Milano, città dell'ammore

Quando una vecchiaccia acida come me è afflitta dal catarro e dalla raucedine cosa fa?
Suffumigi? Tisane puzzolenti? Impacchi caldi?
No!
Una ficcyna: se non t’ammazza, ti rimette in piedi.
E in effetti, leggendo questa (http://www.efpfanfic.net/viewstory.php?sid=172127) perla ho riso così tanto che mi si sono stappate le trombe di Eustachio e almeno una narice mi si è liberata.
"Draco e il concerto rock" è il titolo, e la madre dell’opera tal the fly.
Il fandom di riferimento è il sempreverde Harry Potter, fonte inesauribile di chimere improbabili.
L’opera in questione è pure una Draco/Harry: per me è stato come tornare al primo ammmore, e i peli del mio augusto naso si son messi a fremere per l’emozione!

Dicevamo: lo Sfregiato e il Divin Pargolo sono la tipica coppia gay del ventesimo secolo, e l’autrice ci delizia con uno spaccato struggente della loro vita coniugale.
Innanzitutto si sono trasferiti in via Monte Napoleone, a Milano. Sgranate gli occhi, su. Così… un po’di più… ecco, ci siamo.
Draco, con la scusa “io sono un Auror (!!!) e sono bravo quindi il Ministero mi manda a far base all’estero e non è assolutamente perchè c’è la settimana della moda eh!” ha insistito per prender casa nel capoluogo lombardo. E fa pure il modello, con gran scorno del consorte (qualcuno ha detto Zoolander?).
Harry è il solito, patetico babbanofilo checca fino al midollo. Non solo si fa recapitare vari quotidiani non magici (credo Novella 2000, visto il tipo) e ne impesta la casa, ma s’è trasformato, in un momento non meglio identificato, in una strillante fangirl.
Essì, perchè all’Alcatraz a Milano (locale che è notoriamente tappa di magici pellegrinaggi) suonano i 30 Second to Mars,e Harry vuole andare al concerto!
Ci sorbiamo così qualche riga (sempre troppe) di “DracoDracuccioAmorinoAmoruccio mi porti al concerto ti prego ti prego ti prego?” con tanto di occhioni sbrilluccicosi e broncio finale, quando il figlio del GoS dice, saggiamente, di no.

Ma non temete, giacobine Wikipediamaniache, il peggio deve ancora arrivare.
La gayosità della scena deve ancora esplodere in tutta la tua follia di strass e ombretto azzurro.
Draco, che pur essendo un pelino più virile del consorte si diverte a leggere i giornali babbani (ho detto proprio “leggere”, non “dar fuoco”) a causa della sezione moda, s’imbatte in un articolo su Jared Leto e compagnia.
Al Divin Pargolo non va bene niente: non l’aspetto del frontman, che ci viene sciorinato nei minimi dettagli (dai “capelli color dell’ebano lisci e lucenti con le punte rosso fuoco” agli “occhi azzurro intenso” passando per l’eye-liner e i “lineamenti fanciulleschi”, tutte che ai fini della storia sono futili come un accendino scarico), non i nomi degli altri membri, su cui Draco ironizza in maniera abbastanza goffa. Ma soprattutto il meglio:

“E poi, che cavolo, si stira i capelli come una donniciola!”

… il tutto esclamato con l’algido nasino arricciato, proprio un secondo prima che Potter entri ancheggiando in camera, con le fantomatiche lenti a contatto (non sentite la mancanza degli addominali scolpiti dal Quidditch?) e l’espressione sognante.
Ci sono anche gli uccellini che cinguettano, non potete sentirli solo perchè li ho abbattuti io con la lupara.
Caro Draco, fammi capire: ti spupazzi tutte le sere una specie di checca isterica zompettante e lagnosa, e te la prendi con un povero tizio solo perchè ha dei capelli ridicoli? No, ma complimenti per la coerenza eh…

Harry ricompare al fianco del consorte, bello come un dio greco col suo fisico forgiato da Quidditch eccetera eccetera.
Ma alt! C’è qualcosa che non va.
Harry non porta gli occhiali: quelle lenti a contatto, cosa all’apparenza innocua, sono causa di uno screzio tra i due piccioncini.
Draco è geloso.
Geloso non si sa bene di chi: si spara una sacrosanta pippa mentale (e non dite che è una mia fissazione, è davvero così! Lo fa sempre!), supponendo che l’amato bene si sia tolto gli occhiali per sbatter le ciglia ad un losco figuro incontrato per caso.
Ma non temete, amate luride femmine! Arriva Potter a salvare la situazione!
Il miele inizia a grondare, e la mia glicemia s’impenna.

