Gloria in excelsis

Una grande casa.
Sembra vecchia. Lo è.
-Zoom-
La porta. Si apre e cigola.
Corridoio buio. Tappezzeria muffa e stinta.
In fondo, sul pavimento di legno sollevato dall’umidità, una botola.
-Zoom-
Una cantina. Soffitto a basse volte di mattoni anneriti.
Nell’angolo, a terra, un oggetto nero, lungo due metri circa.
Una cassa da morto.
Uno scricchiolio. Il coperchio si solleva.
E lì…

Cosa ci fate in casa mia? Eh? Una vecchia signora non può requiescere in pace, o farsi un sonnellino che dir si voglia, senza essere disturbata?
Mah, che tempi, che tempi!
Va bene, ormai sono sveglia. E non stupitevi, con la lombaggine che ho è proprio il caso che dorma sul duro.
Comunque. Prima di chiudere i miei presbiti occhietti coperti da graziose cataratte grigio pallido stavo leggendo. Questo: efpfanfic.net/viewstory.php?sid=468647&i=1, opera di Pinca.
Perché dovete sapere che sono nostalgica. Ah, i giorni di Hogwarts, quel vetusto castello pieno di spifferi, con le sue aule gonfie di ragnatele e conoscenza, con le stesse facce rassicuranti… almeno, credevo fosse ancora così.
A quanto pare a Hogwarts c’è una tipa nuova.
Ancora. Spuntano come verruche. Questa si chiama Gloria Weston.
Ci si presenta con una sequela di lagne senza fine: lei è serpeverde (perdona le maiuscole, Salazar, sono scivolate via dalla pagina), ma non piace a nessuno. La Parkinson la insulta, Zabini è sfacciato con lei (cosa che mi stupisce, era un ragazzo tanto posato e sulle sue!), e per farla breve la cricca di Malfoy le fa i dispetti. Cattivo Draco, dovrei sgridarti ma ti darò delle caramelline.
La dolcissima Gloria ci comunica che, quando non viene sfottuta, viene ignorata come un misterioso arazzo di Tonny il tonnone, noto solo a lei. Piccola cara, quella è la pescheria. Hogwarts è due traverse avanti.
Ma la povera fanciulla non viene mal tollerata solo dai suoi compagni di Casa: pure Ginny, che lei vede come “viziata” (mi sfugge come quei morti di fame dei suoi genitori possano viziarla, visto che vive di abiti smessi e libri di seconda mano), la ritiene origine di ogni male del mondo. E dire che la nostra cara Gloria ha persino salvato la vita a Potter, cosa di cui nessuno la ringrazierebbe.
E allora perché nessuno la sopporta? Perché di colpo da opossum morto spalmato sull’asfalto è diventata, a suo dire, mascotte dei Serpeverde e male elementale per tutti gli altri?
La risposta ci viene astutamente suggerita già nel primo, frizzante capitolo, ma solo nel secondo (ebbene sì, miei adorati licheni da lapide) questa scottante verità ci prende come un pugno e ci gela di sconforto.
Ma anche no.
Gloria è figlia di Voldemort.
Ora, ciccina, non è che questo ti renda speciale eh! Là fuori, nel cupo mondo delle ficcyne, pullula di rampolli più o meno ufficiali del Signore Oscuro (a lui ogni benedizione). Mettiti in coda.
Ma torniamo un attimo al primo capitolo.
Vi ricordate che vi avevo detto che i Serpeverde (sì, la S è maiuscola) ce l’avevano un pochino con lei? E magari non vi siete chiesti perché?
Lei vive in orfanotrofio e non è Purosangue.
Certo, non fa una grinza. Io me lo vedo proprio Tom Orvoloson Riddle, Lord Voldemort, il Signore Oscuro, Colui-Che-Non-Deve-Essere-Nominato, quello che si vergognava di avere un padre Babbano tanto da ammazzare lui e relativa famiglia… dicevo, me lo vedo proprio questo protonazi senza naso che prende, va da una Babbana a caso e la ingravida.
Ma sono ingenua, non riesco a comprendere che questo improvvido accoppiamento darà alla luce nientemeno che… Gloria Weston. E sticazzi.
Silente, all’alba dei quindici anni della giovincella, la convoca; probabilmente nel suo ufficio aleggiava un dolciastro fumo azzurrino, e sulla scrivania facevano bella mostra di sé filtri, cartine lunghe, sigarette mezze svuotate e magari una elegante pipa ad acqua alta settanta centimetri.
Voglio credere che fosse sotto effetto di stupefacenti, visto che ha il tatto di dire a una sua – per quanto trascurabile – studentessa “Tuo padre è Lord Voldemort”.
“No ma comunque vai tra, tipella! Ti faccio proteggere dall’Ordine della Fenice!”.
Al che, considerato che la protagonista ha l’età di Harry&Co. O giù di lì, la reazione sarebbe dovuta essere “L’ordine di chi?”.
E invece no. Gloria non è che si sconvolga poi molto. Capisce di essere una pedina importante per entrambi gli schieramenti e fa i capricci.
Voglio entrare nell’ordine della fenice. Voglio sapere tutto ciò che c’è da sapere, altrimenti non mi farò problemi a cambiare fazione” e pappappero!
Non so cosa abbia fatto per convincere il vecchio Silly, magari gli ha sequestrato l’MDMA minacciando di non ridarglielo più. Il Preside non si scompone. Fa sostanzialmente spallucce e acconsente. Cioè, ammette in una segretissima organizzazione guerrigliera una tizia minorenne che ammette candidamente di poter passare al lato oscuro giusto per ripicca. Ah, la serietà.
Ah, forse non avete notato: la narrazione prosegue a scatti e voli pindarici; una riga qui, due nel futuro, tre paragrafi due anni prima, mezzo dopodomani. Quindi non stupitevi e mantenete i nervi saldi.
Riassumendo per chi ha ormai la nausea per tutti questi balzelli: Gloria si autodefinisce molto carina, al quarto anno scopre di essere figlia di Voldemort ed entra nell’Ordine, il quinto anno ha il Marchio Nero sul braccio destro. Ce lo comunica così, d’amblè, lamentandosi di nuovo perché fa sempre male.
Ma questo non ci deve interessare, non ancora.
Dopo la fatidica chiacchierata col vecchio cannaiolo Gloria sbuffa e si annoia nel suo vecchio orfanotrofio durante l’estate; una bella fetta di Ordine la raccatta e la porta… dai Weasley.
Che culo eh?
(Che poi io ve lo dico pure, un giretto alla Tana, ai miei tempi, me lo sarei pure fatto: tanti bei giovanotti nel fiore degli anni, e quello che cura i draghi e ti prego domami, e i due Battitori che su su battete un po’anche me, e quello che cerca tesori e potrebbe esplorarmi quanto vuole… insomma, ce n’è per tutti! Ormai sono avvizzita come una prugna e rimpiango i bei tempi in cui potevo camminare senza inciampare nelle tette.)
Scopriamo che Parassita Potter è sempre lì, parcheggiato dai Weasley. E scopriamo anche che s’è rincoglionito ulteriormente col tempo.
Non ha passato Pozioni, niente G.U.F.O.
Sfigato.
Lupin glielo comunica col tatto di una mietitrebbia che passa su un nido di allodole. E, con la stessa delicatezza, aggiunge che sarà Gloria a dargli ripetizioni in vista di un esame di riparazione con Piton. Il tutto mentre mastica cibo, visto che poco prima si era tuffato sulle tartine al formaggio senza fare complimenti.
No, spiegatemi una cosa: se andate male in una materia la scuola ordina a un tizio a caso, che a malapena conosci, di un’altra classe e, presumibilmente, più giovane di te di preparati per saldare il debito?
Va bene che da voi Babbani la scuola va un po’a donnine facili, ma non siamo ancora arrivati a questo livello. Per ora. Spero.
L’ideona, comunque, è di Silente. Ah-ha! Così me la paghi, ragazzina, che mi hai chiesto di entrare nell’Ordine e io ti ho detto di sì mentre ero scimmiatissimo!
Strana didattica, devo confessare.
Vabbe’, gli adulti se ne vanno, i due giovini fanno conoscenza: Potter è imbarazzante, Gloria fa la sostenuta ma si sta già bagnando, e alla pessima figura di Harry che le chiede se è a Tassorosso la fanciullina sente un suono. Avete presente il rumore del ghiaccio secco, quando si spacca? Ecco, quello!
Io ho sentito il ghiaccio incrinarsi, quello secco proprio mai, ma la nostra protagonista ha i superpoteri: sente lo spezzarsi dei gas, il rumore di una sola mano che applaude e ha persino contraddetto Chuck Norris sopravvivendo.
D’altro canto, la povera Gloria alla Tana è a disaggio.
I gemelli cercano di farle uno scherzo ma lei, prima fra tutti –tutti!- i personaggi anche solo citati nella saga, li fa fessi. Ooooh! Ma allora è furrrba! Gloria sopporta poco tutti quanti, tranne Hermione, cui probabilmente fa pena. In realtà la nostra originalissima e misteriosa protagonista pensa che lei e la Granger siano simili, infondo. Anzi, infondo io. Gloria si scopre essere una bustina di tè.
In una manciata di righe Gloria e Hermione si alleano, fiere dei loro cervelli (gassoso ed evanescente il primo, concreto e brillante il secondo, ma comunque unici nel loro genere), fanno argute osservazioni sulla nazionalità delle capre (turche o tibetane? Dipende dal clima, diamine!) per inculcare un po’di scienza nel cranio rimbombante di Harry; in tutto questo Ginny rosica e fa il broncio e ha le mestruazioni per tutta estate.
Fine, per ora.
Essì! Mi spiace deludervi, cari i miei Stafilinidi dall’addome olezzante, ma la storia si sospende, in attesa di nuovi, scintillanti aggiornamenti.
Come andrà avanti questo stillicidio di maiuscole fuggite dallo schermo?
Scommettiamo che a Gloria, nonostante la sua giovane età, verrà affidato un compito analogo a quello del ben più esperto (e sexy) Severus? E che il Marchio Nero sul braccio destro avrà un ruolo (sempre che non serva solo a dimostrare come i Mangiamorte siano spesso poco più che bestie prive pure della nozione destra-sinistra)? E che in breve finirà a copulare come un coyote con Potter? E che l’OOC non verrà mai segnalato?
Quanti interrogativi, quale ansia pervade le mie vecchie membra rattrappite!
Bene, ora una tisanina di cicuta e digitale per tutti e poi a nanna!
Non vorrete mica che la strega cattiva venga a portarvi via?
O, peggio, che Gloria Weston vi si infili nelle mutande?

