La speranza è l'ultima a morire. Purtroppo.

Onorati Mangiamorte, Dissennatori e corrotti membri del Ministero,
Pensavate di averle viste tutte, nella Terra di Mezzo, ma proprio tuttetuttetutte: zingare di cocciantesca memoria che danzano attorno ai fuochi degli sterminati campi del Pelennor, sbarchi di suesche clandestine sulle sacre rive di Valinor, improbabili eredi acquisite di augusti sovrani elfici… ma no, non ancora. La speranza è l’ultima a morire, e Speranza è proprio il titolo dell’opera che questo tribunale si accinge a giudicare. L’autrice è PetaloDiCiliegio. Le coordinate, le seguenti: http://www.efpfanfic.net/viewstory.php?sid=322349&i=1.

La Compagnia dell’Anello è stata formata; tutti son pronti a partire… ma manca qualcosa. Anzi, qualcuno. Anzi, qualcuna.
Sì, qualcuna che profuma di miele, sandalo e lillà. Qualcuna dalla quale dipendono le sorti della missione, della Terra di Mezzo e dell’Universo intero. Qualcuna che porta l’evocativo nome che inizia con Mary e finisce con Sue. Qualcuna senza la quale la compagnia non è ancora al completo…Gandalf, dovrai occuparti te (non so se a parlare a Gandalf sia Nek o Tiziano Ferro) del decimo membro della compagnia, partirete questa notte, giungerete fino al Bosco del Silenzio e lì sarà tuo compito convincerla a unirsi al gruppo…come tu sai già senza il suo aiuto non avrete alcuna speranza di giungere a Mordor e tanto meno di distruggere l’oscuro signore.
Ma a parlare no, non è né Nek né Tiziano Ferro. E’ Elrond.
E davanti a tale modo di parlare, più che alla notizia di doversi mettere sul groppone l’ennesimo pivello da svezzare, Gandalf perde ogni speranza:
-ebbene sia, partiremo questa notte e l’impresa sarà già ardua dall’inizio, convincerla a unirsi a noi non sarà affatto facile…
Aveva reagito meglio quando Frodo si era proposto di portare l’Anello a Mordor.
Senza contare che, al Consiglio di Elrond, hanno partecipato TUTTI i rappresentanti di TUTTI i popoli liberi della Terra di Mezzo. Perché nove persone devono scomodarsi ad andare a raccattarne una decima? Pesantezza di deretano, forse?
-è l’unica speranza che ci rimane…- sospirò Elrond sentendosi pronunciare quelle parole che tanto aveva temuto e che erano intinse fino al midollo della verità
Ah… uhm. Hem-hem. No! Insomma, no. L’unica speranza che rimane è che Frodo raggiunga il Monte Fato. Che lo raggiunga solo o con un’intera corte di persone che gli cambiano il pannolino, non ha importanza. L’unica speranza per la Terra di Mezzo è Frodo Baggins, non Mary Sue. No, nemmeno se suddetta Sue ha… no, non ve lo dico adesso. Voglio che vi venga un coccolone così come è venuto a me, in real time.
Ad ogni modo.
Come se a Gandalf non ne fossero successe abbastanza, è proprio lui che deve dare la lieta novella; tant’è che la recluta (recluta… avrà voluto dire reclutamento, vero? Sì, avrà voluto dire reclutamento) del nuovo membro aveva incuriosito e preoccupato i membri della compagnia. E non sono i soli, viste le premesse iniziamo ad esser preoccupati anche noi… nevvero, miei prodi? Quindi bandiamo le ciance, montiamo in sella ai nostri destrieri (…lo so che la spedizione contava solo un pony, ma l’ha ordinato Gandalf e gli ordini di Gandalf non si discutono) e prepariamoci a partire per il Bosco del Silenzio.
“E dove accipicchiolina sta il Bosco del Silenzio?“ si chiederanno i miei piccoli lettori.
Bene, miei cari, non dovete certo vergognarvi per la vostra piccola mancanza. Perché del Bosco del Silenzio non sa nulla nemmeno Aragorn. Sì, Aragorn. Il Ramingo. Quello che ha battuto in lungo e in largo la Terra di Mezzo, e che l’ha fatto per decenni. No, non lo sa nemmeno lui, e pertanto deve chieder delucidazioni all’amico Legolas… che brancola nel buio quanto e più di Aragorn stesso.
Tutto ciò che si sa di questo luogo è che dista cinque giorni a cavallo da Gran Burrone, percorrendo terre che neppure Aragorn aveva mai attraversato, lande desolate che sembravano condurre in zone remote e lontane, terre in cui il tempo sembrava essersi fermato, terre non più attraversate dagli uomini, dagli orchi, dai nani o da nessun altro, che solo pochi elfi (…) conoscono… perché  sono protette da un incantesimo, magia elfica… nessuna creature potrebbe mai giungere al Bosco Silenzioso se il sovrano di queste terre non glielo concedesse, potrebbe passare anni a girare in lungo in largo, potrebbe passare a pochi centimetri dal bosco ma non accorgersene…
Al che Boromir, che pare esser l‘unico con un po‘ di senno residuo, osa domandare chi mai abbia tanto potere. Ovviamente, ad averlo è proprio il decimo membro del gruppo.
Decimo membro del gruppo che, a quanto pare, non ne vuole proprio di accogliere la Compagnia dell’Anello nel suo reame. I nove eroi girano in tondo più e più volte, perdendosi in elucbrazioni mentali delle quali non vi metto a parte perché son buona, finché Gandalf, per sfinimento forse, rivela l’identità di chi si stanno invano affannando a cercare: Elenie (stella). Sì. Con tanto di traduzione a fianco.
Il nome dell’elfo è in grado di far perdere a Boromir quel po’ di senno residuo che avevamo decantato qualche riga fa: porta sfortuna viaggiare con una donna…
Vero. Se sei un marinaio e/o ti trovi su una nave.
E va di matto anche Aragorn: ho sentito alcune canzoni dedicate a questa dama…la descrivono come un’elfa dalla bellezza abbagliante, nonostante la giovane età, dicono che i suoi occhi sono più luminosi di una stella e che se li guardi ti perdi nel suo sguardo…
Ora vorrei che l‘augusta corte si ponesse un paio di domande:

  1. Quali sono i parametri per stabilire o meno che un elfo sia giovane?
  2. Tranne qualche licenza poetica, non vi sembra la descrizione di Galadriel?
  3. Perché Aragorn è passato dal non sapere nullanullanulla a rammentarsi addirittura di una canzone sulla regina di quelle terre?

Adesso, il turno della domanda intelligente è di Gimli: Gandalf, perché tanta importanza nel farla entrare nella compagnia?
-questa è una domanda saggia, Gimli figlio di Gloin, ma la risposta potrebbe turbarti il cuore, sei sicuro di volerla sapere?-

Allora, onorati Mangiamorte, Dissennatori e corrotti membri del Ministero: siete sicuri di volerlo sapere? Perché, credetemi, da quando saprete le vostre notti ed i vostri giorni non saranno più gli stessi.
Qui si parla di rivelazioni più sconvolgenti di quelle contenute ne Il Codice Da Vinci; rivelazioni in grado di turbare le vostre coscienze, di farvi dubitare persino di aver mai letto le opere del professor Tolkien.
Beh.
Non dite poi che non v’avevo avvertiti.
 -come saprai, l’anello del potere è uno solo, quello che porta Frodo, ma prima di questo furono forgiati altri anelli, di questi solo tre sono ancora utilizzabili, uno è nelle mani di Elrond, uno della dama di Lorien e il terzo…-
Ce l’hai tu, Gandalf. Narya, l’Anello di Fuoco, ce l’hai tu. Non si chiama Estelle, non è a forma di stella. Si chiama Narya, è rosso ed è TUO!
– ce l’ha Elenie…- concluse in nano trattenendo il respiro come i suoi compagni
HO DETTO CHE CE L’HAI TU, GANDALF, MISERIA INFAME!
-esatto, devi sapere però che inizialmente l’anello era portato dal sovrano del Bosco del Silenzio, il padre di Eleine, ma l’anello è successivamente passato alla figlia nonostante lui sia vivo e vegeto…-
No. Inizialmente l’anello era di Círdan. Poi l’ha passato a te. A TE.
-i tre anelli elfici vennero dati ai re elfici con maggiore potere, tenere l’anello non è da tutti, bisogna avere una potenza sufficiente a poterlo gestire, e il padre di Eleine ce l’aveva, ma quando nacque Eleine tutti si accorsero dei suoi immensi poteri e il buon senso del padre ha fatto si che l’anello passasse a lei…se ciò non fosse avvenuto probabilmente il bosco che ci circonda e la pace di questo luogo sarebbe inesistente…