“Lo vide avvicinarsi a lui sopra il tavolo imbandito e poco dopo sentì chiaramente le sue mani incorniciare il suo volto attirandolo verso di sé.
Oddio Potter era un baciatore formidabile e Draco si sciolse come un ghiacciolo al sole non appena la sua morbida lingua si attorcigliò alla propria trattenendola possessivamente per buona parte del bacio.”

Perchè nella testa mi è balenata l’immagine di un polpo avvinto alla preda? Non è affatto romantico… soprattutto se a questo aggiungiamo un Draco che si liquefa e cola al suolo.

Bene, dopo altre infinite righe di battibecchi, infarcite di “il moro”, “Il biondo”, un misterioso “Il grifone” (Harry si metamorfa in un animale e Draco diventa zoofilo? Argh.) e altre amenità sulle guance nivee del divin pargolo, salta fuori che:
a) Harry al concerto ci va lo stesso, pappappero;
b) A Draco Jared Leto non fa così schifo. Al contrario. E te pareva.

Mentre il Potterverse si trasforma in una succursale malriuscita di Casa Vianello, la storia ristagna.
Harry e Draco si scambiano accuse e pestano i piedi, si rinfacciano il rinfacciabile e si tengono vicendevolmente un po’di sano muso. Alla fine Harry se ne va dalla stanza, furente.
Per richiamarlo, Draco caro ha la brillante pensata di punzecchiarlo ancora un po’, affermando che la concerto ci saranno orde di pruriginose adolescenti dalle vocette acute.
Sapete cosa gli risponde il caro Pottah? Che non sarà ovviamente così, visto che il gruppo riscuote un buon successo anche tra i maschi.
E Draco si impanica.

“Sarebbe stato pieno di giovani gay disponibili che gli sarebbero saltati addosso complice la confusione generale!”

Oi, facciamo il punto della situazione.
A me i 30stm non piacciono neanche un po’, ma dubito fortemente che il loro pubblico sia composto da una marea di giovanotti pronti a strusciarsi contro il primo maschione di passaggio!
Sniff sniff… questa rappresentazione dell’universo gay profuma un po’troppo di sandalo e lillà…

Tornamo alla storia, vi va? Perchè il bello… oh sì, il bello deve ancora arrivare!
Draco sclera. Vuole assolutamente un biglietto per quel maledettissimo concerto, visto che si sta rodendo di gelosia. E ha senso, no? Un mago che può Materializzarsi a piacere, che può Confondere un bigliettaio deve per forza trovare un biglietto, sennò come fa a entrare all’Alcatraz?
Santi numi, ci si riesce anche senza magia!
Gira e rigira, il nobile rampollo non combina niente.
Poi… l’illuminazione. Finnigan!
Seamus, a quanto pare, fa il bagarino.
Bene, ora pensiamo un attimo alle buone maniere. Voi vi fiondereste mai in casa di chiunque senza prima, quantomeno, bussare?
Draco lo fa, nonostante si suppone abbia ricevuto un’educazione particolarmente curata.
Lo fa, appunto, e sbuca dal camino del caro Seamus.
In camera da letto.
E ovviamente lo becca in atteggiamenti che non si possono nemmeno definire ambigui –erano palesi- con Zabini (qui in versione occhi blu. Chissene se nel libro è di colore).
A questo punto una persona normale cosa farebbe? A parte meravigliarsi di quanto l’omosessualità sia di moda tra gli ex studenti di Hogwarts (colpa di Silente, vedrete che salterà fuori anche questo), indietreggerebbe furtivamente verso la porta e farebbe finta di non aver visto niente.
Draco rimane lì imbambolato finchè gli altri due non han finito. Solo allora si lascia cadere sul materasso (io non l’avrei fatto, considerato ciò che stava accadendo, ma deh, son pareri) e spiattella a Seamus tutta la storia.
Dopo un’altra sessione di seghe mentali, si scopre che di biglietti non ce n’è.
Blaise e Seamus sono stati anche troppo cordiali: io avrei fracassato il lampadario in testa all’idiota che mi avesse interrotta sul più bello, restando a guardare, ma si sa, sono acida.
Con le pive nel sacco, Dracolove torna a casuccia, meditabondo.

