sono seguace della filosofia “se non ti piace non leggere!!!11UNO!1”.

    il fatto che ADESSO vi mettiate a recensirla significa che le vostre vite devono essere molto noiose e mi dispiace davvero per voi.
    Cara, seriamente. Evita di parlare di cose che non conosci, tipo quanto ipoteticamente noiose possano essere le nostre vite. Vorrei tanto, oh, che la mia esistenza scivolasse placida, almeno qualche volta, sui sicuri binari della monotonia. E invece no. Ma non credo che:
    1)io debba giustificare la mia condotta con qualcuno che non conosco;
    2)la cosa, obiettivamente, ti interessi (suppongo avresti detto la stessa identica cosa anche se io fossi stata, che ne so, Bear Grylls).

    I pg dell’ambientazione drl sono più vicini agli originali, Raistlin in particolare perchè è così simile a come vorrei essere da lasciarmi senza parole e non potrei mai tradirlo.
    Benissimo! Però non stavamo parlando di questo, mi pare.

    poveri autori ignari demolendo quello in cui credono, quello su cui hanno lavorato per giorni, talvolta mesi
    Ci deve essere un modulo prestampato per questo genere di affermazioni.
    Davvero ci vuole così poco a demolire una persona? Cioè, ok tutto, ma… io che soffro di scarsa autostima tendenzialmente non è che mi sento franare attorno il fragile castello delle mie velleità artistiche solo perché qualcuno ha ridacchiato del mio stile. Per inciso, qualcuno che reputo schiavo di una vita piatta, noiosa e priva di stimoli. E quindi, di nuovo: o non siamo le frigide musone che ci accusano di essere, il nostro parere vale qualcosa e pertanto l’ipotetico, implume autore ha di che struggersi; oppure lo siamo davvero, e allora sticazzi.

    ma giudichereste mai un artista dagli schizzi fatti durante l’adolescenza piuttosto che dalle opere finite della maturità Come diceva Bella, qui sopra, sì. Esattamente come giudicherei l’aderenza allo standard di un cane guardando il cucciolo, o per rimanere nel mio ambito l’andamento di un test scientifico dai primi giorni dell’esperimento. Perché *quelli* sono i momenti essenziali, è lì che c’è, in potenza, l’intero sviluppo delle capacità.
    (edit: quoto Hyena, per amor di precisione: nel caso specifico del generico “artista” valuterei il suo lavoro e le relative potenzialità, fotte sega della persona in questione, onestamente.)

    mi è arrivata una notifica sul vecchio account
    QUesta è una delle cose più belle che potessi dirmi *_* (non per altro, almeno so che ogni tanto il form di comunicazione funziona per davvero).

    quindi non capisco per quale motivo dovrei prendermela per i vostri amabili cicalecci
    In realtà hai scritto un sacco per essere una persona che non se l’è presa, giustificandoti tantissimo 🙂 Credimi, non era necessario.

  27. In realtà hai scritto un sacco per essere una persona che non se l’è presa, giustificandoti tantissimo 🙂 Credimi, non era necessario.

    Non sono l’unico ad averlo notato 😄

  28. Mia cara Valpur, ho l’impressione che dimentichi il tuo magnifico aborto di stampa ossia il libro che hai pubblicato che immagino sia stato comprato dai tuoi parenti e dai tuoi amici e neanche da tutti e che a un anno dalla pubblicazione non era più reperibile ma a occhio e croce ricordava la Gilda dei Ladri di Palanthas e una delle millemila quest per i Malvagi di una qualsivoglia ambientazione gdr fantasy. O ti devo chiamare BlackRoseImmortal? Il fatto che tu sia qui a denigrare gli altri autori più piccoli di te la dice lunga sulla tua carriera di scrittrice nel mondo reale e, si, anche sulla tua vita. Se tu fossi felice e realizzata non passeresti il tuo tempo qui attaccata alla tastiera e al livore che evidentemente domina la tua esistenza sputando recensioni sarcastiche di storie che per quanto ti riguarda potrebbero anche essere il lascito di un autore morto, e non sarebbe neanche strano visto che su EFP di autori purtroppo morti in giovanissima età ce ne sono molti. Per quanto ne sapevi avrei potuto essere tra quelli e non ci avresti fatto una grande figura, o sbaglio?
    Se il tuo hobby è questo ti consiglio di farti aiutare da uno psicologo perchè sei intrappolata in un modo di vivere alquanto adolescenziale quando sei più grande di me di qualche anno ma emotivamente non sei cresciuta granchè e temo neanche come artista. Diamine, davvero nelle tue giornate non hai niente di meglio da fare di questo? Fosse per me avrei bisogno di una Giratempo per fare tutto quello che voglio e ti assicuro che recensire storie muffite che non ritengo degne della mia attenzione (perchè, andiamo, è quello che pensi di Mondo Capovolto ed è quello che io penso della tua Carpathya che però la tua amichetta al potere ha protetto dalle mie critiche pungenti…ricordi?) non figurerebbe tra i miei hobby neanche se il giorno fosse di 124 ore e non 24.
    Ah, prima che mi dimentichi: su un vecchio forum su cui prendevate in giro la medesima storia, su cui sono capitata per caso, più di una sfaccendata aveva addotto come motivazione della bellezza di Indil (bellezza che io non vedo, e penso di conoscerla meglio di voi in quanto è una mia, non riuscita, creazione) la mia bruttezza/grassezza allegando anche immagini decisamente offensive. Non so se le decerebrate in questione siano qui, ci tengo a precisare che vi rodereste tutte, senza eccezione, se vedeste come sono fatta nella realtà perchè non solo assomiglio ai miei personaggi, sono anche meglio e faccio una gran fatica tra alimentazione e sport quotidiano per mantenere le mie sembianze quindi infilatevi le vostre insinuazioni dove non batte il sole :).

    Visto che, evidentemente, a differenza vostra HO DI MEGLIO DA FARE smetto di perdere tempo con persone che hanno come unico scopo quello di criticare aridamente gli altri senza pensare a migliorare sè stessi.

    Buon 2012, se i Maya avevano visto giusto questo sarà l’ultimo anno dell’umanità, trovatevi occupazioni più divertenti e sensate così il 21 dicembre non dovrete rimpiangere di aver sprecato i vostri ultimi momenti su questo forum.

  29. Roxelle, ti rendi conto che, dopo aver scritto un primo papiro su quanto tu sia cresciuta, maturata, su quanto quello che possiamo dire non ti tocchi eccetera, ne hai proposto un secondo offensivo e sgradevole che si abbassa a insultare gente che non conosci?

    Puoi ridacchiare quanto vuoi di ciò che ho scritto in passato. Io non lo rinnego, anzi, ne sono ancora orgogliosa… certo, potrei fare di meglio, ma per la ragazzina di diciott’anni che ero all’epoca è stata una gran soddisfazione e una bellissima esperienza. E chiamami come vuoi, non mi nascondo certo dietro a un nick! Anzi, ai tempi lo cambiai proprio per “unificare” le mie identità online ed essere più facilmente rintracciabile.

    Il discorso sugli ipotetici autori morti non meriterebbe neanche un commento, tanto è ridicolo. Certo, l’autore potrebbe essere morto. O trasferitosi in Polinesia. O aver cambiato sesso. Io, in genere, mi limito a leggere le storie e non a psicanalizzare chi le ha scritte.
    Invece non è vero che la tua storia non era degna della mia attenzione, altrimenti non l’avrei letta e commentata, ti pare?

    Ti ripeto, di nuovo, come ha già fatto Bella qualche commento più su, di leggerti le poche semplici regole di questo forum. Anzi, te lo copio qui, visto che potrebbe esserti sfuggito:
    . Non si insultano gli autori.
    Nessuno può permettersi di esprimere un giudizio su qualcuno che non conosce, sui suoi gusti o sulla sua vita.

    Nessuno può permettersi. Neanche tu. Mi sembra, comunque, che ti interessi davvero tanto della mia vita. Se vuoi posso raccontartela, mi fa piacere che ti preoccupi tanto per me, ma ti garantisco che sono una persona realizzata da un punto di vista accademico e professionale, che -mirabile dictu- ho interessi e amici, che ho una vita sentimentale serena al limite del disneyano e che la mia vita sessuale è appagante.

    Ti cito:
    Ah, prima che mi dimentichi: su un vecchio forum su cui prendevate in giro la medesima storia, su cui sono capitata per caso, più di una sfaccendata aveva addotto come motivazione della bellezza di Indil (bellezza che io non vedo, e penso di conoscerla meglio di voi in quanto è una mia, non riuscita, creazione) la mia bruttezza/grassezza allegando anche immagini decisamente offensive.
    Non mi assumerò le colpe di altri, visto che posso assicurarti che non ero io. Mi interesserebbe, d’altro canto, sapere quale era questo forum, che molto probabilmente non ha nulla a che spartire con Fastidious, visto che siamo sempre stati molto severi, in qualità di admin, su questo aspetto.
    Ah, e mi fa assai piacere che tu sia una figa. Pure io mi ritengo un discreto pezzo di figliola, ma non penso sia importante andarlo a dire, quale scusante, a chi nemmeno conosco.

    E per concludere: i Maya non hanno mai detto che il 2012 sarà l’ultimo anno dell’umanità (anche se ci stiamo impegnando affiché sia così, devo dire), ma semplicemente la conclusione di un ciclo dell’oscurità e l’inizio del ciclo della luce. Questo comporterà ovviamente degli sconvolgimenti, ma non la fine della civiltà.

    E ora, giacché la mia pausa pranzo è terminata, torno al mio lavoro.

  30. Potrei aspettare che sia Valpur stessa a risponderti – e a farti notare che per essere uno con molto di meglio da fare non ti dispiace di lasciare nei commenti – però visto che sono qui inizio io.
    Mia cara Valpur, ho l’impressione che dimentichi il tuo magnifico aborto di stampa ossia il libro che hai pubblicato che immagino sia stato comprato dai tuoi parenti e dai tuoi amici e neanche da tutti e che a un anno dalla pubblicazione non era più reperibile
    Ecco la differenza di stile tra noi di Fastidious e te, che è poi la differenza che passa tra chi stronca una storia con una recensione che cerca di essere anche umoristica e chi invece cerca di demolire l’autrice con espressioni insultanti, tipo “aborto di stampa”. E a parte questo, ti ricordo che il libro di Valpur è stato accettato e pubblicato da Asengard, che è una casa editrice piccola ma seria (non un qualsiasi editore a pagamento); e quindi il fatto che da un punto di vista commerciale non abbia avuto un gran successo non vuol dire assolutamente nulla per quanto riguarda il suo valore qualitativo rispetto alle ficcyne pubblicate online.
    Il fatto che tu sia qui a denigrare gli altri autori più piccoli di te la dice lunga sulla tua carriera di scrittrice nel mondo reale e, si, anche sulla tua vita. Se tu fossi felice e realizzata non passeresti il tuo tempo qui attaccata alla tastiera e al livore che evidentemente domina la tua esistenza
    Naturalmente tu sai tutto della vita e del lavoro di Valpur al di là di Fastidious e del suo libro per sentirti autorizzata a fare illazioni di questo tipo, vero?
    i storie che per quanto ti riguarda potrebbero anche essere il lascito di un autore morto, e non sarebbe neanche strano visto che su EFP di autori purtroppo morti in giovanissima età ce ne sono molti.
    Tipo? Kar85?
    (e poi, per l’ennesima volta, recensiamo le storie e non gli autori, ma che lo dico a fare? Sembra che da un’orecchio entri e dall’altro esca…)
    Ah, prima che mi dimentichi: su un vecchio forum su cui prendevate in giro la medesima storia, su cui sono capitata per caso, più di una sfaccendata aveva addotto come motivazione della bellezza di Indil (bellezza che io non vedo, e penso di conoscerla meglio di voi in quanto è una mia, non riuscita, creazione) la mia bruttezza/grassezza allegando anche immagini decisamente offensive.
    Non so a quale forum ti stia riferendo, ma di sicuro non è quello di Fastidious, visto che ogni volta che qualche utente si azzarda a fare considerazioni sugli autori viene cazziato più o meno pesantemente a seconda della gravità dell’offesa. Ma se non è il forum di Fastidious sbagli di grosso a usare la seconda persona plurale, perché “noi” non siamo certo responsabili di quello che altri fanno o dicono.

  31. (ecco, mentre scrivevo il mio commento Val ha già risposto… scusate!)

  32. Vorrei dire solo che è ridicolo porsi come scopo di un forum il leggere per intero storie che NON VI PIACCIONO (se no non le recensireste qui) e poi lamentarvene in papiri interminabili. Arido e al limite della stupidità-

    Se la tua vita è appagante perchè sei qui? Te lo dico io: non lo è. Punto. Anche io quando vivevo su e per efp non stavo bene e adesso a malapena recensisco, leggo solo gli aggiornamenti dei preferiti. Perchè ora sono davvero soddisfatta della mia esistenza e non mi devo nascondere in mondi fittizi rubacchiati da autori celebri nè maltrattare le opere e gli autori di fanfic. Perchè, ammettiamolo, l’aver messo addirittura delle regole per le repliche in cui impedite di dire di non leggere la storia se non vi piace è decisamente da censura fascista perchè è la frase più logica che vi si può dire e anche la più sincera.

    Secondo voi come recensirei un libro che mi fa schifo e che mi sono autocostretta a leggere per intero? Onestamente, cosa vi aspettate che vi dicano gli sfigati che vengono addirittura sfidati a prendere posizione su questo forum psicotico venendo contattati di persona attraverso efp? “Grazie, mi hai aperto gli occhi, che cavolo scrivo a fare, meno male che ci sei tu che hai capito tutto nella vita e diventerai il mio nuovo Dio”?

    Forse avresti dovuto ricevere recensioni cattive come le tue quando stavi crescendo così non avresti neanche avuto il coraggio di scrivere un libro tuo e quell’abominio non avrebbe mai visto la luce, ennesima prova che i fantasy italiani sono un obbrobrio. Spero che riceverai quello che stai dando agli altri, così se la tua vita non ti fa schifo, beh, potrà sempre peggiorare perchè, bella mia, la ruota gira per tutti. Stai attenta, la merda che rovesci sugli altri prima o poi ritorna indietro. Spero poi, spero che accada quando avrai compreso i tuoi errori ma l’universo te li restituirà tutti nel modo peggiore immaginabile e allora saranno cacchi tuoi perchè oltre al dolore avrai la certezza di essere stata tu a provocartelo facendo la sbruffona quando credevi di essere forte e intoccabile.

  33. http://fastidious.forumfree.it/?t=23208343&st=15

    come si suol dire dalle mie parti, abbuffatevi. Le cose offensive su di me come essere umano e neanche come autore erano scritte qui, ed erano parecchie, e non me ne frega niente che le abbiate cancellate perchè io le ho viste prima che venissero misericordiosamente eliminate. Rodetevi il culo, sono più figa di tutte voi messe insieme.Si, è una questione personale, ed è assolutamente necessario puntualizzarlo. Oh, guardacaso, era la vecchia versione di questo stesso forum di psicopatici.

  34. Ok, come volevasi dimostrare: le persone che sul nostro forum ti avevano offeso sono state rimproverate, come si può leggere negli interventi di Arwen, Winola e Rebel, e almeno una delle persone coinvolte si è pure scusata. Quindi su che basi attribuisci a noi (intesi come noi di Fastidious, lo staff; io in quel periodo probabilmente non c’ero ancora) quelle offese, se invece le abbiamo subito condannate?
    Se vuoi fare polemica gratuita, fai pure; ma renditi conto che le tue argomentazioni si smentiscono da sole.

    Perchè, ammettiamolo, l’aver messo addirittura delle regole per le repliche in cui impedite di dire di non leggere la storia se non vi piace è decisamente da censura fascista perchè è la frase più logica che vi si può dire e anche la più sincera.
    Citare il fascismo ad minchiam è un pessimo hobby di questo paese. E poi cosa c’è di logico nella frase “se non ti piace non leggere?” Se non leggo una storia come faccio a sapere che non mi piace? Tiro a indovinare?

    • Quanto tempo ci vuole per capire che una storia non ti piace, né per com’è scritta né per quello che tratta e come lo tratta? Basterà un capitolo scarso, ad essere larghi. Arrivare in fondo è o da masochisti o da gente che vuole trovare un pretesto per litigare.
      Non ho mai capito perché si debba recensire malamente qualcosa, solo perché non piace. Difficilmente recensirei un disco della Pausini, perché mi fa schifo in partenza, come non leggerei a forza un libro per scriverne una critica, tranne se non mi pagassero per farlo.
      Io ricordo che cosa facesse BlackRoseImmortal su EFP: denigrava chiunque capitasse a tiro e ricordo che campeggiava una frase in particolare sul suo profilo che, parafrasandola, recitava qualcosa tipo che la sua missione era liberare il mondo delle fanfiction dalla gente inetta nello scrivere. Perché si sia arrogata questo diritto, resta un mistero, e chi fosse per decidere, resta oltremodo irrisolto.
      Ricordo che se la prendeva anche con i ragazzini di 12 anni, facendo polemica su errori di grammatica e di sintassi o di punteggiatura, che, bisogna essere sinceri, possono capitare a tutti. Anche le mie fanfiction iniziali (io sono tra quelli che hanno iniziato a pubblicare su EFP nel 2004) sono semplici, poco curate, ma la scrittura si affina nel tempo, grazie alla pratica.
      Il problema delle recensioni di BlackRoseImmortal non era poi tanto il fatto che fossero negative, per carità, ma è il modo che utilizzava che non è mai stato gentile, infischiandone di chi avesse davanti.
      Detto questo, per me, potete continuare a scrivere quello che vi pare. Voglio solo farvi un appunto sulla questione di giudicare un artista dai suoi primi schizzi e lo faccio da storica dell’arte. I primi schizzi possono essere decisamente fuorvianti, non è detto che la produzione finale o della maturità possa averci minimamente a che fare, possa riconoscersi anche solo la mano dell’artista in questione. Provate solo a guardare un grande rivoluzionario come Picasso, cercate “La Prima Comunione” e vedete se si può ravvisare qualche indizio che porterà alle “Demoiselles d’Avignon”. Stessa cosa vale per la letteratura; mi chiedo cosa abbiate letto per non esservi accorti dell’evoluzione dello stile, degli argomenti trattati e di come sono trattati dalla miriade di poeti e romanzieri del mondo intero.
      Parlate tanto di rispetto, ma non avete idea di cosa sia il rispetto per la produzione intellettuale altrui e tanto meno dei sentimenti. Ripeto, le ho lette le recensioni cattive a ragazzini che non sapevano nemmeno cosa rispondere, che non sapevano allora andare oltre quel livello, che avevano bisogno di crescere.

  35. No, ma se una storia è di 22 capitoli e già dal primo non ti piace fai violenza a te come lettore se ti costringi a finirla.
    Costringersi a leggere qualcosa è orribile, tant’è che pochi hanno amato i classici che vengono letti al liceo proprio perchè LO DEVI FARE. è ovvio che quando recensirai la tua lettura, per il solo fatto di averlo fatto controvoglia, sputerai più acidità del necessario.

    Ah, si, sul vostro forum la tipa è stata bacchettata, poi compresa e perdonata. Ma sai che c’è? Che avevo deciso di lasciarvi perdere anni fa ma ora siete tornati a rompermi i coglioni contattandomi apposta per dirmi che mi state insultando nuovamente. Non so, analizzate il vostro comportamento, credete di essere sani e normali????

  36. Ragazzina infantile e belligerante, impara a stare al mondo e a comportarti correttamente con chi a te ha portato rispetto,
    Di figure di merda ne stai facendo una dietro l’altra, non sarebbe il caso di riflettere prima di lamentarsi per torti non subiti e per insulti ricevuti da altri?

  37. Io sarei belligerante? Siete state voi a rompermi mentre mi stavo facendo i fatti miei. Per una volta ve l’ho fatta passare liscia ma visto che mi state infastidendo di nuovo mi sa che non la passerete liscia. Credete di non aver scritto niente che potrebbe essere soggetto a critica? Povere illuse.

  38. Roxelle, ti invito di nuovo a non fare illazioni sulla mia vita. Mi fa sorridere che il massimo che tu sappia dire per argomentare la tua tesi (ricordando sempre che no, tu non te la sei presa, tu sei superiore a queste cose) è che io non ho una vita. Si tratta di una frase priva di fondamento, e appunto sorrido proprio perché mi fa tenerezza nella sua assurdità.

    Se la tua vita è appagante perchè sei qui
    Potrei chiederti la stessa cosa, visto che deprechi tanto la nostra compagnia e le nostre opinioni. Io, dal canto mio, sono qui perché mi diverto. A volte anche leggere storie brutte mi diverte, così come guardare brutti film. Ho il gusto del trash.

    Rodetevi il culo, sono più figa di tutte voi messe insieme
    Non dubito che tu possa essere più figa di noi (Angiolo, rassegnati, non sei una bella donna). Ma direi che, fino a questo momento, quella che si sta scaldando e dà l’impressione di rodere non sono io.

    Forse avresti dovuto ricevere recensioni cattive come le tue quando stavi crescendo così non avresti neanche avuto il coraggio di scrivere un libro tuo e quell’abominio non avrebbe mai visto la luce, ennesima prova che i fantasy italiani sono un obbrobrio. O forse avrei chinato il capo, riflettuto sui miei errori e meditato, cercando di evitare di far brutte figure schiamazzando in luoghi che non sono casa mia. Anzi, mi chiedo perché ho usato il condizionale. Ho chinato il capo e imparato l’umiltà.

  39. Che avevo deciso di lasciarvi perdere anni fa ma ora siete tornati a rompermi i coglioni contattandomi apposta per dirmi che mi state insultando nuovamente.
    Io ci scommetto quello che vuoi che, se non ti avessimo avvisata e avessi trovato la recensione per conto tuo, ora staresti sbraitandoci contro dandoci delle pettegole che sparlano alle spalle…

    Perchè, ammettiamolo, l’aver messo addirittura delle regole per le repliche in cui impedite di dire di non leggere la storia se non vi piace è decisamente da censura fascista perchè è la frase più logica che vi si può dire e anche la più sincera.
    Impedito? Scusa, sei stata in qualche modo censurata? Nel regolamento diciamo di EVITARE di ripetere quella frase perchéP non ha senso. Se poi vuoi dare metaforicamente aria alla bocca fai pure, qua non ti censura nessuno, anzi: stiamo tutti osservando con interesse QUANTO tu NON te la sia presa per una recensione.
    E ciò che scrivi rimarrà qua per sempre, così che chiunque passi possa giudicare da sé il tuo comportamento da bimbominkia.

  40. Io sarei belligerante? Siete state voi a rompermi mentre mi stavo facendo i fatti miei.
    NOI recensiamo fanfiction, TU insulti le persone (che non conosci). Sì, sei belligerante.

    Per una volta ve l’ho fatta passare liscia ma visto che mi state infastidendo di nuovo mi sa che non la passerete liscia.
    ROTFL

    Credete di non aver scritto niente che potrebbe essere soggetto a critica? Povere illuse.
    E allora? Fai pure. Se la tua critica avrà senso, altri ti daranno ragione, e noi pure. Ma se la critica sarà solo un pretesto per insultare la gente… Ci sono arrivati gli amministratori di EFP, che notoriamente non sono delle cime in questi casi, vuoi che non ci arrivi il resto del mondo? Credimi, la recensione da “mi brucia il culo e ve la voglio far pagare” fornirà un giudizio sulla tua maturità, non sulle nostre opere.

  41. Un papiro in risposta, illazioni sulla vita persone che non conosci perché hanno, tra i vari hobby, quello di recensire negativamente fanfiction ogni tanto… tutto per una recensione ad una storia che non ti rappresenta più e per cui ASSOLUTAMENTE non te la sei presa. Bah. Non so, dopo questo faccio un po’ di fatica a prenderti sul serio quando dici che oh, tu “HAI DI MEGLIO DA FARE” che perdere tempo con noi, come ci hai già detto… due papiri fa e qualche altra risposta più breve fa. Ehm. Dicevamo?

    Riguardo gli insulti: l’utente che ti ha insultata è stata prontamente rimproverato, le immagini di cattivo gusto tolte. Questo perché l’amministrazione, appunto, non tollera gli insulti agli autori. Come ha detto Skeight, attribuire a persone che hanno prontamente ripreso chi aveva effettivamente scritto qualcosa di offensivo di averti insultata non ha senso.

    Ah, si, sul vostro forum la tipa è stata bacchettata, poi compresa e perdonata.
    E che avremmo dovuto fare, di grazia? Farci dare l’indirizzo, andare a casa sua e fustigarla? L’abbiamo ripresa e si è scusata ritirando gli insulti. Per noi, essendo la prima volta che infrangeva una regola, è abbastanza.
    E prima che dica “potevate bannarla”: da Fastidious, di regola, non banniamo nessuno. Mai. Nemmeno quelli che si sono iscritti al forum apposta per insultare noi.

