Una ragazza alla moda

 

 

Miei stimati mangiamorte,

eccomi alla pubblica piazza pronta a ricevere lo scherno di voi tutti.

Devo fare ammenda dei miei peccati!

Devo chiedere perdono al God of Sex, perché nella mia cariera di recensionista vi è un’oscura macchia: dev’essere stata Narcissa, quell’inutile femmina a tentarmi, a farmi cadere in errore.

E così, mentre salpavo alla volta dei Carabi per affondare le navi della Compagnia delle MarySue, mentre studiavo il processo alchemico che rende cangiante Zabini, questo scritto passava inosservato.

 

Come ho potuto essere così cieca?

 

La saga di Jendra inizia nell’ottobre dello scorso anno, eppure solo oggi questa fanfiction mi è capitata sotto gli occhi.

Sto cercando di contattarla tramite Bran of Hell, traduttrice (o traduttore?) dell’opera.

 

 

Partiamo dunque con la descrizione della nostra eroina: “I suoi lunghi capelli neri ondeggiavano sulle sue spalle, mentre i verdi occhi brillavano di gioia. Dimostrava approssimativamente sedici anni, piccola e snella, era intenta felicemente a far compere, ignorando i ragazzi, e anche qualche più anziano uomo, che stavano guardandola con concupiscenza.

Il sorriso che nacque sul suo volto fece nascere molti sospiri, che lei, nella sua improvvisa corsa, ignorò.

 

*O*

 

Siffatta bellezza cattura (nel senso che lo afferra e non lo molla più) il biondo rampollo più ricco e più bramato e dal pedigree più accurato d’Inghilterra.

Ovviamente non parlo di William Arthur Philip Louis Windsor.

 

Drake” rimane sconcertato da tanta sfacciataggine. Purtroppo, da quando lui e suo padre hanno aiutato lo sfregiato ad uccidere il “Dio Oscuro” (Voldy, sono molto arrabbiata con te: hai avuto una promozione e nemmeno mi hai telefonato! Cattivo!) la sua fama si è accresciuta e le giovani maghe non hanno di meglio da fare che sbavare al suo cospetto.

Il figlio del GoS guarda meglio la piattola attaccata al suo braccio e si rende conto che non può essere che Harry Potter, appena uscita dalla scuola per travestiti di Albus, con il nome di Jade.

 

Essendo però Harry un nano alto “un metro e sessanta”, dal fisico “Snello ma flessuoso” e dagli occhi “color della giada” riesce a non farsi riconoscere dal Divino genitore di Draco.

La fallibilità del Divino è data da un probabile problema di congiuntivite: non si spiega altrimenti come Lucius possa decretare che degli anfibi siano “eleganti e raffinati”.

 

Il secondo capitolo si apre in gelateria: Jade sorprende i lettori sfoggiando una risata femminile (che il buon vecchio Snape si sia infine vendicato sul famigerato Harry facendolo divenire una voce bianca?). La rivelazione di “Drake” invece non sorprende nessuno: chi di noi non sa che Lucius e Cissa si son sposati solo per avere un erede e che in realtà il GoS è inevitabilmente omosessuale?

Appunto, storia vecchia.

 

Ma non fermiamoci alle apparenze: Harry non è vestito da donna per soddisfare le fantasie del vecchio cannaiolo, ma per tutelare sé stesso e gli altri: ormai la sua comparsa ad Hogsmode fa al pubblico un effetto che solo i saldi della fiera del bianco potrebbero eguagliare: “L’ultima volta che Harry aveva osato mostrare il suo viso nel mondo dei maghi, vi era stata un’insurrezione. Ognuno voleva parlargli, *toccarlo*.Molte persone erano rimaste calpestate nella folla, e Harry, era finito all’ospedale con contusioni graffi.

Per ovviare il problema, il giovane è andato in un negozio babbano, dove il travestito Jery/Jerry gli ha proposto di vestirsi da donna, per passare inosservato ai maghi.

Cambiando il suo nome in “Jade Lilith Jameson” Harry si sente realizzato.

Parla dei suoi sogni con Drake, di quanto abbia preferito volare con le proprie ali piuttosto che su una scopa (riferimento ad una precedente fanfiction dell’autrice, stranamente non intitolata “Angeli e Demoni”) e del fatto che abbia ponderato il suicidio. Qui il nobile cavalier Drake Malfoy si sente in dovere di salvare il suo bello, e gli impone di seguirlo al Malfoy Manor, con la promessa allettante di “passare un po’ di tempo con mio papà”.

Narcissa, finchè ne hai la possibilità, strozza la tua progenie nel sonno.

 

Lucius, che non ha sentito l’ultima frase, è d’accordo col figlio “Mio figlio ha ragione. Se la vita a casa sua è così cattiva, è meglio se lei si trasferisce altrove.”