Arrivati a questo punto ci si potrebbe aspettare di tutto.
Invece no, la ficcyna riserva ancora una meravigliosa sorpresa: un salto fuori dal carattere del personaggio tale da trasformare Draco (che già, fin qui, non brilla per sicurezza di sè e padronanza delle proprie capacità mentali) in una vedovella affranta.
Draco implora Harry di non andare.
Avete letto bene. Lo implora. L’erede della nobile casa dei Malfoy, schizzinoso e snob come nessun altro, abbastanza orgoglioso da risultare fastidioso (perdonate la rima, ma m’è scappato il lirismo) si piega a gemere davanti all’amato bene cose come “Portami con te ti prego”, frignando che sarebbe “morto di solitudine” se abbandonato per qualche ora a se stesso (come un Tamagotchi, solo con gli occhi algidi e la pelle nivea) e lasciandosi andare ai peggiori capricci.
Ma Harry è dolcemente irremovibile: no, non ce lo vuole l’altro al concerto, eccheddiamine! E soprattutto non gli lascerà usare la magia per entrare. Tiè.
Il capitolo si conclude con l’insonnia di Malfoy e la consueta bava sul corpo di Harry.
C’è un secondo capitolo, non siete felici, care vecchie megere?
Prevedibilmente, Draco un maledettissimo biglietto lo trova, approfittando della malattia di una povera ragazzuola.
Giunge così, tra altri litigi e piccole rappresaglie (eccheppalle, questa coppia è davvero irritante!) il fatidico momento del concerto.
La Splendida Coppia Gay n°2 (Seamus e Zabini) sbuca dal caminetto di via Monte Napoleone, dove si intrattiene per qualche istante col caro Divin Pargolo, ancora tutto ringufato e imbronciato (ciclo mestruale? Probabile).
Harry si sta dando il belletto. Fa un così buon lavoro che, quando ricompare, gli ormoni corrono impazziti.

  “Harry era semplicemente da prendere e sbattere al muro lì al momento pensò quando lo vide arrivare.”


Se è per massacrarlo di botte sono pienamente d’accordo, eh.

“Quei jeans neri scoloriti avevano il giro vita più basso che avesse mai visto, il primo bottone era almeno a cinque centimetri sotto l’ombelico, riusciva a vedere le ossa del bacino spuntare deliziosamente (???) oltre il bordo dei pantaloni. Per non parlare della maglia bianca che sembrava una seconda pelle sul suo corpo asciutto e atletico. Gli occhi verde smeraldo del moro erano incorniciati dalla stessa sottile linea nera che Draco aveva visto la sera prima ed erano a dir poco abbaglianti. I suoi ribelli capelli color notte erano leggermente umidi e qualche ciuffo ricadeva sulla sua fronte lasciando intravedere appena la piccola saetta.
Il biondo notò anche due polsini rossi con degli strani simboli bianchi incisi sopra che avvolgevano i polsi del suo ragazzo.” 