Annunci

47 risposte a “Gloria in excelsis

  1. graaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaande!!!!ho riso fino alle lacrime, complimenti vivissimi!!!!!!!!!! ;)un'altra mary sue abbattuta con arco e frecciate…

  2. "Che poi io ve lo dico pure, un giretto alla Tana, ai miei tempi, me lo sarei pure fatto: tanti bei giovanotti nel fiore degli anni, e quello che cura i draghi e ti prego domami, e i due Battitori che su su battete un po’ anche me, e quello che cerca tesori e potrebbe esplorarmi quanto vuole"Qui sono morta (e successivamente risorta).Sono l'unica che trovava pure un'(insana) passione per il pignolissimo Percy?

  3. "Potter è imbarazzante, Gloria fa la sostenuta ma si sta già bagnando"… grazie. Grazie di esistere!! XD

    Erin87

  4. In una manciata di righe Gloria e Hermione si alleano, fiere dei loro cervelli (gassoso ed evanescente il primo, concreto e brillante il secondo, ma comunque unici nel loro genere)  –> Lol! Anzi, seguendo la moda lanciata da "Esclamazioni antiquate", Acr! (assai copiose risa)*Skeight non loggato*

  5. (Che poi io ve lo dico pure, un giretto alla Tana, ai miei tempi, me lo sarei pure fatto: tanti bei giovanotti nel fiore degli anni, e quello che cura i draghi e ti prego domami, e i due Battitori che su su battete un po’anche me, e quello che cerca tesori e potrebbe esplorarmi quanto vuole… insomma, ce n’è per tutti! Ormai sono avvizzita come una prugna e rimpiango i bei tempi in cui potevo camminare senza inciampare nelle tette.)OhvalquantotiamoH!Lollissima! X°DDDParadoxìa

  6. GIURO. Oggi mentre girovagavo per EFP ho visto questa tavanata, letti i primi due capitoli e pensato che presto sarebbe finita nel mirino di Fastidious Notes…E stasera…eccola qui! Recensione assolutamente geniale.Lupin glielo comunica col tatto di una mietitrebbia che passa su un nido di allodole.LOL

  7. Che recensione, signora Valpur! Ho sputato via i polmoni dalle risate XDE' proprio un pezzo degno dei tempi d'oro di Fastidious, noi vecchiette lo sappiamo bene *tossicchia*Chris

  8. Davvero splendida anche questa recensione,davvero!"Che poi io ve lo dico pure, un giretto alla Tana, ai miei tempi, me lo sarei pure fatto: tanti bei giovanotti nel fiore degli anni, e quello che cura i draghi e ti prego domami, e i due Battitori che su su battete un po’anche me, e quello che cerca tesori e potrebbe esplorarmi quanto vuole… insomma, ce n’è per tutti! Ormai sono avvizzita come una prugna e rimpiango i bei tempi in cui potevo camminare senza inciampare nelle tette.)"LOL xD.

