********Come James ha protetto Lily *********

Quella che sto per narrarvi, mia nidiata adorata, è una favola piena d’amore e di sesso non consensuale. Faremo un salto temporale ai M. H. (Malandrini a Hogwarts), certamente saprete che la datazione è cambiata e nel Tempio, come nel colloquiare quotidiano s’usa il P. M. (Prima i Malandrini) e D. M. (Dopo i Malandrini).
Se vi sta girando la testa, allora, non siete pronte per l’investitura al cospetto della Somma, indi tacete.

“Nota Bene: il segno ********************* sta a monito che è presente un cambio di scena”.
Ti ringrazio, non essendo totalmente mentecatta, avendo la fedele Envie al mio fianco, ho il vago sentore che l’avrei capito lo stesso o forse no, data la magnifica prosa che m’accingo a leggere.
Un sospiro di sollievo: “DISCLAIMER: Non possediamo Harry Potter, se così fosse probabilmente la storia sarebbe mooolto diversa. Appartiene alla Rowling e non scriviamo a scopo di lucro, ma solo per divertimento."
Non sono mai stata così felice di sapere che la saga di Harry Potter, nella sua interezza, appartiene a lady Rowling!
Il God of Sex, con un sorriso freddo e sensuale, condivide questa lieta certezza. In ogni caso, pulcini, spero di non scoprire mai come la Vestale abbia tramutato i libri.
Collocazione temporale: “Era appena finita la cena, nella scuola di magia e stregoneria di Hogwarts.”
Un coro di “E chi se ne frega?” è bruscamente zittito dalla Zia Selenya: con i tempi che corrono è grasso che cola.
Ora, a proposito, una bellissima fanciulla dai capelli rossi e gli occhi di smeraldo (avere gli occhi verdi è da pezzenti) sta passeggiando nei corridoi, per incontrare il suo amato, ovvero James Potter “tanto bello quanto bravo a Quidditch”.
Di James, purtroppo non si può asserire fosse intelligente, apprezziamo lo sforzo di dargli almeno una beltà esteriore.
Pare una serata come tante, con le consuete orge in Sala Comune Serpeverde e lo spaccio d’erba dei Tassorosso, quando la delicata Lily (la cui unica colpa era voler pomiciare con James, sotto lo sguardo benevolo di Mastro Gazza) viene presa brutalmente ed “incastrandola tra la parete ed il suo corpo”.
È una partita di Tetris od il sesso secondo le Vestali?
Presentazioni: “Piton…" soffiò la ragazza in tono velenoso, cercando di mantenere il suo controllo. [perché non aveva un tono velenoso quando lo difendeva da James del famoso gruppo dei Malandrini? Lily ha la sindrome premestruale?]
"Evans" disse semplicemente il serpeverde, con una nota canzonatoria nella tonalità della voce.”
Lei secerne veleno, lui la piglia in giro: è un idillio perfetto o lo sarebbe nel mondo delle Draco/Ginny, ma qui siamo M.H.
Amorevoli illuminazioni: “nei suoi occhi brillò una strana luce, diversa da quella che aveva di solito, quasi da innamorato.”
I miei occhi stanno brillando d’una strana luce, diversa da quella che mi coglie nel leggere aya, è quasi da stomacata.
La vostra luce com’è?
Strazianti dichiarazioni: “"Anche se siamo diversi, e tu sei solo una stupida mezzosangue io ti amo" sussurrò; i loro volti si fecero molto più vicini.”
Ho sempre sognato d’essere afferrata e sbattuta contro una parete da un ragazzo, con problemi d’igiene personale, che sussurrava dolcemente: “Anche se siamo diversi e tu sei solo una stupida bastarda/insulto a piacere io ti amo” e senza virgole.
Ora, in un mondo perfetto, Lily farebbe di Severus la Pallida Cortigiana con un calcio ben assestato e poi sputerebbe addosso alla sua divisa, senza dir nulla.
Noi, però, non viviamo in un mondo perfetto.
****************************************
Lily si limita a dire “io non ti amo” e neppure uno “stronzo” esce dalle sue carnose labbra.
James, sveglio come sempre, è in ritardo per aver ascoltato Sirius e le “sue polemiche sulle femmine”. Il rampollo dei Black s’accoppiava regolarmente con le barboncine delle MarySue, divenendo padre d’immense cucciolate.
Io la capisco la signora Black, sapete?
Torniamo a noi: Potter è assorto in chissà quali riflessioni (“Mi permetterà di toccarla sotto gli slip?”) quando ode la voce disgustata della pulzella in pericolo.