… ed ecco a voi emo!Potter!
Basta coi conati, applaudite, da brave!
Credetemi, è stata dura andare avanti dopo la visione paradisiaca del bacino di Potter e del suo ombelico di fuori. Avrei preferito evitare, giuro…

Come potete comunque ben immaginare, alla fine Draco ci va, a questo dannatissimo concerto; Seamus si cammuffa per un attimo da fatina di Cenerentola, e a colpi di bacchetta (niente malizia, giurin giurello!)  trasforma il sobrio ma pur sempre elegante completo beige dell’algido Serpeverde in un… un… qualcosa… che non stonasse di fianco ad Harry: quindi via di pantaloni bianchi (brrr), maglia nera senza maniche e con collo a V (per lasciar intravedere le nobili clavicole del giovin signore) e l’immancabile matita nera agli occhi.Il tocco di classe però è il “ciondolo a forma di teschio pendente da una piccola stringa nera di caucciù”.
Draco si trasforma in un tamarro da periferia, in sostanza; già me lo vedo, il Sommo Padre Lucius Malfoy, che colpisce l’indegna prole sulle rotule con l’impugnatura del bastone.
E fa pure bene!

Torniamo all’Alcatraz: Draco raggiunge Harry e gli caccia la lingua in bocca. Scremando il testo delle inutili divagazioni su quanto sia sexy Jared Leto, il succo è questo.
Si riappacificano, i due amorini… non siete sollevate? Io no.

Il piccolo, grande capolavoro si conclude con un cambio scena: i due amanti, sfiniti dopo l’amplesso (sono i geni del GoS che si risvegliano) consumato ascoltando il cd del 30stm si scambiano paroline dolci.
Ma per “dolci” intendo proprio “nauseanti”.
Draco di nuovo si trasforma in qualcosa che ha pochissimo a che fare con il personaggio che dovremmo conoscere, e giunge a sussurrare… anzi, miagolare all’orecchio dello Sfregiato:

 “Ti avrò tutto per me, sempre?” disse il serpeverde con l’espressione innocente di un bimbo che supplica i suoi genitori di confermare l’esistenza di Babbo Natale” 

Argh.
Cincinnatus, questo è troppo anche per me. Catino, subito!

Siamo prossime alla conclusione, giacobine mie adorate. Propongo un attimo di raccoglimento per prepararci spiritualmente all’estasi delle ultime righe, dove Draco, definito “piccola serpe ingorda” (ma santo Chtulu! No, questo no! Che Pazoozo emerga dagli inferi e purifichi questi regni immondi!) propone ad Harry caro di cambiare posizione e di rimettere su il cd.

Io propongo di rimettere e basta.

Avere delle passioni è bello e lecito.
Io, personalmente, distillo veleni e amo, al contempo, dedicarmi alla cucina.
Questo per dire che, spesso, unire i due ambiti che fanno palpitare i nostri piccoli cuori carbonizzati non è una buona idea.
E non lo dico solo perchè Harry e Draco finiscono, in troppe ficcyne pseudoslash, per sembrare due checche improbabili, finite assieme in una casetta tutta rosa e frufru in barba ad anni di angherie e rivalità; non lo dico solo perchè il mio stereo rigurgita le note stridule dei Satyricon, e ciò che fa meno rumore per me non è abbastanza “true”… lo dico perchè il miscuglio indiscriminato di Potterverse e Jared Leto  senza uno straccio di avviso che dica “ehi, questi personaggi non c’entrano una beneamata mazza con quelli creati da mamma Rowling” (mi sarebbe bastato un OOC. Avrei riso lo stesso, ma senza troppa malignità…) è proprio una chimera bizzarra.

Bah.
Miei piccoli embrioni di ratto sotto formalina, torno nel mio antro a dar da mangiare ai miei Nepenthes.
Vi lascio una manciata di caramelline all’amanita, non strafogatevi, mi raccomando!

 

 

Annunci

31 risposte a “Milano, città dell'ammore

  1. Ma…ma…cos’è questa cosa?
    Che c’entra tutto questo col potterverse? Che c’entrano quei due tamarri/checche isteriche con Draco Malfoy ed Harry Potter?
    I soliti banali stereotipi sull’universo gay neppure ho la forza di commentarli. Ho un amico omosessuale (affezionato lettore di Fastidious, peraltro XD) che in questo momento si sta rotolando a terra ululando dalle risate. Meno male che lui riesce a buttarla sul ridere, a me viene da piangere.
    Preghiamo il GoS affinchè intervenga per porre fine a questa carneficina.