    No, ma se una storia è di 22 capitoli e già dal primo non ti piace fai violenza a te come lettore se ti costringi a finirla.
    Dipende. Ci sono storie pessime che sono una tortura da leggere e storie pessime che, invece, ti fanno ridere per l’assurdità delle situazioni e dei personaggi. La tua, almeno per quanto riguarda me, cade nella seconda categoria.

    Che avevo deciso di lasciarvi perdere anni fa ma ora siete tornati a rompermi i coglioni contattandomi apposta per dirmi che mi state insultando nuovamente.
    Il regolamento dell’archivio dove hai pubblicato la tua fanfiction chiede, esplicitamente, di contattare gli autori delle storie in caso di recensione. E noi lo facciamo per tutti. Facile.

    Per una volta ve l’ho fatta passare liscia ma visto che mi state infastidendo di nuovo mi sa che non la passerete liscia.
    Ma per favore… questa è una frase già abbastanza ridicola se detta faccia a faccia, figuriamoci su internet.
    Watch out, we got a badass over here.

  42. sai, ci ho pensato un po’ e credo che lascerò che sia la vita a darvi quello che vi meritate. Aspetterò il cadavere del mio nemico seduta placidamente sulla riva del fiume, come si suol dire. Non ho la voglia di leggere tutti i vostri capolavori e di recensire cose di cui non me ne frega assolutamente na cippa. Comunque Valpur non è migliorata in 4 anni, usa termini immaginari e la storia è piena di errori dati dalla distrazione, me ne dispiace così tanto che per non vomitare ho concluso la lettura al primo capitolo della sua ultima opera. Scommetto che anche voi non scrivete bestseller se non sareste qui. Chi non sa fare critica, si sa.
    Io so fare, quindi smetto di dare corda a voi mosche fastidiose.

  43. la storia è piena di errori dati dalla distrazione
    […]
    voi non scrivete bestseller se non sareste qui

    Dai, almeno non sono sola in questo dramma esistenziale 🙂

    Occhio coi paragoni con le mosche, le implicazioni possono essere rischiose!

  44. Aggiunta:
    per dirmi che mi state insultando nuovamente.
    No, è stato per avvisarti dell’avvenuta recensione, che per noi è una questione di correttezza (se NON ti avessimo avvisata e avessi visto la recensione in seguito avresti cominciato a declamare che sparliamo alle spalle della gente senza dare loro possibilità di replicare, sono pronta a scommetterci soldi). Di certo non è stato per dirti che ti stiamo insultando, per il semplice fatto che nella recensione non c’era assolutamente nulla di offensivo nei confronti dell’autrice in quanto tale. Noi non insultiamo gli autori, non facciamo illazioni sulla loro vita privata. Lasciamo certe piccolezze a chi manca di argomentazioni.

  45. Momento, momento, momento. Mi intrometto solo per due secondi, giuro che mi dissolvo tra tre minuti. Dunque: “Chi non sa fare critica, si sa” (e suppongo che manchi qualche virgola da una parte e due punti da un’altra), ma è un’affermazione normale? Seriamente, molti dei più grandi autori che conosciamo si occupano di critica negativa!
    Altro piccolo appunto: “Se non sareste”?!? AAARGH! Probabilmente qui manca un “Se no,” oppure un semplice “Altrimenti” può rendere le cose davvero facili!
    “Lascerò che sia la vita a darvi quello che vi meritate”, Dio mio, ancora una volta: sei seria? Se sì, rischi davvero di cadere nel ridicolo, voglio dire: è una recensione, potrebbe anche essere una delle più cattive e insensibili mai scritte al mondo ma, Dio mio, resta sempre una recensione. Se solo imparERESTI a prenderti meno seriamente, vivresti meglio. (E con questo non voglio dire che tu non abbia una marysuosa vita ;))

  46. oh, come mi avete avvisato l’altra volta, giusto?

    Senti, raccontalo a chi ci crede. Come recensori che cosa dovrei criticare, altre cose che voi avete scritto? L’ho fatto in passato ma mi avete censurata. Adesso la pazienza di seguire le bimbeminkia non ce l’ho quindi, si avete ragione, tanto la ragione si dà a chi la vuole a scapito della dignità.Ribadisco, ho altro da fare, IO.

    ciaaaaao

  47. No, scusa, deciditi: siamo mosche fastidiose, o siamo degne del rango di “nemiche” da aspettare pazientemente sulla riva del fiume nonostante tu “abbia di meglio da fare?” che darci attenzione?
    Comunque, se davvero basta tanto poco per esserti “nemiche” mi sa che non sarà un sentimento reciproco: mi serve parecchio di più di una scaramuccia su internet per considerare tale (o comunque qualcosa più di un nickname qualsiasi) chichessia.

    Aspetta pure sulla riva del fiume e copriti bene, che i reumatismi sono fastidiosi, ma temo sarà una lunga e vana attesa. E poi, non dicevi di avere di meglio da fare?

  48. Mai sentito parlare del “non fare” cinese? Perchè affannarmi a costruire la vostra rovina se il mondo ha il potere di renderla reale? Non capisco cosa ci sia di difficile in questo concetto.

    Si, ho di meglio da fare, ma questo forum del cazzo continua ad intasarmi la casella di posta elettronica con ste cazzo di notifiche del cazzo che non riesco a togliere. Cazzo.

    • Cazzo.

      Scusate, è che ci stava bene, mi sembrava ce ne fossero pochi.

      Meissa no-log, schiantata dal ridere.

  49. oh, come mi avete avvisato l’altra volta, giusto?
    Avvisiamo per le recensioni, non per le segnalazioni sul forum. Sono due cose diverse.

    L’ho fatto in passato ma mi avete censurata
    Non mi risultano tuoi interventi su Fastidious, quindi non so di cosa tu stia parlando. Oppure sei intervenuta? Onestamente, non me lo ricordo.

    Ribadisco, ho altro da fare, IO.
    Se lo dici tu. Ad essere onesta, dopo otto messaggi – di cui almeno due erano papiri chilometrici – per una recensione che non ti tange ad una storia che non ti rappresenta più fatico a crederti.

  50. Mai sentito parlare del “non fare” cinese? Perchè affannarmi a costruire la vostra rovina se il mondo ha il potere di renderla reale? Non capisco cosa ci sia di difficile in questo concetto.

    Ma perché preoccuparti anche solo di striscio della nostra “rovina”? Per una recensione di cui non ti frega nulla eccetera (ripetere la stessa pappardella è faticoso!) mi pare eccessivo. Visto che sei tanto superiore e via dicendo, limitati a fare spallucce, ignoraci e dimenticaci. Almeno, è quello che farei io per le persone che non considero nemmeno.

  51. E chi si pre-occupa? Non è da me. 🙂 come diamine si fa a togliere le notifiche? Non voglio avere 7850 messaggi entro stasera.

  52. Credo che, in conclusione, vi manca il sottotitolo al blog/forum:
    “Ridiamo alle spalle altrui”.
    Mi son letta quei commenti che considerate un po’ delle linee guida e c’era un utente che vi faceva notare quanto non fosse costruttivo quello che fate. In realtà roba vecchia, lo facevate già su EFP, per questa ragione non mi è mai piaciuto il vostro stile. Trovo inutile criticare negativamente, senza poi dare un indirizzo per migliorare o anche un consiglio. Far notare gli errori (se poi di errori si può parlare sempre) non è mai sufficiente per avere dei risultati.
    Che poi, siete abbastanza subdole! Non insultate gli autori, ma fate delle “critiche” pesanti alle loro fanfiction. Parlo per me, ma, quando scrivo qualcosa, io ho subito una sorta di innamoramento con i miei personaggi, c’è un affetto particolare, quasi fossero figli, sono una parte di me, emotivamente parlando. E’ normale che qualcuno si senta punto sul vivo, si senta offeso personalmente. Un conto è dire “Forse dovresti caratterizzare meglio i personaggi”, un altro è farsi grasse risate, insultando quei personaggi, dando loro degli improbabili o dei ridicoli.
    Trovo particolarmente scorretto non permettere all’autore in questione di difendersi, legandogli le mani, escludendo alcune delle verità più ovvie, come l’anzianità della storia o una semplice dichiarazione dei mezzi intellettuali che si avevano a disposizione. Che dovrebbe dire un autore? Che l’ha scritta apposta così?

    • lasciale perdere, Lucrezia. Se il loro fine è quello di fare incazzare la gente hanno toppato, non mi chiamo Jean-Jacques e non ho intenzione di applicare la generica accusa di persecuzione e rifugiarmi in una isoletta sperduta a raccogliere l’erba. Piuttosto ci farei altro 😄 Se è quello di non far più scrivere le persone, hanno vinto un anno e mezzo fa quando ho appeso la piuma al chiodo e ho smesso di pubblicare su efp per mancanza di ispirazione e per impegni di studio. Se è quello di farmi piangere weeeeeeeeeee piango così sono contente. Ma penso sia quello di fare taglio e cucito finchè si divertono, poi cambiano obiettivo ecc ecc ecc fino alla fine del tempo. Buon per loro, almeno hanno qualcosa da fare, anche se fine a sè stesso. Avendo tu sicuramente da fare qualcosa di più appagante ti consiglio di dedicarti a qualcosa di alternativo 😉

      Chiudiamola qui, stiamo fornendo a queste ragazze visite, commenti e benzina sul fuoco, l’argomento in questione non lo merita e loro neanche.
      A volte mi manca l’estro creativo di parolacce della mia Indil, ho perso quel tocco da scaricatore di porto, purtroppo, a favore di una pigrizia che nasce ogni volta che mi annoiano con discorsi inutili. Quindi, sbadigliando, torno alle dispute sul teatro *.*

  53. Trovo inutile criticare negativamente, senza poi dare un indirizzo per migliorare o anche un consiglio. Far notare gli errori (se poi di errori si può parlare sempre) non è mai sufficiente per avere dei risultati.
    Non sono d’accordo. Se in una recensione è facilmente intuibile che il recensora trova la trama abbia dei buchi (e, sia pure sarcasticamente, fa presente QUALI) che i personaggi si comportino in maniera illogica (e, sia pure sarcasticamente, il dove e il come è evidente leggendo la recensione) l’autore sa, in definitiva, quali sono quelli che per il recensore sono i punti deboli e le cose che proprio non funzionano e sui cui sarebbe, volendo, il caso di lavorare. Non mi pare poco.

    E’ normale che qualcuno si senta punto sul vivo, si senta offeso personalmente.
    Punto sul vivo magari sì (ovvio che una recensione negativa non faccia piacere!), ma offeso… bah, immagino cambi da persona a persona. Ma io, oltre a concentrarmi solo sulla critica alla storia senza toccare l’autore, non posso fare. Le reazioni possono essere diverse – c’è addirittura chi, dopo aver visto una sua storia recensita, si è iscritta al forum e ancora lo frequenta assiduamente. Ci fu anche una ragazza che trovò la recensione tanto divertente la linkarla all’inizio della storia recensita, consigliando i lettori di dare un’occhiata.

    Trovo particolarmente scorretto non permettere all’autore in questione di difendersi, legandogli le mani, escludendo alcune delle verità più ovvie, come l’anzianità della storia o una semplice dichiarazione dei mezzi intellettuali che si avevano a disposizione.
    Scusa, ma come lo abbiamo impedito? Lasciamo a chiunque, anonimi inclusi, la possibilità di replicare, e veniamo accusate di “rompere i coglioni” in virtù del fatto che avvertiamo gli autori in caso di recensione in modo possano rispondere se vogliono farlo… legare le mani non è decisamente nel nostro stile.
    Roxelle ha detto che la storia era vecchia, che è cresciuta come autrice, e nessuno l’ha censurata: le sue affermazioni sono lì, chiunque può leggerle e, volendo, cercare le sue storie per farsi un’idea propria.
    Io non ho letto altre sue storie, quindi non ho ragione per dubitare sia migliorata, magari moltissimo. Ma questo che c’entra col mio giudizio (o quello di chiunque altro) su QUESTA fanfiction in particolare? Sarebbe un po’ come dire che non posso commentare negativamente un vecchio libro del mio autore preferito che non mi è piaciuto solo perché i libri che ha scritto dopo sono meravigliosi. Non vedo il nesso.

  54. Lucrezia, non per forza l’autore deve trovarsi d’accordo con la recensione per intervenire sul blog. Si può difendere la propria storia dando le motivazioni che hanno portato a renderla in un certo modo.
    Il parere del recensore non è universale, così come quello dell’autore, che evidentemente se ha scritto quello che ha scritto ci credeva.
    Se venisse recensita negativamente una delle mie ultime storie (quelle che ritengo ancora degne di essere difese, intendo) e volessi dare le mie ragioni spiegherei cosa mi ha portato a descrivere certi episodi, perché ho pensato che i personaggi fossero ben caratterizzati nel modo in cui l’ho fatto io e così via. Probabilmente il recensore resterebbe della sua opinione e io della mia, ma avrei difeso una mia creazione.
    Non vedo come aspettarsi lo stesso rispetto che si dà all’autore lo possa limitare. Insinuare che il recensore non abbia una vita, sia brutto e triste e non abbia amici non dà punti in più alla propria storia e non permette agli altri di capire perché questa è stata scritta nel modo che è piaciuto così poco a chi l’ha recensita.
    Non è subdolo criticare la storia e non l’autore, dal momento che l’autore ha pubblicato la storia e l’ha quindi esposta al giudizio pubblico, mentre non ha fatto la stessa cosa con la sua persona.
    Pubblicare una storia con cui si sente un legame molto intimo significa correre anche questo rischio, purtroppo, ma nessuno vi obbliga a farlo.

    Oh, e comunque ricordo i bei tempi in cui FN non veniva criticato proprio perché non era costruttivo e “perculava” le storie! Sono vecchia. T_T

  55. Grr, ho già dimenticato la password di WordPress. -.-
    Sono Almeida.

  56. Sulla questione della segnalazione degli errori, c’è un appunto da fare: si tratta spesso per voi di questioni di contenuto, di aderenza ai personaggi (che spesso sono già segnalati come OOC e non voglio pensare alle fanfiction gender bender), di trama che va a salti e non è come segnalare la mancanza di una virgola, di un verbo sbagliato o un errore di battitura. Non è per niente evidente, ve l’assicuro. Nella mente dell’autore non c’è niente di sbagliato. Io a volte ho consigliato a qualche autore di curare la formattazione della pagina, perché io ho difficoltà a seguire qualcosa scritta tutta di seguito, senza mai andare a capo, ma ci sono tanti modi per dire qualcosa. Il sarcasmo poi a volte supera i confini dell’offesa, bisogna fare attenzione.

    Sicuramente ci sarà chi ha preso la critica alla leggera e si è fatto due risate, per carità, questo però non vuol dire che tutti la prendano così. Dovete tenere in conto che qualcuno si offenda, perché non ci andate certo con delicatezza. Vi ripeto che potete anche non prendervela direttamente con l’autore, ma aggirate molto bene la questione accanendovi contro le fanfiction.

    Cito il punto 2 delle “Regole per i commenti”:
    “2. Se siete qua per contestare il nostro operato, almeno fatelo in maniera originale: “se una storia non ti piace non leggerla” o “l’ho scritta di fretta e tanto è solo una ficcy, quindi chissenefrega dell’italiano” sono solo scuse, e le abbiam già sentite varie volte; se non avete argomentazioni, non commentate.
    Sarebbe anche opportuno che, prima di farci una paternale leggeste questi commenti: http://www.splinder.com/myblog/comment/list/15610756?from=0
    Se dopo ciò avete ancora qualcosa da dirci prego, accomodatevi pure.”
    Premetto che non so come si riesca a leggere qualcosa che non piace fino alla fine, se mi dite che certe cose non le posso dire, ovvio che ho le mani legate. Poi sì, magari si può sempre trovare qualcosa da replicare.
    La prima storia che ho scritto io è piena di scemenze, lo so da me, ma a differenza di molte persone che rieditano (praticamente mantengono la trama così com’è, ma la riscrivono dall’inizio alla fine e credo proprio che non sia più la stessa cosa) ho lasciato tutto così, perché è nata così e ci sono affezionata, pur con i suoi errori. Se dovessi ricevere recensioni negative, io spiegherei che è stata scritta talmente tanti anni fa, che oggi non la scriverei così, per tanti motivi; però se qualcuno la prendesse in giro, sguainerei di certo la spada, perché una cosa è criticare, un’altra è praticamente offendere, facendosi quattro risate alle mie spalle e a quelle dei miei personaggi.
    Poi, va beh, io sono contro chi critica le Mary Sue, piuttosto che le Yaoi: ognuno scrive quello che sente, poi ci sarà sempre qualcuno che gradisce il genere e se le leggerà tutte. A chi non piace il genere è inutile che si propini a forza le Draco/Harry: ti fa già schifo il pensiero, che le leggi a fare? Per scocciare l’autore?
    Sicuramente criticheresti il primo libro del tuo autore preferito, se ci sono critiche da fare, ma io sono sicura che non lo tratteresti con sarcasmo, perché sei comunque affezionata a lui, magari il libro ti ha accompagnato per un periodo della tua vita, è legato a dei ricordi. Stessa cosa faresti per il tuo film preferito o la tua canzone preferita di quando avevi 13 anni: sì, sei consapevole che è una ciofeca, ma ci penseresti con nostalgia e con il sorriso sulle labbra.

  57. Almeida,
    io capisco quello che vuoi dire, certo che ognuno può dare la propria opinione, l’autore può spiegare le sue ragioni ed è anche ovvio che, se si decide di pubblicare qualcosa, lo si espone al giudizio altrui. Io pubblico per poter avere i commenti altrui. Ho una storia ferma, pur avendo altri capitoli pronti, perché non commenta nessuno, mi sembra di leggermela da me, tanto vale non metterla (è la sezione che è scarna, quindi non ci sono proprio lettori, ci sono solo 3 storie). Nessuno obbliga a pubblicare, ma nemmeno a criticare, se è per questo.
    Non dico che criticare la storia e non l’autore sia subdolo, dico che il modo di criticare una storia viene utilizzato per arginare quei limiti dichiarati, che dovrebbero portare a non criticare l’autore, cosa che sotto sotto si fa, eccome.
    Certo che si rischia, perché non sai mai in che mani capiterà la tua fanfiction, ma io ci sono sempre andata con i piedi di piombo, quando ho fatto qualche appunto, perché non so mai chi ho dall’altra parte.

    • mica come certa gente che attaccava le dodicenni. Anche io a volte ho scritto recensioni negative ma sempre mostrandomi gentile e dando consigli reali, non prendendo in giro e basta autore e storia. Anzi, un anno fa ho recensito una ragazzina di 14 anni che aveva scritto un telegramma arido come fanfic, ma credete che glielo abbia detto così? No, anzi, sono stata così gentile che mi ha contattata privatamente e mi ha ringraziata dei consigli, invitandomi a correggerla in futuro perchè è su efp per imparare. Ecco, questo mi ha fatto un grandissimo piacere come recensore. Questo è costruttivo.

      Perchè, mi chiedo, invece di recensire qui queste brave ragazze non recensiscono la storia? Il fine non è la recensione, è “ridiamo alle spalle degli autori” altrimenti sarebbe una vera recensione nel sito in cui la storia è pubblicata.

  58. Facciamo un esempio concreto: qui nella recensione si fa molto sarcasmo sul fatto che la protagonista faccia quello che le pare e nessuno le dica nulla in una scuola dove, nel canon, nemmeno un fermaglio per capelli viene tollerato. Non ci vuole molto a capire che il recensore consideri questa differenza una pesante pecca. Personalmente mi pare che, dalla recensione si evinca chiaramente cosa viene criticato e perché.

    Il sarcasmo poi a volte supera i confini dell’offesa, bisogna fare attenzione.
    E infatti facciamo attenzione criticando solo la creatura e mai il creatore. Più di così non possiamo fare.

    Vi ripeto che potete anche non prendervela direttamente con l’autore, ma aggirate molto bene la questione accanendovi contro le fanfiction.
    Non aggiriamo nulla: ci accaniamo sulla fanfiction e non insultiamo l’autore. Sono due cose molto diverse, a mio parere, che non hanno nulla a che vedere l’una con l’altra. Esempio: l’amministratrice di Fastidious ama moltissimo Hugh Jackman. Il suo ultimo film le ha fatto schifo, e non si è fatta problemi a smontarlo, ma figuriamoci se aveva alcuna intenzione di risultare offensiva per l’attore. Questo per dire quanto, per noi, una recensione sarcastica ad una fanfiction e gli insulti verso l’autore siano cose diverse.

    Premetto che non so come si riesca a leggere qualcosa che non piace fino alla fine, se mi dite che certe cose non le posso dire, ovvio che ho le mani legate. Poi sì, magari si può sempre trovare qualcosa da replicare.
    Quelle sono più che altro le “FAQ” di Fastidious. Hai presente quando vai su un sito e c’è una sezione che spiega determinate cose in modo che, se c’è quello che vuoi dire/chiedere, la risposta te la puoi già trovare lì? Ecco, l’idea è più o meno quella. Ci sono delle cosa (tipo “se non ti piace non leggere!”) a cui abbiamo risposto millemila volte, quindi se qualcuno intenzionato a dire la stessa cosa trova direttamente lì il nostro pensiero in proposito – ovvero quello che risponderemmo se lo dicesse nei commenti – è tempo guadagnato per tutti.
    Poi, se si vuole comunque replicare anche la replica è già lì, uno lo può fare: al limite ripeteremo come la pensiamo, come abbiamo fatto in questo caso. E, magari, l’autore può avere una qualche argomentazione che non avevamo considerato (le discussione evolvono continuamente, dopotutto) e su cui potremmo ragionare per dare risposta.

    A chi non piace il genere è inutile che si propini a forza le Draco/Harry: ti fa già schifo il pensiero, che le leggi a fare?
    Qui devo precisare: non recensiamo MAI una fanfiction in virtù del fatto che il pairing o il genere non ci piace. Mai. Sono del parere che anche le coppie più improbabili possano funzionare se la storia è scritta bene (non molto tempo fa ne ho letta una bellissima che mi ha fatto digerire Severus/Lily Luna, per dire), quindi se mai criticherò qualcosa sarà il modo in cui è scritta e sono gestiti i personaggi, ma MAI la coppia in quanto tale solo perché “non mi piace”. E questo, per inciso, vale per tutti i recensori di Fastidious.

    ma io sono sicura che non lo tratteresti con sarcasmo
    Qui temo di poterti dare solo la mia parola, ma credimi: se decidessi che c’è il materiale per farmi due risate con una recensione sarcastica, lo farei. Non mi creerebbe assolutamente problemi, nemmeno se al libro fossi affezionata per un motivo X. Non sarebbe certo un po’ di sarcasmo a distruggere i bei ricordi.

  59. più che il warning di OOC e un titolo come MONDO CAPOVOLTO e una presentazione in cui si dice ESPRESSAMENTE di tenere conto del titolo che vuoi di più? Che venga Indil personalmente a dirti che può fare quello che le pare perchè non è umana e ci sono cose nella sottotrama infinite e complesse che è inutile che ti spieghi visto che sei un concentrato di pregiuzio e supponenza?
    Comprendo tutto quello che leggo, giuro, anche cose che certa gente ci mette secoli a capire, ma non riesco a capire la logica dietro i tuoi comportamenti e quelli di questa specie di confraternita di criticoni.

  60. Detto questo fate quello che vi pare, ma non illudeveti di essere costruttive e di poter criticare anche quando l’autore vi becca e vi manda a cagher…. perchè ne ha tutti i motivi. Scommettete che se io mi mettessi a fare a pezzi la storia di uno di voi qui sopra vi indignereste come chiunque altro? Siamo tutti esseri umani, siamo bravissimi ad attaccare ma ad incassare facciamo tutti un po’ schifo. Io compresa, voi compresi.

  61. Se il loro fine è quello di fare incazzare la gente hanno toppato

    Se è quello di farmi piangere weeeeeeeeeee piango così sono contente.
    Temo tu ti stia attribuendo troppa importanza. Noi non abbiamo “fini”, ci divertiamo a recensire, punto (e, all’ingrosso, FORSE la maggior parte dei recensori arriva ad una recensione al mese. Forse. Diciamocelo, non proprio la media di chi non fa altro nella vita). Se poi con l’autore si riesce ad avere un dialogo oh, siamo pure contente, se no ciccia. Che tu in questo momento sia felice come una Pasqua e pianificando un viaggio alle Maldive o stia piangendo a dirotto non importa. E perché dovrebbe? Manco ci conosciamo, quindi chissenefrega.

    altrimenti sarebbe una vera recensione nel sito in cui la storia è pubblicata.
    Potrei scrivere un papiro, ma taglio corto: non andiamo d’accordo con lo staff di EFP e non ci piace il modo in cui è gestito per millemila motivi diversi. Quindi recensiamo su un altro spazio. Se l’autore viene avvertito, non vedo come importi lo spazio su cui si trova.

