Ho vomitato.

La calura estiva non risparmia nemmeno l’allevamento dei Tweedy, dal quale la sottoscritta sta scrivendovi col consueto disappunto dipinto in viso.
Sapete cos’hanno le galline di davvero detestabile? La solida, abissale, irritante, trogloditica stupidità.
E cos’hanno di davvero detestabile le fyccies?
Indovinate.
Ma vedo che tra i miei volumi di contabilità occhieggia timidamente il polveroso albo ‘Death Note’, trafugato dal Tempio per l’occasione. Diamogli dunque un’occhiata. ATTENZIONE: Spoiler 8avo volume manga/25esimo episodio anime. E slash, temo. Solita storia, insomma…

Eclissi, di Nika Chan.

L’incipit di questo… er, scritto, consiste in una serie di termini separati in malo modo dal tasto ‘Enter’, del tutto insensati e apparentemente privi d’una relazione. Eccovene un assaggio:

Diviso

Meschino

Corrotto

Vuoto

…Ok, basta. Sembra l’abbecedario di Pinocchio. Vi risparmio il resto, salvo, naturalmente…

Marcio

Marcio

Marcio

Marcio

Perché, vedi, un po’ di anni fa vedevo mamma e papà dentro una scatola, dietro due psichiatri, ero solo un bambino…

[Ti ho ucciso…]

Ritorna assassino il dialogo fra parentesi quadre. Perchè? Ma è kool, naturale.
La voce di Raito si manifesta, e c’informa che, quando il suddetto ha cominciato a far uso e abuso del Death Note, s’è finalmente reso conto di cosa stesse facendo (?) e che veder L morire fra le sue braccia (fra le sue braccia?) è stato l’equivalente di un pugno tirato proprio in mezzo "ai suoi polmoni". Mi spiace per lui, dev’esser doloroso.
Raito, in quel momento, ha compreso (ma che cosa?); sì, perchè essere consapevoli è diverso dal prendere coscienza (è chiaro). Quando lo stronz… er, il ragazzo ha tolto la vita a L si è sentito esattamente come L lo aveva definito:

assassino

Johnny Stecchino insegna.

Vista da lontano la morte non ti fa un grande effetto. Vedi solo un uomo che si accartoccia su se stesso, raggrinzisce come carta bruciata e infine si spegne.

Mi son persa qualcosa. Prima d’ammazzarlo l’ha cosparso di benzina e incendiato?
Nulla si frapponeva tra i ragazzi, allora, solo i loro vestiti (e l’aria che sta in mezzo, no?)

E questo forse non mi ha permesso di sentire il calore che abbandonava il tuo corpo, ma non mi ha impedito di sentire che odore ha la morte. E l’odore… un odore non si dimentica.

Che schifo. L non usava deodorante.

Ma la morte, quella che ti coglie all’improvviso, non ha odore.

E’ L, invece, che puzza come una capra.

È stato proprio il non sentire più l’aroma del caffè che impregnava il tuo alito a farmi capire che era finita.

L non si lavava nemmeno i denti.
Raito afferma d’aver vomitato. E ce credo, ‘sto L era un puzzone. Vomitato, o meglio "rimesso tutto ciò che aveva nello stomaco". Buon GoS, e ora a digerire come fa…?
Si prosegue con una dettagliatissima descrizione di succhi gastrici che fuoriescono e bile che "macchia" la ceramica del bagno, mentre l’intestino s’acciambella come un gatto addormentato e un odore non proprio gradevole riempie la stanza (che disgusto, lasciatemelo dire). Questo, c’informa Raito, "è l’odore della morte dei vivi".

Ma per favore.

[Ti ho ucciso…]

Il dialogo in parentesi quadra sta per uccidere me.