  2. “Io propongo di rimettere e basta.”
    Valpur seguo il tuo consiglio… Trofonio un catino!!!

    Perchè non è segnalata come OOC o come AU? Bah.. (ormai sta diventando la mia espressione preferita per quanto riguarda le ficcy)
    Si comunque è sicuramente colpa del vecchio cannaiolo se tutti gli studenti di Hogwarts sono diventati gay v.v *annuisce tra se*

    Complimenti per la recensione comunque! ^_^

  3. Harry e Malfoy come nemici giurati stavano così bene…perché rendere entrambi due femminucce isteriche?
    E soprattutto, perché devono essere tutti gay? Che rottura, ragazzi…mai qualcosa di originale.

    L’abbigliamento dei due piccioncini è un colpo al cuore. Per fortuna Sirius è deceduto prima di vedere la matita nera del figlioccio emo.

  4. Innanzitutto si sono trasferiti in via Monte Napoleone, a Milano.
    Lunedì passo a trovarli allora!

    Il fanvideo di HP con colonna sonora di Tomboy ha sconvolto il mondo.

  5. “Lunedì passo a trovarli allora!”

    Ci andiamo insieme, Bella? Lunedì ho quattro ore buche.
    Potremmo organizzare un tour: “Scopri i luoghi frequentati dalla Divin Progenie”. I turisti giapponesi pagherebbero oro per immortalare le lenti a contatto di Patatone Potter.

  6. Il fanvideo di HP con colonna sonora di Tomboy ha sconvolto il mondo.
    Cara, direi che ha illuminato le menti, invece. Soprattutto quella della Row.
    4”

  7. Si è mangiato mezzo messaggio, pardon.
    Dicevo, il bacino di Potter è colpa di Equus.
    E dicevo anche che la recensione di Val è di una classe invidiabile.
    Complimenti. U_U

  8. Sono d’accordo, anche a me leggendo è venuto in mente il bacino di Radcliffe e mi sono dovuta chiudere in bagno per un’oretta. T_T

    Ciò detto, la fic mi ha ricordato questa cosa qui che voglio condividere con voi:
    http://www.youtube.com/watch?v=UJglJoTZsMA

    Distinti saluti e, visto che non ho mai commentato prima (ma vi seguo dai tempi di FFF), complimenti per il vostro operato.

    AsylumGarden

  9. Pardon, mi sono accorta che forse il video lo conoscevate già. Poco male, vorrà dire che il link resterà a riferimento per chi ancora non l’aveva visto.

    Raccolgo la poca dignità rimastami e mi dileguo 😉

    AsylumGarden

  10. Oooh grazie, Odio cara!*_*

    Comunque aver scoperto che Draco e Harry, a Milano, risiedono a circa un tiro di sputo da casa mia turba i miei sogni…

  11. Apparte [ sì, tutto attaccato è più feeko ] che per comprare una casa in Via Monte Napoleone devi vendere un rene, e non credo che il divino GoS assecondi questa richiesta del pargolo.
    Apparte che se all’Alkatraz suonassero i 30stm sarei subito lì *_*
    Apparte che definirli EMO è un insulto a tutti quelli che li ascoltano e tali non sono [ me, per esempio. Sono soft emo, che diamine ! Perchè conciarsi così .. ]
    Ma .. GoS santissimo ! Dov’è finito Draco Malfoy ? Dov’è finito Harry Potter ?
    Rimpiango i tempi in cui la coerenza e la voglia di scrivere fanfiction senza clichè visti e stravisti erano una Sacra Istituzione ..
    Nonna Valpur, recensione deliziosa.

    Bea, oggi innamorata delle Anafore.