    Chiudiamola qui, stiamo fornendo a queste ragazze visite, commenti e benzina sul fuoco
    Skeight, mi dispiace: la tua mascolinità non sarà mai riconosciuta. 😄

    l’argomento in questione non lo merita e loro neanche.
    Lo dici da ore e sei ancora qui… convinta tu, però, convinti tutti.

    • appunto, il vostro fine è il taglio e cucito in altra sede perchè siete dei vigliacchi fondamentalmente, lo riconosco, lo hanno capito tutti. Il vostro problema è che già sul vecchio forum da essere una critica alla storia è diventata critica a me come persona e come autrice e questo io non lo tollero.E non tollero neanche che mi si dica che non vi posso dire che avete una vita noiosa e che è un hobby stupido e arido perchè anche questa è critica. Accettatela, se siete così maturi e bravi. O forse no? Muahahah

  62. Essì, dei vigliacchi che avvisano gli autori recensiti e lasciano tranquillamente la possibilità di commentare a chiunque. Da cagasotto, proprio.
    Ma per favore.

    Il vostro problema è che già sul vecchio forum da essere una critica alla storia è diventata critica a me come persona e come autrice e questo io non lo tollero.
    Lo ha fatto un’utente – o due, non ricordo – che è stata subito ripresa dall’amministrazione. Non solo non ti abbiamo insultata, ma abbiamo ripreso chi lo ha fatto. Mi pare chiaro che gli insulti personali non li tollera nemmeno lo staff del blog, quindi.

    E non tollero neanche che mi si dica che non vi posso dire che avete una vita noiosa […] Accettatela, se siete così maturi e bravi. O forse no?
    La accetterei tranquillamente se tu mi conoscessi, o sapessi qualcosa della vita di chiunque su questo blog. Non sai nulla, quindi fai illazioni senza alcuna base per rispondere ad una recensione, con punte di lirismo quali “non ho idea di che faccia abbiate ma di sicuro sono più figa di voi e vi roderebbe se mi vedeste!”. L’unica reazione possibile, permettimi di dirtelo, è una risata.

    che è un hobby stupido e arido perchè anche questa è critica
    Puoi trovarlo un hobby stupido e arido, per me non c’è problema.
    Un altro conto è dire che oh, “di sicuro queste-tizie-che-non-conosco-manco-di-striscio hanno una vita noiosa perché usano addirittura DUE ORE del loro tempo per scrivere una recensione AL MESE al massimo!”. Come detto sopra, fa ridere.

  63. Ridi ridi, perchè io da ieri sera mi sto sbellicando…

  64. Io sono andata a vedere “Mondo capovolto” è c’è un OOC gigante a dire che quello che conosci e dai per scontato di personaggi e location è cambiato secondo il piacere dell’autore. Di conseguenza può mettersene 2000 di fermagli il protagonista e può girare in tutù. Criticare questo punto è stupido, perché è voluto il cambiamento, non aveva nessuna intenzione di essere canon, mi pare.
    Guarda, se a me il pairing non piace, deve essere uno scrittore formidabile per farmi cambiare idea o anche solo per convincermi a leggere, altrimenti niente, non passa. Avrei un certo pregiudizio nei suoi confronti, è così, è inconscio, ma c’è, altrimenti saremmo super partes e chiaramente non lo siamo, voi compresi.
    Inoltre c’erano già stati attriti in passato tra Roxelle e Valpur (allora BackRoseImmortal), me lo ricordo bene, si alzò un macello, quindi non mi venire a dire che è stato fatto tutto in modo asettico e tanto meno innocente, perché al 99,99% non posso credervi, in nessuna maniera. Non mi dire che non lo sapevi o chissà che altro. Io sono per il parlare chiaro e tondo, non mi piace nascondere niente, ma cerco sempre di essere gentile.
    In quelle recensioni si criticava proprio lo stile e l’andamento generale che o piacciono o non piacciono, non ci sono mezzi termini. A Valpur può anche non piacere che si fumino le Camel, ma onestamente chi se ne frega? Che critica è? Preferisce le Marlboro? Capisci dove voglio arrivare? Una cosa è quando c’è un errore, altro è mettersi a cavillare su cose del genere. Probabilmente in certi punti ha ragione, ci sono errori, nessuno è perfetto, ma dare per ovvio che Lucius ami suo figlio (sto rileggendo la recensione fatta a suo tempo da BlackRoseImmortal, oltre che ciò che è scritto nel post) è opinabile: Roxelle ha voluto fare che l’odiasse, è OOC come dichiarato. Fare una critica a questo aspetto è come dire che non si possano scrivere delle Lucius/Herminone perché lei è nata Babbana e lui ama Narcissa. E allora?

    • i Bimbi vogliono due cose: averla vinta e i leccalecca. Diamoglieli e facciamola finita che a discutere con persone del genere mi si atrofizza il cervello.

    • In quelle recensioni si criticava proprio lo stile e l’andamento generale che o piacciono o non piacciono, non ci sono mezzi termini.
      E grazie tante. Scusa, ma mi pare evidente che a fin di fiera è sempre di gusti personali che si parla. Nessuno qui ha mai detto che ciò che diciamo e i giudizi che diamo siano il Verbo, eh.
      Io eviterò di recensire una fanfiction solo perché il pairing non mi piace, se poi a non piacermi è il modo in cui è gestito il discorso è un altro perché sto criticando il modo in cui è trattato, non il pairing in quanto tale.
      Riguardo l’OOC, personalmente – personalmente, perché non sono stata io a recensire e qui sta Valpur specificare quali sono stati i suoi criteri – posso accettarlo tranquillamente, ma se è spiegato, se c’è un lavoro dietro che lo rende plausibile. Qui non c’è, e i personaggi sono delle macchiette. Le cose possono essere fatte bene o male, e qui mi pare siano state fatte male.

      Riguardo le ruggini tra Roxelle e Val, ricordo ben poco. Possibilissimo Val abbia ritrovato la fanfiction dopo anni e deciso di recensirla perché la sua opinione sulla stessa è rimasta immutata. Non vedo lo scandalo.

  65. stimando che servano 3 ore per leggere Mondo capovolto…. e almeno 1 per scrivere quel papiro di recensione… sono 4 ore che valpur avrebbe potuto impiegare facendo qualcosa di più bello per lei e meno seccante per me ^.^ e anche tu hai perso del tempo, e io, e tutti quelli che hanno seguito questa stupidaggine.Diamine, se questo è il migliore dei mondi possibili nelle alternative le vostre vite sarebbero state spese ancora peggio negli altri universi??? Mannaggia. Da non credere.

    • Migliore dei mondi possibili? Nah. Ma stare su internet e partecipare a discussioni mi rilassa e mi diverte nel tempo libero che mi lascia il tempo libero. Sono in vacanza e reduce da giorni di festeggiamenti, quindi non vedo il dramma nel passare un mezzo pomeriggio a casa cazzeggiando su internet e rispondendo sul blog. O, se mi girasse, scrivendo una recensione. Ciò non toglie che domani sarò a cena fuori con amici e dopodomani tornerò probabilmente a casa all’alba.
      In che modo una cosa esclude l’altra?

  66. il fatto che l’estemporaneità non esiste. Quello qui sopra è tempo perso che non torna indietro e mi dispiace che tu lo spenda così perchè sei sicuramente una persona intelligente. Spiace anche a me di aver perso tempo.

  67. No, non dispiacerti. Mica è detto che debba essere produttiva ventiquattr’ore su ventiquattro. Se qualcosa – in questo caso un esercizio di dialettica – mi diverte, non lo considero tempo sprecato.

    • ahahah dialettica, questa è bella. Ragazzina, non ho intenzione di sfoderare la dialettica in questo scambio se no potrei davvero diventare cattiva. Non voglio mica farti piangere.

  68. Ok, chiariamo qualche punto.
    1. Se davvero fossimo privi di vita sociale e dedicassimo tutto il nostro tempo libero solo a recensire su Fastidious, allora questo blog sarebbe aggiornato ogni due giorni. E invece l’anno scorso l’abbiamo aggiornato meno di una volta al mese, e da settembre abbiamo ripreso un buon ritmo sull’onda dell’entusiasmo per essere stati votati tra i dieci miglior blog letterari italiani ai Macchianera Blog Awards, ma dubito che tale ritmo si manterrà sul lungo periodo. Questo perché dedichiamo parte del nostro tempo libero a Fastidious, e il resto lo dedichiamo a altri passatempi, ai/alle partner, a altre cose insomma. E il mondo gira benissimo così.
    2. Noi non scriviamo recensioni costruttive, non è il nostro fine e non diciamo di farlo. Vi sembra assurda la nostra attività? Pensate alle Gialappa’s degli anni d’oro che prendevano in giro le telenovelas delle tv private italiane o i programmi assurdi giapponesi; o a quelli che su YouTube stroncano con videorecensioni comiche o parodie i film pessimi (tipo Nostalgia Critic o, in Italia, Willwosh prima che si buttasse nei film di Natale). Si ride del trash, è un classico, ed è quello che facciamo anche noi nel mondo delle fanfiction. Ed è proprio il ridere del trash che spiega come si possa leggere una fanfiction brutta senza stare male.
    3. Sul concetto di “chi non sa fare, critica”: Stephen King un po’ di tempo fa ha stroncato la Meyer. Leonardo da Vinci ebbe a dire che le figure maschili di Michelangelo sembravano dei sacchi di noci. Nei secoli che intercorrono tra questi due personaggi, ci sono state decine e decine di grandi artisti che hanno criticato altri artisti.
    Al 90% nessuno di noi di Fastidious diventerà un grande artista, ovviamente, ma è per dire che il fatto che critichiamo non è automaticamente indice di incapacità nello scrivere.

  69. La Gialappa’s chiamava i conduttori giapponesi per dire che li prendeva per il culo? Diamine, questo non lo sapevo.Hanno causato dei begli incidenti diplomatici. Perchè è questo che fate voi.
    Ti sei mai chiesto perchè venissero parodizzate cose lontane dalla tv pubblica italiana? Perchè li avrebbero spellati vivi.
    King ha letto la Meyer, Leonardo ha visto i dipinti di Michelangelo e viceversa. Dov’è il vostro mettervi in gioco se alcuni hanni nick diversi nel forum e su efp? Ops, scacco.

    • La Gialappa’s chiamava i conduttori giapponesi per dire che li prendeva per il culo? Diamine, questo non lo sapevo.Hanno causato dei begli incidenti diplomatici. Perchè è questo che fate voi.
      Quante volte dovremo ripeterti che è il REGOLAMENTO DI EFP a richiedere di avvertire gli autori delle recensioni su siti esterni all’archivio perché tu lo capisca?
      Ti sei mai chiesto perchè venissero parodizzate cose lontane dalla tv pubblica italiana? Perchè li avrebbero spellati vivi.
      Come no. Beppe Grillo negli anni 70-80 prendeva in giro, sui canali Rai, giornalisti e conduttori Rai (per essere cacciato ha dovuto prendere in giro Craxi), Arbore qualcosa di simile, quelli di Blob lo fanno ancora oggi… tutti spellati vivi, ne’? Non mi sembri molto ferrata sulla storia della tv pubblica italiana…
      King ha letto la Meyer, Leonardo ha visto i dipinti di Michelangelo e viceversa. Dov’è il vostro mettervi in gioco se alcuni hanni nick diversi nel forum e su efp? Ops, scacco.
      A parte che non c’è il nesso tra le due frasi (King ha letto e Leonardo ha visto; anche noi leggiamo le ficcyne che critichiamo!), comunque mi sembra che quelli di noi che hanno account su EFP siano sempre riconducibili. Come faccio a dirlo? Be’, se tu hai collegato due nick così differenti come BlackRoseImmortal o quel che era e Valpur, vuol dire che si può fare…

  70. Roxelle, deciditi: sono una persona intelligente o una ragazzina (a parlare con la quale ti si atrofizza il cervello)? Almeno fammi capire con quale delle tue personalità sto parlando di volta in volta, o la cosa si fa difficoltosa.

    potrei davvero diventare cattiva. Non voglio mica farti piangere.
    L’ho già detto che affermazioni del genere sono ridicole nella vita reale e ancora di più su internet? Sì, l’ho già detto.
    Noia.

  71. Ragazzina e intelligente non sono contraddittori, se la memoria non mi inganna. Potresti essere entrambi.
    Fidati ho fatto fuoco e fiamme con la mia lingua biforcuta, sono un po’ fuori allenamento ma sono pur sempre una forza della natura.
    Ti è mai capitato di parlare con una persona intelligente e noiosa? Tipo te? Ecco, hai capito la complessità delle mie impressioni nei tuoi riguardi, voglio essere rispettosa ma più passa il tempo più i miei neuroni si suicidano per la disperazione.

    • Onestamente, qui la persona noiosa mi sembri tu. Anche perché continui a lamentare cose (sei stata contattata perché volevamo prenderti per il culo, ti abbiamo insultata…) che ti sono state spiegate più di una volta.

      E di nuovo: visto che la recensione non ti tange e di quello che abbiamo da dire non ti frega nulla eccetera, perché non risparmi i tuoi neuroni? Seriamente, sono ore che ripeti che hai di meglio da fare, che con gente come noi non vuoi perdere tempo, inviti un’altra persona che è intervenuta in maniera assolutamente pacata e civile a “lasciarci stare”… e continui a scrivere per dire le stesse cose ogni volta. Mah.

  72. e tu non hai di meglio da fare?

    Ops, mi sa di no. tristezza.

    • Come sopra, no, non ho nulla di urgente da fare che non possa rimandare a dopo. Sono in vacanza e, essendo tornata da un paio di giorni dai festeggiamenti per capodanno in montagna con degli amici – più la cena e il dopocena dell’altra sera per finire tutte le bevande e la roba da mangiare che ci era avanzata, avendone portata abbastanza per un piccolo esercito – e avendo la prospettiva di passare gran parte della giornata di domani fuori casa, oltre alla nottata di dopodomani, mi sono presa (complice il tempo piovoso) un mezzo pomeriggio per cazzeggiare su internet.

      Del resto, non sono io quella che ha esordito dicendo di non voler perdere tempo qui e via discorrendo. Al contrario, io il tempo qui ce lo perdo volentieri; quella che a quanto pare si sta costringendo sei tu, e non ne vedo il motivo visto che la recensione non ti tange, noi non valiamo la tua attenzione eccetera.

  73. Roxelle… basta.
    Siamo persone tristi, aride, psicotiche, che spendono male il loro tempo libero, che stroncano, che sparlano alle spalle e che non raggiungeranno mai i tuoi livelli di suprema figosità. Tu ci sei superiore, un’irraggiungibile miraggio di rettitudine, e stasera tutti noi, non avendo vita sociale e sessuale, monteremo sulle scope a fare le befane in giro per il mondo, a sghignazzare delle altrui fanfiction essendo incapaci di produrre qualcosa che non sia letame. Sì, anche Skeight, che è maschio.
    Appurato questo, appunto, basta.
    Basta.
    *odiolarow che non recensisce da mesi, forse ha pure dimenticato la pwd e resta sempre un po’ schifata quando legge di gente che attende il cadavere del nemico sulla riva del fiume perché i morti in acqua sono viscidi, gonfi e puzzolenti*

    • viscidi gonfi e puzzolenti

      probabilmente anche da vivi. LOL

    • sono felice che riconosciate la vostra natura.

      Commossa.Non cerebrale, come qualcuno. Commossa per davvero. Ho cambiato il mondo in meglio.

      😄

  74. Skeight, sai perchè l’ho collegato? Perchè BlackRoseImmortal o Valpur è già venuta a lasciare la sua valorosa recensione su mondo capovolto, è stata accolta da valorosa sulla vecchia versione di questo forum e ora non contenta torna a rompermi impedendomi di denigrare le sue pubblicazioni nel mondo reale adducendo come giustificazione che “eh lei aveva 18 anni quando ha scritto il libro” e io quanti ne avevo quando ho scritto Mondo capovolto, 87?
    Non solo, lei e i suoi amici amministratori mi hanno censurato le prime 4 recensioni a una sua fanfic sempre nel setting di Harry Potter nel lontano 2007 prima di lasciarmi quella più “rispettosa” online quando lei di rispetto non ne aveva mostrato neanche un grammo e se ne vantava con i suoi amichetti di merenda.
    Questa recensione non è un caso, non merita neanche il nome di recensione perchè è solo uno sparare a zero che rifiuta un interlocutore reale.

    Inoltre: il senso di quanto ho detto su King e la Meyer è nel “E VICEVERSA”. Beh, lo facciamo questo gioco in cui sparo a zero su una delle vostre storie, una ciascuno, così vedete che cosa si prova? O siete bravi solo a dare pugni ma al primo montante al fegato crollate e piangendo chiamate la mamma?

  75. Hyena, leggervi è come giocare con la lente di ingrandimento, il sole e le formiche.

    Divertente finchè qualcosa non va a fuoco.

    😄

  76. Questa sì che è lingua biforcuta!

  77. più di Bis del mitico film di Robin Hood della Disney, per dindirindina! Urca Urca!

  78. Vorrei davvero capire dove abbiamo censurato, in qualsiasi modo, l’intervento di un autore.
    Continuate, Lucrezia e Roxelle, a dire che non lasciamo che un autore si difenda, ma fino a prova contraria, qui nessuno vi sta impedendo di postare. Se poi volete con ‘impedire di difendersi’ o ‘censura fascista’ intendete che confutiamo le affermazioni che riteniamo errate o illogiche, beh, forse dovreste rendervi conto che la discussione è altro rispetto alla censura.

  79. altrimenti sarebbe una vera recensione nel sito in cui la storia è pubblicata.
    C’era anche quella, e so di non ricordarmi male.

    Comunque… ferisce più la spada (cit.)
    Vado a fare il pieno di carbone e a spuntare i ciuffi della scopa.

  80. ‘Nnaggia, mi son dimenticata di loggarmi. Sempre Valpur.

  81. Pregherei il recensore di partenza, tale Valpur, di non recensire il seguito in quanto incompiuto. Altrimenti mi vedrò costretta a restituire la pariglia ed essere IO quella che recensisce, ops, critica aridamente Valpur. E a quel punto sarete tutti molto meno gagliardi temendo la mia penna affilatissima e la mia lingua biforcuta, ma che dico, triforcuta.

  82. Ma che gioia, siamo alle minacce.
    Certo che le recensioni di ripicca sono proprio da temere, eh. Come se potessero essere prese anche solo vagamente sul serio. Comunque, c’è libertà di parola, quindi…

  83. *sempre odio che boh, FORSE è riuscita a loggarsi*

  84. AHAHAHAH!
    Tendenzialmente non recensiamo insistentemente lo stesso autore perché sembrerebbe accanimento. Però chissà cosa porterà il futuro.
    Se vorrai recensire qualche mia storia guarda, sono lì, sono pubbliche e so bene a cosa mi espongo nel “dare in pasto” le mie creature al crudele mondo del web.
    Come disse il buon vecchio Scar: sto tremando di paura.

    (Ho rimosso il mio doppio commento anonimo.)

  85. Libertà di parola e libertà di satira, mi risulta.

    (Odio, no, non ci sei riuscita XD)

  86. Bene, oltre alla Row ora odio anche WordPress 😄

  87. …E l’account del blog ringrazia sentitamente Roxelle.Certi record sono fatti per essere infranti; quello dei commenti alla ficcy di Eos vacilla!

    *Arwen no log*

  88. Pozzetto avrebbe detto: “Eh la madooooooonna!”
    Ovvero: minchia, Roxelle, minchia. Ti sei contraddetta tante, tante, tante, tante volte in questa pacata e civilissima discussione. Permettimi intanto di dirti che in un forum non usciresti viva dalla prima discussione, se ogni critica più o meno scherzosa ti lascia in questo stato di profonda prostrazione psicofisica, tale da insultare chi ti critica, tutto quello che può aver fatto o no nella e della sua vita, qualcun altro che è intervenuto e pure un signore piuttosto elegante che passava per caso. Anzi, riformulo: nella vita, non usciresti viva dalla prima discussione.
    Tuttavia, proverò ad esporti rapidamente una cosuccia. Esiste la critica nel merito (io critico l’opera), la critica al soggetto (io critico una persona) e l’insulto (io offendo una persona). Se non sai distinguere fra queste tre esternazioni avrai sempre queste reazioni scomposte, quando non sei proprio stata toccata. Non sei stata criticata tu e non sei stata insultata – è stata criticata una tua fanfiction che risale al precambriano, da quanto ho capito. Una roba che il 99,9% della gente prenderebbe con un sincero “ah, sticazzi” e su cui tu invece hai deciso di imbastire una scena madre da antologia.
    Ah, giusto per farti capire: con questo post ho criticato te. Non ho criticato l’opera e non ti ho insultato. Oh, magari impari a distinguere, chi lo sa!

  89. Uff, ma quanto cianci.

    Avrei voluto fare un riassunto dei tuoi cambi repentini d’idee, stati ed intenzioni attraverso i vari messaggi, ma non solo sarebbe risultato un lavoro davvero troppo lungo; inoltre mi troverei a ridere di te e vorrei evitarlo (nonostante tu ce la stia mettendo tutta per renderti ridicola, con risultati davvero ottimi).

    Giuro che mi sto vergognando per te, specie quando, per argomentare le tue tesi, ti vanti di quanto tu possa risultare uno scaricatore di porto e di quanto siamo fortunate a godere della tua magnanimità dal momento che non hai deciso di distruggerci con la tua lingua “triforcuta”: hai una vaga idea di quanto tu ti stia coprendo di ridicolo con queste affermazioni alla “io so’ io, e voi nun sete un cazzo!”?
    Secondo me no, non ce l’hai.

  90. Sono stata la prima a commentare e ora mi ritrovo tutto questa splendida flame che in effetti mi ha aiutato a far passare una serata un po’ noiosa (anche se,lasciatemelo dire, i toni non erano dei più confortanti).

    Cara Roxelle

    come autrice ,prima di questa recensione,non ti conoscevo e ho preso nota dei tuoi lavori tramite questa recensione. Non sono assidua lettrice di Fastidious ma ogni tanto mi piace spulciare le recensioni che scrivono per vedere cosa bolle nel calderone.
    Ah, vorrei sottolineare, non scrivo storie o racconti di alcun tipo, non ho mai pubblicato libri e non mi interessa, sono solo una fan di Harry Potter e una lettrice che quando ha del raro tempo libero si perde via in fyccine italiane e inglesi.
    Dopo aver letto questa recensione mi sono incuriosita e sono andata a leggere la storia originale e ho fatto anche una capatina nella lista delle tue altre storie (incluso il seguito a questa fanfiction). Come fan di Harry Potter devo confessare che la tua opera mi ha lasciato un attimo interedetta.
    Non capisco perché qualcuno che scrive di questa saga e quindi risulta essere un appassionato debba stravolgere la faccenda a tal punto da trasformare una così bella saga fantasy in una mischiata di cose senza senso ( Draco che ascolta dei CD? Per piacere, a Hogwarts l’elettricità non sanno nemmeno dove stia di casa) e volgarità di ogni genere (chiamami antiquata per carità ma una protagonista che picchia, insulta e si comporta nelle peggio maniere risulta tutt’altro che eroica).
    Ribadisci a più riprese nei tuoi interventi che sei una persona che sa scrivere, una brava autrice ma giudicandoti da questa tua storia,come semplice lettrice.non posso darti ragione. Non é ben scritta, non c’é cura e ci sono assurdità che più che licenza poetica suggeriscono un totale menefreghismo non solo della saga in generale ma anche dell’opera che hai voluto presentare. Il fatto che tu l’abbia scritta tanto tempo fa (e non ti é nemmeno venuto in mente di prenderla in mano e sistemarla?) non giustifica nulla.
    Certo, potrei non leggerla, ma allora mi spieghi cosa scrivi a fare se al posto di prenderti la briga di presentare una storia ben scritta non ti curi nemmeno di quello che presenti ai tuoi lettori?
    Le critiche danno fastidio a tutti ma se hai deciso di scrivere e pubblicare le tue storie,ti consiglio di essere un pochino più ragionevole quando queste ti vengono poste.Il fatto che tu abbia preso la decisione di pubblicare le tue storie mette in gioco che tu abbia anche scelto di esporti, altrimenti le tenevi nel cassetto della tua scrivania, come molti altri.