*************************************
Kiss her: “Lily Evans non ebbe neppure il tempo di ribattere che le sue labbra furono imprigionate da quelle di Piton. [se le è divorate, proprio!]
Presto il bacio dapprima casto divenne man mano più irruento [con la lingua, insomma] e, [questa virgola dopo la “e” è un amore] nonostante la rossa opponesse resistenza, presto dovette cedere. [Subito cede? Così, senza un pugno? Una gomitata? Ha la forza di carattere d’una seppia, la Evans]”.
Potter entra in scena: “Appena svoltato l’angolo, la scena che gli si parò davanti agli occhi lo fece inorridire.Non riuscì a sopportare oltre quella scena.”
Scena.
Kill Sev: “di slancio si gettò contro Piton, facendolo volare a terra con una spallata. [ma è “Walker Texas Ranger”!] Appena il serpeverde fu a terra James, accecato dall’ ira, con un pugno preciso gli spaccò il naso, sporcando il pavimento con schizzi di sangue scuro. [Il tuo sangue è rosa confetto, per caso?]”.
Una scena regalataci da Tarantino. Un po’ di sana violenza alla “Hostel” non può che temprare gli spartani animi.
Lily, privata delle forze vitali dal bacio di Severus, si lascia cadere al suolo.
*o*
Kill Sev Volume II: “Piton nel frattempo aveva perso i sensi, ma questo non aveva calmato la furia di James, che continuava a infierire sul corpo del serpeverde, finchè un gemito di Lily lo fermò.”
James stava estraendo gli intestini di Piton a mani nude, ma la dolce Grifondoro gli fa presente che l’ha baciata e non stuprata davanti a Silente, che comunque non si sarebbe accorto di nulla.
James la porta in un’aula deserta e la calma, la schiaffa nel Dormitorio femminile e va nel proprio: i suoi tre amici stanno dormendo.
Piton giacerà svenuto sul pavimento sino al 1991, si sveglierà e dirà “Uh?”
******************************
Consolatore degli afflitti: “Nel frattempo, nel dormitorio femminile, Lily non riusciva a prendere sonno e, appena riusciva ad addormentarsi, le tornavano alla mente il terribile episodio. [Poteva farsi una bella scopata e James gli rovina lo stupro MarySue!]
Silenziosamente scese dal letto, e si incamminò verso il dormitorio maschile. [Dove c’era sempre un gran via vai] Sapeva che l’unica persona che l’avrebbe aiutata a dimenticare era solo e soltanto una.
E quella persona era James. [Io pensavo fossero quattro: Lily è più casta di quanto sembri]”.
La Evans schiva Sirius, Remus e Peter e finisce dritta dal suo Potter.
“La ragazza la guardò con occhi pieni di gratitudine e s’infilò sotto le coperte. [Non sarebbe andata in bianco!]
James tirò le tende di velluto rosso e l’avvolse in un abbraccio rassicurante. [Non l’avrebbe mandata in bianco!]
“La mattina dopo, Remus scostò le tende del letto e sorprese i due ancora profondamente addormentati l’una tra le braccia dell’altro. [con boxer e slip appesi alla spalliera e Lily a terga scoperte]
Saggiamente, decise di richiudere le tende lasciandoli dormire in pace, [dopo tanta fatica] anche se era leggermente stupito di trovarli insieme. [sapendo che è nella Stanza delle Necessità che avvengono i più selvaggi amplessi]”.
“Sirius, vedendo la faccia stupita di Remus si avvicinò al letto, per vedere cosa c’era di tanto interessante. [Il porco…]
In tutta quella confusione mattutina, James si era svegliato. [Ma se nessuno ha aperto bocca!]
I Malandrini s’alzano ed escono, lasciando Lily in coma nel baldacchino di Potter.
Guh: “James disse che la situazione era abbastanza complessa, ma lui disse semplicemente che non spettava a lui dirlo ma, se Lily avesse voluto, lo avrebbe detto.”
Giustamente, gli altri non capiscono una mazza e ci restano male.
James li congeda e torna dalla sua amata, che si desta, fresca come una rosa e di ottimo umore.
Perdona il reo con un’alzata di spalle e ciò la rende Santa subito e Potter l’ama per questo: comprende gli idioti.
James Winchester: “No Problem piccola, guaio più, guaio meno…”.
Poi sale sulla sua Impala nera, lancia un’ultima occhiata alla bella e svanisce all’orizzonte.
La storia termina con un “Ti amo” reciproco che scioglie… Beh… Non diciamo cosa.