Ricordiamo ai genitli spettatori che Malfoy Manor è il luogo dove vengono brutalizzati elfi domestici.

Ma no! Perché Lucius, Severus ed altri DE non sono veramente cattivi: è solo che da giovani volevano trasgredire e perciò si erano uniti al famosissimo “Dio Oscuro”, non rendendosi conto di quanto fosse pericoloso.

Lucius è protettivo e premuroso con la nostra Jade: io sto per piangere (e non dalla commozione),

quindi si dirigono al feudo dei Malfoy.

Il nostro gaio GoS è confuso: lui è sempre stato interessato ai maschi, perché questa fanciulla risveglia il suo desiderio? E mentre Harry vorrebbe andare a fare shopping in maniera discreta, Draco ( pardon, Drake) inventa uno stratagemma per fare in modo che il padre sbavi come un lumacone davanti ad una Jade poco vestia, così che lui stesso si preoccupi per il guardaroba della ragazza.

Harry in chimono corto sta ovviamente da dio: le gambe lunghe ed abbronzate ( abbronzate!?!) mese in risalto da sandali alti e smalto sulle unghie dei piedi (mentre Harry se lo mette, Draco si eccita).

Arriva il momento della cena ed Harry, ormai ottima Drama Queen, improvvisa una scenata a Malfoy padre (scusate, ma questo pezzo è tutto da citare):

“Harry sporse le labbra. “Sta dicendo che sono brutta con questo abito?”

Lucius fu preso dal panico. “Nulla del genere, Jade. Sta molto bene su lei, semplicemente non è adatto ad una cena.”

Harry non sembrava placato, ed il suo mento iniziò a tremare.

“È a causa delle mie gambe, vero? Ho delle gambe brutte.”

Essere colto dal panico, iniziava ad essere un abitudine. “Lei ha delle gambe molto belle. Splendide infatti!”

Allora…sta dicendo che sembro una donnaccia?”

La voce di Harry si incrinò. Era orgoglioso di poterlo fare a comando.

“No, mai!” Lucius non sapeva come uscire da quella situazione. “Non volevo dire nulla del genere. Solo…non ha portato qualcos’altro?”

“Ma…ma io non ho altro con me”, Harry abbassò il capo, i capelli coprirono la faccia e le spalle, che iniziarono a scuotere, come in pianto.”

 

 

Che interpretazione da Oscar!

Harry Jade Lolita Lilith Jameson Potter  chiede inoltre a Lucius se gli piacciono le sue gambe: Lucius risponde e, vedendo che i due ragazzi sorridono furbescamente, capisce di esser stato giocato. Come ogni buon padre è orgoglioso di quanto il figlio possa essere un infame.

 

No Malfoy, no party: “Per la verità, stavo pensando ad abiti da sera per il ballo di Fine Estate al Ministero. Sarai ancora qui, allora. E siccome siamo Malfoy, dovremo partecipare. Dopo tutto, nessuna festa è tale senza i Malfoy.”

George, butta via quella bottiglia e portami i Malfoy!

 

 

Presto vi narrerò le altre avventure di Harrietta e dei due “rampolli del buio”.

 

Per ora gustatevele qua.

Annunci

9 risposte a “Una ragazza alla moda

  1. Oddio O_O
    Sarebbe interessante studiare come certe cose possano venire in mente a una persona.

    Katerina

  2. Non credo vorrei farlo: mi piacerebbe uscire di casa senza dover pensare ai livelli di perversione che la mente umana può raggiungere!

  3. Davvero non so cosa scrivere, non so se ridere o piangere.
    Ho deciso, chiamerò (in fretta) l’elfo del catino.

    Non è tanto la storia in sé (da brivido, in ogni caso), è l’immagine di Potter donna che mi dà la nausea più di tutto il resto.
    E il GOS…
    Mi meraviglio che non abbia violentato Harrietta il primo momento che l’ha intravista di sfuggita con la coda dell’occhio…

    Ah, sì, la crede un immondo vascello del demonio… (leggasi donna)

  4. O_o Sono scioccata……non credo che potrò fare un commento serio prima di domani…=_=

  5. Ok, aspetto di riprendermi prima di scrivere qualcosa di sensato. Temo che il mio neurone sia andato in stand-by durante la lettura.

  6. Torno a casa e mi ri trovo questo?
    O_O
    Non ci posso credere…ho retto solo ai primi due capitoli.Forse è già troppo….

  7. Ecco, sono troppo sbalestrata e non ho nemmeno firmato…sono Arwen ^^”

  8. O.O
    Harry, la verginella pudica succube del GoS che si abbassa a fingersi un insetto orripilante e insignificante come una DONNA????
    Eh, non ci sono più le vecchie yaoi di una volta…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...