    Hai le tue ragioni per essertela presa,sono sicura .
    Ma non é insultando o attaccando chi ti critica che migliorerai la situazione (anzi), oltre al fatto che le persone di questo blog hanno solo recensito una tua storia (una fra le mille che hanno recensito, tra l’altro) e non hanno dato fuoco al tuo gatto ( non me ne vogliate, amo i gatti).
    Fatti una risata, calma i toni e cerca di vedere se puoi tirare fuori qualcosa di buono dalle critiche che ti sono state mosse.
    E’ assolutamente fondamentale nel processo di crescita di un creativo saper far tesoro anche delle critiche e delle esperienze non positive per mettersi a confronto e migliorare se stessi e il proprio lavoro. Ma é soprattutto fondamentale sapersi porre in maniera educata e matura in un confronto, cosa che qui non sta avvenendo. Potrai continuare e a dire che gli autori del blog e i suoi lettori non hanno una vita propria, ma loro continueranno comunque ad avercela a discapito di cosa dici e tu invece perderai tempo nella tua che avresti potuto dedicare a cose che ti interessano di più. Non é screditando gli altri che dai una migliore impressione di te stessa e dei tuoi lavori, anzi.

    In bocca al lupo per il tuoi futuri lavori.

  91. L’ho detto ancora, lo ridico e lo ribadisco: io sono stato recensito a mio tempo sulla vecchia versione di fastidious (come si chiamava già? Quella con l’immagine di Rita Skeeter…).

    Me la sono presa all’epoca? Eccome!
    Ho sbraitato con amykette e amyketty in pieno stile bimbominkiese? Certamente.
    Ho meditato Vendetta Tremenda Vendetta? Può darsi, non ricordo ora, ma è probabile.

    Si è trattato di un ceffone, di una secchiata di acqua gelida… ma mi ha aiutato a realizzare che stavo lavorando della merda con strumenti che avrei potuto usare non dico per lavorare l’oro, ma magari il legno.

    (E non recensirono nemmeno le peggiori, qui XD)

    Il fatto è che io non credo che questa Roxelle “non se la sia presa” come dice, perché “tanto è una storia vecchia”. Io se rileggo le mie storie vecchie non solo non me la prendo ma quasi le autosfotto perché ci sono cose che mi fanno inorridire e al contempo rotolare, col senno di ora. (Cose della serie “incrocio licantropo/vampiro/mago superpotentissimo iperprotettivo e ovviamente fighissimo” XDDD )

    Non dico che le critiche non mi tocchino, perché sarebbe una cazzata. Ovvio che ci sto male, soprattutto se sono fondate. Ma non significa che debba raggomitolarmi a pallina e deprimermi perché “OMG sono uno scrittore incapace”.
    Significa che (passata la fase-pallina XDD) devo rialzarmi e dirmi “Ohibò! E così io non saprei fare X cosa? Glielo faccio vedere se non so fare X cosa!”, darmi alla ricerca e documentazione selvaggia, e cercare di produrre una ff così stupenda da oscurare l’intero fandom (ovviamente sto esagerando 😄 il punto è che dovrebbe essere uno stimolo all’automiglioramento).

    Se non sono ancora abbastanza maturo da capirlo allora magari è meglio se mi allontano un po’ dalla scrittura finché non sarò in grado di affrontare le cose in modo diverso.

    (Ad esempio se una 13enne scrive una scena di stupro alla cavolo, e le viene detto che ha affrontato l’argomento con pressapoco la sensibilità di un cobra assassino, io direi che è un bene se si allontana un po’ o da certi argomenti o proprio dalla scrittura finché non matura abbastanza da capire meglio certe tematiche.)

    In generale, per me un conto sono le cattiverie gratuite, un conto le critiche serie (magari un po’ bastarde). E le recensioni degli utenti di Fastidious Notes, a mio parere, rientrano nella seconda categoria.

  92. PS: mi piange terribilmente il cuore nel vedere sventolare l’OOC come scusa per certi orrori.

    Ora, l’OOC può piacere o non piacere… ma di per sé non significa che una ff debba fare schifo, che debba essere scritta senza impegno e soprattutto che la caratterizzazione dei personaggi debba essere ridicola, incoerente, irrealistica, etc…

    OOC vuol dire Out of Character, non “facciamo le cose alla cavolo perché mi pesa il… posteriore.

    Così come AU non significa “stravolgiamo gli eventi senza fargli assumere alcun senso logico con una trama che fa acqua da tutte le parti”.

    Sono due GENERI che possono avere validità di per sé, proprio come lo slash…

    MA, proprio come nello slash, quando uno scrive OOC o AU da cani è più che criticabile.

    Slash non significa “passivi che frignano come mestruate isteriche e dominanti con licenza di stupro impassibili più di Arnold Schwartznegger in Terminator”, e se vedo una roba del genere (a meno che non sia una parodia) mi sento più che legittimato a commentare con una versione più o meno edulcorata di “ma che e ‘sta porcheria?”.

    Quindi così come non posso giustificare una sequela di stereotipi penosi in una storia m/m semplicemente dicendo “Ma è SLASH se non ti piace non leggere!111”, non posso giustificare una caratterizzazione mal resa con “Ma è OOC!” e una trama zoppicante con “Ma è AU!”.

    Detto schiettamente: qualsiasi etichetta tu gli dia, la merda è merda. Appiccicarci sopra un’etichetta non ne toglierà certo il fetore.

  93. Scrivo alle quattro e mezzo del mattino, dalla mia postazione lavorativa, col mio telefonino. Ergo, se magari beccate qualche parola fuori contesto, è colpa del correttore automatico e della mia miopia.
    Detto questo…

    @Valpur, bellissima recensione. Sarcastica, con riferimenti a me graditissimi e che mi ha fatto soffoccare dalle risate.

    @Staff: Arrendetevi, lei è altissimapurissimalevissima a quanto pare, non la si può criticare mai. Voi invece puzzate, perché non avete capito che è come Sheldon Cooper. Refrattaria al sarcasmo. E siete perfidi perché non le dite come fare in modo che wordpress non le mandi seimila mail, costringendola a stare qui a rispondervi.

    @Roxelle: Ti prego, ti prego, ti prego. Salva la tua dignità: non dire più una cippa. No, non ti sto censurando, anche perché essendo solo una (da ora) ex lurker, direi che non posso permetterti. Ti sto dando un consiglio. Sii davvero superiore: fai spallucce, dì una parolaccia (ma dilla tra te e te mi raccomando, se no si ricomincia) che inizia con V e finisce con affanculo, spegni il pc e vai a prenderti una cioccolata calda con le persone che ami e che ti amano, te lo meriti.

    Ma soprattutto ce lo meritiamo noi.

    (commento lasciato da una donnina che ha lurkato per due anni, ha visto molti flame, e che ha le mani che tremano sul touchscreen perché non aveva mai avuto l’impulso di commentarne uno, e la cosa l’ha commossa.)

  94. PS: Quoto Tommy in molte cose e lo amo profondamente, pur non conoscendolo, per questa chicca che ha migliorato ancora di più la mia serata lavorativa noiosa.

    Pps: Roxelle, bellissima, dolcissima, fighissimachedisicuroessendoiolellamiticifareipropriotantoguardauh, Roxelle. Proprio qui, sotto al box del commento, stanno delle cose. Magari tu non le vedi quindi te le commenti per benino!

    “Fill in your details below or click an icon to log in: *simboletto WP, simboletto Tuìtter, simboletto feisbùk*”
    “Email (not published)”
    “Nome”
    “Sito web”
    E fin qui, tutto bello, chiaro e luccicante, no?
    Poi OH, DUE BOX DA SPUNTARE! ODDIO, COSA DIRANNO DI INTERESSANTE??? *Lili curiosa, legge*
    “Avvisami via e-mail della presenza di nuovi commenti a questo articolo”
    “Notificatemi di novi post via email”
    Sai vero, che se TOGLI lo spuntino dal primo box (ma anche dal secondo, tanto che ti frega di nuove, aride, critiche fatte da donnacce -più i simpatici Skeight e Blaze inclusi gratuitamente nella confezione-) accade l’incredibile? Sì! E’ un magico modo per non ricevere più mail! Non è stupendo? Non ti libererà dallo stress di vedere la tua povera casella mail intasata da cose brutte?

    Ecco, cliccalo e ciao, è stato bello, mi hai commossa e fatta ridere. Sayonara.

  95. @OhMissLili: mi sono abituato al mio ruolo di donnaccia, non ti preoccupare. Grazie del pensiero, in ogni caso, e della simpatia (ricambiata) ^_^

  96. “No, vabbeh!” (Detto alla Alfonso Signorini), sono convintissimo che Roxelle stia trollando e che ci stia prendendo in giro. Lo spero vivamente per lei, nonostante io e la speranza non siamo mai andati molto d’accordo.

  97. Personalmente ho ricevuto una recensione dura al primo capitolo della mia FanFiction originali (Non da Fastidious) e sticazzi. Si, sono stato colpito nel mio abnorme ego, essendo la storia una pseudo-biografia, ma, avendo un abnorme ego, appunto, non mi sono sentito stroncato sul nascere né mi hanno tarpato le ali. Persino io, che ammetto essere un filino spocchioso e presuntuoso, ho incassato il colpo e risposto a quella recensione semplicemente con umiltà (Cosa abbastanza sorprendente per la mia persona) e migliorando il mio stile e la narrazione in se.
    Considerare “nemico” qualcuno che critica negativamente un tuo lavoro e aspettare, addirittura, il suo cadavere sulla sponda di un fiume, mi sembra oltremodo pazzesco! Si, lei sta trollando! Sono sicuro!

  98. *Sì (Non posso credere di aver fatto quest’errore! Vogliate scusarmi: è colpa della febbbbbra!)

  99. Dottore, chiami un dottore!

  100. Quella del nemico era un modo di dire, perchè dovete prendere tutto alla lettera? Esistono le metafore, voi scrittoriiperfighinelliperuranio non lo sapete?
    Ho già abbondantemente spiegato che Valpur all’epoca la sua recensione l’ha lasciata, su fastidious nel 2007/2008 la mia storia, questa stessa storia, è già stata recensita e umiliata pubblicamente, la mia domanda è: PERCHè VI ACCANITE????Abbiamo capito che non vi piace, me lo avete detto già due volte prima di questa… sempre la stessa persona sfaccendata, vero, Valpur? E quindi mo che volete? Che la cancelli? Che non scriva più? Che mandi una lettera di scuse scritta con il sangue ad ognuno di voi e alla Rowling? Che mi suicidi? Che minchia volete mo?

    Ha ragione chiunque abbia detto che OOC e AU non è un modo per giustificare una schifezza, per questo sto per scrivere una recensione a chi non si è neanche preso la briga di mettere questi warning alla sua schifosa creazione che sfida le leggi della fisica, della logica, del buon senso e della decenza.

    Valpur citare Scar è una pessima idea, ti ricordi la brutta fine che fa?

  101. E quindi mo che volete? Che la cancelli? Che non scriva più? Che mandi una lettera di scuse scritta con il sangue ad ognuno di voi e alla Rowling? Che mi suicidi? Che minchia volete mo?

    Aridaje. Mi auto-quoto, che sono pigra e sto con un piede fuori dalla porta:

    “Temo tu ti stia attribuendo troppa importanza. Noi non abbiamo “fini”, ci divertiamo a recensire, punto (e, all’ingrosso, FORSE la maggior parte dei recensori arriva ad una recensione al mese. Forse. Diciamocelo, non proprio la media di chi non fa altro nella vita). Se poi con l’autore si riesce ad avere un dialogo oh, siamo pure contente, se no ciccia. Che tu in questo momento sia felice come una Pasqua e pianificando un viaggio alle Maldive o stia piangendo a dirotto non importa. E perché dovrebbe? Manco ci conosciamo, quindi chissenefrega.”

    In breve: non vogliamo una sega, ancora non l’hai capito? Val ha recensito una fanfiction, punto. Come l’avresti presa dipendeva da te. Presa bene? Benissimo! Presa male? Parliamone. Ma per noi il discorso si è esaurito quando è stato chiaro che con te è impossibile fare un discorso sensato che sia uno, quindi chissenefrega. Di quello che farai o non farai per il resto della tua vita ci interessa meno della prossima edizione di Miss Italia.

    Ultima cosa: Valpur grande amica dell’amministrazione di EFP è un’ipotesi che fa ridere, visto che la stessa amministrazione vede Fastidious come il fumo negli occhi e bannò una di noi per aver recensito la ficcy di un’amica dello staff (perché gli amici dello staff sono intoccabili, gli altri autori no).
    Le tue recensioni furono cancellate perché chiaramente scritte per pura ripicca e non per dare un giudizio obiettivo sulla storia, cosa vietata su EFP. Ne violarono il regolamento – lo stesso regolamento che ci CHIEDE di avvertire gli autori se una loro storia viene recensita, lo ripeto perché ti sei dimostrata più volte refrattaria a comprendere questo punto ripetendo fino alla nausea che ti abbiamo contattata per “romperti i coglioni” – e furono per questo cancellate. Punto. Nessun complotto o legame tra Valpur, l’amministrazione di EFP e i Templari.

  102. Uffa Roxelle, stai diventando proprio noiosa. Ti accanisci con l’aggressività di un pinscher e sortisci lo stesso effetto.
    Cacchio, meno male che non te la sei presa, altrimenti non ne saremmo usciti più!

  103. A proposito di recensioni: la prossima volta impegnati di più, hai fatto proprio brutta figura 🙂 Se ti ritieni una fonte grammaticale più autorevole di Calvino scendi dal pero.

  104. oh, non ti preoccupare, ho lasciato di meglio rileggendola e analizzandola per bene. La versione iniziale era di 1000 parole ma purtroppo la sessione è scaduta, i contenuti sono tutti lì. divertiti, blasfema.

  105. Blasfema?
    Ma sinceramente sai cosa vuol dire? Mi spieghi perché proprio questa parola? Lo so, è carina, fa scena, però c’entra pochino.
    O se c’entra è poco chiaro.

    Ah, no, ora ho capito. Ti credi dio e ti ho ferita? In questo senso?
    *sigh*
    Dai, su, continua pure a guaire e a digrignare i dentini. Non fanno male, anche se mordi.
    E aggiungo un’ultima cosa: modificare una recensione stizzita a cui ti ho risposto smontando le tue asserzioni sbagliate è davvero una vigliaccata. Ma tanto ho un simpatico screenshot come souvenir 🙂 sapevo che avresti fatto così!

  106. Ma poi mi sfugge il senso della minaccia.
    Oh, adesso vengo lì e recensisco tutte le tue fanfiction!

    …e quindi? Cioè, sticazzi alla fine non ce lo mettiamo? Guarda, per me posso darti nome e cognome e (vista la dedizione che stai mostrando) puoi andare a commentare su tutti i miei articoli sparsi per il web (dovremmo essere circa a trecento, quindi in una mezz’oretta col copia e incolla te la cavi) che sono un coglione e puzzo, per dire. Ma la mia reazione resterebbe sempre sticazzi. Quello che non capisco è come mai la TUA reazione non sia sticazzi. Che te frega se una persona X del sito Y ha preso in giro una tua storia scritta quando Pippo Baudo era giovane?

    • Blaze, quello che mi secca è essere scocciata da una che mi ha già rotto le scatole in passato e che mi contatta apposta per dirmi che non ha ancora finito di rompere.
      E per me è inutile che diciate che poi io avrei detto che parlavate alle spalle perchè l’altra volta, 4 anni fa, avete parlato alle spalle, io vi ho trovato, vi ho letto, vi ho bestemmiato privatamente e vi ho lasciato perdere. Sempre su Fastidious, se te lo stai chiedendo. Però se ora mi venite di nuovo a sfidare e non siete gli Dei della scrittura, beh, visto che per me è la terza volta che rompete, una bella critica ve la meritate pure voi. no, non voi LEI perchè è LEI che mi sta rompendo nuovamente, io stavo su efp a farmi i cavoli miei da lettrice ed è lei che mi ha scocciato. Di nuovo.

  107. Valpur, in tutta coscienza, credi di aver fatto un buon lavoro con il primo capitolo della tua ultima opera? Credi di essere IC? di non aver ferito la sensibilità religiosa di nessuno? Non mi sembra proprio che la cosa sia plausibile. La tua storia meriterebbe di essere demolita qui molto più di tante altre che sono qui da un pezzo.

    • E allora perché per demolirla ti sei attaccata a “sciabattare” e alle e maiuscole accentate?

  108. e in ogni caso la modifica l’ho fatta prima di vedere gli aggiornamenti perchè ho analizzato bene quell’obbrobrio, così tanto che mi è scaduta la sessione e ho dovuto riscrivere da capo tutto.

  109. no, skeight, perchè non avevo letto bene gli avvertimenti e non ho retto neanche fino alla festa quando l’ho letta ieri perchè era terribile. vai a leggere l’altra recensione, poi dimmi se in cuor tuo non credi che, almeno in parte, io abbia ragione.

  110. IC rispetto a cosa, scusa? O.o
    Lo so che tu hai l’abitudine di recensire senza leggere, spinta dall’astio. Già successo.
    Non credo qualcuno si sia offeso, non ci vedo nulla di terribile. Ma soprattutto, non penso di aver violato il regolamento del sito che ospita la storia, e tanto dovrebbe bastarti.

    Senti, posso farti una domanda? Davvero, senza alcuna ironia. Però mi piacerebbe avere una tua risposta.
    Leggi il tuo primo commento. Leggi tutti gli altri.
    Ti sembra di aver fatto discorsi coerenti? Ritieni di aver avuto un atteggiamento pacato e maturo?

    “Il dubbio è uno dei nomi dell’intelligenza”, disse Borges.
    Tu stai dando l’impressione di essere mostruosamente sicura di te e di ogni tuo gesto.

  111. Valpur, posso farti una domanda?
    Che cavolo vuoi da me? La tua gloria l’avevi avuta quando Mondo Capovolto era in stesura, nel 2007, hai lasciato la tua recensione negativa, ti sei messa a ridere di me e della mia storia sulla vecchia versione di Fastidious, mo che vuoi? Perchè sono di nuovo al centro dei tuoi interessi, non hai proprio niente da fare? Illuminami.

    La tua storia è scritta male, Punto. Per me è offensiva, e io non credo neanche in modo convenzionale. Si, i personaggi sacri non sono IC. punto. Puoi venirmi a dire di no, e io, sacre scritture alla mano, ti direi che hai torto.
    Manca di logica, mancano i warning giusti, sembra solo un pretesto per inserire un allegro messaggio moraleggiante tra le righe ma è pessima. Per tutti i motivi che ho elencato. Punto. Basta.

  112. Ok.
    Mi hai risposto con un’altra domanda, ignorando quello che ti avevo chiesto io. Ripropongo la questione in termini più chiari: hai ricevuto una recensione critica e ironica, sei venuta qui a insultare la gente. In che modo questi due fattori si conciliano all’interno della tua iniziale affermazione di “essere superiore” a queste cose?
    E ora rispondo alla tua, di domanda.
    Io da te non voglio proprio niente, come ho scritto più e più volte gradirei che smettessi di essere offensiva (e forse negli ultimi messaggi il concetto è passato, per fortuna). Non cerco gloria, non con te, figuriamoci.
    Non parlerò qui della mia fanfiction perché non è il luogo, e ti chiederei di fare altrettanto.
    Lo so che vuoi avere l’ultima parola, però ricordati sempre che sei a casa di qualcun altro, in un ambito che tratta specifici argomenti, quindi evita di sbrodolare con discorsi che non c’entrano.
    Purtroppo per te non basteranno tutte le recensioni negative del mondo a delle fanfiction per deprimermi. Giuro! Prova pure se vuoi, tanto so che non saranno commenti obiettivi.

  113. no, no, fidati, sono obiettivi. Credi davvero di essere la prima che mi critica?
    Se venisse qualcuno più bravo di me a dirmi che faccio schifo io chinerei la testa.
    Tu non lo sei. Non sei neanche così matura da accettare la critica e da ammettere che non hai controllato prima di usare certi termini impropriamente. Mi rispondi sempre e solo nel consueto modo sarcastico ma non sia mai che la grande Valpur ammetta di aver sbagliato.
    Tu da me non vuoi niente, ma è la terza volta che rompi. Non è che hai dei conflitti irrisolti dentro di te? Vuoi il numero di qualcuno che possa aiutarti? Perchè, parlando di coerenza, quello che dici e quello che fai sono opposti.

    Sai perchè io ho smesso di essere coerente? Perchè ero qui, armata della mia bella razionalità, e mi avete tutti preso a pesci in faccia. Allora perchè non farvi i cavoli vostri, paraculare storie e autori senza scocciare i medesimi se non volete un vero interlocutore ma solo uno che appoggi il vostro modo di fare? Boh, non si sa, forse vi diverte leggere i flame, il che mi fa riproporre l’ipotesi che forse la vostra vita non è così interessante come dite (e, visto che tu hai precisato che la tua vita sessuale è appagante, essendo una cosidetta excusatio non petita, mi sa che facciamo 1 + 1 e capiamo perchè hai questo bisogno patologico di denigrare gli altri).

    Non so, guardati dentro, chiediti se in cuor tuo sei normale, se il tuo comportamento è normale, se il tuo scranno è così alto e lucente da poter bacchettare tutto il mondo, quando, la tua unica opera pubblicata è stata un FIASCO e chissenefrega se tu ne vai fiera, sarà sempre il modo con cui le persone attaccate da te risponderanno visto che sbandieravi ai 4 venti quella storiella come se fossi il nuovo Tolkien e invece sei meno di zero.

    Adesso ancora una volta mi dici che non ce l’hai con me, che non c’è niente di intenzionale, che tu fai così perchè ti va e basta e non hai fini il che è illogico perchè i fini ci sono sempre, lo sai tu, lo so io, e scommetto che pure i tuoi amici lo sanno.

    Sta di fatto che, se efp era ancora un modo per divertirmi come lettrice, sta iniziando a venirmi la nausea di questo mondo in cui tutti sono così iperbravi e iperfighi da poter giudicare e criticare il mondo come se fosse merda e ridacchiare dei lavori altrui credendo di averne il diritto e, cosa ancora più ridicola e terribile, il dovere.

  114. Roxelle, credo che “scocciarti” sia stato inevitabile in quanto è OBBLIGATORIO far sapere all’autore di una storia su EFP che la suddetta storia è stata recensita. E credo che ti sia già stata detta questa cosa. Quindi cambia nastro, già ascolto musica ripetitiva tutti i giorni per lavoro.

  115. ho capito che doveva per forza avvisarmi, la domanda è PERCHè ME se mi aveva GIà ROTTO LE SCATOLE ai tempi, sia davanti che da dietro?????????????????????????????????????????????????

  116. Ma ovvio, cherie. Perché la fanfiction qui riportata meritava un palcoscenico adatto alle sue ambizioni.

  117. Sorvolo sul discorso tra te e Valpur perché è, appunto, tra te e Valpur e non farò l’amyketta.

    Però mi chiedo se quando tu leggi elabori, perché mi pare che di tutte le spiegazioni date dal resto dello staff, qui, te ne sia bellamente sbattuta.

    Sei stata contattata perché EFP lo richiede. Comunque non ci piacerebbe scrivere una recensione senza dare la possibilità all’autore di dire la sua. Sei stata contattata per correttezza, nei tuoi confronti e in quelli di EFP. Smettila di atteggiarti a vittima epr questo, prima di te sono stati contattati TUTTI gli autori recensiti qui. Non sei così speciale.
    Ok, almeno questa parte l’hai capita.

    Alcuni utenti del forum (che tra l’altro nemmeno ci seguono più) ti hanno insultata. Sono stati ripresi, si sono scusati. Valpur non ha scritto NULLA contro di te in quella discussione, dunque smettila di darle la colpa pure per la fame nel mondo.

    Piuttosto, se la fanfiction cosse stata perfetta e la recensione una ripicca (perché Valpur è il Demonio incarnato e SICURAMENTE ti recensisce per ripicca… Fa niente che, quando ti ha lasciato il primo messaggio, non ci fosse alcun problema tra di voi e che tutto il casino l’abbia successivamente montato tu), com’è che anche ad altri fa schifo?
    Non sto dicendo che un’opera debba piacere a tutti perché sarebbe impossibile, né che Valpur faccia critiche infallibili, ma com’è che una recensione che tu vedi come una cattiveria da parte di una persona arrabbiata con te è stata trovata legittima da tanti altri persino prima che Valpur ti contattasse la prima volta?
    Non è che magari la recensione non è una ripicca ma il giudizio (esatto o meno, non sta a me decidere, ma comunque legittimo) di una fetta di lettori e, come tale, abbia tutto il diritto di essere pubblicato indipendentemente dal rapporto tra autore e recensore?

  118. “ma com’è che una recensione che tu vedi come una cattiveria da parte di una persona arrabbiata con te è stata trovata legittima da tanti altri persino prima che Valpur ti contattasse la prima volta?”

    Riformulo perché non ha senso ciò che ho scritto.

    Com’è che una recensioe che tu vedi come una cattiveria da parte di una persona arrabbiata con te sia incentrata su punti della tua storia che anche altri hanno criticato persino prima che Valpur ti contattasse la prima volta?