  9. Mi mancavano le vostre recensioni…ormai sono abituata a far un salto in questo blog ogni giorno *-*Grandi come sempre *O*

  10. Recensione stupenda! XDLa parte già citata tra parentesi mi ha fatta lollare (anzi, acrare, come piace a skeight) selvaggiamente e l'ho riferita di volata a Uomo. XD

  11. Sono riuscita a leggere solo una parte del primo capitolo della ficcy recensita: sono stra-sicura che è stata postata senza essere riletta nemmeno una volta.Onore e lode alla recensione di Valpur: il pezzo sui prestanti giovanotti della Tana mi ha fatto cappottare dalle risate.Come ho detto, nella lettura della ficcy mi sono arenata presto: rimanendo sulla superficie, non capisco molto i lamenti da Calimera di questa Gloria. Non è di sangue puro, ma nella sua casa chissà quanti suoi compagni Serpeverde (con la maiuscola) hanno i loro bravi scheletrucci nel loro armadio dinastico; non lo avranno sbandierato ai quattro venti, ma tant'è. A cominciare dal Capo Casa, che di puro (come sapremo alla fine della saga) aveva i sentimenti, ma di sicuro non il sangue (e nemmeno i capelli).E di Voldie-babbino-caro, ne vogliamo parlare?Avrà marchiato la lamentosa cucciola sul braccio destro per riconoscerla meglio? Avrà arruolato uno stuolo di avvocati-mangiamorte per frenare la pioggia di richieste di riconoscimento di paternità che gli piovono da ogni dove? Oppure, per mettere finalmente un freno a queste discendenze spurie, avrà preso la drastica decisione di avakedrizzarsi gli zebedei?Di nuovo, grazie a Valpur per la spassosa recensione.

  12. oddio sto ancora ridendo!i miei complimenti, recensione fantastica come al solito!Stefania (vi leggo da qualche mese ma sono sempre stata troppo pigra per commentare..)

  13. Stupenda recensione, nel segno sferzante di questo blog :-)In effetti  ho sempre pensato che Tom Riddle in arte Lord Voldemort abbia un gran fascino (credo che sia uno dei migliori villain inventati nelle varie saghe fantasy di cui si abbia memoria), ma da quel punto di vista…beh, non mi sembra davvero un Adone (ma siamo nel mondo magico, dopotutto…), penso che se anche avesse uno stuolo di ammiratrici/groupie che l'assediano non penserebbe a cose del genere…non fanno parte del suo orizzonte esistenziale.Si dovrebbe creare una specie di enciclopedia (magari del tipo wiki) per collezionare tutte le nuove parentele che il fandom assegna ai personaggi della Rowing, si è formata una sorte di letteratura parallela sulle avveuture delle supposte sorelle di Harry (e/o Draco), figlie di Silente (avute probabilmente in un momento di amnesia dal suo interesse primario….a parte l'erba pipa, ovvio), quelle di Piton (un altro che sinceramente non riesco ad immaginare in quei momenti).Salutoni, Karakitap (al momento sloggato)

  14. Grazie per i commenti stelline *_*Comunque no, per me Voldy è un cattivo da operetta, non impara dai suoi errori e si circonda di minion di una stupidità imbarazzante. L'unico con un cervello fa il doppio gioco e lui non se ne accorge.Ma soprattutto: vuoi uccidere Potter? Ok. Avada Kedavra: una prima volta non funziona, la seconda neanche… cosa ti fa credere che la terza sia quella buona? Cervellino bacato della zia, ma finiscilo a cazzotti piuttosto!

  15. Magnifica recensione naturalmente e per la prima volta, eh, mi è sembrato il caso di lasciare un commento: la parte in grassetto, quella evidenziata da altre commentatrici, mi ha divertito enormente.Complimenti per il sottile sarcasmo, naturalmente.Rossana.

  16. Bravissima Valpur.Concordo anch'io su Voldemort… credo che tra tutti i personaggi di HP sia quello più insulso e "classico": superpotente e arrogante in virtù di questa superpotenza, le prende sempre e non impara dai suoi errori… anche Silente (che è un po' la controparte buona che all'inizio assomiglia tanto a Merlino della Disney) ha comunque uno spessore narrativo decisamente superiore…In fondo io penso che un po' se lo meriti di essere messo al centro di queste fanfic… poi che tutto finisca per andare ben oltre la già scialbezza del personaggio è perché le ficcine sono le ficcine e difficilmente la cosa potrà cambiare…Evanderiel

  17. Massantapace, mi sono cadute le braccia e pure la mascella quando Silente ha detto "ma sì, salta nel carrozzone!" due secondi dopo essersi sentito dire che la tizia passerebbe al lato oscuro per ripicca. Mah.Il povero Voldemort si starà amaramente pentendo di quando, per arrotondare il suo magro stipendio di commesso a Nocturn Alley, ha deciso di aderire alla banca del seme. Errore fatale.Grande recensione, Val!

  18. Fortissimo! Trattengo le risate perchè se no mio padre mi prenderebbe per scema XDDD

  19. Ohhh, era da un po' che non venivo a sbirciare sul sito. DELIZIOSA recensione, avevo davvero bisogno di farmi qualche grassa risata.

  20. ma vi divertite a ridere sui lavori delle altre persone?
    ok sono la prima a dire che non sono fatti magnificamente, ma magari gli autori ci han creduto veramente, ci han messo impegno e dedizione…
    e voi stroncate cosi sul nascere i loro sogni….

    no comment davvero…. 

    Michela 

  21. #20: impegno che sarebbe stato probabilmente speso meglio su un libro di grammatica…

    T.