La notizia sconvolge le otto paia di orecchie di chi l’ha ascoltata. Sconvolge talmente che, i periodi che seguono, sono infarciti di strafalcioni lessicali peggio di un cannolo siciliano.
Tipo:

  1. non potevi trovare parole più sagge Gandalf..- sopraggiunse l’elfo della compagnia. Laddove, anziché sopraggiungere, l’elfo avrebbe dovuto soggiungere;
  2. la curiosità non era certo assopita ai membri della compagnia, mentre, in genere qualcosa non si sopisce in qualcuno;
  3. il silenzio si cimentò nel corpo e nell’anima dei compagni d’avventura (qui non riesco a trovare valide alternative assonanti) e in loro pervenne un senso di pace e tranquillità (…magari li pervase il benedetto senso di pace e tranquillità?);
  4. Al loro risveglio la compagnia (eccheè, la concordanza è un’utopia?) si trovò coricata in dolci cipigli (cipigli?? O_O) ai piedi di un albero;
  5. gli hobbit si avventarono sul cibo, seguiti dai loro compagni più ritegni… era con più ritegno, sì?


Per farla breve, dopo tanto peregrinare i nostri eroi cadono in un sonno profondo; al loro risveglio, una voce li conduce alla residenza dei sovrani del Bosco del Silenzio: una dimora talmente bella da fare impallidire persino la reggia di Lothlórien. Ed è lì, lì che, finalmente, il tanto agognato decimo membro si palesa agli occhi della Compagnia. 
E la creatura che si trovarono davanti agli occhi gli fece mozzare l’aria in gola (ovvero, il fiato)…un’elfa (sì lo sapevamo), dai lunghi capelli mossi lunghi fino alla vita raccolti in parte da una treccia ma con dei ciuffi sbarazzini (da quando in qua gli elfi possono concedersi qualcosa si sbarazzino?) sulla fronte (…) gli occhi della ragazza sembravano intrappolarli in un sogno, due pietre di un verde smeraldino profondo gli (…li) guardavano con interesse e curiosità (…) le maniche lunghe ma le spalle scoperte la facevano sembrare un miraggio che perfino il più valido cavaliere morto in battaglia non ne sarebbe ritenuto degno. L’ho sottolineata perché… beh. E’ meravigliosa.
Elenie, comunque ha una voce più dolce del miele. Ed è talmente tanto Sue che Gandalf le fa il baciamano.


Dopo le dovute presentazioni, Gandalf spiega ad Elenie-Sue il motivo per il quale la Compagnia si è scapicollata fino a quelle abbandonate lande. Blablabla, ho bisogno che tu ti unisca alla compagnia Elenie. Blablabla, io vorrei, non vorrei, ma se vuoi. Blablabla, eddaaaaai! Blablabla, ok vengo.
I Compagni dell’Anello, però, sono così discreti da attendere che Elenie-Sue si allontani prima d’iniziare a sbavarle dietro.
-mai i miei occhi hanno scorto creatura più bella…il suo nome si addice alla perfezione, lei è la stella della volta del cielo…- rispose Boromir ancora assuefatto
(assuefatto? Boromir, ci caliamo Vecchio Tobia come niente, eh!?) dalla presenza dell’elfa
-i suoi occhi..di quel verde così intenso…- borbotto fra sé Sam
-era come se potessero leggerti dentro..- concluse Frodo

-nessuno dei canti che avevo mai sentito poteva eguagliare la (bellezza della) creatura che ci si è parata dinnanzi..- continuò il ramingo
-come può una creatura così fragile all’apparenza possedere tanto potere?- interloquì Pipino

Pipino, che domanda ingenua. Mi fai tenerezza, davvero.
-questo perché non la conosci..è una vera furia….una forza della natura…- ridacchiò il mago – te ne stupirai Pelegrino Tuc…-
Mi viene difficile pensare ad un elfo come ad una furia. E poi… chi accidenti è Pelegrino Tuc?