  119. oh, ma fate quello che volete, io come recensore farò quello che cavolo mi pare e ve le dovrete tenere sia le critiche sia le congratulazioni. La vita di un autore è questo.

    Comunque non condivido il forum e i suoi scopi senza scopo e consiglierei a valpur di smettere di scocciare una buona volta.

  120. oh, ma fate quello che volete, io come recensore farò quello che cavolo mi pare e ve le dovrete tenere sia le critiche sia le congratulazioni. La vita di un autore è questo.
    È quello che cerchiamo di dirti dal primo messaggio.

  121. Oh, Bowie, questa proprio non ce la fa. Vediamo se riusciamo a fare un po’ di chiarezza?
    Roxelle, tesoro, non esiste una ‘vecchia versione di fastidious’. Abbiamo cambiato piattaforma a seguito della chiusura di splinder prevista per oggi, credo, ma il blog (e l’archivio tutto) è stato semplicemente trasferito qui, senza cancellare ne aggiungere nulla.
    O forse ti riferisci al forum? Quella non è una vecchia versione, è il forum di supporto al blog, dove i nostri lettori esprimono la loro opinione, segnalano le ff recensibili o quelle che sono piaciute ed è ancora attivo.
    Punto secondo: EFP non ha nulla a che fare con questo blog. Non siamo in buone relazioni, anzi, alcuni di noi sono stati bannati proprio per divergenze di opinioni con l’amministrazione. Ti pare che Erika possa essere amyketta di qualcuno di noi quando abbiamo sempre criticato apertamente la sua gestione dell’archivio? Si, anche Valpur.
    Sulla ripicchina del recensisco le tue ff non mi esprimo nemmeno, è talmente infantile da non meritare la mia attenzione.
    Ora, Roxelle, ti sei offesa e questo è chiaro. Non capisco perchè prendersela tanto per un vecchio lavoro che, tu dici, non ti rappresenta più, ma va bene, ognuno è fatto a modo suo.
    Quello che mi sfugge è il perchè sembra che tu voglia far figure di merda una dietro l’altra comportandoti come una bambina capricciosa. Dici di essere matura? Bene, dimostralo.
    Le ripicche e gli insulti lasciamoli dove devono stare: all’asilo.

    • non sono stata io a ricominciare, ribadisco. per me la storia era chiusa e sepolta, la fanfic è vecchia, valpur aveva già dato la sua opinione, qui e su efp e io avevo dato la mia sul suo modo di scrivere. punto.
      Lei ora invece ritorna a scocciare, sempre nello stesso modo, sempre criticando la stessa storia.
      Ok non vi piace, e quindi? La storia là sta e là rimane e non ho intenzione di modificarla per far piacere a voi.
      Non si sta qui sindacando la singola recensione ma il senso del vostro passatempo malsano, il perchè e il percome io non possa recensire in risposta, si, anche in maniera negativa, perchè dovrebbe piacermi per forza quello che scrive valpur?
      La recensione è lunga, ho argomentato, mi sono spiegata, non mi piace e ci sono vari motivi per cui è così e non altrimenti.
      Venirmi a dire che non posso recensire in risposta è esattamente questo: dire a valpur che è inutile ricominciare questa faida con una autrice a cui aveva già detto come la pensava, esaurientemente, 4 anni fa.
      Quindi se io non posso lei non può ma visto che lei può io posso e la recensione negativa, che avrei dato comunque se avessi letto la storia per caso, se la tiene e se la piange. Punto.

  122. “Non si sta qui sindacando la singola recensione ma il senso del vostro passatempo malsano”.
    Mecojoni. Ci piace ridere di storielle scritte di merda e ci piace ridere in compagnia. Malsanissimo. Quasi quasi mi faccio di ero, così miglioro il mio status sociale!
    “il perchè e il percome io non possa recensire in risposta, si, anche in maniera negativa, perchè dovrebbe piacermi per forza quello che scrive valpur?”
    No, ma tu puoi. Sei liberissima di mettere in atto tutte le tue temibili ripicche…e di fare, come ti ho detto nel mio primo commento, una figura o da ragazzina o (non me ne vogliano le mie lettrici femminili) da perennemente mestruata. Vuoi recensire le storie di Valpur? E chi ti dice niente, vai e recensisci! Ti ripeto, per me puoi scrivere “colione!11!” sotto tutti gli articoli che ho pubblicato sul web, di certo non vado a piangere da te né da nessun’altra parte perché una cattivona su internet non apprezza quello che faccio e ne ride con degli amici.

  123. Piangere? Muahahahahaha
    se se certo. Non sei tu il mio obiettivo, non sei tu che mi hai recensito per la terza volta credendo di essere il Dio della Scrittura, quindi di che ti preoccupi? 🙂

  124. Oh, ma sei di coccio, come si dice dalle mie parti.
    Guarda che puoi fare quel che ti pare, compreso recensire per ripicca, non negherei mai il diritto di parola a qualcuno, nemmeno a te che mi stai irritando oltre misura con i tuoi commenti insensati. Difatti nessuno ti ha censurato, ne ha intenzione di farlo.
    Idem per la ff, non potrebbe fregarmene (ma a nessuno, in realtà) di meno se la modifichi, la togli, la lasci così o ci fai quel che ti pare. La storia è tua, sei tu che decidi. E questo non è in discussione.
    Essendoci la libertà di parola (e di critica) tu puoi recesire Valpur così come lei può recensire te. Ripeto, libertà di parola, sancita dalla costituzione italiana.
    Questo non toglie che io trovi il tuo atteggiamento infantile e insensato e che, IMHO, tu stia facendo una figura di merda con il tuo atteggiamento infantile. Questa è la mia personalissima opinione, non una verità assoluta. Confutabile, come la tua.
    Quello che mi irrita è il tuo voler aver ragione a tutti i costi, in una discussione in cui la ragione non ce l’ha nessuno. Sono opinioni, per Bowie!
    Tu la vedi come una persecuzione nei tuoi confronti, io come una cazzo di recensione inutile su un blog ancora più inutile fatta per puro divertimento.
    Puoi trovare idiota il mio/nostro modo di svagarci, io/noi possiamo trovare idiota la tua ff. E infantile il tuo atteggiamento.
    Di nuovo, libertà di parola.
    Quanto al fatto che sia un passatempo malsano, beh, non sono d’accordo. Come passatempo è piuttosto innocuo, se ci pensi. Ci sono passatempi molto peggiori, al mondo, che ridacchiare su storie assurde.
    Nessuno dice che sia utile alla società, sia chiaro, ma non facciamo del male a nessuno, non contravveniamo nessuna legge e nessun regolamento, al massimo infastidiamo qualche autore e provochiamo flame insensati come questo, che comunque ci rallegrano le giornate.
    Sarò moralmente deprecabile secondo alcuni, ma mi diverto con poco.

    • il flame sarebbe insensato se fosse la prima volta che Valpur rompe, ma è la terza volta.

      Se non è accanirsi questo….

      Se fossimo nel mondo reale questo sarebbe stalking, qui in internet è solo una grande rottura di coglioni.

  125. Roxè, su, facevo l’esempio mio perché una persona vale l’altra. Anche perché (wait for it…wait for it…) qui-vengono-recensite-storie-e-non-persone-anche-se-sono-delle-frignone-rosicone-come-mai-ne-ho-incontrate-nella-mia-vita.

  126. hai una vita ancora lunga davanti, potrai incontrarne di peggio.

  127. Ok, io ho una sola domanda… se non ti frega una beneamata mazza della recensione negativa perché la storia non ti appartiene e bla bla bla… perché cavolo sei ancora qui a scrivere?
    Diventa un ‘I don’t give a fuck’ vivente e fine.
    Anche perché te lo dico… così per dovere di cronaca… quando dici ‘ahhh io verrò a recensire malissimo tutte le vostre fanfiction così imparateeeeee!’ sinceramente fai una brutta, brutta ed infantile figura.
    Poi oh, scelta tua se ti senti appagata di stare su quella linea…

    Baci baci

    • Sinceramente, ce lo stiamo chiedendo un po’ tutti.
      E comunque, contenta lei…

    • ribadisco, per la 700esima volta

      valpur ha già rotto

      volete andare a cercarle le recensioni per vedere se mento

      ha già recensito

      ha già rotto le scatole 4 anni fa

      mo che vuole ancora????????????????????????????????????????????????

      La storia è la stessa
      l’opinione è la stessa
      sono io che ho le palle sfrantate mo perchè lo trovo inutile insensato ripetitivo e vi trovo alquanto irragionevoli.

  128. Io non ho ancora capito cosa sta cercando di ottenere Roxelle con i suoi interventi. Delle scuse? La cancellazione della recensione? Una confezione di biscotti omaggio? Cosa?

    A me comunque la recensione è piaciuta. Mi sono davvero divertita a leggerla. Bel lavoro!

  129. Siamo irragionevoli.
    Hai le palle sfrantate.
    Ergo, perché sei ancora qui?

    • ahahah
      perchè non bannate nessuno.

      Mi avete rotto le palle? E mo ve le rompo io. Semplice.

  130. PS: l’autrice dell’ultimo commento sono io, Arwen.

  131. Come diceva Blaze, la storia meritava una recensione in questo stile. All’epoca non mi ero messa a scriverla, ora ne ho avuto il tempo.
    Per i biscotti, no problem.

    • mo mi stai dicendo che in tutto efp altre storie da recensire non c’erano.

      Solo la mia, su cui avevi già sputato abbastanza veleno. Guardacaso.

      Pensi di essere l’unica a saper criticare? Davvero ne sei convinta?

      Oh, Valpur è proprio inattaccabile.

      ahahahahahahaah

  132. …E pensi che questo ci farà perdere le staffe e ti farà fruttare il primo ban? Prego, accomodati. Come scrissi già, il counter del blog sta tessendo lodi imperiture a te da giorni.
    Più che rompere le palle, cosa di cui tu sei profondamente convinta, ci stai deliziando.

  133. Roxelle, sai vero che stai solo aumentando esponenzialmente (credo, ma non penso di sbagliarmi) il counter delle visite del blog? Non stai rompendo particolarmente le palle a nessuno (più o meno), gli stai facendo un favore…

    • io non ho niente contro il forum, il mondo è pieno di cretini.

      Ce l’ho solo con una cretina in particolare 🙂 che mi ha rotto, ripeto, per la terza e ultima volta.

  134. Infatti io parlavo del blog… e hai alquanto ragione, il mondo è pieno di cretini.

  135. Guarda che nessuno mette in dubbio quello che dici, Roxelle.
    Lo abbiamo capito, anzi, lo sappiamo. Lo sapevamo anche prima della pubblicazione della recensione visto che la tua storia è stata segnalata sul forum. Te lo rispiego di nuovo: c’è un forum su cui vengono segnalate le storie che, in seguito, verranno recensite. Quindi è normale che la tua storia sia già stata criticata in passato, è così per tutti. Segnalazione seguita da recensione. L’opinione è la stessa, ovviamente, non è che se la prima volta non è piaciuta, la seconda la trovo stupenda, eh. La storia è la stessa, per Bowie!
    Quella irragionevole, qui, sei tu. Che dici che non ti frega e poi continui a pestare i piedi.
    Siamo patetiche creature dedite a divertimenti meschini. La tua storia ci ha fatto ridere e quindi è stata segnalata e, in seguito, recensita per il nostro divertimento. E le tua reazione è la reazione media degli autori criticati. Non sei speciale, assolutamente. Sei un’autrice offesa come tanti che sono passati di qui.
    E comunque, è una ff, mica la tesi di dottorato! Se non sei in grado di capire che non è una faccenda personale, ma solo una critica a uno scritto, mi spiace per te. Troverai molte difficoltà nella vita e sul lavoro se non sai distinguere una critica da un’attacco personale.

  136. Senti Dax io mi stavo facendo i cavoli miei e qualcuno mi ha provocata. Di nuovo. In genere non sono una che perdona facilmente, all’epoca lo avevo fatto, ma mazzata e cornuta di nuovo proprio no, eh.

  137. la mia tesi di dottorato non la capiresti neanche se ti impiantassi un altro cervello. E anche quella sarebbe uno scritto, tecnicamente criticabile, se solo aveste il modo.

    Tu non capisci che io ero stata misericordiosa 4 anni fa e avevo pure lasciato perdere il forum. Ma essere di nuovo seccata e dirmi che è normale no.

    La prima che mi pesti i piedi può essere caso, la seconda volta coincidenza, la terza la prova che stai cercando rogne,

    • E via con gli insulti alla mia intelligenza. Mi mancavano, davvero.
      Capire il senso di un discorso è davvero oltre al tua portata evidentemente.
      Le rogne, sinceramente, sono altre. Questo è un attimo di divertimento a tue spese. Se non sei in grado di capirlo, ripeto, mi spiace per te.

  138. Roxelle, sei troppo giovane per essere una dottoranda.

    • ma so già quello di cui tratterò e, fidati bella, è decisamente complesso. Mica come quello che scrivi tu in MocciaStyle.

  139. AHAHAHAAH!
    Si vede proprio che NON hai idea di ciò di cui stai parlando.

    • conosco Moccia, mio malgrado, e tu gli assomigli taaaanto solo che lui ha successo e tu no 🙂

      So cosa vuol dire scrivere una tesi, devo compiere 23 anni. E sono laureata. Con il massimo dei voti cum laude. BUH!

  140. Valpur, scommetto che da una simile offesa non ti riprenderai più. E mi sorprende alquanto che qualcuna che usa lo stesso modo di scrivere di Moccia lo critichi tanto aspramente.

    • qualcuna che lo usava quando, 4 anni fa nell’ambientazione di Harry Potter?

      leggiti qualcosa di originale, poi dimmi se sono Moccia.

    • … me lo aveva detto anche un mia amica. “bello, come stile ricorda quello di Moccia!”
      Ho fatto una completa revisione dei miei lavori. E’ stato un gran colpo al mio ego. Era vero, il problema è che non era per nulla un bello stile.

  141. bla bla bla bla

    noiosa.

  142. Ma “mazzata e cornuta” è un nuovo modo di dire? Ora sento alla Crusca se a) lo accettano
    b) ridono fragorosamente
    c) provano a farsi venire le corna a suon di mazzate.
    Continua a sfuggirmi la lesa maestà nella recensione di una ficcyna, ma sarà che non mi prendo molto sul serio, visto che è un fottutissimo hobby e se dobbiamo farci venire il sangue amaro per gli hobby appena entriamo in un ufficio spariamo a tutti.

    • si può dire, fa parte dei modi di dire dialettali della mia zona.

      ops, ti ho smontato subito? Ahia.

    • (M’ero perso sta risposta) Vabbè, t’hanno già detto che è “cornuta e mazziata”, in quest’ordine e con la i e che le mazzate non c’entrano niente. Lo scrivo perché magari qualcuno pensa, com’è che hai detto?, che tu mi abbia smontato 😀

  143. Tra l’altro Moccia è uno scrittore discreto, nel suo genere. Peggio della Tamaro non è di sicuro.

    • Potevi dirlo subito che ti facevi di crack.

      La Tamaro batte Moccia senza guardarlo in faccia, sputando alla cieca. Indiscutibile.

    • Eh certo Roxy, i capolavori della letteratura di Susanna Tamaro. Cibo per pesci, solo che è venuta prima di Moccia e odiare Moccia è tanto fyko. Semplicemente parla ad un target che non sono io e non sei te, ma mica posso dire che è scarso per questo.

  144. “Mazzata e cornuta” è meraviglioso! (Per la cronaca, la versione corretta è “cornuta e mazziata”; di che zona sei, per curiosità? Mi interessano sempre i modi di dire dialettali alternativi).
    Roxelle, dai, facciamo che la si pianta con la vita privata altrui? Mi sono fatta prendere la mano, ma di te me ne frega pochissimo. Ho solo trovato buffa una tua storia, fine.
    E confesso che non mi spiacerebbe essere Moccia. Guadagnerei un sacco di soldi.

  145. Mi avete rotto le palle? E mo ve le rompo io. Semplice.

    Tesoro, tu qui ci stai solo facendo un favore: ci stai facendo salire a dismisura il counter del blog e ci stai facendo sorridere coprendoti di ridicolo. Figuriamoci se basta una tizia a caso che strepita sul blog per romperci le palle.

    L’unico motivo per cui ci chiedevamo perché fossi ancora qui era un po’ di legittima confusione sul perché tu abbia tanta voglia di spendere tempo ed energie per una recensione di cui non ti frega nulla con gente con cui non vuoi perdere tempo eccetera. Però oh, il tempo è il tuo, spendilo come vuoi.
    Qualsiasi cosa tu scriva non potrà essere presa sul serio nemmeno di striscio, potrà solo continuare a farci ridere… e continuerà ad far salire il counter.
    Quindi accomodati pure, i pasticcini sono alla tua destra e il counter che tesse le tue lodi alla tua sinistra.

  146. So cosa vuol dire scrivere una tesi, devo compiere 23 anni. E sono laureata. Con il massimo dei voti cum laude. BUH!
    E ‘ar popolo?

  147. Roxè, non è amore, è che ci fai ridere.
    E vediamo se detto così riesci a capirlo!

  148. beh e quindi perchè dovrei smettere? Fare cose banali esercita il lato più evoluto del cervello. Più banale di questo c’è solo dar da mangiare ai polli. E scrivere fanfic su HP.

    • Ma continua pure, che ci sollazzi.
      Certo che per essere una che non approva il nostro modo di divertirci ci stai dando tanto tanto materiale su cui ridere…

  149. all’inizio della sua carriera, ma a quanti anni? non a 18 come me per la fanfic. OOOOOPS. Non per niente ho parlato di SCHIZZI DELL’ADOLESCENZA. non provare a confutarmi, finisce molto male.

    • O come il mio libro, cosa che hai criticato tu.
      Avanti, coerenza!

    • Ah, quindi non conta da quanti anni uno scrive ma solo quanti anni ha. Per cui se io comincio a dipingere alla mia veneranda età (ben ventun anni, accipicchia) sarò già un pittore fatto e finito?
      (Che poi Tre metri è stato scritto e pubblicato vent’anni fa, eh, ma lascia stare)

  150. chi ha criticato per prima?

    Non io.

    scacco matto. Il tuo re è mio.

    • Che fai, ora imiti Baricco? Ti viene bene, dovresti farci un business.

    • Dunque se (ipoteticamente) tu mi facessi una linguaccia e io (sempre ipoteticamente) rispondessi sparandoti in testa avrei ragione io, perché sei stata tu a incominciare, nonostante la mia reazione spropositata? Fichissimo, non sapevo funzionasse così!

  151. Direi che ti stai confutando da sola da un bel pezzo.

  152. la logica delle sue affermazioni è banale

    se io rispondo alle critiche della mia fanfic criticando il suo libro che lei ha scritto a 18 anni e lo difende con questa motivazione anche la mia fanfic, scritta a 18 anni può essere difesa seguendo lo stesso principio.Indi Impasse.

    Banale, semplice, autocontraddittoria. Scacco matto; Valpur.

    • Ma sì, è anche divertente giocare con le parole.
      Valpur recensisce la tua storia. Tu rispondi facendo notare che è vecchia e che sei molto migliorata nel frattempo. Allo stesso tempo insulti prima il libro che Valpur ha scritto a 18 anni e poi Moccia, entrando in contraddizione con il tuo primo argomento. Quando Valpur ti fa notare la contraddizione, sostieni che così facendo si contraddice anche lei.
      Si potrebbe andare avanti all’infinito, ma pensavo che la filosofia si fosse un po’ evoluta dai tempi dell’eristica.

  153. mmm non imito proprio nessuno. Baricco non è nella mia libreria. E non penso ci entrerà mai.

  154. Al limite è stallo, non scacco matto. Hai mai giocato a scacchi o usi le parole solo per darti un tono?
    (Adoro come ne dici tre ad ogni post, una migliore dell’altra. Ti lovvo, addami su fb che diventiamo amyketti.)

  155. non penso sia stallo, perchè a una frase del genere, essendosi trovata in contraddizione una sola volta il suo tableaux logico è privo di significato ne deriva che

    io vinco, lei perde. Non c’è una opzione diversa.

  156. Io compaio solo per dire che trovo delizioso il modo di fare di Roxelle: in calce ad ogni suo post si auto-proclama vincitrice del dibattito – peraltro usando metafore da scacchista della domenica, ma sorvoliamo o l’anima candida si inalbera anche per questo 😄
    Roxè, sei un amore. Resta sempre così ❤

    PS: con la presente, mi auto-nomino dittatrice illuminata del globo terracqueo. Vale? *_*

  157. la troisi è tenuta da parte per accendere il camino. Obbrobrio.

    La Tamaro forse ora non la leggerei ma quando l’ho letta avevo 13 anni e mi ha fatto una bella impressione.

  158. Per me è la cipolla!

  159. mensola? Xd ma…ma….ma…non ha senso! O forse si?

    313harl, chiunque tu sia, ti amo!

  160. SOFFRITTO!

  161. Il problema di Valpur è che non ammette che in realtà ci tiene così tanto a me da voler ricucire i rapporti dopo 4 anni di lontananza.

    Se me lo avesse detto le avrei mandato dei cioccolatini per riconciliarmi. Invece ha dovuto fare questo giro immenso per dichiarare che le mancavo.

    Mannaggia, perchè sei così contorta?

    • Rox, se questo fosse stato il tuo primo post ti avremmo abbracciata come amici fraterni.

  162. MENSOLA!

    Cavolo, non me lo faceva riscrivere 😄

  163. brutta storia, nelle leggende i fratelli fanno sempre a cazzottoni, alcuni vengono sacrificati ecc ecc
    amici fraterni no, porta sfiga.
    Io capisco che criticare è bello e divertente, anche io ci prendo gusto quando inizio (motivo per cui in genere non inizio) ma impuntarsi su una persona per questa persona è seccante, lo è anche per Valpur adesso per la sua fanfic, o no?
    Nel mio cuore speravo avesse da offrirmi qualcosa di divertente da leggere ma in realtà è stato come un raschio lungo la schiena. Poi può anche darsi che trovi altre cose belle, perchè no?

    • Guarda, io frequento Fastidious da un po’ e il tutto è sempre stato fatto con ironia e autoironia là dove necessario – e senza mai accanirsi contro nessuno. Poi se tu pensi che sia stata una cosa fatta ad personam, contro di te, a me dispiace, ovvio, ma per quello che conta posso dirti che lo escludo. Non ho mai letto una storia di Valpur in compenso, magari fanno cagare gli stitici, non ne ho la più pallida idea.

  164. concordo

    ravvivè le gout.

  165. hedwigthenightowl

    Suvvia, ammettilo, Valpur! Dillo che in realtà, come frigida zoccola senza una vita sociale, nel tuo computer hai conservato tutte le storie di Roxelle da recensire, quando ti senti giù, così, perché lei è talmente figa da farti sentire una frustrata del cazzo e rodere d’invidia talmente tanto che il tuo unico scopo nella vita è tartassarla fino allo sfinimento di recensioni prive di fondamento alcuno sul suo lavoro che rasenta, anzi no, supera il concetto di perfezione.

    OK, tornando seri per un momento… Roxelle, non credi che sia possibile che, avendo tu pubblicato esattamente 20 fanfiction su EFP, qualche utente di FN ne abbia letta una (vecchia o nuova non importa), l’abbia trovata un’immensa cagata e l’abbia segnalata sul forum?
    Forum dove, per inciso, si segnala una fanfiction papabile per un’eventuale recensione e non si recensisce; è più una chiacchierata fra amici e conoscenti. Ergo, qualsiasi cosa venga scritta là, non dev’essere minimamente comunicata all’autore. E’ come se ogni volta che compro un libro e lo commento con qualcuno, lo debba sempre comunicare all’autore dello stesso. Inoltre, come ti è stato più volte ribadito
    Se la tua storia l’avessi recensita io o qualcun altro del blog, invece di Valpur, mi vieni a dire che non avresti scassato così a lungo? Non so, ma dalle tue risposte insensate e contraddittorie, mi sono convinta che non sarebbe cambiato nulla, visto che tu l’hai presa come un’offesa personale riguardo qualcosa che, a detta tua, come stile non ti appartiene più.
    Le recensioni per ripicca, poi, mi strappano un sorriso, soprattutto quando sostieni che nello scriverle sei stata obiettiva. ti rendi conto che è una contraddizione in termini?
    Poi, vabbé, anni nel mondo del lavoro mi hanno messa davanti a tanta gente che millanta capacità oratorie degne di Cicerone, di essere in grado di distruggerti anche solo con un rutto e di non farlo perché in fondo in e che poi si rivelano essere solo delle tristi macchinette per il fumo da discoteca.