  22. @Michela, il tuo commento mi sembra riferito alle storie in generali piuttosto che solo a quella recensita qui, quindi ti rispondo per l'appunto in termini generali.

    ma vi divertite a ridere sui lavori delle altre persone?

    Condivido l'uso del termine divertirsi, meno su "lavori" riferito a opere scritte in cui il livello di impegno profuso è ben inferiore alla soglia minima per poter essere considerati frutto di lavoro…

    ok sono la prima a dire che non sono fatti magnificamente, ma magari gli autori ci han creduto veramente, ci han messo impegno e dedizione…

    I casi sono due: o non ci hanno messo impegno e dedizione, o ce li hanno messi e, visti i risultati, le carenze sono molto più gravi. In entrambi i casi, il fatto di pubblicare in un archivio pubblico li espone al giudizio pubblico a prescindere dal loro impegno. E, per inciso, il fatto che molti pubblichino senza preoccuparsi di rivedere e migliorare prima le proprie opere è indice di ben scarsa umiltà, dedizione o meno.

    e voi stroncate cosi sul nascere i loro sogni….

    Ma santa pace, che sogni? Ora pubblicare su un archivio pubblico di fanfiction dove chiunque può scrivere è un sogno? Se invece il sogno è di ottenere ammirazione dei lettori, o addirittura essere notati e pubblicati da Fazi, allora si può fare come quegli autori e autrici di fanfiction che davvero si impegnano per scrivere opere di qualità.
    Detto questo, attribuirci una influenza così forte da poter "stroncare" le aspirazioni altrui con una recensione è una cosa lusinghiera, ma temo non veritiera, purtroppo.

    no comment davvero….

    Dopo 44 parole di commento, mi sembra una conclusione adeguata.

    *Skeight non loggato*

  23. ma vi divertite a ridere sui lavori delle altre persone?
    ok sono la prima a dire che non sono fatti magnificamente, ma magari gli autori ci han creduto veramente, ci han messo impegno e dedizione…
    e voi stroncate cosi sul nascere i loro sogni….

    no comment davvero…. 

    no no, per carità, certe aberrazioni vanno stroncate sul nascere, prima che possano fare danni all'ecosistema

  24. L'unico modo per leggere questa ff è leggerla tenendo vicino il tuo commento. Diversamente, non si può sopravvivere. Tenetela lontana da Ahmadinecoso e Lord Gheddafi, potrebbero decidere di usarla come arma di distruzione di massa! XD

  25. NONNA VALPUR, ADOTTAMI! =D=D=D

  26. ti credi tanto migliore da poter criticare i lavori altrui? questa non è una recensione, è una vigliaccata per ridere addosso alla gente. se avessi avuto un minimo di buoni propositi avresti lasciato una recensione costruttiva direttamente sul sito dove hai trovato la storia. ma siccome sei una vigliacca, preferisci nasconderti qui nel tuo stupido sito per ridere con le tue tirapiedi che ti riempiono l’ego. vigliacca e superba! sicuramente ora ogni frase di questo messaggio verrà citata nelle vostre saccenti risposte, perché è così che operate. siete pessime!

  27. No, dai, deve essere uno scherzo: ho scritto sulla pagina facebook che una cosa bella del nuovo blog è che non c’è più una sfilza di “utente anonimo” nei commenti e appare un commento anonimo, per giunta di flame infarcito di tutti i luoghi comuni che abbiamo sentito nel corso degli anni (vista l’autrice della recensione, manca solo “Valpur culo”)? Please…
    “sicuramente ora ogni frase di questo messaggio verrà citata nelle vostre saccenti risposte, perché è così che operate.” –> Sì, e non c’è nulla di male. Si chiama rispondere per punti, e tra l’altro così facendo dimostriamo di dare peso al tuo commento, se no ci limiteremmo a ignorarlo. Dovresti apprezzare.
    “se avessi avuto un minimo di buoni propositi…” –> I solemnly swear that I am up to no good.
    “ma siccome sei una vigliacca, preferisci nasconderti qui nel tuo stupido sito per ridere con le tue tirapiedi che ti riempiono l’ego. vigliacca e superba!” –> ma se il blog è pubblico e accessibile a tutti, critici e commentatori anonimi compresi – e, tra le altre cose, noi avvertiamo sempre gli autori recensiti delle recensioni – che senso ha parlare di nascondersi?
    “siete pessime!” –> pessimI, per favore.

  28. …perché la recensione costruttiva è “oh, sì, mia cara, la trama è atroce, la grammatica anche però tvttbb lo stesso perché so che puoi migliorare, indi… take it easy and pat pat! :D”

    Ma per favore.

  29. Anonima/o, tesoro della zia, Skeight è stato anche troppo cortese a risponderti. Io non ti avrei degnata/o di un “ba”. Perché? Perché in alto a sinistra c’è un link a tutte le risposte che abbiamo dato alle STESSE ESATTE accuse e agli STESSI ESATTI insulti che ci hai rivolto tu, e tutti i visitatori vengono invitati chiaramente a leggerle anziché ripetere sempre le stesse quattro cose a cui è già stato ampiamente risposto.

    Tu evidentemente non lo hai fatto. Nel caso le avessi invece lette, mi domando quale sia lo scopo del tuo messaggio: le risposte sono sempre quelle, non è che per te cambino… almeno avessi provato con un’argomentazione nuova!

    Noia, noia, noia.

  30. io non ho ricevuto nessun messaggio di avviso e il fatto che non abbiate ricevuto un feedback ve lo avrebbe dovuto fare immaginare.
    la trama può anche non piacerti ma questi non sono affari miei. ma la mia grammatica non è assolutamente atroce, e il mio stile di scrittura è del tutto fuori da quello che si può definire ficcina.
    mi ha dato infinitamente fastidio però il fatto che qualcuno si sia permesso di trattare così un mio lavoro a mia insaputa e di usarlo per fare ridere gli amichetti suoi. cosa prevede adesso il vostro regolamento?

