Come fermare una lingua che gioca

http://www.efpfanfic.net/viewstory.php?sid=167451&i=1 -> qui è pubblicata la favola di "Heroes".

Miei piumati giacobini, la vostra zietta è stata assai impegnata di recente, ma a colmare la mia assenza sono bastati i primi voli dei più coraggiosi della nidiata.
Ora, andate nei vostri baldacchini dai drappeggi in velluto argentato, sorseggiate la vostra tazza di assenzio caldo ed ascoltate la mirabolante favola di Peter e Nathan Petrelli.
“Eroe, fratello, amante” di AmarA.
È il compleanno del giovine eroe, ma non è affatto un dì di festa: Simone si è rivelata un’inutile femmina e l’ha scaricato, ancora prima che Peter le chiedesse di cominciare una relazione.
Sono cose che accadono, se ti piantano due proiettili negli organi vitali e non rispondi al nome di Claire Bennet…
Angela Petrelli è corsa da una non meglio specificata sorella, che potrebbe essere la gemella nascosta di Nathan, oppure la zia ammalata.
Desumo che Angie sia corsa ad assicurasi, che nel testamento fosse stata nominata.
Certo, coraggiosi piumini di cipria, cosa volete che importi a Peter di due squallidi, sozzi, monumenti del Peccato?
Dei Vascelli del Demonio e della Malattie più impensabili?
Niente, vadano dal loro creatore –il Diavolo- Simone ed Angela, si trascinino dietro pure la cognata, la nipote e tutte le sgualdrine, che con il loro respiro, avvelenano la società.
Peter desidera Nathan e non per una sana chiacchierata tra fratelli.
Il piccolo di casa Petrelli al terzo bicchiere è già sbronzo e barcolla sino alla porta, trovando ad aspettarlo…
Sylar!
No, eroici pulcini, ho invano sperato, ma fu mera illusione.
Alla porta c’è l’uomo volante, meglio conosciuto come "L’unica voce al mondo capace di fargli perdere il respiro aveva parlato! L’unica persona al mondo capace di fargli fermare il cuore per un istante era lì!”
YATTA!
*o* aggiungo.
L’entusiasmo mi ha contagiata, sono così garrula che potrei divorare l’intera genia Petrelli.
Nathan è un uomo di potere, capace di ammaliare con il suo adorabile modo di fare, persino un intero governo, come da testimonianza diretta: “Li ho mandati a stendere. Ho detto loro: ehi, è il compleanno del mio fratellino, fatevelo da soli, il congresso, che io devo festeggiare con lui!”
I membri del Congresso hanno, ovviamente, annuito e sono andati a stendere… I panni, credo.
Il che non è OOC, è qualcosa che sfiora la follia con la punta delle dita, non trovate?
Non c’è solo Nathan che se ne infischia della carriera, ma pure il Congresso che si ritira perché Peter compie gli anni. Peter, lo sperticato “fratellino” di Nathan.
Quando Nathan s’accorge che il fratello è ubriaco, gli strizza l’occhio, per avere accesso alle scorte di alcolici.
“Il respiro gli si era mozzato. Quella strizzatina d’occhio era tutta per lui. Suo fratello era lì per lui.”
I casi sono molteplici: Peter soffre di problemi cardio- vascolari.
Peter è una ragazzina di tredici anni davanti al cantante (?) dei Tokio Hotel.
Peter ha sniffato qualcosa in bagno.
Io, implumi eroi, mi scolo una bottiglia di Vodka per dimenticare e chiamo Envie, perché ne avremo bisogno.
Visto che Peter ha deciso di imitare Jack Sparrow, barcollando e parlando in maniera sibillina, Nathan lo aiuta a scartare la scatolina contenete l’anello di fidanzamento.
Ci siete cascati?
Sì, beh… Non siete lontani dalla tragica realtà, mentre Envie porta i sali alla signora Petrelli, proseguiamo.
Il contatto delle calde mani di Nathan (ha preso il potere di Ted? Sarà lui, l’uomo che esplode?) manda in estasi la fanciulla… Volevo dire, Peter.
Il dono è un album delle fotografie, qualcosa di sconosciuto a questa famiglia di debosciati.
Scorriamo Nathan sul vasetto, Peter fare pipì senza il pannolino, Nathan che va in bicicletta, Peter che va sul triciclo, Nathan a letto con Jessica… Oops… Questa la togliamo?
E pure quella in cui Peter è a letto con Simone?
Bene, innanzi a tale idilliaco tuffo nel passato, il sentimento ha la meglio sulla ragione: Peter ammette di essere innamorato del fratello, gli accarezza il labbro con un dito e lo bacia.
Envie, un catino, prego.
Intanto, tutti insieme facciamo: *o*
Nathan, invece, di spingerlo via e chiamare un esorcista, un genetista, uno psichiatra e trecento suoi collaboratori, nonché la madre; ricambia.
*o*
E catino.
*o*
E catino.
“aprì istintivamente la bocca alla lingua dell’uomo che gli stava di fronte.”
A me farebbe impressione: una lingua snudata davanti a te, manco fossi un medico!
Petrelli, un po’ di contegno, su!
“La sua lingua giocava a nascondino con quella di Nathan: si rincorrevano, si inseguivano, si trovavano e si accarezzavano”.
Qualcuno, di grazia, può fare un disegno di questo aberrante contatto?
Le lingue sono in giro per l’appartamento e giocano, con stridule grida di gioia?
Le lingue hanno le mani per accarezzarsi?
Hanno le gambe?
La signora Petrelli sta vomitando e maledicendo i suoi figli, suo marito, la sorella, la nonna, la mamma.
Io sono d’accordo con lei.
Questa toccante, struggente, delicata scena d’amore si chiude con un minaccioso “Dimostramelo” di Nathan a Peter e no… Non stanno parlando di abilità speciali, ma di vero, turgido sentimento incestuoso.
Io preferisco immaginarli avvinti dalla passione, con le lingue a spasso per casa, dimentichi di tutto.
Li vedo e scorgo Sylar giungere da loro, sopportare maschiamente il ribrezzo, scoperchiare loro il cranio e cibarsi dei loro cervelli.
Sì, per me, la storia, si conclude così.
*o*
C’è sempre un lieto fine.