La sconcertante rivelazione è che codesto capolavoro è stato partorito da tre menti.
Capite perché non ho fiducia nel genere umano?

Nel baldacchino di James.

Annunci

31 risposte a “********Come James ha protetto Lily *********

  1. Posso dirlo che sono senza parole?
    Ho letto anche la storia e devo dire che i dialoghi delle autrici all’interno della storia stessa sono spettacolari. A me, sinceramente, hanno fatto impazzire. *_*

    La storia è talmente realistica da farmi commuovere…

    Una recensione fantastica.
    Complimenti per il blog, davvero (non ricordo se li avessi già fatti un’ altra volta, ma rinnovo comunque).

  2. ” Kill Sev: “di slancio si gettò contro Piton, facendolo volare a terra con una spallata. [ma è “Walker Texas Ranger”!] ”
    Chuck Norris salvaci tu! Calcioruota queste autrici per noi!!! X°D

    Ma parlando seriamente, non si accorgono che i loro dialoghi piazzati così a “cavolo” in mezzo alla storia, disturbano la lettura e possono far perdere il filo?
    Bah…

    Credo che Lily Evans un calcio nei co****** a Severus lo sapeva dare anche da sola v.v” senza che l’impavido James venisse a salvarla.

  3. Mi unisco al tuo ringraziamento: grazie al GoS la saga di HP è della Rowling.
    Tre Vestali, rendiamoci conto.
    Tre Vestali per una storia senza la minima logica, motivazione, introspezione psicologica. Giuro, quei deprimenti siparietti delle autrici avevano quasi più senso della storia in sè.
    Ah, e la battuta su “Walker Texas Ranger” mi ha fatta sganasciare! XD

  4. Quando si dice che di tre non se ne fa mezza…

    No, bella storia, eh!
    A me Snape sta sulle balle, ma da qui a renderlo una specie di stupratore… beh, poveraccio, ce ne passa.

    Amo Hogwarts, perché tutti se ne fregano di tutti.
    Snape ha perso un ettolitro di sangue perché James l’ha pestato? Chi se ne frega! Nessuno fa e dice niente. Preside, professori, custodi… non esistono!
    Anzi, Lily – che beata lei non serba rancore – può infilarsi felice nel letto di James, che tanto chi vuoi che se ne accorga?

    Povera Rowling…

  5. sinceramente, visto che le autrici sono mie amiche, non vedo il perchè questo dover offendere. Le fanfiction esistono per il puro divertimento. Stop. In ogni caso, l’ironia è divertente, ma anche un po’ indiscreta a mio parere…
    …:::Roxenne:::…

  6. Ci mancava solo l’elevamento a potenza dell’intelligenza vestalica… e adirittura al cubo!
    O my GoS!
    Mi ritiro, prima di collassare.
    Ho appena finito la terza prova, figuriamoci se mi infango il cervello con le amenità di ste donazelle…
    Adieu

  7. @Roxenne: francamente, non vedo dove si sarebbe offeso. Una persona si offende con insulti personali, qui ci si è limitati a criticare la storia senza fare riferimento alle autrici. E le critiche servono soprattutto a far vedere i punti deboli della storia: in fondo, mica stiamo proebendo alle tue amiche di scrivere. Le tue amiche sono liberissime di scrivere di un Piton stupratore o di una Lily che non somiglia minimamente a quella della Rowling, ma noi siamo altrettanto libere di dire se ci è piaciuta e, in caso, perchè non l’abbiamo apprezzata.