  31. La tua storia è su EFP. Se il messaggio non ti è arrivato mi spiace, ma non è colpa nostra: il form di EFP per gli MP non ha funzionato sempre correttamente, e lo so per esperienza personale. Non è la prima volta che accade, e noi non abbiamo modo di accertarci del suo funzionamento, né di sapere se il messaggio ha effettivamente funzionato.
    Una volta lasciavamo l’avviso di avvenuta recensione tra le recensioni su EFP (un avviso alla “sei stato recensito qui” con tanto di link alla recensione); era un ottimo modo per essere certi il messaggio arrivasse. Ma in seguito ci è stato vietato (era considerato spam, credo), e ora possiamo solo avvisare tramite il form “contatta”, senza poter mai essere certi al 100% che il messaggio arrivi.
    La mancanza di feedback non basta a capire se il messaggio sia giunto o meno: non è raro che gli autori non rispondano. Noi, da parte nostra, l’avviso di avvenuta recensione lo mandiamo. Sempre.

    ma la mia grammatica non è assolutamente atroce
    Valpur non ha preso di mira la grammatica; l’esempio di Odio era solo esemplificativo. Sono stati altri gli aspetti della fanfiction ad essere criticati, e questa è una questione di gusti, direi. Pubblicare una fanfiction su un archivio pubblico significa esporre la stessa al giudizio dei lettori, e tale giudizio può anche essere negativo. E, da regolamento di EFP – il regolamento che hai sottoscritto quando ti sei iscritta al sito – possiamo tranquillamente recensire le fanfiction lì pubblicate al di fuori del sito. Sul perché e il percome del blog ti rimando ai messaggi linkati in alto a sinistra.

    cosa prevede adesso il vostro regolamento?
    Nulla, direi. Tu sei liberissima di non apprezzare la recensione, liberissima di farci sapere che non apprezzi il blog, liberissima di ignorarci e così via.
    Noi siamo liberissimi di prenderne atto e continuare a recensire. Facile.

  32. “io non ho ricevuto nessun messaggio di avviso e il fatto che non abbiate ricevuto un feedback ve lo avrebbe dovuto fare immaginare.”
    Eh? Se parliamo di feedback automatici, non ne ho mai ricevuti: mi devo preoccupare? Se parli di una risposta personale tua, non tutte le autrici lo fanno, alcune ci ignorano e basta.

    “cosa prevede adesso il vostro regolamento?”
    Assolutamente nulla: è la tua parola contro quella di Valpur. Fino a prova contraria non ci sono colpevoli.
    Una volta EFP aveva un modo differente per contattare gli autori (tramite mail privata). Fosse ancora così sarebbe molto semplice, per noi, farci un account di posta certificata e avere la possibilità di provare le nostre azioni. Purtroppo EFP ha bloccato questa possibilità. Mi spiace epr i disguidi creati , ma non è colpa nostra.

    Al resto del blog: IL PRIMO FLAME DEL BLOGGHINO NUOVO, CHE EMOZIONE!

  33. Al resto del blog: IL PRIMO FLAME DEL BLOGGHINO NUOVO, CHE EMOZIONE!
    al resto del blog: divertitevi a banchettare con la carcassa emotiva di una persona.
    tanto ora non me ne frega niente più delle critiche vostre, so meglio di voi quello che creo. addio 😛

  34. “so meglio di voi quello che creo. ”
    Se tu sai di cosa parli e i lettori no andiamo benone…

    “al resto del blog: divertitevi a banchettare con la carcassa emotiva di una persona.”
    … Tendiamo un po’ al tragico o sbaglio?

  35. la carcassa emotiva di una persona.
    Semmai con la carcassa di una fanfiction, che non mi risulta essere un soggetto dotato di emozioni. Della persona dell’autore non ci siamo mai occupati, recensendo fanfiction e non esseri umani. XD

  36. Nuova piattaforma, nuovo flame.
    Vecchie regole, però e solita polemica. Su Fastidious si è sarcastici e magari impietosi? Sì. Non aperti alla discussione? Mai.
    Mi piacerebbe, una volta tanto, leggere un autore che difende la sua storia punto per punto, invece di prenderla sul personale e attaccare chi ha recensito.
    Le storie sono lì per essere lette e se qualcuno si prende la briga di recensirti, anche negativamente, io credo che sia una gran cosa.
    Se poi lo fa facendo ridere e prendendo le cose alla leggera, è ancora meglio, a mio parere.

  37. Ad ogni modo, mi sto stufando di questi insulti sempre rivolti al femminile: ci tengo a dire che tra i fan fedelissimi di Fastidious non militano solo frigide baldracche, ma anche una discreta compagine di sociopatici impotenti.

  38. difendere la storia punto per punto? ok, se posso.
    allora, innanzi tutto gloria non è una mary sue, non si bagna non appena vede Harry Potter e non ha il cervello di gas. ho pensato bene a tutta la storia e il fatto che sia l’ennesima “figlia di” non credo che la possa relegare all’essere per forza una mary sue.
    nella storia che ho ideato Voldemort non crea gli horcrux ma viene a sapere dell’esistenza di un libro della morte di magia araba, nel quale è custodito un incantesimo che permette di far tornare le anime dall’aldilà e farle incarnare in un corpo con il quale si ha un legame di sangue molto stretto, tutto questo in cambio dell’anima di quel corpo. per questo ha generato un figlio quando lo è venuto a sapere, per potersi prendere il suo corpo una volta arrivato il momento.
    infatti Gloria è un anno più grande di Harry, quindi non c’entra niente con la profezia e con lui. il nome originale e completo è Gloria anastasia riddle, e anastasia significa resurrezione, quindi il titolo della recensione si avvicina in effetti all’idea originale.
    il fatto che sia cresciuta in un orfanotrofio babbano è perchè l’ha voluto Silente, e non perchè la madre era una povera sciocca innamorata folle di voldermort che alla fine si rende conto dell’errore quando rimane incinta. io la madre non l’ho manco creata, non è importante.
    il fatto che sia poco integrata coi compagni serpeverde (si con la s piccola, tanto Salasar non si offende) mi sembra la cosa più ovvia visto che non è figlia a nessuno quando entra a scuola. Ginny la definisce viziata perchè comunque, in confronto a lei, ha due genitori e ben sei fratelli che la amano e non le fanno mancare niente, e per chi non ha proprio niente anche una sciocchezza può apparire un vizio.
    e poi mi pare che la recensione si attacchi a cose sciocche come di tonny il tonnone…. embè, me lo sono inventato io, è una fanficion, mi posso inventare anche una poltrona nella sala comune di Tassorosso (loro se la meritano la maiuscola) che non è mai esistita.
    inoltre non mi pare che il mio personaggio ci abbia provato con nessuno tanto da far uscire una frase di questo tipo: “O, peggio, che Gloria Weston vi si infili nelle mutande?”. poi lega di più con Hermione è proprio perchè è più matura rispetto a Ron e Harry.
    il fatto che abbia salvato la vita ad Harry Potter: in questi tre capitoli è solo un fatto anticipato che non è ancora stato narrato in questa fanfiction. lei non si lamenta perchè nessuno lo apprezza, anche perchè non lo sa nessuno oltre lei e silente. a causa di un incidente nella foresta proibita Harry è sul punto di morire e Gloria gli dona metà della propria anima per dargli una possibilità in più di sopravvivere. qui riprendo qualcosa di simile al concetto di horcrux, ma è del tutto diverso, sia per scopo che per modalità, e sarà proprio grazie a questo episodio che Voldemort, una volta sconfitto da Harry, riuscirà solo a possedere (come uno spirito maligno) il corpo della figlia senza riuscire a completare la sua resurrezione.
    Gloria non è speciale, non ha nessun potere inimmaginabile, non è super socievole che appena arriva tutti la adorano, non è la classica spietata cattiva serpeverde, non è la fragile ragazzina da salvare ne la supereroina che salva il mondo a posto di Potter. ho cercato di renderla il più normale possibile, ma questo non basta a quanto pare perchè i “figli di” sono automaticamente mary sue e gary stu.