Annunci

18 risposte a “Come fermare una lingua che gioca

  1. Dire che sono sconvolta è dire un eufemismo.
    Mi devo ancora riprendere da una simpatica forma influenzale che davvero mi ha fatto graziosamente rimettere tutto il rimettibile e mi ritrovo davanti questo capolavoro.

    Non capirò mai i cntorti processi mentali che portano una Vestale a sognare un rapporto incestuoso tra fratelli e scriverlo ma lasciatelo dire, mia adorata parente…

    L’immagine delle lingue danzanti dei Petrelli è davvero orrida.E assurda.

    Arwen

  2. Ehi, non si fa così, non è corretto! Io dovrei lavorare, qui! E invece ho scoperto il vostro blog e sto ridendo da mezz’ora buona. Siete assolutamente grandiosi.
    Francesca

  3. Nathan, ripijate.
    Peter è emo, e tutto gli si concede. Ma te…?

  4. Le lingue ballerine mi hanno quasi uccisa.

    …ho detto *quasi*, eh…

  5. “La sua lingua giocava a nascondino con quella di Nathan: si rincorrevano, si inseguivano, si trovavano e si accarezzavano”.
    Qualcuno, di grazia, può fare un disegno di questo aberrante contatto?

    Ma dove trovano tutto lo spazio per fare ciò? I Petrelli hanno un attico al posto della cavità orale?
    Misteri della genetica, suppongo!

  6. Le. lingue. che. giocano. a nascondino. no.
    A quando le lingue che giocano alla pignatta?
    Devo chiedere a Teopisto se mi può fracassare il catino in testa. Almeno così evito di soffrire.

  7. Cosa pensa la moglie di Nathan di tutto questo amore fraterno?

  8. Ma perchè nessun fandom è al sicuro, perchè ?!
    Oggi ho una vena tragica, non fateci caso ..

    E le lingua che ballano .. dio mio.

  9. Mi immagino che alla fine una lingua dica: “Mea libera tutti!”.

    A quando Bandiera?

    GUSTAV! *o* IL CATINO!

  10. Stanotte me le son sognate. Due lingue che ballavano il tango.
    Mammamia…

  11. Non ho parole.
    E neanche Plasil, per tutto il lavoro extra che ha dovuto compiere a causa dei fratelli Petrelli…

    *Civetta che ha dimenticato i libri a casa e a lavoro non c’ha un cacchio da fa’*

  12. Ovviamente, la rima non era voluta… -_-

    *Sempre la Civetta, “cazzeggio puro-mode on”*

  13. Arridaje con l’incesto! Mi sà che fa moda. Già stavo male di mio… Ci mancavano solo i fratelli Petrelli con le lingue ballerine…! E dire che avevo un minimo di interesse per la serie… E adesso è deceduto…

  14. … E scoprimmo che Heroes ha perso share causa petrellicest.

  15. “Ho detto loro: ehi, è il compleanno del mio fratellino, fatevelo da soli, il congresso, che io devo festeggiare con lui!”

    Io me li immagino pure, questi eminenti membri del congresso americano, alzarsi in piedi ed applaudire commossi cotale esempio di amore fraterno.
    Anzi, ora mi commuovo pure io… ç_o

  16. Nathan, poi, si esprime proprio con questo stile informale e spigliato, da quindicenne truzzo…

  17. se proprio dovevano fare un incesto non potevano farlo con peter e claire? *sigh sn così carini*

  18. Mio Dio…..avrò incubi finchè vivo su queste lingue!!
    Me le figuro a giocare a palla-cordino e a mosca cieca……ho appena mangiato….

    *Sofocle, il catino per misericordia!!!!*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...