  12. Caramelline! *salta sulle caramelline*
    XD Emo!Potter mi mancava…
    E’ davvero difficile in questa triste epoca trovare una HarryDraco ben fatta ç__ç e non OOC.. *se qualcuno le ha mi contatti çòç!*

  13. Posso capire una probabile riappacificazione tra Draco ed Harry, se scritta bene e resa credibile.
    Posso comprendere che magari possono essere gay, perchè no?
    Ma le 2 “checche isteriche” (come dice un mio amico gay) cosa c’entrano con il carattere e e l’indole dei protagonisti di HP?
    E se tutti i ragazzi di Hogwarts sono gay, le ragazze come sono? Sono passati di moda gli etero in questa ficcyna?
    E posso dire un’ultima cosa? Sì? Bene.
    Non mi è piaciuto per niente il modo con cui si è trattato il tema dell’omosessualità!

  14. Ciao, è di nuovo LovelyMoon che parla (o forse è meglio dire scrive?XD), e devo dire che questo blog mi piace sempre più!^_^
    Ieri sera ho letto questa recensione mentre ero assieme a una mia amica (anche se non fisicamente… eravamo al telefono!^^)… le risate che ci siamo fatte!XXXXXD
    Complimenti davvero: siete troppo bravi a scrivere recensioni alle “ficcyne”, mi diverto sempre un mondo a leggerle.
    Per quanto riguarda la ficcyna in sé… Beh, secondo me c’è stato un errore di persona (anzi, di persone): quelle due checche isteriche NON possono essere Harry e Draco! Ridatemi indietro il mio Harry!!!Y________Y

  15. Draco e Harry abitano in Monte Napoleone? *_* Fantastico. Andrò a trovarli quando devo andare dal dentista, sono proprio lì.
    Capisco perché sia stata scelta via Monte Napoleone… Una via così in è assolutamente adatta a Draco Malfoy! Draco Malfoy che legge le fashion riviste di Harry Potter è semplicemente divina *____*
    Splendida recensione, non si può dire altrettanto della ficcy.

  16. Non è che nel prossimo capitolo si contenderanno la Angel Bag (o come si chiama)? Sigh!

  17. °______° NIENTE avrebbe potuto sconvolgermi di più. NIENTE.
    *boccheggia*
    PERCHE’ i 30 seconds to mars sono finiti in mano alle fangirl?! Dovevo immaginare che fangirl e vestale andassero a braccetto!
    Dov’è la dignità di questa povera band ç_ç! Harry con i bracciali coi glyph, se passo questa COSA all’echelon ci scappa il morto!
    MA parliamo del concerto, perchè mie signore, io ho comprato il biglietto numero 2.
    Silenzio durante il Jared SOLO? Mio dio, ho fatto un report anche su di questo…visto che Jared ha dovuto CHIEDERE di fare silenzio perchè non si sentiva un’emerita sega. =_=
    Comunque confermo, il concerto ERA PROPRIO pieno di gay arrapati che abitavano in Monte Napoleone.
    u.u a parte il mio gruppo e poche altre la media era : ragazzine dementi dai 15 anni in giù.

    Abigale in veste di echelon furiosa
    (io a sto punto i biglietti per le date inglesi li brucio…brucio anche la maglietta che avevo quando l’ho abbracciato…)

  18. Che poi…girare le spalle al palco durante: capricorn acoustic, oblivion ed Echelon.
    Questa è ERESIA.

  19. Abigale, leggendo i tuoi commenti mi rendo conto che il fando dei 30 Seconds To Mars è roba complessa et inquietante, per me che ne son fuori! °°”

  20. Diciamo che da vero “imprenditore” il nostro caro front-man si è inventato una simbologia complessa per la gioia di noi fan.
    -ho letto di tutto a proposito dell’argus apocraphex” una fantomatica “cosa” che dobbiamo trovare.
    -Il nome del fandom è echelon, il sistema di sorveglianza globale usato durante la guerra fredda.
    -Ci sono simboli di derivazione runica(sembrerebbe) che possono essere letti in varie direzioni con vari significati.
    -La simbologia della fenice.
    -Il motto “Provehito in altum”. Diciamo che si è dato da fare per farci fottere il cervello alla ricerca di una qualche soluzione…è roba inquietante anche per me che ci sono dentro fino al collo °_°”

  21. C’è una cosa che non mi lascia dormire tranquilla…
    Ma la “piccola serpe ingorda” sarà mica imparentata con i famosi “Cavallo goloso” e “Delfino curioso”?