    E sì, è vero che le fanfiction sono “per divertimento” ma, ne converrai, ciò non significa buttare giù la prima idea che ci viene in mente, e pazienza se è scritta male. E’ per questo motivo che i siti come EFP pullulano da storie che starebbero meglio in una pattumiera, “nascondendo” nel mucchio gli scritti di gente che si impegna seriamente sulle proprie storie, mettendo davvero passione in quello che fa (sto parlando in generale, ovviamente, non specificatamente di questa storia.)
    @ Ofelia: anche tu hai la maturità, eh? Su, resisti, ormai il peggio ce lo siamo lasciati alle spalle.

  8. La fanfiction esistono per divertire, certo; perchè non possiamo divertirci noi?

    Celarsi dietro a un futile buonismo sarebbe stato ben peggio.
    La recensione è sarcastica… forse perchè c’è del materiale su cui far sarcasmo? Chissà…
    Il punto è: se anche la fic viene scritta per puro svago un minimo di coerenza sarebbe una buona idea.
    Così, giusto per cambiare…

  9. beh, sono d’accordo che ci sono fic assolutamente favolose, ma bisogna anche cosiderare che anche se una fic non è perfetta, non mi sembra giusto sbatterla in un blog e farci dell’ ironia, cioè, una battuta ci può stare, oppure dire che non piace specificando il motivo (non è scorrevole, punteggiatura errata, ecc…) poi posso ammettere che non sia favolosa però criticare (anche se in modo sarcastico che diventa comunque pesante) un lavoro “studiato”, mettendo l’impegno mi sembra troppo, visto che l’impegno c’è (se non ci fosse stata la volontà di impegnarsi sarebbe solo una di quelle stupide interviste ai personaggi).
    …:::Roxenne:::…

  10. Ormai è noto che questo genere di critiche diano fastidio, quindi non mi stupisco dell’osservazione.
    Però una cosa da far notare ce l’ho anche io: se una fanfiction è “studiata” e scritta con un minimo d’impegno, in che modo può venire fuori un periodo come “James disse che la situazione era abbastanza complessa, ma lui disse semplicemente che non spettava a lui dirlo ma, se Lily avesse voluto, lo avrebbe detto.” ?

    In ogni caso, quoto Valpur: il buonismo che ormai dilaga è molto peggio.
    Per quanto riguarda il concetto di “le fanfictions sono scritte per divertimento”: sacrosanto. Se uno vuole farsi quattro risate sgrammaticate e (a seconda dei gusti) obbrobriose scrivendo una storia amatoriale è libero di farlo.
    Ma che senso ha pubblicare cose del genere su siti creati per chi la scrittura amatoriale la ama e ricerca cose diverse dalle sole risatone sgangherate e prive di coerenza?

    Melchan

  11. Si possono scrivere storie pessime -sotto il punto di vista di trama, punteggiatura, uso dei personaggi e via di questo passo- anche senza ricorrere a quelle con lo schema famigerato dell’intervista.

    Ripetiamo ancora che qui non si offende l’autore o in questo caso, le autrici. Le offese sono insulti; le offese insomma, sono un’altra cosa.

    Questa storia parte già da una contraddizione, i siparietti delle autrici stesse.A che scopo mettere nella vicenda i loro dialoghi?E’ una storia comica incidentata per caso con una seria, visto le temetiche trattate? E’ una storia seria che non si sa come gestire e allora sì all’incastro forzato di battutine che francamente non fanno stirare nemmeno le labbra?

    EFP è pieno si “bozze” simili. Fanciulle dai capelli ramati e gli occhi di smeraldo (dopo la milionesima volta che si legge di una descrizione tanto trita e ritrita ci si stufa), d’imprecisioni che cozzano contro il canon in maniera imbarazzante (Piton è lui stesso uno dei mezzosangue che tanto detesta. L’intero sesto libro è imperniato su questa rivelazione) e di situazioni paradossali.