Ed è così, onorati Mangiamorte, Dissennatori e corrotti membri del Ministero, che Elenie, il decimo membro, l’unica erede dei sovrani del Bosco Silenzioso, la stella più bella e la migliore guida del suo popolo, la portatrice dell‘anello del potere (sciò, Frodo, sciò… rubi la scena, sciò!), la principessa dal potere unico e strabiliante si unisce alla Compagnia dell’Anello.
Con il serio rischio di far diventare hobbit, uomini, elfi e nani cascamorti da manuale con gravi, gravissimi problemi di lessico.
Ancora una volta,


Advertisements

28 risposte a “La speranza è l'ultima a morire. Purtroppo.

  1. Sto ancora rotolando 😄
    A parte che questo Bosco Silenzioso, più che dalla terra di mezzo, sembra emerso dal regno di Fantàsia (che comunque è molto più degno di attenzione di questa ficcy), ma una simile iperbolica descrizione della Sue di turno mi lascia senza fiato. E no, non dall’ammirazione.
    Complimenti Odio!

  2. Sono tornati gli occhi sueschi, sono tornati gli occhi sueschiii!!!!*___*
    E davanti a cotanta perfezione galattica, Luthien, Celebrian, Galadriel e Arwen si scusano umilmente e vanno a suicidarsi. Non sono davvero degne.
    No, nemmeno loro.
    E già che ci sono, si portano con loro Frodo dal momento che l’ Hobbitt, ahimè, non serve a un ciufolo in questa storia!!

    Arwen.

  3. *quota Elrond* O_O

    *O*

    Fanie

  4. A cinque giorni da Gran Burrone, e Aragorn non c’è finito manco per sbaglio? Non ci sono più i Raminghi di una volta (soprattutto visto che Aragorn, a Gran Burrone, c’ha abitato e presumo abbia esplorato i dintorni)

    La Mary Sue è semplicemente agghiacciante. Mi domando perchè si siano scomodati a creare la Compagnia dell’Anello, visto che la stellina sembra perfettamente in grado di occuparsi del problema da sola. Immagino che se fosse stata da sola nessuno avrebbe potuto ammirarne la bellezza e perfezione, e che non ci sarebbero stati innamoramenti vari.
    Chissà chi sarà il fortunato, o i fortunati?

    Cmq, oltre a essere infinitamente più bella di tutte le dame elfiche presenti nel libro (persino Aragorn rimane abbagliato, e lui è innamorato di Arwen) la cara Elenie prende anche il ruolo di donna emancipata che vuole avventure che spetterebbe ad Eowyn.

    Almeno Tolkien ha avuto la decenza di relegare Tom Bombadill in un posto specifico senza che potesse andarsene a rendere tutti ridicoli con la sua eccessiva potenza (non me ne vogliate, ma trovo Tom Bombadill un personaggio irritante e ridicolo)

    Katerina

  5. un miraggio che perfino il più valido cavaliere morto in battaglia non ne sarebbe ritenuto degno
    Ah, la necrofilia!

    *Bellatrix sta per andarsene, quando sente qualcosa tirarla per il mantello: è Frodo che, defraudato del ruolo di protagonista e dell’Unico, le porge trepidante il suo curriculum.
    “Non so…” risponde dubbiosa la strega leggendo le poche righe, “Ho già chi si occupa delle faccende di Lestrange Manor”.
    L’hobbit la guarda con gli occhi gonfi di lacrime ed un’espressione che commuoverebbe un troll.
    Bellatrix però non è un troll e non si scompone, tuttavia osserva meglio la creaturina: più alto di un elfo domestico e senza dubbio più forte. Certo, gli manca la magia, ma Elfo ormai è vecchio e stanco e non la usa più come una volta…
    “Va bene, sei assunto… Ma ora passa dall’estetista: devi fare qualcosa per quei piedi… E una ceretta non te la leva nessuno!”
    Bella prende quindi Elfo per il sudicio collo, lo infila in un sacchetto di plastica e, uscita di casa, lo butta nell’apposito cassonetto… Perchè si sappia, i Lestrange ci tengono all’ambiente!*

    Giocare di ruolo fa MALE.

