Archivi del mese: ottobre 2006

Shame shame shame!

Signori e signore, questa non è una vera e propria recensione, bensì una segnalazione.
Cosa voglio segnalare? È presto detto: un’autrice che si nasconde dietro al classico "l’ho scritta anni fa, avevo solo undici anni e non l’ho corretta perchè sono affezionata ai vecchi errori".
Peccato che non abbia fatto bene i conti!

Mariposa87 asserisce di aver scritto la storia otto anni fa.
2006 – 8 = 1998
La fanfiction, a cui l’autrice afferma di non aver messo mano da quando l’ha scritta, fa riferimento a nozioni ( il legame tra Sirius ed Harry) conosciute soltanto a chi ha letto il quarto libro di Harry Potter, già dai primi capitoli.
La fanfiction, lasciata come quando fu scritta, entro il secondo capitolo cita fatti (l’amicizia nata tra Hermione e Viktor) accaduti solo nel quarto libro.
Pubblicazione italiana de "Il Calice di Fuoco" in Italia: anno 2001.
Prima pubblicazione di "The Goblet of Fire": anno 2000.
2006 – 2000 = 6
L’autrice ripete più volte di aver scritto la fanfiction a undici-dodici anni, vantandosi di aver composto un opera veramente lunga per una ragazzina di quell’età. Ora ha diciannove anni.

Lascio a voi le dovute conclusioni.

Modifica del 28 ottobre: dopo un breve dialogo con mariposa87 l’arcano è stato svelato: si è trattato di un errore matematico dell’autrice. Da parte mia mi scuso per la malizia nel commentare la cosa, purtroppo le autrici che si spacciano per più giovani pur di ricevere applausi esistono.

Una ragazza alla moda

 

 

Miei stimati mangiamorte,

eccomi alla pubblica piazza pronta a ricevere lo scherno di voi tutti.

Devo fare ammenda dei miei peccati!

Devo chiedere perdono al God of Sex, perché nella mia cariera di recensionista vi è un’oscura macchia: dev’essere stata Narcissa, quell’inutile femmina a tentarmi, a farmi cadere in errore.

E così, mentre salpavo alla volta dei Carabi per affondare le navi della Compagnia delle MarySue, mentre studiavo il processo alchemico che rende cangiante Zabini, questo scritto passava inosservato.

 

Come ho potuto essere così cieca?

 

La saga di Jendra inizia nell’ottobre dello scorso anno, eppure solo oggi questa fanfiction mi è capitata sotto gli occhi.

Sto cercando di contattarla tramite Bran of Hell, traduttrice (o traduttore?) dell’opera.

 

 

Partiamo dunque con la descrizione della nostra eroina: “I suoi lunghi capelli neri ondeggiavano sulle sue spalle, mentre i verdi occhi brillavano di gioia. Dimostrava approssimativamente sedici anni, piccola e snella, era intenta felicemente a far compere, ignorando i ragazzi, e anche qualche più anziano uomo, che stavano guardandola con concupiscenza.

Il sorriso che nacque sul suo volto fece nascere molti sospiri, che lei, nella sua improvvisa corsa, ignorò.

 

*O*

 

Siffatta bellezza cattura (nel senso che lo afferra e non lo molla più) il biondo rampollo più ricco e più bramato e dal pedigree più accurato d’Inghilterra.

Ovviamente non parlo di William Arthur Philip Louis Windsor.

 

Drake” rimane sconcertato da tanta sfacciataggine. Purtroppo, da quando lui e suo padre hanno aiutato lo sfregiato ad uccidere il “Dio Oscuro” (Voldy, sono molto arrabbiata con te: hai avuto una promozione e nemmeno mi hai telefonato! Cattivo!) la sua fama si è accresciuta e le giovani maghe non hanno di meglio da fare che sbavare al suo cospetto.

Il figlio del GoS guarda meglio la piattola attaccata al suo braccio e si rende conto che non può essere che Harry Potter, appena uscita dalla scuola per travestiti di Albus, con il nome di Jade.

 

Essendo però Harry un nano alto “un metro e sessanta”, dal fisico “Snello ma flessuoso” e dagli occhi “color della giada” riesce a non farsi riconoscere dal Divino genitore di Draco.

La fallibilità del Divino è data da un probabile problema di congiuntivite: non si spiega altrimenti come Lucius possa decretare che degli anfibi siano “eleganti e raffinati”.

 

Il secondo capitolo si apre in gelateria: Jade sorprende i lettori sfoggiando una risata femminile (che il buon vecchio Snape si sia infine vendicato sul famigerato Harry facendolo divenire una voce bianca?). La rivelazione di “Drake” invece non sorprende nessuno: chi di noi non sa che Lucius e Cissa si son sposati solo per avere un erede e che in realtà il GoS è inevitabilmente omosessuale?

Appunto, storia vecchia.