    Si può scrivere per divertimento?Sì, certo, chi siamo noi per vietarlo? Ma ritengo che il passaggio tra lo scrivere e poi il pubblicare dovrebbe essere più ragionato. Altrimenti si finisce col trovarsi davanti a palate, montagne di storie mediocri, tutte uguali, con descrizioni stereotipate e tutti gli altri cliché del caso.

    E qui ci sono tutti, mi dispiace per le tue amiche.

    Arwen.

  12. Quando qualcuno pubblica uno scritto deve prendersi delle responsabilità verso chi legge.
    Chi pubblica qualcosa DEVE accettare qualsiasi commento, positivo o negativo che sia.

    Comunque W il GoS!!!!!!!!!

  13. anche quello è vero, però sono anche siti (e sopratutto) in cui si impara a scrivere dai propri errori, e con critiche costruttive, non certo inutili. Quella fic in origine non era stata creata per farsi quattro risate, ma per testare uno stile di gruppo (che credo sia molto più difficile dello scrivere singolarmente). Per me una vera critica deve essere come quelle di efp, un po’ d’ironia ci sta, ma così a mio parere è solo “deturpare” una fic.
    …:::Roxenne:::…

  14. Mi pare d’aver ripetuto un centinaio di volte, che non è mia intenzione rivestire il ruolo della Montessori della Fanfiction.
    Ho letto la storia, l’ho trovata mediocre nella trama, nei dialoghi e deprimente nei teatrini fra le autrici.
    Se le donzelle volevano “provare” uno stile potevano farlo privatamente, in maniera da non esporsi ad eventuali critiche feroci o costruttive.
    La verità è che le critiche negative non sono mai gradite a taluni elementi e questo lo sappiamo tutti.
    Puoi pensarla come ti pare sulla mia recensione; ne ho riso, ho fatto divertire altri lettori e per me, qui termina la parentesi sulla ficcy.
    Potresti farlo anche tu, ma il mio sesto senso diabolico mi sussurra che ribatterai, con veemenza.
    Ti precedo.
    Sono insensibile?
    No, non mi reputo tale.
    Se il tuo concetto d’insensibilità, però, prevede che metta una censura alle mie opinioni, allora sono lieta d’apparire tale ai tuoi occhi.

  15. Quoto LadyMalferret: ciascuno è libero di scrivere ciò che preferisce, ma un conto è scrivere una storia e un conto è pubblicarla. Io personalmente pubblico solo una piccolissima parte delle storie che scrivo o che comunque immagino, la maggior parte delle quali giaceranno per sempre nei meandri del mio pc.
    Perchè?
    Semplice: perchè sono un’ inguaribile perfezionista, una di quelle capace di stare mesi su un capitolo, e mi rendo conto da sola quando è il caso di pubblicare qualcosa o meno, dal momento che, nel momento in cui si pubblica una storia in un sito PUBBLICO, si devono accettare i conseguenti giudizi, che non saranno sempre positivi.
    E’ ovvio, che una recensione negativa non fa piacere, ma in fondo una recensione non serve a ‘far piacere’ a qualcuno, bensì a mostrare i punti deboli di una storia. Di solito una persona intelligente è in grado di andare oltre al semplice ‘sentirsi offesa’ e di cominciare a dire: “Be’, magari in effetti ho sbagliato qualcosa.”
    A prova di quanto sto dicendo, nel forum di fastidious ci sono un paio di utenti che si sono uniti a noi proprio dopo essere stati recensiti.

  16. Le tue amiche hanno fatto bene a testare uno “stile di gruppo”. Però potevano anche farlo privatamente, senza necessariamente rendere pubblica la storia. Oppure potevano pubblicarla, sì, ma su un blog di loro proprietà.

    EFP è un sito pubblico, dedicato alla scrittura amatoriale.
    Le fanfiction si scrivono per divertimento? Sacrosanto.
    Ma io rivendico il mio diritto di dire quello che penso in merito a quello che ho letto e che si è deciso di esporre al giudizio del pubblico. Lo dico un po’ come meglio credo, finché non trascendo e non mi dimostro maleducato o offendo le persone delle autrici.