  6. Recensione fantastica come sempre… peccato solo che non vedo le immagini! ;_; Sono solo io ad avere questo problema?
    Ah, e inoltre io e Mallory siamo molto curiosi di conoscere il misterioso personaggio citato alla fine, Pelegrino Tuc… sarà il cugino o il gemello malvagio segreto del più noto Peregrino Tuc? Sarei curiosa di saperlo! *_*

    StrawberryMilk aka asuka_excel

  7. Non vedo le immagini! ç__ç
    Ovviamente in questo frangente sarà la mia marysuesca personalità elfica a parlare.Prima di tutto, complimenti a Odio per la recensione, ho riso come una folle! X°D Ora dovrò andare a fare una ramanzina ad Aragorn; un Ramingo come lui che ignora l’esistenza di un luogo vicino a dove ha vissuto? Vergogna, si vede che non ha esplorato con attenzione!
    sono protette da un incantesimo, magia elfica… nessuna creature potrebbe mai giungere al Bosco Silenzioso se il sovrano di queste terre non glielo concedesse, potrebbe passare anni a girare in lungo in largo, potrebbe passare a pochi centimetri dal bosco ma non accorgersene…
    Uhm… ricordo un incantesimo simile che proteggeva il regno del Doriath… e ricordo anche che nessun elfo è mai stato in grado di attuare un incanto del genere, giacché tale protezione era stata innalzata da Melian la Maia… Abbiamo dunque una Mary Sue che non solo è più bella di qualunque altra Elfa vissuta in Arda (Luthien e Arwen si stanno non poco risentendo), ma è addirittura potente quanto o più di una divinità?
    il soffitto rispecchia il cielo all’esterno…-[Hogwarts?] gli hobbit annuirono – e bè Gandalf non lo sapeva…pensava fosse cielo aperto..non immaginava che fosse magia…
    Certo. Me lo figuro, Gandalf, a non riconoscere una magia. E’ soltanto un Istaro, dopotutto…Mi fermo qui con i commenti perché ho il Lembas nel forno. Solo un ultimo appunto: la fanciulla si chiama Elenie, e la traduzione fornita è “Stella”. Ma “stella” si traduce con “elen” o “gil”; tutt’al più anche “él” o “tinwe” se si vuol ricorrere al Quenya, che in Arda è praticamente bandito… Quindi quel suffisso “ie” cosa significherebbe?Devotamente,vostra Daphne, ora Giliath impegnata a preparare una tisana rilassante per il Professore… e per se stessa.

  8. Capo, sto rotflando per colpa tua 😄

    Merci, merci, mes jacobins. Sono contenta che abbiate sofferto anche voi. Certi dolori vanno condivisi.

    (non me ne vogliate, ma trovo Tom Bombadill un personaggio irritante e ridicolo)

    Ooh. Anch’io *-*

    Solo un ultimo appunto: la fanciulla si chiama Elenie, e la traduzione fornita è “Stella”. Ma “stella” si traduce con “elen” o “gil”; tutt’al più anche “él” o “tinwe” se si vuol ricorrere al Quenya, che in Arda è praticamente bandito… Quindi quel suffisso “ie” cosa significherebbe?
    Mia cara, dopo che Narya si è trasformato in Estelle, l’ie dopo Elen la considero una benedizione dei Valar 😄

    Ps: ho cambiato il link all’immagine, spero non dia più problemi

  9. Ehm. La #8 era odio no log -__-

  10. “Gandalf, dovrai occuparti te del decimo membro della compagnia, anvedi aho'”
    By Elrond er mejo de Gran Burrone

    Giaccio esausta nel mio morbido cipiglio, sopraffatta da cotanta suetudine. Che magnifica Sue vecchia maniera: è come la torta della nonna, ti dà quel senso di dolce sicurezza delle cose che non cambieranno mai, per quanto si vada avanti.
    Ma basta, lasciamo che lo stupore per la fyccy cimenti il silenzio nel nostro corpo (però la frase su Boromir e il Vecchio Tobia mi ha fatto sganasciare XD).
    Chris e i suoi ciuffi sbarazzini