Mi fa male qui… all’altezza del petto…

Dove, dove? Dai un colpo di tosse…

Ho odiato la tua voce

Ho odiato il tuo pensiero

Ti ho odiato quando non avevi un volto

Ti ho odiato ancora di più quando l’hai mostrato

Ho odiato i tuoi occhi

…ENOUGH. Mi spiace, ma questa storia continua ancora a lungo (anche le proposizioni ripetute finché il lettore non vomita le budella sono un trend, pare). Questo porcellino al mercato andò, questo porcellino L ammazzò…
Raito si domanda in cosa lui e ‘Ryuzaaki’ differissero. (Tutto, forse…?) Poi rivela che Misa apprezzava L, forse addirittura gli voleva bene. Oh, certo. Ozzy mio, vieni qua…

Mi fa male qui…

Aridagli. Ambulanza? Coltello da torte?
Raito dice di aver perso qualcosa. Cosa…? Ma l’innocenza, naturalmente. Oooh. *o* Però ha amato davvero L. E’ chiaro; le leggi dell’aMMore indicano apertamente che se due individui sono rivali e l’uno finisce con l’uccidere l’altro, costoro in verità si adorano.
In fondo, soggiunge Raito, la morte di L era un evento che non poteva essere evitato. L era per Raito come una fiamma "troppo bella" (miiiinghia, picciotti, troppo bello), ora spenta. Ma…

La falena ne ha accesa un’altra.

Una falena che accende lumi? Le falene semmai vanno a carbonizzarsi contro le lampadine elettriche, quando hanno il tempo.
Cos’avrà fatto Raito dopo aver compiuto il terribile gesto? Volete tirare a indovinare…?

Ho vomitato di nuovo, sulla moquette che ti piaceva tanto. (…) Sulle lenzuola bianche, su cui i nostri sogni si sono mescolati.

Manca che gli vomiti sulla tappezzeria dell’automobile, sul linoleum, sulla maglietta, sui pantaloni, su Watari, sulle tazze da té e sul computer da tavolo, e ha finito. Certo che poi si sente male, vomita l’anima peggio d’un ubriaco, e in ogni dove (un catino no, eh?). Se avete qualche dubbio su quel "i nostri sogni si sono mescolati" (espressione pregna di lirismo), abbiate presente che "abbiamo trombato" è ormai fuori moda.
Pare il nostro Raito abbia vomitato per "coprire la presenza di L". Beh, c’è riuscito. Posso solo immaginare che odore aleggi per quelle stanze, adesso. Ma, mi domando, perchè non intitolare la fyccie "Le budella di Raito Yagami"?

La leggenda di L. solo quello deve rimanere.

Come disse Marina Massironi, "ma lei… E’ ZORROOO?!"
Raito si dimostra più emo di Elle, dandosi in elucubrazioni mentali mai viste al mondo… che culminano nella maniera migliore al mondo.

Ho dimenticato…

Ho dimenticato qualcosa di importante.

Ho dimenticato la mia umanità.

Ho dimenticato quanto siamo piccoli e inutili.

Ridagli a oltranza. Giuro che se vedo un’altra accozzaglia di proposizioni inutilmente ripetute mi viene l’ulcera.

Lo senti, Ryuuzaki?

Piove

MA NON MI DIRE.

Chi è il Salvatore?

Un santo portato in processione alle feste di paese, credo.

Kira, ci vien detto, è soltanto un uomo, una piccola, fragile, delicata, spaurita creatura. Calza bene per "assassino di massa a sangue freddo con arie da divinità, dotato d’una mente spietata e calcolatrice".

Kira ha paura.

E ha freddo.

Anche lui? Signori, propongo una colletta per offrire una coperta ai personaggi di Death Note, tristemente intrappolati in questa sezione di EFP umida e intirizzita.
Ma mentre noi stiam qui a parlare a vanvera Kira si ferisce, incespicando tra i vetri infranti delle sue illusioni (ahia), arranca "sulla macchia dei suoi passi" (camminerà coi piedi imbrattati di olio per automobile?). Perchè il vero Kira, in realtà, è morto ("e questo è chiaro," direbbe Aldo Baglio). Infine, dimostrando ben scarse abilità di guida, va a sbattere "contro la verità più ovvia". Ahia, dev’essere roba più dura del plexiglass. Se cercate Kira, lo trovate nel reparto rianimazione dell’ospedale di S. Salvatore.
Ma infine ecco, salvifiche e veritiere, le Parole dell’Autrice.

Kira è un uomo. Solo questo noi dovremmo ricordarci…

Ma via. Ho sempre vissuto nella convinzione che fosse un alieno con sei occhi e otto zampe.
O, forse, un personaggio che non ha molto a che fare con quello di questa fyccie…

Lasciandovi con questo dilemma in mente, vado un a vomitare un po’ sul parquet.

Advertisements

22 risposte a “Ho vomitato.