    Ora vado, perché devo andare a comprare al mio Canopio un bel paio di jeans attillati, a vita bassa, come quelli di Potter (ha sbirciato la descrizione mentre leggevo e se ne è innamorato).

  22. Questa storia è così *o*

    Mi piacciono Draco ed Harry, perché sono veramente veramente IC.
    Povero GoS, almeno lo avessero disennato, così sarebbe uscito da patire!

  23. Insomma, Jared è la nuova Rowling?

  24. Mi sono fatta tutta via Monte Napoleone A PIEDI oggi, e solo adesso leggo questa perla…e dato che Mefistotele è in sciopero per “troppo lavoro”, mi dovrò fustigare da sola per non aver bussato a tutte le porte della via alla ricerca di questa deliziosa coppietta diabetica…

    Sob…com’è ridotto tuo figlio, nostro orgasmatico Signore??

    Cara Valpur, ti lovvo tanto!!!

    Cipride, alla ricerca di un nuovo elfo del catino…

  25. Gran bella rece; favoloso soprattutto il sensuale (?) Potteremo, Draco invece temo stia causando a Tom l’Oscuro e al Divin Padre ripetuti collassi nervosi..

  26. Cosa c’entrano Harry e Draco a Milano?
    Cosa c’entrano Harry e Draco con i 30stm?
    E, soprattutto, cosa c’entra TUTTO QUESTO con Harry Potter della Rowling?
    Misteri della vita.Moraviola, estremamente perplessa e indecisa se piangere o ridere.

  27. Sui 30 seconds to mars non mi esprimo, però, se ci sono delle simbologie con le rune, io posso dare un umile contributo.
    La storia è deliziosa, accompagnata da quel video che è già leggenda, credo di aver lacrimato di donna davanti a Seamus e Blaise.
    *o* oltre ogni immaginazione.

  28. Povera Abi quando ho letto questa ficcyna ho subito pensato a te..e ho anche vomitato per te!
    Ma vedo che ci hai pensato anche da sola…. Povero GoS ridotto a far da checa assieme a quello sfegiato di Potter.La mascolinità di entrambi minata fino allo sconforto più nero.
    E fra poco daranno la colpa a Silente su questo non c’è dubbio.. ma una ragazza in quella scuola o lesbica o zitella a vita..
    Povera Ermione!

  29. Ah scusate non ho firmato prima sono Lithis

  30. Vestali+30seconds to mars= fyccina diabetica Harry/Draco?!

    ohmmadreh!

    *sviene*

  31. Devo dire di aver letto la storia qualche tempo fa e di averla apprezzata. Mistero Zabini, mia non conoscenza dei 30 Second To Mars e OOC esclusi, non riesco a pensare che sia totalmente da buttare. Insomma, probabilmente il tuo post mi ha aperto gli occhi, sottolineando le cose più improbabili, ma l’idea di Harry e Draco che provano a condividere una passione non mi sembra malvagia. Se poi ha l’OoC come conseguenza, forse bisognerebbe sviluppare la trama in modo differente, ma forse la Drarry è una coppia OoC per definizione, perché o vengono immersi nel fluff (e probabilmente a quel punto i personaggi originali implorano di affogare così da non dover sopportare ulteriori torture) o sono personaggi di una fyccina stomachevole, oppure l’autrice riesce a mantenere quel minimo di IC e finiscono a stuzzicarsi continuamente, se si è proprio fortunati la storia è corta e non cade nella banalità così da avere una Drarry ben scritta (capiteli, non possono urlarsi contro e/o prendersi a pugni, cosa che Sfregiato ed erede del GoS sarebbero ben felici di fare, altrimenti Hermione Granger toglierebbe la lingua dalle tonsille di Ronald Weasley per tacciare entrambi di avere una “tensione sessuale repressa” nei confronti l’uno dell’altro. Ancora non capisco perché Hermione diventi puntualmente slasher e pure deficiente nella maggior parte delle Drarry che ho letto.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...