  11. Ora vedo l’immagine; meravigliosa! 😄
    Mia cara, dopo che Narya si è trasformato in Estelle, l’ie dopo Elen la considero una benedizione dei Valar 😄
    Hai assolutamente ragione! E’ che ho cercato di sorvolare su certe… er… *cerca affannosamente termini non volgari da usare* …uhm… boiate? Poco fa ho dovuto consolare il povero Celebrimbor. Il poverino continuava a ripetere: “Era Narya… era Narya…” con i lacrimoni agli occhi.
    “Gandalf, dovrai occuparti te del decimo membro della compagnia, anvedi aho'”
    By Elrond er mejo de Gran Burrone

    *rotola poco dignitosamente*
    Elrond, Elrond… dovrò mandarti a ripetizione di eloquio… ù_u

  12. “Gandalf, dovrai occuparti te del decimo membro della compagnia, anvedi aho'”
    By Elrond er mejo de Gran Burrone

    Ma … loooool. Questa recensione è davvero stupenda. Grandiiiiiiiii!Tra l’altro ho trovato il mio nuovo elfo del catino. Si chiama Brodo, cugino alla lontana di Frodo. Dopo che ha visto cosa è successo al cugino ha deciso che è meglio trovarsi un posto sicuro XD.
    Chris mi dai il permesso di quotare la tua frase nel mio blog? Ovviemente con i credits 😉

  13. Dabria: usa pure senza problemi l’Elrond bbburino ispiratomi dalla frase della fyccyna, è patrimonio comune come la fyccyna stessa XD.
    Chris, che prima o poi dovrà loggarsi per non dover sempre firmare i commenti

  14. Quando ho letto “Bosco del silenzio” mi è venuto un colpo! Il povero Tolkien si starà rivoltando dentro la tomba! 😀 Elenie(stella), devo dire, non ha nemmeno un difetto! Bellissima, potentissima, ricchissima… ma come fate a dire che sia una Mary Sue?! 😀 Attendo aggiornamenti sulle avventure di Elenie (stella) e ancora una volta volevo ringraziare voi di Fastidious per il lavoro che fate!
    Ilaria

  15. …I can’t believe that. Bleurgh 😄

  16. Mi unisco alla richiesta del Concilio di avere spiegazione per tutto questo. Ci deve essere una spiegazione logica e plausibile, giusto? Giusto…?

    Splendida recensione, Odio 😄

  17. Non conosco il fandom, ma ancora rotolo.
    Odio, recensione meravigliosa! 😄

    ‘un miraggio che perfino il più valido cavaliere morto in battaglia non ne sarebbe ritenuto degno’

    Questa mi ha stesa!

  18. Bosco del Silenzio?
    Bosco del Silenzio?!
    BOSCO DEL SILENZIO?!

    Credo di aver dato questo identico nome ad un tema scritto in 3 elementare…! è confortante…

    “sciò, Frodo, sciò… rubi la scena, sciò!” –> questo commento è ingiusto! dopotutto Frodo non ha fatto quasi nulla per meritarsi un ruolo tra i principali! meglio la principessa del BOSCO DEL SILENZIO!
    vuogliamo mettere???!!

    e.mm.e

  19. Come ha sostenuto una mia amica, il Bosco del Silenzio in realtà si trova vicino al Fantabosco… si potrebbe chiedere a Strega Salamandra di fare una visitina ad Elenie (stella). ù_uMa no… alla nostra fantameravigliosa Mary Sue dai feeeenomenali poteri cosmici basterebbe guardarla con i suoi occhi luminosi per sconfiggerla, senza nemmeno alzare un sopracciglio.Daphne/Giliath, che va a procurarsi dei Rayban per sopportare cotanta luminosa e abbacinante bellezza

  20. -.-

  21. Il commento venti era il mio.
    Era un bel commento molto significativo, ma evidentemente splinder ha trovato carino mangiarselo.
    Evvabbè.

    Comunque, il corpo del discorso era:
    Quoto il discorso sul Fantabosco. Probabilmente questo nuovo anello scuffiato dal nulla è stato creato da Tonio Cartonio col Dido. Bah.