    Di una cosa però ti devo ringraziare: questo flame (e il counter esponenzialmente in salita) sono davvero un bel regalo di compleanno per la sottoscritta (un po’ meno le millemila notifiche, ma è colpa mia che ai tempi ho richiesto la notifica di qualsiasi scorreggia venisse emessa sul blog), che ieri, fra un brindisi e l’altro, e oggi, fra una portata e l’altra, si è fatta quattro risate leggendo i commenti sull’iPhone.
    Detto questo, malaticcia e febbricitante, chiudo questo delirante commento e mi infilo sotto le coperte.

    EDIT (dopo gli ultimi commenti che non avevo ancora letto):
    “la mia tesi di dottorato non la capiresti neanche se ti impiantassi un altro cervello. E anche quella sarebbe uno scritto, tecnicamente criticabile, se solo aveste il modo”
    L’aver bazzicato il mondo accademico per un po’ mi ha insegnato che non si dice mai a qualcuno che “non capisce”, “non capirebbe”, perché si pecca di superbia ed è una vera offesa nei confronti del proprio interlocutore, di cui, fino a prova contraria, tu non conosci le specialità in campo lavorativo (ma questo prima di tutto me lo hanno insegnato i miei genitori); in parole povere, non conoscendoci, non sta a te decidere cosa saremmo in grado di capire e cosa no.

    • Mia cara, io chiedo
      perchè ora? Perchè di nuovo, dalla stessa persona, critiche a non finire? E perchè io non posso recensire se è un paese libero e bla bla bla bla.
      Se ti dico che non capirebbe, non capirebbe fidati. Per motivi che non sto qui a spiegarti persino quelli nel settore in Italia non capiscono. Per trovare un interlocutore degno dovrei cercare con il lanternino o andare come minimo in Germania. Ma non voglio parlare della mia luminosa vita accademica, voglio parlare di altro.

      Nello specifico: all’inizio l’avevo presa sul comico, poi mi è stato risposto in malo modo e mi è saltata la mosca al naso. E mi sono chiesta: questa autrice è migliorata con il tempo? No. Anzi, è peggiorata. Lo stile di Carpathya mi piaceva di più, cosa assurda. Chi sono io per negarle una critica costruttiva? Nessuno.
      Non la sto deridendo. Dicono tutti che le critiche crudeli fanno crescere. Forse è il caso che anche lei cresca. Le sto facendo un favore perchè anche lei è una giovane autrice e il parere altrui fa bene.

      Anzi, fa meglio, perchè lei è ancora attiva come autrice, io no, la sua fanfic è in corso, la mia è finita da quasi 4 anni e così rimarrà.

      Sembro cattiva per quello che le sto facendo? Non credo. Perchè dovrei mentirle e dire che mi piace il suo lavoro?Sto recensendo chiedendole delle spiegazioni, facendo delle domande, cercando di essere lo sguardo disincantato che lei ha usato nei miei riguardi all’epoca (perchè una recensione su efp ci stava, era demoralizzante ma non crudele, quella qui invece non è stata scritta perchè io la leggessi ma per riderci su, e va bene, ma invece le mie sono indirizzate a lei, è un discorso tra noi due e basta)

      Bon, e quindi? Niente, ho perso il filo. Scherzo. Quindi recensirò quello che mi pare, come mi pare, finchè ne ho voglia. Ma su efp, non qui.

  166. hedwigthenightowl

    Come non detto… sto tre ore a rileggere i commenti e poi me ne perdo altri venti… mannaggia.

  167. Inutile leggere il flame nei commenti, ho già riso abbastanza grazie alla recensione 😄
    (…grazie, per aver rispolverato Raistlin in veste nera <3)

    • Raistlin in Veste Nera è terribile, il Rosso gli donava.
      Tutto sommato riguadagna punti nelle Leggende.
      L’unico problema è che tra il dorato della pelle e il nero sembra una allegra ape maia. Ma va beh.

  168. Blaze, ti ringrazio per la comprensione, come ho detto la mosca mi è saltata selvaggiamente al naso e non ho intenzione di farmela passare perchè trovo malsanamente piacevole scocciare valpur con le mie recensioni. E poi voglio vedere come va a finire. Non tra noi, intendo la storia 😄

  169. Ho cercato di leggere tutto…ma dopo un po’ mi facevano male gli addominali dalle fragorose risate ahahah.
    Senti, io non sono dello staff, non sono amica di nessuno, non sono neppure registrata al forum; trovo però divertente passare un’oretta su Fastidious, perchè le loro recensioni mi fanno ridere. NON la tua storia sui tuoi eroi adolescenziali, non tu come persona, ma il loro modo di usare l’ironia e il sarcasmo. E’ una cosa abbastanza normale da fare, quindi non capisco perchè dovrebbe essere indice di una vita piatta e monotona…mai visto Crozza in TV?
    Detto questo, io penso che il tuo accanirti contro queste persone (che non ti hanno insultata in alcun modo a parer mio, anzi, ti fanno pubblicità, di che ti lamenti!), dopo aver ribadito tipo 256 volte che hai di meglio da fare che stare qui, tra l’altro, non dimostri affatto che tu sia matura.
    Sarai anche laureata con 110 e lode (e una stellina dorata), avrai pure 23 anni (che poi…che c’azzecca col discorso?)…ma la tua maturità è quella di mia sorella di 16.
    Io capisco che non ti abbia fatto piacere che una tua storia sia stata smontata, ma prendila come una critica costruttiva e amen, non c’è bisogno di far tutta sta solfa.

    PS:ti invito a rileggerti dall’inizio, così ti fai due risate pure te.
    PS2:si,lo ammetto, la mia vita fa schifo, i miei genitori sono morti, amo Moccia e NON HO UN CAZZO DA FARE!
    Calle

  170. skeight, ti vorrei ricordare come è andata.
    Recensione
    mia risposta pacata e sarcastica, non me l’ero presa
    poi qualcuno, tale valpur, ha detto che lei dal cucciolo giudica il cane da adulto ossia: se potenzialmente io posso essere oggetto delle sue critiche irrispettose per cose che scrivo a 18 anni queste sono sintomo di ciò che sarò in atto ossia si assume che il mio grado di bravura non crescerà, la mia natura resterà quella.
    Mia risposta: tiro in ballo il libro di valpur
    sua risposta; aveva solo 18 anni quando lo ha scritto
    mia risposta: tu guarda, pure io avevo 18 anni quando ho scritto la fanfic
    sua risposta: ma non puoi mica giudicarmi dal libro
    mia risposta: neanche tu puoi, tesoro mio bello.
    mia risposta: giudico quello che tu fai ADESSO a 24-5 anni suppongo
    sua risposta e risposta del forum: ooooh ripicca.

    No, si trattava di vedere realmente chi avessi davanti che si permetteva di mettere in dubbio le mie capacità quando lei stessa aveva detto che non potevo giudicare una persona che non conoscevo (ma lei giudicava la Roxelle del passato da una sola fanfic e quella di oggi secondo una logica della parvenza degna della dialettica trascendentale)

    Quindi? Quindi, se dobbiamo cercare un pelo nell’uovo, la sfida l’ha lanciata lei. Ha avuto addirittura la risposta da una storica dell’arte che ha interpretato la mia metafora e non le è bastato. Lei ha ragione, è l’Unico Dio. Cavolo, e Mina dov’è?

    Vuole sentirsi dire che faccio schifo, che ha ragione, che le dò tutta la roba che scrivo in pasto? Boh, lo scopo c’è o stiamo pettinando i babbuini?

    • Peccato che in questa tua ricostruzione manca un pezzo essenziale: e cioè che Valpur, dopo la similitudine del cucciolo, aveva scritto questa precisazione:
      (edit: quoto Hyena, per amor di precisione: nel caso specifico del generico “artista” valuterei il suo lavoro e le relative potenzialità, fotte sega della persona in questione, onestamente.)
      Quindi, se dalla parte che ora hai ricordato tu si potrebbe in effetti interpretare la vicenda in un certo modo, questa precisazione cancella ogni dubbio riguardo al fatto che Valpur si è attenuta al principio che Fastidious segue da sempre, e che abbiamo ripetuto sino all’ossessione, e cioè valutare le storie e non gli autori. Quindi, su queste basi, lei non ha fatto nulla di male.


  171. CIAMBELLE!

    BleuCry (lurker di passaggio annoiata)

  172. Risotto allo zafferano! (Che mi sta aspettando, e la prospettiva è millanta volte più allettante di qualsiasi discussione su questo pianeta)

  173. Continuo a pensare che la risposta sia la cipolla…

  174. 42, è una ottima risposta!

  175. a dir la verità, Val, è una frase che un mio amico urlava nell’ultimo periodo in cui si discuteva nella mia comitiva. La gente quasi si prendeva a pugni e lui gridava nella mischia, ridendo: 42!!!!!

    siamo persone deviate. Lol.

    • Il tuo amico faceva citazioni cólte ma non còlte…

      (ok, sto facendo la figa ma temo di essermi impantanata con gli accenti… )

    • 42 è la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto quanto. Leggiti La Guida Galattica per Autostoppisti, gran libro.

  176. beh, skeight, aristotelicamente parlando le potenzialità non possono essere negate. Se un seme in potenza è un cedro non diventa una quercia, mi spiego?
    Oh, ma chissenefrega. Cavillare e incacchiarsi è stupido, e Aristotele fa male alla salute. Tanto. Da morirne.

  177. Solo una cosa a tempo perso:
    basta dire che chi fa le recensioni non ha vita sociale/non lo prende/non ha amici…
    è una roba talmente noiosa ed esplicativa che ho smesso di leggere arrivata a quel punto.

  178. Eskarina, ti amo nell’accezione più frocia dell’affermazione!

  179. No, non ditemi che il flame si è già placato!
    Dai, no! *piange*
    In ogni caso mi sento di ringraziare tutti quelli che hanno preso parte a questa spassosissima discussione che, sì, è riuscita a divertirmi in quello che era iniziato come un noiosissimo venerdì pomeriggio.
    *distribuisce ciambelle a destra e manca commentando “buon lavoro, ragazzi”*

    In ogni caso è incredibimente deprimente che dopo anni che lurkeggio in questo blog il mio primo geniale, molto intelligente e pieno di deduzione post sia stato proprio quello. Bah!

    @Roxelle: stima incondizionata per quel tuo amico *___*

    Sempre BleuCry che adesso mangiucchia una ciambella.

  180. hedwigthenightowl

    “Mia cara, io chiedo
    perchè ora? Perchè di nuovo, dalla stessa persona, critiche a non finire? E perchè io non posso recensire se è un paese libero e bla bla bla bla.”
    Guarda che nessuno ti ha impedito di recensire nulla. Lo hai fatto e mi pare che nessuno abbia scritto qualcosa sui commenti alla storia di Valpur berciandoti contro. E avrebbe ben motivo di riportare il fatto all’amministrazione di EFP visto che ciò che hai scritto è stato fatto per tua stessa ammissione per ripicca e mi pare che ciò sia vietato dal regolamento.
    Valpur ti ha recensita di nuovo? L’unica che era disponibile a recensire quella storia era lei. Punto. Eri tu l’autrice? Fataliiitààà!

    “Se ti dico che non capirebbe, non capirebbe fidati. Per motivi che non sto qui a spiegarti persino quelli nel settore in Italia non capiscono. Per trovare un interlocutore degno dovrei cercare con il lanternino o andare come minimo in Germania.”
    Guarda che, se proprio nessuno in Italia capirebbe, allora nella tua tesi -ancora in fieri, visto che nemmeno sei dottoranda (e non sai manco se lo diventerai, ma vabbé)-, allora c’è davvero qualcosa che non va.

    “Ma non voglio parlare della mia luminosa vita accademica, voglio parlare di altro.”
    Anche perché a ‘sto punto inizierei anche io a parlare della mia LUMINOSISSIMA vita accademica e lavorativa, giusto per farti capire quanto per me sia fondamentale sapere che, toh, hai già in mente di vincere il Nobel e il Pulitzer.

    “Nello specifico: all’inizio l’avevo presa sul comico, poi mi è stato risposto in malo modo e mi è saltata la mosca al naso.”
    L’avevi presa sul comico, criticando la vita di gente che non conosci in risposta alla critica di una tua fanfiction che non ritenevi più rappresentasse il tuo stile, e ti è stato risposto in tono abbastanza pacato che non è corretto farlo. E, fino a prova contraria, il sarcasmo non è un’offesa.
    Per non so quanti post hai ripetuto, dall’alto della tua figaggine e superiorità, che non te ne fregava niente di noi, e intanto hai minacciato di recensire delle nostre fanfiction (questa si chiama ripicca dalle mie parti).
    Ti abbiamo fatto notare per non so quanti post che non era un atteggiamento maturo, mica ti abbiamo impedito di farlo.

    Riguardo la recensione alla storia di Valpur, evito di metter bocca, perché a parte il gesto infantile ai limiti dell’inverosimile sono fatti fra voi due e Valpur è in grado di confutarti punto per punto.
    Mi permetto di dire però che, se tu avessi recensito la storia di Val in un momento di scazzo totale, nessuno avrebbe avuto nulla da ridire. Avendolo fatto immediatamente dopo aver minacciato di farlo (uh, che paura!), la tua critica, se anche fosse stata intelligente e realmente costruttiva, ha comunque perso di credibilità fin dall’inizio.

    “Recensione
    mia risposta pacata e sarcastica, non me l’ero presa
    poi qualcuno, tale valpur, ha detto che lei dal cucciolo giudica il cane da adulto ossia: se potenzialmente io posso essere oggetto delle sue critiche irrispettose per cose che scrivo a 18 anni queste sono sintomo di ciò che sarò in atto ossia si assume che il mio grado di bravura non crescerà, la mia natura resterà quella.
    Mia risposta: tiro in ballo il libro di valpur
    sua risposta; aveva solo 18 anni quando lo ha scritto
    mia risposta: tu guarda, pure io avevo 18 anni quando ho scritto la fanfic
    sua risposta: ma non puoi mica giudicarmi dal libro
    mia risposta: neanche tu puoi, tesoro mio bello.
    mia risposta: giudico quello che tu fai ADESSO a 24-5 anni suppongo
    sua risposta e risposta del forum: ooooh ripicca.”

    Non mi pare sia andata proprio così.
    Piuttosto:
    Recensione
    Tua risposta sarcastica e OFFENSIVA sulle nostre vite, quando nemmeno sai chi siamo e sul fatto che, siccome la fanfiction é vecchia e non ti rappresenta più, non avremmo dovuto recensirla.
    Valpur ti ha fatto notare che la tua risposta è stata offensiva e che, se la storia non piace, si può recensire anche in barba ai miglioramenti dell’autore nel corso degli anni.
    TU hai tirato in ballo il libro di Valpur definendolo un aborto letterario (ma almeno lei è stata pubblicata da una casa editrice NON A PAGAMENTO). Sinceramente, ho visto ABORTI LETTERARI peggiori pubblicati da case editrici che si forgiano di un maggior pregio.
    Valpur ha precisato che l’ha scritto quando aveva 18 anni, che col senno di poi poteva fare di meglio, ma che a 18 anni ne era orgogliosa e lo ritiene comunque motivo di orgoglio. Non mi pare che ti abbia scritto mica “brutta stronza non ti azzardare a dire nulla sulla mia opera, o ti faccio vedere io!”. Poi ti ha fatto notare che, toh, il tuo discorso del libro era in palese contraddizione con il tuo primo discorso, ma il concetto si è perso nel nulla, anzi, si è arrivati al delirio e al tuo tentativo maldestro di RIPICCA.
    Perché minacciare di recensire le storie altrui dopo che la tua è stata recensita negativamente si chiama RIPICCA, lo ripeto.

    • noia. noia noia. Maledetta noia.

    • senti, cosa, per me se uno mi viene a dire che da Mondo Capovolto giudica le mie potenzialità come giudicherebbe la forma del cane adulto dal cucciolo, avendo criticato ogni possibile frase di quella fanfic, mi offende.
      Se pensi che una mia storia sia oggetto di scherno così pesante e mi dici che da lì capisci a 40 anni come scriverò mi stai offendendo. Un cucciolo di alano non diventa un akita, o no?

      Vai, confuta. Voglio proprio vedere.

  181. hedwigthenightowl

    e, comunque… CAMMELLO!

  182. 42 è un’ottima risposta… il problema è che a Pensiero Profondo nessuno ha mai fatto la domanda fondamentale ç_ç

  183. Uhm, solitamente nei flame preferisco guardare che partecipare alle discussioni (sì, i flame mi divertono troppo u.U) ma, non prendertela, non posso fare a meno di pensare da osservatore esterno che tu, Roxelle intendo, avresti avuto un comportamento abbastanza maleducato.
    Ammetto senza problemi di non aver capito molto tutta quella faccenda successa nel 2007 e di come Valpur si fosse comportata ingiustamente con te (sbaglio o non era stata lei a postare non-so-quale-foto nella discussione sul forum?), in ogni caso – commentando solamente il modo in cui ti sei posta in questo blog – posso dire che al posto di Valpur vedendomi porgere insulti così sul personale mi sarei innervosita anche parecchio.
    Ti pregherei di rileggerti la recensione e di copio-incollare i punti dove ti sarebbe sembrato che ti insultasse lei sul personale. In quanto al fatto che ti abbia rotto i coglioni perché dopo a distanza di… quattro anni(?) recensendo la tua fanfiction… bhe, anche di quello non ho capito il senso (sarò tarda io? ò.O). Insomma, cerco di ordinarmi la mente.
    Un utente (non Valpur, mi pare xD) segnala la tua storia sul forum di Fastidious;
    Valpur ti lascia una recensione negativa; (← recensione che sono andata a leggere e mi è parsa pacata)
    Tu gliene hai lasciate alle sue di fanfiction per ripicca; (dico giusto? Questo è uno dei punti che non ho capito)
    Recensioni che sono state cancellate perché vietate da efp;
    Quattro anni dopo recensione di Valpur sul blog?
    Bho! Sono confusa.


    BISCOTTO!

    BleuCry (che tenta di fare discorsi vagamente logici fallendo miseramente.)

  184. LA FOTOSINTESI CLOROFILIANA!

  185. Giovani, il flame sarebbe finito alle diciassette e trenta o giù di lì. Ormai stiamo ripetendo tutti le stesse cose come degli anziani (pare che vecchi non si possa più dire, mi adeguo) alla fermata degli autobus. Il prossimo passo sono link a siti che offrono miracolose terapie di ingrandimento del fallo -.-

  186. hedwigthenightowl

    Eh, purtroppo i vecchi (Me fischietta), sono tardi a scrivere e a correggere… PISELLO!

  187. Per Roxelle: non fare più queste gazzarre inutili! Non arrabattarti più in discorsi senza via d’uscita con delle recensorE (sì, il femminile vale pure per Skeight u.u) brutte, sporche, cattive e meritevoli solo del rogo! Fregatene, spegni il computer e vai a fare una passeggiata, che non fa mai male.
    Per i recensori: continuate pure ad essere delle donnacce frigide (?) senza cuore né vita sociale, perché già così lo fate in modo superbo u.u
    Ho finito la mia inutilissima parentesi. Blaze for president.
    …BORRACCIA BLU.

    • Hai un posto da sottosegretario (sottosegretaria sembra ‘na roba un po’ porno) per quando accadrà.

  188. ok, io non entro nel forum da un anno, ogni tanto ho commentato ma poi sono tornata nella tana del lurker da dove sto uscendo adesso. Tuttavia leggo le recensioni di FN da due anni, anche io mi diletto in fanfictions e vengo qui anche per vedere gli errori più frequenti che potrei fare anch’io. Se facessero una critica ad una mia storia (e ne hanno fatte su EFP) le vedrei solo come costruttive e poi non le rifarei, anche se si tratta di storie vecchie! Roxelle, io sono poco più vecchia di te, ho 24 anni, e posso dirti che il tuo comportamento è infantile, una ripicca da ragazzina dell’asilo. Se prima non ti hanno avvisato era perchè nel forum non è obbligatorio avvisare gli autori, se la storia viene “scelta” da recensire allora sì, e anche se dici che ti censurano… a me non pare, i tuoi commenti sono tutti lì. Se rispondere ai tuoi commenti lo chiami “censurare” allora devi guardare il dizionario.
    Se la tua è solo una ripicca verso Valpur perchè non ti sta bene la sua recensione ed il fatto che l’abbia fatta dopo una segnalazione di 4 anni fa … beh è un attegiamento da cattivo da film disney e come hai detto tu non fanno una bella fine.
    Che farai ora? Dirai che FN fa “un uso criminoso di internet”?

  189. …POLTRONA!

    Scusate, volevo scrivere qualcosa anche io ma era già stato detto tutto 😄

  190. hedwigthenightowl

    ma nessuno che dica BACCELLO o UCCELLO? T_T

  191. Martello, scalpello? Gelato!

    *commento inutile del 2012*

  192. ….Mocio?

    ps:
    *cit.*
    The Blaze | 6 gennaio 2012 alle 17:19 |
    Pics or it didn’t happen.

    Blaze, t’amo. Così, a fuffa. Donnaccia!

  193. Io vi devo ringraziare tutti, ma– davvero, dal profondo del cuore.
    Ho passato l’ora e mezza più divertente della mia vita!
    I flame sono sempre qualcosa di estremamente stimolante, dovrei fare un giro qui da voi più spesso!
    E un grazie particolare va a Roxelle per l’infinita montagna di idiozie e perculate che ha trovato fuori dal cilindro!
    Grazie, grazie e ancora grazie per aver reso una notte infruttuosa una parentesi estremamente divertente \o/

  194. Mannaggia a me quando ho pensato di fare un paragone!
    Modifico il messaggio perché era davvero fuorviante, se qualcuno vuole la prima versione me lo dica.
    Lasciamo perdere le similitudini.
    Roxelle, non dubito che tu sia migliorata molto. Buon per te.
    Però quella storia l’ho trovata pessima.
    La storia. Non tu. NOn la ragazzina che eri nè la superdonna che sei diventata.
    Solo quelle parole scritte.
    Punto.
    La storia è vecchia? Sì, ma resta ben ferma l’opinione che me ne ero fatta all’epoca.
    Se hai scritto di meglio e vorrai mai pubblicarlo, allora non finirà su questo blog.
    Ok?
    Ripeto per l’ennesima volta. Non so chi tu sia e non mi permetto di giudicarti in alcun modo. Ma ciò che scrivi è lì, nero su bianco, che aspetta solo di essere letto ed eventualmente criticato.

  195. Ciao a tutti! Premetto che seguo Fastidious da qualche mese e questo è il primo commento che decido di pubblicare! Sto anche cercando di capire come funziona il tutto, se devo iscrivermi al blog o no… spero di farcela! xD

    Devo dire che in questa lunghissima conversazione (che confesso orgogliosamente di aver letto tutta u.u) è stato detto quasi tutto quello che si poteva dire, tranne un paio di appunti che mi piacerebbe fare. Non voglio assolutamente creare problemi e catastrofi naturali, solo che questo flame mi ha colpita molto più degli altri che ho letto in precedenza.

    Tanto per iniziare io penso che le opinioni di persone sconosciute (e il modo in cui esse vengono esposte) sia assolutamente IRRILEVANTE nella propria vita, a meno che tali persone sconosciute non mi diano la dimostrazione di essere molto più competenti di me sul campo (e anche in quel caso potrei comunque decidere di considerare la loro opinione irrilevante).
    Voglio dire, nel momento in cui io scrivo una storia di cui sono convinta, o che comunque sento mia, per me anche se scendesse l’Arcangelo Gabriele a dirmi che fa schifo, io ci penserei un po’ su, ascolterei la sua critica e, se non dovessi reputarla veritiera o azzeccata, me la lascerei tranquillamente scivolare addosso. Tu hai la tua opinione e io ho la mia. Fine.

    Io sono una grande fan di Fastidious, non perché mi piaccia particolarmente l’idea di recensire fanfiction pessime (non godo nel sapere che l’italiano e la cultura cadono in abissi sempre più profondi), ma semplicemente perché considero le persone che scrivono tali recensioni molto abili nel criticare e scrivere (almeno secondo la mia umile opinione) ed è sempre un piacere leggerle. Io sono una di quelle che EFP l’ha spulciato quasi tutto nelle sezioni che mi piacciono (vedi ad esempio Harry Potter), tant’è che ho letto quasi tutte le storie scelte ancor prima che creassero quella categoria, e mi sono resa conto in questo mio “cercare” della quantità immane di fanfiction di pessima qualità.
    Ma vorrei chiarire una cosa: la pessima qualità non dipende da pairing che non mi piacciono o da trame che non mi interessano, ma da storie strutturare male, scritte male o poco realistiche (come, per fare un esempio, le Dramione in cui a due acerrimi nemici bastano 30 secondi per cadere preda della passione irrefrenabile – e, ripeto, non perché non mi piaccia il pairing).
    Quindi, tornando al discorso di prima – lo so, sono logorroica e mi perdo spesso nei meandri dei miei ragionamenti – io considero i recensori di Fastidious molto bravi sia come critici che come scrittori. Certe recensioni sono dei piccoli capolavori e per un periodo mi era quasi venuta voglia di scrivere una storia orrida e poi segnalarla solo per vedere come l’avrebbero recensita! E no, non sono masochista, sono solo un’amante di chi l’italiano lo sa e sa usarlo bene, non importa in che ambito: posso concordare sul fatto “ma chi glielo fa fare a leggersi fanfiction che gli fanno schifo?” ma devo dire che sono molto felice che lo facciano, perché in questo modo posso leggere delle recensioni davvero divertenti.
    Io ammiro il modo in cui su Fastidious viene data importanza alla scrittura come un’arte e non come un passatempo scemo da macellare a piacimento.