  39. @Skeight, rassegnati. Non prenderanno mai in considerazione l’esistenza di fanwriter uomini.
    E anche quando lo fanno non so quanto conviene. Ho visto scene che voi umani…
    I solemny swear that I am up to no good –> sparge amore.

    Banchettare con la carcassa emotiva mi piace così tanto che lo userò in una mia prossima storia ❤

    E ora non metto il mio nome perché così appare anonimo nella lista in alto.
    Meissa in versione matura, ma così matura, ma così matura, che se cade si spatascia a terra.

  40. Non sono sicura di aver capito perché incentri tutta la risposta sul fatto che Gloria “non è una Mary Sue”, visto che in tutta la recensione Valpur non l’ha mai definita tale. Lo hanno fatto solo nei commenti. Stai rispondendo alla recensione o ai commenti?

    Comunque, non essendo io l’autrice della recensione e avendo giusto dato una scorsa alla fanfiction in questione, non credo di poter rispondere punto per punto; al limite lo farà il recensore. Mi verrebbe da puntualizzare solo un paio di cose che mi saltano all’occhio.

    il fatto che sia poco integrata coi compagni serpeverde (si con la s piccola, tanto Salasar non si offende) mi sembra la cosa più ovvia
    Innanzitutto, non è poi così ovvio che un’orfana venga trattata a pesci in faccia a Serpeverde solo perché tale. Tom Riddle era orfano, veniva da un orfanotrofio babbano, non aveva un cognome da mago… e aveva comunque una schiera di adoratori. Mi pare quindi evidente che almeno una possibilità di dimostrarsi “all’altezza” gli sia stata data. Non dico non possa accadere di avere rogne per il fatto di essere orfani eccetera, ma non è scontato si debba essere universalmente detestati.

    Un’altra cosa che nella recensione viene fatta notare è la tendenza di alcuni personaggi a fare cose senza senso, generalmente se la cosa riguarda Gloria. Esempio: Silente che ammette nell’Ordine una che ha appena annunciato che potrebbe passare dall’altro lato per pura ripicca non sta né in cielo né in terra. Pensaci un attimo: tu accetteresti in un organizzazione segreta (e la segretezza è importante, visto che alcuni fanno il doppio gioco) impegnata in una guerra qualcuno che ti dice “se non mi fate unire a voi e non mi dite tutti i vostri segreti passo dall’altro lato senza pensarci due volte, pappappero”? Ovvio che no: sarebbe da folli o da deficienti, e Silente non è né l’uno né l’altro. Senza contare che si diventa membri dell’Ordine solo se maggiorenni: persino il trio dei miracoli è solo protetto dall’Ordine e non ne fa parte fino al compimento dei diciassette anni, maggiore età nel mondo magico; la tizia invece è minorenne ed entra. Quando le “regole” di un universo ben definito cambiano (e personaggi intelligenti e calcolatori prendono decisioni suicide) per i comodi del personaggio originale protagonista c’è qualcosa che non va. E quello che non va è che il personaggio diventa “speciale” in rapporto agli altri, per quanto si provi a dire che no, non è speciale.

    Sempre riguardo la scena con Silente: non mi convince la reazione emotiva pari a zero alla notizia che oh, è figlia di Voldemort, mica dell’omino della Michelin. La protagonista non mostra alcuna reazione vera e propria. Sì, DICE di essere atterrita, DICE di essere scombussolata, ma lì finisce; nessun approfondimento psicologico, nessuna vera reazione, nulla. Elettroencefalogramma piatto. La regole dello “show, don’t tell” è d’oro in questi casi, altrimenti i personaggi risultano piatti come sottilette. Onestamente, mentre Gloria medita sul da farsi pare stia cercando di decidere se mettere lo smalto rosso o quello rosa, non di decidere da che parte stare in una guerra magica dopo aver scoperto che il mago oscuro più potente eccetera è suo padre. DIRE che un personaggio è sconvolto ma si comporta in maniera sicura non è sufficiente a dare credibilità alla sua reazione. Di nuovo, “show, don’t tell”.

    E dopo questa – mancata – tempesta emotiva se ne esce con un ricattuccio che pare un capriccio da bimba delle elementari, il tutto con una nota di autocompiacimento perché oh, ora Silente sa “con chi ha a che fare” ed è impressionato. Impressionato? E perché? Tutto quello con cui ha a che fare è una ragazzina che prende la guerra come un gioco in cui si fanno i dispettucci; un Silente vagamente IC le avrebbe gentilmente detto di tornarsene a lezione e di lasciare la guerra ai grandi, e poi l’avrebbe fatta tenere d’occhio a sua insaputa.

  41. Sono andata a rileggermi la fanfiction (perdonami, ho la memoria di un criceto e non me la ricordavo più).

    Dici che non è una MarySue ed essendo io al primo capitolo della fanfiction (e comunico in anticipo che non la leggerò tutta stasera, perdonami ma sono un po’ fritta), ti credo. D’altra parte nemmeno Valpur l’ha definita così (il termine compare solo in un commento anonimo), dunque perché sprecare tempo su questo punto? Andiamo avanti.
    La questione del gas era ironica e legata al ghiaccio secco che si spacca. E non commenterò ulteriormente questo o altri casi simili: l’ironia, se spiegata, perde il suo fascino.