  1. Il vomito è l’ unica cosa della ficcy con cui in questo momento mi trovo in sintonia.

    Farò poi un sentito reclamo a chi da lassù gestisce la situazione metereologica (magari mando il GoS: tra divinità ci si intende) perchè anch’io, quando sono triste, voglio sempre la pioggia in background e voglio sentire freddo, proprio come tutti i personaggi di Death Note. E’ impensabile alzarsi di malumore a luglio e trovare il sole che splende, tzè.

    [Chris, sinuosa Mary Sue in parentesi quadra

  2. Oddio, le fyccine stanno cominciando anche ad attaccare Death Note. Vi prego, salvate questo Anime/Manga!
    Non si può scrivere di un Light così… così tremendamente Out of Character! È ripugnante!
    Light, cosa ti hanno fatto? Vieni qui da Dracuccia bedda che ti consola da queste menti deviate da fyccinari…

    Dragon, che pulisce il pavimento dopo la lettura della suddetta recensione (per altro ottima XD).

    ST: Out in the Real World – Stream of Passion.

  3. Scusate, volevo dire “protegge” e non “consola”. ^^;

  4. Wow, una ficcy “liberamente ispirata ad Aya”. Quella donna ha fatto storia…
    Abigale

  5. Perchè hanno scoperto anche Death Note?! PERCHè?!
    Hanno stuprato ormai tutto il possibile…non vogliono nemmeno lasciar riposare in pace L!
    Light e L erano nemici, rivali, si odiavano.
    Light aveva già perso l’innocenza quando pensava che avrebbe ucciso perfino la sua famiglia se l’avesse intralciato nei suoi piani. Al massimo si può dire che uno rispettava l’intelligenza e le abilità dell’altro, ma lo slash tra questi due mi è veramente improponibile. Mi perdonino i fans…

  6. Lo stile di questa autrice mi ricorda un po’ – ma solo un po’ – quello della divina Aya.
    Sia lode al GoS!

    Poi è sempre piacevole leggere di gente che vomita ovunque; aiuta a digerire, no?

  7. Ma Raito, non è che soffre di qualche virus intestinale?
    Gli avrei prestato [Gustav], il mio elfo.

    Che posso dire di L? Deve essere stata una poesia il suo alito…..

    [Lady Malferret], che vuole essere anche lei kool…

  8. [rimango basita di fronte a questo OOC… °__°]
    [poi se qualcuno mi vuole spiegare la trama è meglio…]
    […perché non la trovo in mezzo a queste frasi impostate così]
    [questa ragazza è persino riuscita a rendere L un supereroe da leggenda… pazzesco*__*!]

    [La Chripx]
    [che si esercita con le quadre e questo bellissimo stile]

  9. Vomita per coprire il suo odore? Già che c’era poteva direttamente urinare sul cadavere, no?

  10. Questa ragazza potrebbe diventare un’ottima regista di splatter *O*

    Comunque c’è una, una sola parte che mi ha davvero commossa.

    ” Ho vomitato di nuovo, sulla moquette che ti piaceva tanto.”
    Cioè.
    Non ho bisogno di aggiungere altro, credo.

  11. E dopo “ode al vento dell’ovest”, becchiamoci “ode al vomito”.
    Mi pare che il confronto regga.
    Beeene, ora che ho saputo che L non si lavava la mia vita sarà migliore.
    Spero comunque che vomitare non sia una nuova forma di dimostrazione d’affetto, altrimenti inizio a litigare con tutti quelli che conosco: resterò sola, ma perlomeno pulita…

    *odiolarow non loggata*

  12. Stupenda questa recensione: ho avuto una folle, stupenda visione di Aldo Baglio che sbuca fuori da un tombino, puntando il dito contro Light ed esclamando: “Assassino!”.
    Confesso di aver letto, dopo la recensione, tutta la storia facendomi una risata ad ogni riga: va bene che con questo caldo può succedere, ma l’autocombustione della falena (e di L) e tutto quell’odore di morte vivente (sudore e cadavere al sole) erano esilaranti.
    Però credo che sia il caso di chiamare Dottor House: tra le botte in mezzo ai polmoni (e gli è andata bene, potevano colpirgliene uno), l’inciampare sulle illusioni e lo sbattere contro la verità (che deve fare parecchio male) quella piccola e fragile creatura (“assassino di massa ecc, ecc…”) sarà ridotta ad uno straccio. E tutto quel vomito, poi…se fossimo nel fandom di Harry Potter comincerei a sospettare che sia incinto.