    Non mi pare che Selenya abbia offeso nessuno personalmente, con la sua ironia.
    Ha detto la sua sulla storia, ma non sulle persone che l’hanno scritta se non per quanto riguarda le loro abilità scrittorie.

    Dici che la fanfiction in questione è stata pensata.
    Permittimi di dire che poteva essere pensata meglio: Severus è un tantinello OOC e non è molto logico che nessuno dica A dopo che uno studente è stato pestato (con tanto di sangue!), in corridoio.
    Al di là di alcune frasi poco comprensibili, poi, ci sono i famosi siparietti delle autrici a condire il tutto…

    Scusa se te lo dico, ma se questa storia è stata pensata, lo ribadisco, poteva essere curata un po’ di più.
    Toglieno i siparietti, innanzitutto, e cercando di rendere verosimile situazione e personaggi.
    Se Lily, James e Severus si chiamassero Astolfa, Gaudezio e Leocarlo la differenza non si noterebbe poi molto…

    Secondo me una fanfiction scritta con impegno si vede, fin da subito.
    Poi sono con te quando dici che si scrive per divertimento – anch’io scrivo per divertimento – però, per favore, non siamo ipocriti.
    Io cucino per divertimento, ma non per questo metto il sale al posto dello zucchero.
    Divertiti pure quanto vuoi, a scrivere, però fornisci di logica trama e personaggi, cura la forma e dai al tuo testo una sua dignità letteraria, anche se solo a livello amatoriale.

    Altrimenti, se non ne hai voglia, niente di male: cambia hobby. Perché scegliere un hobby che non si ha voglia di curare?

    N.B. So che Roxanne è amica delle tre che hanno scritto questa storia.
    Il “tu” usato nell’ultima parte è perlopiù impersonale.

  17. E si ricomincia.
    La gente dovrebbe imparare che le critiche non vengono mosse alle autrici, ma alla Storia. Punto.
    Onestamente, preferirei una recensione ironica piuttosto che una critica pesante o del patetica buonismo…

    Se ciò che scrivo va migliorato, basta dirlo.
    Oppure no?

  18. Sul fatto che lo scrivere sia un piacere non ci sono dubbi.
    Però dal momento in cui si prende la penna in mano e si attua l’azione, bisogna assumersi le dovute personalità.
    Quando si scrive una storia non lo si può fare a caso.
    Bisogna delineare una trama salda, coerente il più possibile con i caratteri dei personaggi. Piton è decisamente OOC. E Lily è un pò inverosimile.
    A una causa segue un effetto, a seconda dell’ambientazione: dubito che ad Hogwarts un pestaggio fra studenti resti impunito, come non lo sarebbe del resto in una scuola normale.
    Del lato grammaticale non se ne dovrebbe neanche parlare: si dovrebbe dare per scontato che tutti sappiano costruire una frase soggetto+verbo+complemento.
    Se un’autore è giovane è passabile che lo stile non sia perfetto: ulteriori migliorie si ottengono continuando a elaborare una frase più volte, ottenendo diverse soluzioni e articolandola in maniera più originale. E per carità, sono io la prima a dire che non è necessario essere Umberto Eco per saper scrivere. Ma un pò di decenza mi pare il minimo.
    Se poi è una robin, bisogna prestare più attenzione: è una cosa impegnativa cercare di conciliare due o più menti diverse.
    Con questo non voglio dire di essere il Padre Eterno e che quello che dico è legge; ma quando una storia è debole, lo si sente.
    E a mio avviso una recensione ironica può essere anche divertente alla lettura.
    Selenya ha semplicemente preso i punti chiave ironicamente (è una ripetizione ma almeno sottolineo il concetto), confidando nella capacità di saper leggere oltre le righe della sua recensione.
    Non c’è l’intento di offendere nessuno.
    E neanche di fare la predica. Non sono un’insegnante e di strada ne ho da fare pure io.

  19. Per quanto pungente, la critica di Selenya non tocca parti della storia prive di difetti: va appunto ad ironizzare sui punti deboli (o assurdi) della fanfiction.
    Ora, si può leggere la cosa come una cattiveria e rifiutarsi di guardare oltre, oppure, leggendo meglio, cercare di capire perchè proprio tali punti son stati contestati, e perchè.