    “io la madre non l’ho manco creata, non è importante.”
    Personalmente l’avrei fatto, anche se poi non ne parli durante la fanfiction può sempre tornare utile per la caratterizzazione della protagonista, comunque scelta tua. Non mi pare sia stata criticata la figura della madre, quanto la scelta di Riddle di andare “con la prima che passa”.
    Andiamo avanti.

    “il fatto che sia poco integrata coi compagni serpeverde (si con la s piccola, tanto Salasar non si offende)”
    Ma scrivimi che ti è scivolato il dito dal “Maiusc” che ci fai una figura migliore!

    “nella storia che ho ideato Voldemort non crea gli horcrux ma viene a sapere dell’esistenza di un libro della morte di magia araba,”
    Se l’avessi accennato nella storia, probabilmente Valpur (e tutti noi) avremmo capito di più. L’unica cosa che ho trovato a riguardo, invece è questo:
    “Questa pagina non so come spiegarla, mi è venuta e basta! Non so se sarà una long fiction o solo un inizio alternativo e più accattivante della ff “ l’anima spezzata” che sto continuando a scrivere. ”
    Ok, è legata ad un’altra storia… Ma se tu mi dici che è un inizio alternativo io potrei pure pensare che il libro, in questa fanfiction, non c’entri nulla.
    Tra l’altro è un po’ la stessa cosa del “so meglio di voi quello che creo”. E grazie tante che lo sai meglio di noi! Lo crei, non lo scrivi, e poi ti giustifichi dicendo “eh, ma è così”. Eh, ma se il lettore non lo sa può tranquillamente pensare che Voldemort abbia deciso di provare le gioie del sesso “tanto per”!

    “Ginny la definisce viziata perchè comunque, in confronto a lei, ha due genitori e ben sei fratelli che la amano e non le fanno mancare niente, e per chi non ha proprio niente anche una sciocchezza può apparire un vizio.”
    Se proprio è più fortunata di lei; Gloria potrà benissimo invidiarne la felicità, ma dire che è viziata è andare totalmente fuori strada.

    “e poi mi pare che la recensione si attacchi a cose sciocche come di tonny il tonnone…. ”
    Quella era una cosa che faceva ridere, ma la recensione si attacca più che altro ai buchi nella logica di questa fanfiction, come il fatto che Silente faccia entrare una marmocchietta nell’Ordine della Fenice perché “altrimenti vado ad aiutare papino, gné gné”.

    “lei non si lamenta perchè nessuno lo apprezza, anche perchè non lo sa nessuno oltre lei e silente. ”
    Ah, no?
    “Mi ero abituata così bene agli insulti della Parkinson prima di andare a dormire, alle battutacce di Nott, alla sfacciataggine di Zabini e ai dispetti di Malfoy & Co, che adesso quasi mi mancano in confronto a quello che devo subire.”
    “Certo, ora non sono più in prima pagina, e già questa è una cosa positiva, ma non mancano i soliti articoli dei giornalisti più temerari che non fanno altro che inventarsi storie e darmi contro.
    Fatto sta che ora mi ritrovo addosso le antipatie di tutti (tranne, come avevo detto prima, dei miei compagni di casa, e dei loro cari genitori mangiamorte).
    Vi starete chiedendo “perché?”, “ cosa sarà mai successo a una ragazza così carina, dolce e gentile?”, o con più probabilità starete pensando “ma chi se ne frega!”, e in effetti non avete tutti i torti. ”
    “mi ritrovo a dover sopportare gli sguardi inquisitori, e molti terrificati, di tutta la scuola, nonostante io non abbia mai fatto del male a nessuno!
    È mai possibile che io non possa guardare storto più nessuno che questo scappa terrorizzato?
    È possibile che io non sia più libera di fare quello che voglio senza attirare sospetti e diffidenze?
    È concepibile rischiare la propria vita per salvare una persona, e buttare un mese della propria esistenza in un letto d’infermeria, senza essere accusata di chissà quale malefico complotto terroristico-omida?”
    Ma per fortuna che non si lamentava! Queste vengono solo dal primo capitolo, e nemmeno le ho citate tutte.

    “Gloria non è speciale, non ha nessun potere inimmaginabile”
    … A parte poter spezzare la propria anima in due in maniera del tutto istintiva per poter salvare un compagno di scuola. Da qualche parte, Dobby sta sfanculando Harry Potter, se davvero era così facile salvargli la vita.

    “ho cercato di renderla il più normale possibile, ma questo non basta a quanto pare perchè i “figli di” sono automaticamente mary sue e gary stu.”
    No. Ma se i personaggi della storia inizino a comportarsi in maniera irrazionale per far risaltare determinate caratteristiche o azioni della protagonista, allora la trama ha serissimi problemi.

  42. hedwigthenightowl

    “il fatto che sia l’ennesima “figlia di” non credo che la possa relegare all’essere per forza una mary sue”
    Tralasciando che Valpur non ha mai parlato di Mary Sue, nella recensione si critica l’originalità dell’essere l’ennesima “figlia di” e l’utilizzo del personaggio sfigato e odiato da tutti, creato così perché -oh- se è odiato da tutti non è una Mary Sue! Sinceramente, preferisco un personaggio anche anonimo, normale -né troppo sfigato né troppo popolare, insomma- che entra a far parte degli eventi di una storia in maniera del tutto casuale, piuttosto che farcela entrare a forza con legami familiari che hanno dell’assurdo.

    “nella storia che ho ideato Voldemort non crea gli horcrux ma viene a sapere dell’esistenza di un libro della morte di magia araba, nel quale è custodito un incantesimo che permette di far tornare le anime dall’aldilà e farle incarnare in un corpo con il quale si ha un legame di sangue molto stretto, tutto questo in cambio dell’anima di quel corpo. per questo ha generato un figlio quando lo è venuto a sapere, per potersi prendere il suo corpo una volta arrivato il momento.
    infatti Gloria è un anno più grande di Harry, quindi non c’entra niente con la profezia e con lui. il nome originale e completo è Gloria anastasia riddle, e anastasia significa resurrezione, quindi il titolo della recensione si avvicina in effetti all’idea originale.
    il fatto che sia cresciuta in un orfanotrofio babbano è perchè l’ha voluto Silente, e non perchè la madre era una povera sciocca innamorata folle di voldermort che alla fine si rende conto dell’errore quando rimane incinta. io la madre non l’ho manco creata, non è importante.”
    Scusa, ma… me cojoni! Cioè tutto ciò nella storia che Valpur ha recensito non c’è e lei non poteva certo intuirlo leggendolo fra le righe.