  13. Ha provato a rivaleggiare con lo stile sommo della divina Aya, ma non c’è riuscita.
    Una lode, comunque: provarci non è il massimo della semplicità.

    Tina

  14. però!!!! la peperonata alle 3 di notte fa male…poi vedi cosa succede?? sporchi tutta la casa!!!
    fate 1 gesto di carità, prestetegli 1 elfo del catino..che vi costa??

  15. Ok, le presto il mio.

    Jackson, vieni qui!

    (Sì, il mio elfo si chiama “Jackson”. Come Peter Jackson.
    Cosa vi aspettavate, eh?!)

    Ma mangiare la peperonata a fine luglio non è equiparabile al suicidio?

  16. Beh, il mio si chiama come Ozzy Osbourne, il che è davvero tutto dire.
    Povero Raito, speriamo gli pervenga un catino al più presto. La peperonata col caprino (di ieri?) è letale, specie a luglio…
    Peter Jackson mi fa più o meno lo stesso effetto della peperonata.
    [Col caprino].

  17. Pure a me… è per questo che l’ho chiamato “Jackson”.

    Dannato il mio ammore per (Il Dannato) Peter Jackson 😄

  18. Secondo me Raito, dopo aver architettato tutto quel popò di roba per ammazzare L (le pallottole sono fuori moda…e il veleno??Seeee il veleno…magari! Ora vanno di moda le seghe mentali!) si sia fatto una quindicina di canne in pietra per festeggiare e abbia cominciato a sparare cazzate a mille… almeno secondo l’autrice che ha gentilmente omesso la parte delle canne…
    Mi sorge una domanda… Ma L non si lavava? O è Raito che ha (oltre ad avere un’inteliggenza che farebbe invidia a Piero Angela) un naso come quello dei cani??!! Ma quale odore di morte??!!Ma che era in putrefazione?? Non si usa più seppellire i morti??? Cmq per me ha vomitato perchè, dopo le canne, gli è presa la fame chimica, ha cominciato a mangiare come un porco ed ha vomitato…E certo mischi la peperonata con la torta avanzata ad L!!
    ma il colpo di genio dell’autrice è il freddo finale!! Entrare in casa? Mettere un maglioncino dolce vita con sciarpa?? Noooooo troppo banale!!

    E dire che a me Death Note piace… Perchè lo hanno distrutto cosi???? Voglio giustizia!! [magari una peperona con falena incediaria per l’autrice…]

  19. Niente commenti sugli autori, per favore. Leggetevi il regolamento.

  20. Mi scuso per il commento lasciato (il n.18) Non volevo offendere l’autrice… (o forse si??XD) Ma capitemi…ancora piango questa ficcy al limite dell’assurdo… La trama lascia il sipario alle pippe mentali di Raito…Mah… In ogni caso continuate cosi!! Mi piacciono le vostre recensioni

    [mi vado a leggere il regolamento…]

  21. La solita fanfiction di natura yaoi simil introspettiva dallo stile poetico becero.
    Certo che ne ha sparato di cazzate su DEATHNOTE questa; quando sarò triste leggerò la sceneggiata emo della supervomitata e riderò di gusto.

  22. L’ho letta per intero e vi dirò che non la trovo poi così malaccio.
    Se solo togliesse degli aggettivi che non c’entrano molto con il paragone tra il mondo e l’anima corrotta di Raito; se fosse un pò più attinente alla trama e togliesse sopratutto quell’aura di amato consapevole solo quando perde chi ama da Raito,eliminasse qualche parte sbagliata e la correggesse; nonostante la poesia a volte mediocre non sarebbe malaccio.
    L’unica concezione che deve avere è che Kira è un identità a sè stante che forse nemmeno Light può controllare una volta che decide di vestire quei panni; il potere del quaderno l’ha corrotto e l’ultima scintilla dia nima è svanita nel momento in cui ha compiuto l’innominabile azione di far uccidere colui che lo considerava il suo migliore amico. Comuqnue all’autrice della fyccy Misa non apprezzava proprio L, anzi non gliene fregava più di tanto se moriva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...