    Non capisco inoltre come si faccia a dare dei vigliacchi a persone che sono anni che vengono attaccate e vanno comunque avanti con classe e disinvoltura. Se fossero stati dei vigliacchi questo forum sarebbe chiuso da un sacco di tempo, credo, no?
    E non capisco la cattiveria gratuita:
    ahahah dialettica, questa è bella. Ragazzina, non ho intenzione di sfoderare la dialettica in questo scambio se no potrei davvero diventare cattiva. Non voglio mica farti piangere.
    Con tutto il rispetto, Roxelle, io non ho mai letto una tua storia né ne ho mai letta una dei recensori di Fastidious, ma basta leggere i commenti su questo post per notare un’abissale differenza: gli utenti di Fastidious scrivono cose che hanno un senso logico, sono sensate e portano prove ed esempi per sostenere quello che dicono. Tu non hai fatto altro che sputare insulti, non giustificati e senza alcuna logica. Anche se l’italiano è scritto bene da entrambe le parti, la tua parte manca di contenuto. Che, purtroppo per te, a volte è persino più importante della forma.

    E soprattutto andiamoci piano con la superbia, che tutte le tue varie frasi per comunicare quanto sei figa e più potente di tutti lasciano davvero il tempo che trovano, ovvero… mmh… zero?
    Ma poi, dai, stai attaccando una persona (Valpur) dicendo che il libro che le hanno pubblicato è stato un fiasco… ma ti rendi conto?? Almeno a lei HANNO pubblicato qualcosa!! Cosa pensi, che sia facile? Che basta spedire quello che scrivi ad un editore e zac! eccoti subito pubblicata!! Io fossi al tuo posto mi permetterei di fare una critica del genere solo se avessi pubblicato qualcosa che ha avuto molto successo perché così, tra una persona che ha visto un suo libro pubblicato e una che il massimo che ha fatto è stato scrivere un paio di fanfiction su EFP, beh, mi sembra abbastanza chiaro chi è che ha ottenuto risultati maggiori. E non mi dire che è perché non hai mai voluto pubblicare qualcosa, non ci credono neanche i sassi: tutte le persone che scrivono desiderano anche vedersi pubblicare.

    Soprattutto insultare la vita del recensitore mi sembra quanto di più assurdo possa esserci. Non vedo davvero nessun nesso, mi sa molto di ripicca infantile in stile “non ti piace il disegno che ho fatto-quindi ti dico che sei brutto”. E tu hai 23 anni?? WTF?

    Chiudo qui, chiedo venia per il papiro interminabile ma certe risposte/reazioni davvero non le capisco. E, Valpur, complimenti per la recensione e per essere riuscita a farti pubblicare un libro, spero che un giorno anch’io sarò così fortunata!

    Un bacio a tutto lo staff di Fastidious, vi adoro! *-*

    • eh-ehm
      ho vinto tre concorsi nazionali di poesia e narrativa
      terzo posto una volta per la narrativa, primo per la narrativa, primo per la poesia.

      sssssh.

    • Essere pubblicati non è garanzia di qualità. I premi neanche – non volermene Rox, ho visto tante giurie e so come funzionano, possono sempre esserci eccezioni ovviamente. L’unico modo per stabilire la qualità di uno scritto è leggerlo e analizzarlo. La fanfiction di Roxelle-da-giovane fa cagare? Abbastanza, direi. Il che chiude ogni discorso su questa recensione. Gli scritti della maturità di Roxelle sono buoni? Boh, mai letti, se mi linka qualcosa lo leggo volentieri. E in ogni caso chissenefrega, cioè buon per lei se è migliorata, ma chissenefrega ai fini di questa recensione. Che è l’unica cosa di cui dovremmo parlare, soprattutto a questo punto della discussione.

  196. Eh-ehm, perchè devi sempre rispondere in modo offensivo?? -.- sarebbe bastato un: “Sento di poter criticare il suo libro perchè anch’io ho partecipato a dei concorsi e ho ottenuto dei premi, non mi sono limitata a scrivere su EFP” e io ti avrei risposto: “wow, congratulazioni!” e avresti fatto finalmente la figura di una persona che sa di quello che sta parlando e sa anche dove sta di casa la parola “modestia”, invece di dover sempre sembrare la più superfiga di tutti. Sarai anche brava e intelligente, ma con quel “tono” è davvero difficile riuscire ad ascoltarti (leggerti, in questo caso) senza provare fastidio. Almeno secondo me.

    • non ho detto che sento di poter criticare il libro di valpur, l’ho scritto appositamente così perchè sei tu, cara, che ritenevi che visto che lei ha scritto un libro e io no in qualche modo lei fosse migliore di me.

      Concordo con Blaze, vincere qualcosa non significa niente, motivo per cui, all’epoca, era scritto solo nelle introduzioni delle opere relative e non sulla mia pagina tipo insegna alla “guardatemi, come sono figa”! E motivo per cui non l’ho detto fino ad ora pure se, tra l’altro, le cose sono accadute tra il 2006 e il 2008 quindi nel periodo della stesura della fanfic. Ma anche scrivere un libro non significa niente, e neanche le recensioni negative significano niente.

      La discussione con valpur e il perchè ho tirato fuori il suo libro è già stato spiegato ed era relativo alla coppia potenza/atto cucciolo/cane adulto ecc ecc ecc

      Tant’è che, se ci pensate, prima della sua risposta io ero mooolto pacata.

      D’altronde non avrò più problemi del genere Fastidious da ora in poi.

  197. Braaaavissima, Roxelle, prendi un biscottino!

    *AndyYouAreAStar, reduce di “Le follie dell’Imperatore”*

  198. Ma anche basta.

  199. @OhMissLili: Maccheccarina ❤ Però, anche se è difficile da credere, sono un uomo, finocchio, ma uomo! Ahahah!

    • Be’Andy, suppongo tu abbia un pene, cosa che ti identifica solitamente come uomo:)

    • Ehr, sì, l’ho letto dopo, nei commenti al Dossier 0012…
      Mea culpa, leggendo il velocità oggi devo aver visto delle A al posto delle O.
      In pratica sei automaticamente diventato donna per la stessa proprietà transitiva (anzi, direi a questo punto TRANSitiva) per cui lo diventano ogni volta Skeight e Blaze.
      Perdonami, facciamo finta che ti ho dato dell’eroina. E intendo droga.

    • AndyYouAreAStar

      Sei adoabile, questo lo prendo come un grande complimento.
      E la storia della proprietà TRANSitiva m’ha fatto ridere per un quarto d’ora buono meritandomi occhiatacce dai miei coinquilini, sarà anche colpa della febbra e dell’imminente esame (che provo per la quarta volta: io sono intelligggggentissimo, perfetterrimo e marysuosissimo, inoltre mi sto anche dottorando e praticamente già lavoro, inoltre posso mangiare senza ingrassare ma il professore ce l’ha con me, forse sarà invidioso!).

  200. Il commento di prima era mio, dannato iPhone che non memorizza il log in *valpur*

  201. ahahah se lo dici tu ti crediamo sulla parola.

  202. Scusate, non volevo entrare nel flame però…
    Cito:
    “Fidati ho fatto fuoco e fiamme con la mia lingua biforcuta, sono un po’ fuori allenamento ma sono pur sempre una forza della natura.”
    X°D Mi fa morire! Ma è necessario mostrar le penne? Una lingua forcuta non dice “hey, guarda che sono trpp kattiva!”, lo è e basta. Se hai bisogno di segnalarlo, non lo sei.

    Ad ogni modo, in questi commenti io non ho letto nessuna arguzia dialettica, nessuna malignità ben trovata, solo tanta cialtronaggine e mezzucci di bassa lega, degni di una ragazzina non troppo ferrata in oratoria e molto inviperita.
    Non voglio entrare nel merito di chi ha scritto cosa e chi sia più “trp + figa” di chi, ma Roxelle, le tue sono armi da donzella. Ti consiglio un po’ di palestra prima di decantare i tuoi attributi (dialettici).

    P.S. Il “ho di meglio da fare rispetto a voialtri (miseri omuncoli senza vita sessuale/sociale/professionale), ma passo ore e ore qui a commentare!” è un intramontabile. Non va mai a male, come il miele. Però io trovo questo genere di utente molto divertente, ero sempre contenta quando ne capitava uno (io ero su Druhim, ma poi le Giuste Rimostranze di un autore troppo più intelligente di me mi hanno redenta e tirata fuori dal tunnel -ma anche no).
    Good luck everyone ^_^

    • Come suddetto, nel caso tu non l’abbia capito… io mi tiro fuori. Le mie ragioni le ho date, ho flammato perchè sono stata provocata, all’inizio ero mooolto pacata e lo avete riconosciuto tutti.

      C’era una sola cosa da fare per togliervi la possibilità di rompermi ancora e l’ho fatta.

      Voglio vedere a cosa vi attaccate. Io un posto in mente ce l’avrei.

    • AndyYouAreAStar

      Al tram, ovviamente!

  203. si, al tram! Bravo, Andy, bravo.

  204. Premesso che tutta questo flame sembra più una cosa privata tra Valpur e Roxelle che altro; premesso che lo stavo leggendo solo per divertirmi un po’; premesso che non ho letto il libro di Valpur, nè la FF di Roxelle (e neanche ho intenzione di farlo).
    Tutto ciò premesso, ho solo una piccola curiosità nei confronti di Skeight, Hedwigthenightowl e Khroayn: il fatto che il libro di Valpur sia stato pubblicato da una casa editrice che non chiede contributi lo innalza a livello di opera d’arte? Giusto per sapere, visto che da come avete impostato i vostri commenti sembra che quelli che non vengono pubblicati siano vere schifezze…
    Mi scuso profondamente, perchè reputo la mia domanda estremamente OT, ma la vostra asserzione mi fa pensare alle risposte delle amykette che tanto deridete qui e sul forum.

    • Mai detto una cosa simile.
      Ho specificato che Asengard è una casa editrice “piccola ma seria” per dire che non si tratta di una di quelle case editrici che pubblicano la prima cosa che si trovano tra le mani (prassi che, purtroppo, a volte è usata anche da editori molto grandi, quando si tratta di un filone letterario di moda, come il fantasy sino a tempi recenti). La mia considerazione era in risposta alla definizione offensiva di Roxelle che ha parlato di “aborto di stampa” e ha fatto pesanti osservazioni su Valpur come scrittrice fallita, quando invece il suo libro aveva pur sempre passato una selezione editoriale, e quindi aveva ricevuto una valutazione positiva.
      Tutto qui; poi è chiaro – a chi non vuole fare polemica per il puro gusto di farla – che questa valutazione da sola non è un marchio di qualità o una garanzia di successo (di critica o di pubblico, o di entrambi).

    • hedwigthenightowl

      “TU hai tirato in ballo il libro di Valpur definendolo un aborto letterario (ma almeno lei è stata pubblicata da una casa editrice NON A PAGAMENTO). Sinceramente, ho visto ABORTI LETTERARI peggiori pubblicati da case editrici che si forgiano di un maggior pregio”
      Non mi pare di aver assolutamente elevato il libro di Valpur a opera d’arte in secula seculorum. Volevo far notare che per quanto secondo Roxelle possa essere UN ABORTO LETTERARIO, di certo è meno peggio di gran parte della roba pubblicata a pagamento o di certi scritti pubblicati da case editrici di fama ben nota (e ne ho letti davvero tanti). Evidentemente avevo posto male il mio intervento, per non aver colto il suo significato.

    • Permettimi di fare un’osservazione ovvia: anche se dettata dalla stizza per la recensione ricevuta, quella era un’opione di Roxelle sul libro di Valpur. Tu puoi condividerla o meno (ritenendo frutto di veleno rancoroso), ma il fatto che il libro sia stato pubblicato da una casa editrice (che sia seria è una TUA opionione che altri possono non condividere) non da garanzie.
      Ci sono autori i cui libri hanno “passato una selezione editoriale, e quindi aveva ricevuto una valutazione positiva”, ma non ciò non vuol dire nulla.
      Ho sempre considerato fastidious come un blog dove si poteva fare recensione negativa, dove le opioni altrui andavano rispettate. Possiamo non condividere i toni di Roxelle, ma anche quella è una recensione. In fin dei conti cos’è una recensione se non il promulgare la propria opinione in merito ad opere di altri?
      Ti faccio un’altra osservazione: se fosse venuta una tizia qualsiasi a difendere la FF di Roxelle dicendo “Ha vinto dei concorsi” oppure “Ha ricevuto un sacco di recensioni positive” quale sarebbe stata la tua risposta? Dopo un po’ che frequento il blog mi sembra scontatta “E stica?”
      Quindi è lecito pensare che alla vostra osservazione che il libro è stato pubblicato, ci siano stati lurker la cui reazione è stata “E stica? Può essere un’aborto di stampa a prescindere!”. Ammetto che io sono una di loro.

    • hedwigthenightowl

      Di nuovo, non ho mai parlato di case editrici “serie” e “non serie” ho parlato di “pregio” e “fama” che non sono sinonimi di serietà. Ancora, non ho difeso il libro di Valpur amykettando allegramente e con toni da bimbaminkia, o almeno non mi è parso, ma l’età è quella che è e tendo a perder colpi. 😄
      Seriamente, non mi pare di aver berciato contro Roxelle per aver rivolto offese infamanti all’onore di Val. Ho solo dato una mia opinione su quanto per me fosse contraddittoria la condotta di Roxelle. E sì, espresso anche il mio personale parere sul fatto che se per lei era comunque un aborto letterario, c’era anche di peggio fra altra roba pubblicata. Anche di meglio, ovvio, ma non credo di aver esaltato oltremodo il libro in questione.
      E se un’amyketta avesse accennato ai premi di Roxelle? Avrei mantenuto la mia condotta e le mie risposte, che in soldoni hanno il significato di “sticazzi”, ma a me piace complicarmi di più la vita.

    • Ho già spiegato che il discorso della valutazione non è riferito alla qualità del libro ma al fatto di essere più o meno falliti come scrittori. Più che ripetere lo stesso concetto non posso fare, che poi la tua reazione sia “stica”, o che il metro per misurare la serietà di una casa editrice vari da persona a persona, mi interessa relativamente.
      E ora chiudo perché tra 5 minuti l’aereo parte 🙂

  205. P.S. Qui ho letto più di un commento che diceva che “avvertire l’autore è obbligatorio”. Per curiosità sono andata a leggermi il regolamente di EFP (giusto perchè so che amate essere esatti nelle vostre asserzioni) e quoto:
    3. E’ possibile recensire fuori da EFP storie pubblicate sul sito?
    Si tratta di materiale che viene reso pubblico dagli autori e quindi niente impedisce di parlare di qualcosa che circola in rete. Correttezza (nonchè la netiquette) vorrebbe che l’autore la cui storia è stata recensita altrove fosse informato di questa recensione e che, al fine di recensire, non fosse trasposto il testo pubblicato sul sito, dato che l’autore in questione non avrebbe fornito l’autorizzazione a vedere il suo lavoro pubblicato altrove. Il che non impedisce di fare brevi citazioni.
    Qui si parla di netiquette e correttezza… dove è scritta l’obbligatorietà della cosa?

  206. Allora non è obbligo, semplicemente è un modo per pararsi le chiappette con erika…
    Mi sorprende la cosa, visto che seguendovi da molto vi ho sempre visto rispodere a tono citando leggi e regolamenti.
    Sarebbe più corretto dire: “caro autore, per evitare rogne con Erika devo dirti che ti ho recensito”, piuttosto che “da regolamente ti avverto”.
    Non siete voi quelli che sono per la puntigliosità?

    • Non hai capito. Come in tutti i regolamenti (gli ordinamenti, le costituzioni, fai te insomma), c’è quello che è scritto e quello che viene applicato. Il secondo è quello che ha valore. Spero di non dover condensare una lezione di filosofia del diritto in un post, non ne sarei in grado oltretutto.
      Ah, fermo restando che è la mia interpretazione (non sono staffer) e che magari invece c’è il comma c del quinto paragrafo della regola 187 bis che invece lo dice espressamente.

    • A parte comunque (e scusa il doppio post) che, anche volendo ignorare questa cosa, la netiquette è obbligatoria se si vuole vivere su internet.

  207. Se mai si dice “non mi sono spiegato”, parlando di netiquette… sei proprio maleducato e io non lo sono stata.

    • Oh, invece sì. A cominciare dal fatto che non ti firmi, per passare alle insinuazioni sullo staff. E se non hai capito una cosa non sono io a dover dire “non mi sono spiegato”, sei tu che non hai capito 😉

  208. Non firmarsi, quando sono una che ha lurkato fino a ieri e quindi non puoi conoscermi fa di me una maleducata? (visto che fra parentesi il sistema lo permette?).
    Chiedere spiegazioni allo staff in merito a date affermazione e commentare quello che tu (che per tua stessa ammissione non fa parte dello staff) hai asserito è da maleducati?
    Ripassati l’etichetta e le regole dell’educazione: dire a una persona “non hai capito” è indice di maleducazione, tanto più che tu non hai dato una spiegazione ma una semplice asserzione (digitare: Prassi, non è dare una spiegazione come hai fatto in un secondo momento, quindi sei tu che non ti sei spiegato).
    Vuoi che mi firmi, basta così poco a farti contento? Con piacere

    • Certamente: dire “prassi”, ad una persona che ha perlomeno un rudimento di diritto, equivale ad una spiegazione di dieci pagine. Impara a stare su internet, sei un’altra che su 4chan (o in un forum “duro”) resisti tre secondi a dire tanto. Te arrivi qui, fai una domanda dalla dubbia utilità, ti viene risposto, non capisci e inizi a dire vaccate a destra e a manca, ti viene fatto notare che non hai capito e ti offendi 😀 complimenti! Ah, la netiquette non è sinonimo di “buona educazione”, ma di “educazione internettiana”.

    • Sai Blaze cosa c’è? Ti rispondo quotando hedwigthenightowl (forse detto da qualcuno che bazzica abitualmente il forum ti fermerai a pensarci su): “L’aver bazzicato il mondo accademico per un po’ mi ha insegnato che non si dice mai a qualcuno che “non capisce”, “non capirebbe”, perché si pecca di superbia ed è una vera offesa nei confronti del proprio interlocutore, di cui, fino a prova contraria, tu non conosci le specialità in campo lavorativo (ma questo prima di tutto me lo hanno insegnato i miei genitori);”
      Ora mi rifiuto categoricamente di cadere nella trappola di un troll come te (e avendo lurkato da queste parti dovevo svegliarmi prima e ricordarmi chi tu sia e i tuoi commenti), mi chiedo solo una cosa: se fosse stato qualcuno ad essere così maleducato con uno dello staff quale sarebbe stata la reazione?
      Una cosa l’ha ammetto: il termine netiquette non riguarda le buone maniere… deriva sola dalla contrazione delle parole “net” e “etiquette” (che sono l’insieme di norme che regolano i rapporti nella buona società). Però aspetta! Etichetta è sinonimo di galateo e di buone maniere… che strana la lingua italiana!

    • Scusate nella foga ho scritto “l’ha ammetto” invece di “l’ammetto”

  209. Qui si parla di netiquette e correttezza… dove è scritta l’obbligatorietà della cosa?

    Se ci fai caso, abbiamo scritto che il regolamento CHIEDE, non obbliga. Nel regolamento di EFP si auspica che recensori su siti esterni avvertano gli autori: una cosa che chi pubblica su quel sito dovrebbe sapere benissimo (iscrivendosi si legge e accetta il regolamento dell’archivio, almeno in teoria) quindi chiedere “perché rompete i coglioni” è abbastanza inutile: avvertendoti stiamo solo facendo quello che ci viene chiesto di fare nella pagina del regolamento del sito.
    Lo abbiamo sempre fatto per correttezza. Poi, anni fa, una di noi fu bannata (con tanto di regola retroattiva creata ad hoc) da EFP per una recensione alla ficcy di un’amica di un membro dello staff; tra le varie motivazioni a cui si attaccarono fu proprio che la stessa autrice non era stata avvisata (il form per gli MP su EFP tende a mangiarsi i messaggi, presumo sia quello che è accaduto anche quella volta… non fu né la prima né l’ultima) comportandosi proprio come se contattare gli autori fosse d’obbligo e non una cortesia – una cosa alla “sì, in teoria non è obbligatorio ma è ovvio tu DEBBA farlo, stronza”.

    Quindi noi lo prendiamo come tale e contattiamo SEMPRE. Sia per via del regolamento di EFP, sia per correttezza (cioè per dare SEMPRE all’autore la possibilità di intervenire per difendere la propria storia) sia perché, abbiamo visto nel corso degli anni, chi non ha mai ricevuto il messaggio per motivi tecnici si è incazzato parecchio. Anche recentemente c’è stato chi si è lamentato di non essere mai stato avvertito.

  210. Con il massimo rispetto per te, Hyena (che hai esplicato benissimo il motivo per cui contattate l’autore), quoto un messaggio più sopra:
    “Roxelle, credo che “scocciarti” sia stato inevitabile in quanto è OBBLIGATORIO far sapere all’autore di una storia su EFP che la suddetta storia è stata recensita.”
    Chi l’ha scritto? Sempre The Blaze. Ora, un luker (che non è tenuto a sapere tutta la storia che tu hai avuto la gentilezza di spiegarmi) legge le parole di The Blaze e si va a leggere il regolamente di EFP. Risultato? Sinceramente ho pensato male di voi, mi sono detta: allora stanno facendo i troll e trovano scuse pessime per questa cosa.
    Se invece leggo “EFP e le regole della netiquette lo richiedono”, vado a controllare sul sito di Erika e non faccio una piega, anzi! Penso: che persone educate e rispettose.
    Ripeto: lurko questo blog da un bel po’, mi faccio sane risate e sono sempre dalla parte dello staff quando leggo risposte ai flame (ma le risposte devono essere logiche, vere e corrette).
    Faccio i miei più vivi complimenti allo staff e aspetto la risposta alla prima domanda che ho posto a Skeight, Hedwigthenightowl e Khorayn.

  211. Quindi tu hai chiesto delucidazioni allo staff per una cosa detta da una persona che non è membro dello staff, senza chiederla direttamente alla persona medesima e offendendoti dopo la spiegazione ricevuta da quella stessa persona? Comincia a diventare contorta, sta roba.

  212. Io sinceramente sono perfettamente d’accordo con quello che ha detto Skeight e aggiungo semplicemente che, secondo me (parere personale e opinabile, non sto certo cercando di convincerti che quello che penso io sia la cosa giusta) essere pubblicati è un grande riconoscimento in sé e per sé, perché dimostra che se non altro il tuo lavoro è stato considerato meritevole di pubblicazione da un editore. Ora, a meno che l’editore in questione non sappia fare il suo lavoro, e questo noi comunque non lo sapremo mai, mi sembra che Valpur abbia ricevuto un riconoscimento sul suo lavoro di scrittrice. Che poi il libro sia stato un flop non so quanto sia rilevante, in fondo Twilight è stato un successo mondiale e conteneva idiozie come vampiri sbrilluccicanti e vegetariani.
    Ripeto, questo è quello che penso IO e non sto cercando di convincere nessuno che sia la verità in terra, ma rimane la mia opinione al riguardo.

  213. Momento momento momento…
    Raffaella, intervengo per rispondere a un paio di punti che hai esposto.
    Premesso che tutta questo flame sembra più una cosa privata tra Valpur e Roxelle che altro
    Parlo a titolo strettamente personale, ma ti posso assicurare che da parte mia non è affatto così! Come ho ripetuto ventordicimila volte, io non ho niente contro Roxelle. Non la conosco, non so che faccia abbia, non so quali siano i suoi gusti in fatto di dolci o se preferisca gli occhi chiari o scuri. Non lo so e, onestamente, non mi interessa! Ma non per altro, semplicemente perché mi risulta di essermi limitata a criticare una sua storia. Se ritieni ci siano punti in cui attacco personalmente l’autrice ti prego di indicarmeli, perché eventuali offese non erano intenzionali (e credo comunque di non averne fatte).