    “il fatto che sia poco integrata coi compagni serpeverde (si con la s piccola, tanto Salasar non si offende) mi sembra la cosa più ovvia visto che non è figlia a nessuno quando entra a scuola. Ginny la definisce viziata perchè comunque, in confronto a lei, ha due genitori e ben sei fratelli che la amano e non le fanno mancare niente, e per chi non ha proprio niente anche una sciocchezza può apparire un vizio.”
    Come scrive Valpur, Ginny è tutt’altro che viziata, essendo l’ultimogenita, che ha sempre avuto tutto di seconda mano e, visto che i Weasly devono mantenere sette figli, non penso che poi le facessero tutti questi regali. Al massimo potrebbe invidiarla, visto che, come scrivi tu, ha una famiglia numerosa e Gloria è cresciuta in orfanotrofio.

    “a causa di un incidente nella foresta proibita Harry è sul punto di morire e Gloria gli dona metà della propria anima per dargli una possibilità in più di sopravvivere. qui riprendo qualcosa di simile al concetto di horcrux, ma è del tutto diverso, sia per scopo che per modalità, e sarà proprio grazie a questo episodio che Voldemort, una volta sconfitto da Harry, riuscirà solo a possedere (come uno spirito maligno) il corpo della figlia senza riuscire a completare la sua resurrezione. Gloria non è speciale, non ha nessun potere inimmaginabile, non è super socievole che appena arriva tutti la adorano, non è la classica spietata cattiva serpeverde, non è la fragile ragazzina da salvare ne la supereroina che salva il mondo a posto di Potter.”
    Fammi capire: è una supersfigata odiata da tutti,che si scopre essere la figlia di Voldemort, ha il marchio nero sul braccio destro, è abbastanza intelligente da dare lezioni private di pozioni a Harry, gli salva pure la vita donandogli metà dell’anima e, in questo modo, impedendo la completa resurrezione di Voldemort attraverso di lei, e dici che non è una Mary Sue, ma una ragazza normale?

  43. hedwigthenightowl

    scusatemi… mentre scrivevo, non ho visto che anche Hyena e Bella avevano risposto e ho ripetuto più o meno i concetti… XD

  44. Si vede che abbiamo pensato le stesse cose, leggendo la stessa storia. Qualcosa vorrà dire.

  45. Sempre riguardo la scena con Silente: non mi convince la reazione emotiva pari a zero alla notizia che oh, è figlia di Voldemort, mica dell’omino della Michelin
    Io sarei più sconvolto dalla seconda eventualità XD

  46. Io sarei più sconvolto dalla seconda eventualità XD
    *Manda amore a skeight*

  47. Avevo scritto un papiro di commento. E mi si è cancellato. Provo dell’odio.

    Pinca. Era una fanfiction. Non una carcassa emotiva. Te l’ha già detto Hyena. Ho controllato tra gli incisivi e non ho pezzi di sentimenti incastrati, quindi non sono contraddicibile.
    Partirò con una sana requisitoria contro l’amico anonimo (che sono certa essere femmina), che dà a me della vigliacca e non si firma. Ah, la fiera della coerenza. Per la cronaca, ho un nick abbastanza singolare da cui è persino possibile risalire a nome e cognome, quindi non fatemi ridere e usate degli insulti un po’più elaborati e artistici (non “Valpur Culo”, che rimane un capolavoro dell’ermetismo inarrivabile).
    Superba? Io? Sicuramente. Mi ritengo migliore di molte persone, ma non recensisco per lucidare il mio ego, che grazie dell’interesse ma è già appagato dalla mia brillante carriera accademica; lo faccio perché mi diverte, mi fa ridere, pertanto continuerò a farlo quando e come mi sembrerà opportuno.

    Pinca, tu dici che la tua grammatica non ti sembra atroce. Io la trovo sciatta e priva di cura (quella faccenda delle maiuscole, davvero, mi sembra ridicola: usale quando è opportuno, non è una licenza poetica, ma un vero errore!), mentre lo stile, che tu non ritieni essere da “ficcina”, per me è superficiale, per nulla intrigante. Anche in questo caso portare quasi a vanto il fatto di non aver creato una madre per la protagonista è solo un punto a tuo sfavore, un aspetto indubbiamente importantissimo (dai, quel frigidone di Voldemort che fa figli? E spiegamelo, che potrebbe essere interessante!) che, nella sua trascuratezza, è cifra di attenzione insufficiente.
    Gloria mi sta profondamente antipatica. Non ha una sola caratteristica che me la faccia considerare come ben integrata nel Potterverse. Certo, lei è il centro di tutto. Tutto tuttissimo: ha un rapporto speciale col protagonista della saga, è migliore amica della protagonista femminile e guarda caso odia Ginny (che, ricordiamolo, è ‘na poveraccia a cui manca quasi il pane in tavola); il problema, credimi, non è che sia figlia di Voldemort (che *è* un problema, come ho detto prima, è campato per aria), ma che non ha spessore. Il termine Mary Sue non è mai uscito dalle mie dita, ma evidentemente a qualcun altro il dubbio è venuto… ci sarà un motivo. Non serve clamore per far uscire un personaggio dalla pagina, bastano umiltà e attenzione.
    Lo dici tu stessa: tante cose non le spieghi, non le approfondisci, le butti lì e basta. E no, non va bene.
    Non ritengo di essermi aggrappata a chimere o invenzioni per stroncare dei passaggi obiettivamente discutibili: mi hai dato materiale in abbondanza per farmi quattro risate. Succede, quando si dà in pasto una propria creatura al crudele pubblico là fuori. Succede spesso e lo so anche meglio di te, fidati.
    Ciò detto, a ciascuno i suoi hobby.
    So long, and take it easy.

    Val *sparge amore chimico*

    (Dannazione, ora mi gira di recensire di nuovo; e ho tre articoli in ballo che sto scrivendo di notte, visto che passo la vita in un laboratorio. Ma torneròòòò *nube di zolfo, dissolvenza, titoli di coda*)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...