    Una sdegnatissima, ma comunque affettuosamente vostra
    CharmanteMortes

  22. E poi mi chiedo perché non dormo bene… Devo sbarazzarmi del materasso e procurarmi al più presto un dolce cipiglio.
    Spero solo di non sognare cavalieri morti che fanno avances alla Sue.

  23. Io me lo immagino Narya giocare a nascondino nella tasca di Gandalf e apparire nelle mani della dolce principessa.
    Certo, perchè Gandalf è tanto babbione da dimenticarsi di averlo lui stesso in custodia.

    E pare essersi dimenticato di essere un Istaro e un Maia.

    Oh yeah!

  24. Gli strafalcioni lessicali che s’incontrano in questa fyccina sono veramente squisiti!

    Io avrei dei suggerimenti: probabilmente al posto di “cimentò” forse era meglio “insinuò” o “calò” anche se c’è da chiedersi come mai il silenzio invece di calare su si una vallata cali sull’animo…immagino che si solito gli animi facciano più caciara dei Cesaroni.

    I “cipigli” credo fossero i “giacigli”…spero.

    Ma secondo me, l’autrice è così colta che infila nel testo questi strafalcioni per ricordarci “Piccole Donne”: Amy spesso faceva uso di termini di cui non conosceva il significato o storpiava vocaboli francesi……e nessuna di voi ha pensato che la Vestale avesse fatto una così evidente dotta citazione?!? Tutte avete subito pensato che gli errori (orrori?) fossero dovuti ad un’ignoranza abissale! E’uno scandalo!

    E poi, suvvia! Non ditemi che avete dovuto chiamare gli elfi del Catino perchè portassero le cartine della Terra di Mezzo, dato che non conoscevato Bosco del Silenzio e che tutte dubitavate che fosse Elenie dai feeenomenali poteri cosmici la proprietaria del terzo anello?? Ma insomma, Giacobine, come potete ignorare questi particolari fondamentali!!

    Tu laggiù,con la mano alzata, che vuoi? No, ovviamente è Gandalf il proprietario del terzo anello e sì, ‘sto Bosco del Silenzio non esiste……50 punti a Serpeverde! Come?Sei un Tassorosso? Embè? Io sono Serpeverde, quindi i punti vanno alla mia casa…..però puoi sempre chidere al Vecchio Cannaiolo di farti partecipare al prossimo party illegale organizzato da noi Serpeverde a Gran Burrone…avrai la possibilità di fumare del vero Vecchio Tobia ed incontrare l’autrice….ho scoperto che è lei che rifornisce Silente e Zio Voldy di polvere di fata, ma gli affari le vanno male perchè se ne sniffa la gran parte.

    Astidamia, affezionata lettrice del vosto favoloso blog

  25. ed incontrare l’autrice….ho scoperto che è lei che rifornisce Silente e Zio Voldy di polvere di fata, ma gli affari le vanno male perchè se ne sniffa la gran parte.

    Hem… Ci fa sempre piacere avere lettori affezionati, ma evitiamo di offendere gli autori, ok?
    È la regola fondamentale, qua.

  26. Della medesima somma autrice vi siete perse un’altra rara perla; questa volta il fandom è il pluribistrattato Pottah. Il titolo era, se non vado errata, “Non nominare il nome di Daphne invano” o una boiata simile… anche quella merita uno sguardo, assicuro. E mi auguro che dopo la mia recensione abbia deciso di appendere la tastiera al chiodo 😄

    Erin (non ho idea del come loggarmi, l’utente anonimo è ormai la mia seconda identità)

  27. O Santo Iddio! Credo che l'autrice non abbia letto il libro che il professor Tolkien ha tanto faticosamente scritto. 
    Mi piacerebbe molto conoscere Pelegrino Tuc: sarà un lontano parente del banalissimo Peregrino Tuc?
    Aragorn mi hai deluso profondamente: come puoi non conoscere il famosissimo Bosco del Silenzio?!
    Il Concilio di Elrond ha ragione a chiedere spiegazioni su queste dichiarazioni.
    Complimenti per la recensione!
    Lidia

  28. Pingback: Gandalf, anvedi aho | L'albero di Camphora

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...