    Non firmarsi, quando sono una che ha lurkato fino a ieri e quindi non puoi conoscermi fa di me una maleducata? (visto che fra parentesi il sistema lo permette?).
    Il sistema lo permette, però insomma secondo me è proprio brutto non firmarsi. Non fornisce una bella immagine per tutta una serie di motivi, non ultimo il fatto che se iniziano a spuntar fuori anonimi rispondere in maniera mirata diventa un casino.
    Tecnicamente il sistema permette anche di coprire di insulti la gente, però ecco, sarebbe meglio evitare 🙂

    Poi, se posso, vorrei dire una cosa riguardo il mio libro.
    Non l’ho tirato in ballo io e non cerco complimenti o altro. Ne ho parlato solo in risposta a Roxelle (che aveva detto che le sue vecchie storie non la rispecchiano più o qualcosa del genere) per dire che, nonostante l’ingenuità, io non rinnego quell’opera e mi ci riconosco ancora, anche se sicuramente è migliorabile dalla prima all’ultima parola.
    Tutto questo per rimarcare il fatto che NON mi interessa dimostrare di essere più brava di Roxelle, anzi, che non mi interessa dimostrare niente a gente che nemmeno conosco.
    Poi -concludo, giuro- da qualche parte era saltata fuori la frase “Chi non sa fare, critica”. Be’, io non so suonare il violino, ma se uno è un cattivo musicista me ne rendo conto pure io. Insomma, è una frase fatta abbastanza antipatica e soprattutto, secondo me, infondata.

    • Scusami, Valpur, forse non mi sono spiegata con il mio primo intervento. La cosa non riguarda in nessun modo te, il tuo libro o Roxelle. E’ un dato di fatto che difendere un libro dicendo “E’ stato pubblicato” vuol dire niente. Come qualcuno ha fatto notare, sono stati pubblicati Moccia e la Meyer (io ci metterei dentro anche la Rowling, ma qui siete tutti fan di HP e io sono solo una voce fuori dal coro). Quindi al domanda nasce spontanea: il fatto che un libro sia stato pubblicato lo rende bello? Oppure il fatto di non trovare un editore che voglia puntare sulla tua storia perchè sei giovane e sconosciuto fa del tuo libro uno schifo?
      Chi legge un opera può dare opioni in merito e uno puo rispondere “a me è piaciuto” oppure “per me è uno schifo”. Mi sembra un po’ sciocco difendere il tuo libro in quel modo (cosa che non hai fatto TU, ma altre persone). Fra parentesi sono convintissima (dopo aver letto le tue recensioni e i tuoi interventi) che tu non abbia bisogno di assistenza.
      Non solo sei in grado di difenderti da sola, ma potresti fare un c*** così alla maggior parte di quelli che si divertono a fare i troll.

  214. Valpur, non mentire.
    Tu mi ami, perchè lo nascondi? T_T

    Devo ancora recensire l’ultimo capitolo, forse lo faccio stasera. Quando posti il 7?

  215. Quando avrò un lavoro che non mi terrà impegnata undici ore al giorno 🙂

  216. Comunque penso che se qualcosa è consigliato non è obbligatorio, se no si direbbe obbligatorio… senza contare che, fosse per me, fotte sega se trovo la recensione per caso, cagai il forum 3 anni fa e avrei cagato anche questa. Solo che se mi contattano è come autorizzarmi a dare la mia opinione, e sia mai se perdo occasione di ciarlare 😛

  217. Rileggi, Roxelle. Il regolamento di EFP dice che è “consigliato”, ma membri di Fastidious sono stati bannati per non averlo fatto.

  218. si ma non è per non averlo fatto, è per non averlo fatto recensendo una amica della amministratrice.

    Cosa che io non sono. 😄

    • Sì, al 98%, non essendo tu amica di qualche membro dello staff – e non sembrandomi comunque tipo da andare a lamentarti da Erika – non credo che a EFP sarebbe fregato molto. Ma, dal momento che i mod di EFP hanno già ampiamente dimostrato che se hanno il boccino girato cambiano le proprie regole/ne inventano pure di nuove, ci limitiamo a fare come il regolamento chiede di fare e tanti saluti. Ci si sono attaccati una volta, potrebbero farlo ancora.

      Ti abbiamo avvertita (ovvero, Val lo ha fatto, visto che ad avvertire si occupa l’autore della recensione) perché lo facciamo con tutti. Chi per motivi tecnici non ricevette l’avviso si incazzò pure parecchio. Non abbiamo – per ovvi motivi – modo di sapere se l’autore X preferirebbe essere avvertito o meno, e non mi pare il caso di mandare l’avviso solo ad alcuni sulla base di un “non PENSO vorrebbe essere avvisato”, mentre magari avrebbe voluto sapere della recensione per poter rispondere. Quindi lo mandiamo a tutti e amen.

    • Eh, ma a differenza di EFP, noi trattiamo tutti allo stesso modo: se avvisiamo uno, avvisiamo tutti. Mi rendo conto che tu possa averlo preso come un tentativo di trollaggio, ma cercavamo solo di comportarci in maniera coerente.

  219. No, ma questo flame sta diventando un circolo vizioso! Si ritorna sempre all’inizio!
    Uèèèèèè funiculare senza currenteeeeee (=>Non so se significhi qualcosa in questo frangente, ma lo dice sempre il mio coinquilino “terùn” :p)

  220. O_o neanche io so cosa significa honestly. Mha. Che sia tipo la funivia bloccata senza corrente? o_O

    per me comunque non avvisandomi non avreste corso pericoli. Sul serio. Mi sarei accorta della recensione tipo 2 anni dopo. o 20.

  221. Lol pericoli no di sicuro 🙂
    Però lo staff di Fastidious è composto da persone oneste che, al di là delle regole di un sito, preferiscono avvertire dell’avvenuta recensione in modo da poterne discutere.

    Mi sto sentendo un po’nonno Simpson, continuo a ripetere le stesse cose O_o

  222. intendo, che non avrei lamentato della cosa con Erika perchè non sapevo le regole, non sono tipo da farlo, non avrei neanche risposto qua.

    Cioè, se uno viene e mi dice: ho detto pubblicamente che sei una merda! Io gli rispondo merda sarai te. Pubblicamente, ovvio.

    Ma se dopo 10 anni vedo che uno ha detto ai suoi amici di internet che sono una merda, beh, lo dico nel pensiero. Chiaro?

  223. grazie 😛

  224. ok Hyena, ho compreso.

    per mia fortuna non dovrò preoccuparmi di cose del genere in futuro.

    e non perchè io mi sia dichiarata a Valpur 😛

  225. Ok, sono l’ennesima lurker senza speranza (anche se fedele lettrice e ammiratrice da anni) che sbuca fuori all’improvviso, me ne vergogno e chiedo perdono… in effetti detestavo Splinder, mentre WordPress è la mia seconda casa, quindi forse potrei anche riuscire a lurkare un po’ meno, adesso. *rolling-eyes*
    …in ogni caso, come potrei non ringraziarvi pubblicamente, Roxelle per prima, per la spettacolare nottata che mi avete regalato? Ho sfruttato l’insonnia per rimanere a seguire il flame fino alle quattro del mattino, e non ridevo tanto leggendo qualcosa su Internet da tempo immemorabile.
    Grazie, e… 42! X°D

  226. Risposte randomiche:

    @Roxelle
    all’inizio ero mooolto pacata e lo avete riconosciuto tutti.

    No, io no. Mi auto-cito:

    “Puntualizzo che non sono nè scossa nè agitata perchè non sono più quell’autrice quindi non capisco per quale motivo dovrei prendermela per i vostri amabili cicalecci.
    … Sarà. Cioè, lo scrivi e io ti credo, però mi sa che sei migliorata come narratrice ma non come comunicatrice, perché sembri davvero irritata.
    Dai, magari tra qualche anno migliori anche in quello!
    Scommetto che fate tutto questo per poter trollare con i poveracci che prendono i vostri commenti come offese personali da lavare con il sangue, ma nel mio caso non attacca.
    No, veramente quando il “poveraccio” (che non consideriamo tale: il termine l’hai usato tu, noi evitiamo di parlare di autori) prende al recensione per quello che è e si fa due risate, noi andiamo in un brodo di giuggiole.
    Non è il tuo caso, dunque sì, siamo delusi.
    Peccato.”
    Giusto per amor di precisione, eh!

    @Raffaella
    Allora non è obbligo, semplicemente è un modo per pararsi le chiappette con erika…
    Alla domanda hanno già risposto, dunque mi concentro su questa affermazione.
    Scusa, che chiappe ci dovremmo parare?
    Contro noi EFP non può nulla. Al massimo può bannarci e, ancora, questo ci precluderebbe l’accesso ad una fetta del suo archivio, non a tutto il resto.

  227. @BellaLestrange

    La mia era una risposta a questa risposta che mi è stata data:
    “Prassi. La mater ficcynarum s’incazza sennò”
    Come andrebbe interpretata? Forse sono io che non ci arrivo, oppure chi ha scritto ciò non sa spiegarsi?
    La spiegazione di Hyena è stata molto più complessa ed esauriente: informate gli autori perchè una di voi è stata bannata perchè non l’aveva fatto.
    Quindi qual è l’ovvia conclusione?
    Ha molto più senso il tuo commento: “Eh, ma a differenza di EFP, noi trattiamo tutti allo stesso modo: se avvisiamo uno, avvisiamo tutti.”
    Però è stato fatto molto dopo la mia risposta a Blaze…
    Ergo, dov’è che la mia conclusione era sbagliata? Non era forse che le informazioni messe a mia disposizione non coincidevano con il tuo pensiero in merito?
    Sai bella, un consiglio da una che ora tornerà nel suo anonimato: a volte dire “mi sono spiegato male” è un’ottima cosa. Non è un’ammissione di essere cretini o quant’altro, non mette in dubbio la libertà di dire la propria e, tutto sommato, fa apparire una persona veramente matura.
    Quindi, scusami tanto, non mi piace minimamente che tu prenda un mio commento e lo estrapoli dal contesto in cui è stato fatto: in questo caso non ero l’unica colpevole del fraintendimento delle vostre intenzioni.
    Non sono nessuno per dare consiglio, ma una cosa la so: se il blog fosse mio e un utente rispondesse a domande cui solo lo staff può dare risposte esaurienti… mi incazzerei non poco con quella persona. Invece dai l’impressione che le cose funzionino in un altro modo: è stata data una risposta inesatta (o, quanto meno, incompleta) e me la prendo con chi (non sapendo che quella persona non era dello staff) ha tratto delle conclusioni…

    • Hai presente lo sketch di Aldo, Giovanni & Giacomo, dove Giovanni-controllore del bus dice a Aldo: “Lei è un ignorante, nel senso che ignora”? Ecco. “Prassi”, per chi ha due-conoscenze-due, ha un significato perfettamente chiaro. Se TU, e sottolineo TU, non capisci che con prassi si intende il “regolamento materiale” di EFP (cioè quello che viene applicato in pratica), contrapposto al “regolamento formale” (quello che sta scritto e che viene piegato alle esigenze di chi lo deve applicare, nel bene e nel male), non è un problema mio né dello staff né del padreterno.

    • Per uno che ha due-conoscenze-due della lingua italiana (preso dal dizionario): Prassi=procedura abituale, consueta oppure “l’attività pratica in quanto contrapposta a quella teoretica”.
      Quindi l’interpretazione della frase è: Consuetudine. Erika si incazza altrimenti.
      Ora la consuetudine si applica dove non c’è legge scritta. Visto che c’è un regolamento (e l’italiano, a differenza di quello che pensano in molti su EFP, non è un optional) che parla di “Correttezza (nonchè la netiquette)” non è sinonimo di “Obbligatorio”.
      Quindi sei TU, e sottolineo TU, che non ti sai spiegare. Cafone!

    • Vabbè, non ci arrivi, ti diverti a fare il disco rotto. Meglio le pubblicità del viagra a sto punto.

  228. Mi scuso e voglio chiarire con Bella: la frase “a volte dire “mi sono spiegato male” è un’ottima cosa.” non era rivolta a te. Mi scuso ancora per non aver spiegato che quella frase è detta in generale.

    • @Raffaella
      La conclusione che per te è ovvia, per me non lo è. Io vista la situazione creatasi in questo flame, piuttosto avrei pensato “toh, questi in realtà vogliono stalkerare/trollare Roxelle e si aggrappano al regolamento di EFP per giustificarsi” (e preciso, per chi si fosse messo all’ascolto solo ora: NON È COSì! XD).

      La mia risposta a quel passaggio del tuo commento è dovuta al fatto che consideravo impossibilità pensare che EFP potesse avere qualche potere su di noi. A questo punto è chiaro che fossi nel torto, visto che a te (e magari pure ad altri) è venuta in mente questa possibilità.

      Avevo capito che il tuo commento era una richiesta di informazioni dovuta a un fraintendimento e non un attacco, ma ero sbigottita per le ragioni spiegate sopra. Non avevo preso il tuo commento come un attacco, e la mia risposta era una puntualizzazione su cosa EFP può e non può fare; mi rendo conto che a volte risulto più polemica del dovuto nelle risposte.

      Su Blaze.
      È un utente che ci frequenta da un po’, ed ha voluto dare il suo contributo alla discussione.
      Non essendo un membro dello staff, comunque, non è tenuto a sapere tutto (perché, appunto, non è nei nostri cervelli) o a dare risposte esaurienti come un membro dello staff sarebbe tenuto a fare (pena la credibilità del sito stesso).
      (A titolo informativo: per sapere chi sia dello staff e chi no, devi guardare nella colonna sinistra: sotto “Autori” troverai i nostri avatar e, passandoci sopra, potrai leggere i nostri nomi).
      Non eri obbligata a sapere se Blaze fosse o meno dello staff, ma non era impossibile scoprirlo e lui non ha mai fatto intendere il contrario e, se un utente da una spiegazione a suo titolo, per noi non c’è problema. Certo, se avesse parlato a nome mio o di altri amministratori mi sarei incazzata, perché la sua risposta non era completa, ma non l’ha fatto: ha dato una spiegazione (molto spiccia) ma, come per tutti, parlava a nome suo.
      Se ti avesse dato informazioni sbagliate lo avrei ripreso, ma non l’ha fatto: come lui ha scritto, Erika si incazza se non avvisiamo, anche se sul suo regolamento non ci sono obblighi in questo senso. È uno dei motivi per cui segnaliamo, ma non è l’unico.
      Visto che la sua risposta non era esauriente, abbiamo precisato (prima Hyena e poi io); altrimenti avremmo scritto “è come ha detto lui”.

      Al momento state “litigando” tra di voi, spero risolviate ma eviterò di mettermi ulteriormente in mezzo, non perché me ne sbatta ma perché sono convinta che possiate risolverla tra di voi e che, in litigi del genere, l’intervento dell’amministrazione possa ben poco, e per lo più peggiori la situazione.

  229. Mi permetto di precisare una sola cosa.La ritengo importante. Nel famoso caso della recensione a “danno” di una ff scritta da un’amica dello staff di EFP (caso esaurientemente esposto da Hyena), l’autrice della recensione avvisò chi di dovere tramite il form fornito dall’archivio.
    Gli autori sono sempre stati correttamente avvisati: che poi, a volte, il sistema di messaggistica non funzionasse non dipendeva da noi.

  230. Grazie della precisazione arwen, ma non è questo il punto del discorso.

    • @Raffaella: solo un paio di cose e poi la chiudiamo qui. Sono staffer di questo blog praticamente da una vita e ti assicuro che -obbligatorio o meno- avvisare gli autori è sempre stata la regola. Se controlli nel regolamento per le recensioni del blog è chiaramente scritto che, nel momento della pubblicazione, bisogna avvisare l’autore. Che Erika e EFP lo considerino obbligatorio o meno, sinceramente, frega un cazzo. Per il regolamento interno del blog è obbligatorio.
      Per correttezza nei confronti dei autori e autrici in primis, dato che non ci pare giusto non dar possibilità di replica a una critica negativa.
      Ci sembra giusto così. E questa, IMHO, è la motivazione principale.
      La precisazione di Arwen era necessaria, perché in un commento hai scritto che una nostra staffer è stata bannata per non aver avvisato, mentre non è così. Le motivazioni del ban sono altre, che non sto a spiegare e che hanno a che fa con la quantità di citazioni nella recensione. La precisazione era necessaria perché altrimenti si ha l’impressione che la regola sia stata inserita dopo il ban, mentre è in vigore dall’apertura del blog. Tutto qui.
      Spero di essere stata il più chiara possibile e di aver risolto i tuoi dubbi.

    • “La precisazione di Arwen era necessaria, perché in un commento hai scritto che una nostra staffer è stata bannata per non aver avvisato, mentre non è così. Le motivazioni del ban sono altre, che non sto a spiegare e che hanno a che fa con la quantità di citazioni nella recensione.”
      Oddio, spieghiamola bene, questa cosa, o sembra che ci si contraddica: la motivazione (vera) era “hai recensito la nostra amichetta”.
      Dato che non potevano giustificarsi così, si sono attaccati al “non avete avvisato”, ma non avevano prove (era impossibile sapere se fosse colpa nostra o un errore tecnico).
      A quel punto, hanno detto che le citazioni superavano la percentuale di testo riportabile: EFP non ha mai dato una percentuale certa, ma controllando è risultato che era stato citato meno del 15%, che è la soglia al di sotto della quale è possibile citare un testo con copyright.
      Per salvarsi in extremis hanno detto che le citazioni erano troppe rispetto al testo della recensione stessa (e capirai bene che è un’idiozia attaccarsi a questo sia perché, in caso, a decidere la lunghezza delle recensioni dovrei essere IO e non Erika, dato che il blog non è suo, sia perché non è scritto da nessuna parte che una recensione debba essere lunga un tot in più delle citazioni riportate).
      Alla fine hanno deciso che la bannavano lo stesso (o, meglio: l’account di Odiolarow è bloccato da circa quattro anni, per accertamenti).

      Per approfondimenti sul caso, consiglio di leggere i messaggi sotto “Anche le VIF piangono” https://fastidiousnotes.wordpress.com/2007/10/15/anche-le-vif-piangono/

      Tornando a noi: nonostante sul loro sito ci sia scritto che avvisare l’autore non è obbligatorio, quando cercano scuse per attaccare i blog di critica lo diventa.
      Gli autori di EFP (tra i quali figurava Roxelle) accettano quel regolamento per come è scritto e non è colpa loro se poi viene interpretato diversamente da chi l’ha redatto, ma avendo noi scoperto a nostre spese come funziona, se qualcuno ce lo chiede diciamo che è obbligatorio avvisare, perché è così che effettivamente vanno le cose, nonostante il regolamento appaia permissivo.

    • Grazie per le spiegazioni, Bella. Anche perchè il commento di Winola mi aveva spiazzato alquanto, visto che la spiegazione di Hyena era proprio che lo staff di EFP aveva puntato sul fatto che avvisare fosse obbligatorio.
      Ora mi è tutto molto più chiaro. So che, magari, a qualcuno la mia richiesta di delucidazioni sarà sembrata “inutile”; ma visto che mi sembrate persone che tengono molto all’essere “precisi” volevo capire bene di cosa si parlava in merito alle accuse di “mi avete scocciato di nuovo”.
      Grazie ancora e buon lavoro.

  231. Per Raffaella:

    Guarda che io non ho citato la storia dell’essere pubblicati per difendere Valpur, perchè non so nemmeno chi sia e, come hai detto tu, non mi sembra che abbia bisogno della protezione di nessuno. Io ho citato il suo libro perchè leggendo i vari commenti sono rimasta perplessa dal fatto che Roxelle abbia usato come “arma” per offendere Valpur il libro che le hanno pubblicato.

    (cito, per correttezza:
    Mia cara Valpur, ho l’impressione che dimentichi il tuo magnifico aborto di stampa ossia il libro che hai pubblicato che immagino sia stato comprato dai tuoi parenti e dai tuoi amici e neanche da tutti e che a un anno dalla pubblicazione non era più reperibile ma a occhio e croce ricordava la Gilda dei Ladri di Palanthas e una delle millemila quest per i Malvagi di una qualsivoglia ambientazione gdr fantasy. O ti devo chiamare BlackRoseImmortal? Il fatto che tu sia qui a denigrare gli altri autori più piccoli di te la dice lunga sulla tua carriera di scrittrice nel mondo reale e, si, anche sulla tua vita.)

    A me a leggere queste frasi sembra di sentire un: “ah, non sei una brava scrittrice perchè ti hanno pubblicato un libro e non ha avuto successo!”
    D’accordo, magari Valpur non sarà Stephen King o chi per lui, ma non credo che gli editori pubblichino roba scritta in linguaggio sms per cui mi sembra che il fatto di essere stata pubblicata dimostri in una certa misura che Valpur se non altro sa scrivere. Poi il contenuto del suo libro non mi interessa, può anche aver parlato di coniglietti arancioni e carote volanti, rimane il fatto che l’aver superato una simile “selezione” secondo me è un punto di forza e non una debolezza, quindi non capivo in che modo Roxelle potesse usarlo come “materiale per insulti”.
    Io se incontro qualcuno che è riuscito a farsi pubblicare un libro per prima cosa gli faccio i complimenti, poi magari scopro che ha parlato di vampiri che si accoppiano con i licantropi e non lo andrò mai a leggere, ma rimane il fatto che quella persona è riuscita a superare una sorta di “traguardo”.
    Tutto qui.

  232. Ah già, prima che scopriate che il link di efp è un punto morto: ho cancellato le storie e cambiato il mio profilo da autore a lettore.

  233. Bene, ho appena finito di leggere tutta la discussione di Anche le VIF piangono (bellissimo il ban con successiva regola retroattiva, così come l’argomento delle ff tutelate dalla SIAE) e gran parte di questa… e come risultato ho un gran male agli occhi!
    Roxelle, non voglio far ripartire un flame che si è spento, ma come mai hai cancellato tutto?

    • non voglio dover rispondere tra 10 anni di una cosa che ho scritto anni fa, non so se mi spiego. Mi dà noie farlo. Quindi, visto che non posso impedire che venga esercitata la libertà di espressione ledo la mia libertà di autrice così siamo tutti felici.

  234. Credo sia quasi un anno che non passavo di qua, mi è venuta la voglia di vedere se eravate ancora attivi e trovo che siete sempre al top! Valpur la recensione è ottima, da morir dal ridere. Il flame invece un po’ noioso e ripetitivo, peccato.
    Un saluto da una lurker e sporadica commentatrice di vecchia data.

    Blu

  235. Ordunque… non so se effettivamente qualcuno si ricorderà ancora di me, perchè sono passati ad occhio e croce quindici secoli da quando commentavo recensioni su FanfictionsFever, poi mi sono data al lurkeraggio più spinto.
    La recensione mi è piaciuta e inizialmente pure il flame ha dato grandi soddisfazioni. Ho riso piuttostamente, in realtà, e per quanto le cose si ripetessero e continuassi a non capire perchè mai Roxelle si accanisse tanto nel portare ripetutamente le stesse accuse a prescindere dalle risposte. Cosa che continua, tra l’altro, a fare nel tipico discorso :

    – Voi mi avete contattata, mi dà fastidio!
    – Eh, ma è una cosa che dobbiamo fare…
    – Sì, ma a me ha dato fastidio!
    – Sì, ma lo dobbiamo fare
    [rit X 1000]

    che, in effetti abbiamo capito tutti che ti ha dato fastidio, ce l’hai detto! Dopo un po’, magari basta… vai a guardare allo specchio quanto sei bella, pensa ai successi della tua vita e lascia perdere.
    Beh, nonostante ciò, lei la capivo. E’ effettivamente stata disturbata (?), mentre si faceva i fatti suoi e ha il diritto di ripeterlo all’infinito, se le gira, facendo anche tutti i didpettucci del caso, se lo ritiene necessario. Cavoli suoi.
    Quello che non capisco è l’arrivo in extremis dell’Avvocato del Diavolo, alias Raffaella. A te non t’è venuto a cercare nessuno, perchè insisti? No, aspetta, di più… perchè ti attacchi ad ogni cosa possa mai passarti per la mente, facendo ripartire tutta la confusione che si stava spegnendo (e ripartire in modo nemmeno molto divertente, in realtà)?
    Posso dire, proprio mia opinione… mia di me, che me ne sto nel mio angolino buio da tempo immemore, che in realtà io l’intento polemico ce lo vedo eccome? Tanto per cominciare, se sei lurker da tanto tempo (magari addirittura quanto me, chissà) dovresti sapere come funziona e basta… ti viene in mente dopo secoli di chiedere perchè avvisano gli autori e di tirare fuori una grana perchè “essere Anonimo è bello e il sistema me lo permette!” (quando, insomma, la storia degli anonimi è vecchia come il mondo). Mi ricordo una volta, tanto tempo fa, quando ancora i dinosauri abitavano la terra, autrici che si firmavano in modi diversi per difendersi da sole. Erano quasi quasi più interessanti di quest’ultima riaccensione della polemica.

  236. Continuo a sperare che il flame ricominci.
    *nostalgica*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...