    La “critica costruttiva” c’è, basta guardare bene e la si trova.

  20. Beh, effettivamente ci sarebbe molto da migliorare, in questa fanfic…
    Comunque comprendo il fatto che Roxanne difenda le sue amiche, in fondo chi non lo farebbe? Solo che è bene anche chiedersi loro stesse se hanno sbagliato o meno.

    Presto il bacio dapprima casto divenne man mano più irruento [con la lingua, insomma] e, [questa virgola dopo la “e” è un amore] nonostante la rossa opponesse resistenza, presto dovette cedere.
    Mah Sil… secondo me lì ci sta tutta, la virgola dopo la “e”…

    È una partita di Tetris od il sesso secondo le Vestali?

    Io qui sono crepata, perché esiste una versione di Tetris in cui bisogna “incastrare” corpi maschili e femminili nelle posture sessuali. XD Ce l’ho anche, magari poi te lo passo. XDDDD

    Saluti,
    Dragon85.

    ST: Saffron’s Curse – Cradle of Filth.

  21. Concordo con Dragon85 per quanto riguarda la virgola dopo la ‘e’…
    Roxenne: le tue amiche hanno fatto un esperimento e hanno deciso di sottoporlo agli utenti di internet. Questo implica la possibilità di essere giudicate negativamente. Leggendo questa recensione possono A. decidere di lasciar perdere le round robin B. riprovare apportando migliorie. Ma di certo prendersela e sentirsi offese sarebbe assurdo, in quanto viene criticata la storia e non le autrici (complimenti, lei è la millesima persona che scrive questa frase in questo blog!).
    Detto questo, la mia luce è defunta perché fulminata…

  22. Non è la virgola a stonare è la “e”.
    Il testo letto così ha una pausa dobbia, prova a leggerlo senza la “e” e con solo la virgola: non va meglio?

    Zietta con log da GdB.

  23. Io qui sono crepata, perché esiste una versione di Tetris in cui bisogna “incastrare” corpi maschili e femminili nelle posture sessuali. XD Ce l’ho anche, magari poi te lo passo. XDDDD

    Io lo voglio **

  24. Secondo me quel “e,” non ci sta poi così male, visto che poi c’è un’altra virgola che chiude l’inciso 😉

    Se qualcuno lo mettesse in una storia non so se lo correggerei; alla fine è una scelta stilistica ^^

  25. Anch’io voglio il Tetris sesssy!

  26. Ommioddio povero Severus ç____ç

    Piton giacerà svenuto sul pavimento sino al 1991, si sveglierà e dirà “Uh?”
    Ahuahuaauh qui sono morta dal ridere xDDD

    Acchan

  27. Ma…ho un dubbio. Lily non aveva ceduto? O meglio, non era stata costretta a cedere? James arriva e se li becca a slinguazzare come loturie contro un muro, perchè se la prende solo con Sev e poi è capace di accogliere nel proprio letto l’anima in pena della piccola Lily? Lei vigliacca e vagamente Tr… che torna con la coda fra le gambe e lui completamente rimbambito???

  28. Non hai capito la visione Vestalica di uno stupro: tu stai lì, dici “nuooo!” disperata un paio di volte e poi attendi che arrivi il principe azzurro.

    Solitamente una smette di dimenarsi quando è totalmente disperata e la forza del bastardo l’ha costretta a cedere ( e non parlo di “incastrarla tra il proprio corpo ed il muro”: parlo di calci, pugni, sberle e quant’altro). Ma prima di quello una tenta di reagire.

    Quantomeno non in questa fanfiction Severus non cerca pure di picchiare Lily.

  29. Selenya non me ne voglia, ma la virgola dopo la “e” può andare, purchè introduca un enunciato…

  30. Ho il capo cosparso di cenere, ma il resto della storia merita la mia recensione.
    Ora, in terza elementare mi fu sconsigliato d’usare sia la “e” che la virgola, non è un errore.
    Possiamo continuare il simposio sulla virgola o renderci conto che la fanfiction era mediocre, nonostante tutto.
    … E questo è quanto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...