 

Ma non fermiamoci alle apparenze: Harry non è vestito da donna per soddisfare le fantasie del vecchio cannaiolo, ma per tutelare sé stesso e gli altri: ormai la sua comparsa ad Hogsmode fa al pubblico un effetto che solo i saldi della fiera del bianco potrebbero eguagliare: “L’ultima volta che Harry aveva osato mostrare il suo viso nel mondo dei maghi, vi era stata un’insurrezione. Ognuno voleva parlargli, *toccarlo*.Molte persone erano rimaste calpestate nella folla, e Harry, era finito all’ospedale con contusioni graffi.

Per ovviare il problema, il giovane è andato in un negozio babbano, dove il travestito Jery/Jerry gli ha proposto di vestirsi da donna, per passare inosservato ai maghi.

Cambiando il suo nome in “Jade Lilith Jameson” Harry si sente realizzato.

Parla dei suoi sogni con Drake, di quanto abbia preferito volare con le proprie ali piuttosto che su una scopa (riferimento ad una precedente fanfiction dell’autrice, stranamente non intitolata “Angeli e Demoni”) e del fatto che abbia ponderato il suicidio. Qui il nobile cavalier Drake Malfoy si sente in dovere di salvare il suo bello, e gli impone di seguirlo al Malfoy Manor, con la promessa allettante di “passare un po’ di tempo con mio papà”.

Narcissa, finchè ne hai la possibilità, strozza la tua progenie nel sonno.

 

Lucius, che non ha sentito l’ultima frase, è d’accordo col figlio “Mio figlio ha ragione. Se la vita a casa sua è così cattiva, è meglio se lei si trasferisce altrove.”

Ricordiamo ai genitli spettatori che Malfoy Manor è il luogo dove vengono brutalizzati elfi domestici.

Ma no! Perché Lucius, Severus ed altri DE non sono veramente cattivi: è solo che da giovani volevano trasgredire e perciò si erano uniti al famosissimo “Dio Oscuro”, non rendendosi conto di quanto fosse pericoloso.

Lucius è protettivo e premuroso con la nostra Jade: io sto per piangere (e non dalla commozione),

quindi si dirigono al feudo dei Malfoy.

Il nostro gaio GoS è confuso: lui è sempre stato interessato ai maschi, perché questa fanciulla risveglia il suo desiderio? E mentre Harry vorrebbe andare a fare shopping in maniera discreta, Draco ( pardon, Drake) inventa uno stratagemma per fare in modo che il padre sbavi come un lumacone davanti ad una Jade poco vestia, così che lui stesso si preoccupi per il guardaroba della ragazza.

Harry in chimono corto sta ovviamente da dio: le gambe lunghe ed abbronzate ( abbronzate!?!) mese in risalto da sandali alti e smalto sulle unghie dei piedi (mentre Harry se lo mette, Draco si eccita).

Arriva il momento della cena ed Harry, ormai ottima Drama Queen, improvvisa una scenata a Malfoy padre (scusate, ma questo pezzo è tutto da citare):

“Harry sporse le labbra. “Sta dicendo che sono brutta con questo abito?”

Lucius fu preso dal panico. “Nulla del genere, Jade. Sta molto bene su lei, semplicemente non è adatto ad una cena.”

Harry non sembrava placato, ed il suo mento iniziò a tremare.

“È a causa delle mie gambe, vero? Ho delle gambe brutte.”

Essere colto dal panico, iniziava ad essere un abitudine. “Lei ha delle gambe molto belle. Splendide infatti!”

Allora…sta dicendo che sembro una donnaccia?”

La voce di Harry si incrinò. Era orgoglioso di poterlo fare a comando.

“No, mai!” Lucius non sapeva come uscire da quella situazione. “Non volevo dire nulla del genere. Solo…non ha portato qualcos’altro?”

“Ma…ma io non ho altro con me”, Harry abbassò il capo, i capelli coprirono la faccia e le spalle, che iniziarono a scuotere, come in pianto.”

 

 

Che interpretazione da Oscar!

Harry Jade Lolita Lilith Jameson Potter  chiede inoltre a Lucius se gli piacciono le sue gambe: Lucius risponde e, vedendo che i due ragazzi sorridono furbescamente, capisce di esser stato giocato. Come ogni buon padre è orgoglioso di quanto il figlio possa essere un infame.

 

No Malfoy, no party: “Per la verità, stavo pensando ad abiti da sera per il ballo di Fine Estate al Ministero. Sarai ancora qui, allora. E siccome siamo Malfoy, dovremo partecipare. Dopo tutto, nessuna festa è tale senza i Malfoy.”

George, butta via quella bottiglia e portami i Malfoy!

 

 

Presto vi narrerò le altre avventure di Harrietta e dei due “rampolli del buio”.

 

Per ora gustatevele qua.

Bye bye baby

Pulcini, voi sapete cos’è la morte del cuore ?
Quando ho letto il riassunto, senza indugio, ho composto il numero privato di Greg ed ho atteso la sua risposta.
“Sperimentala sull’ autrice, poi mi dai i documenti, va bene ?” è stata la sua sibillina risposta.
Greg non nega mai una parola buona ai postulanti del Tempio.
Lei, aya, è una cara conoscenza della zia.
Titolo ?
Addio.
La storia in questione è drammatica, triste ed inevitabilmente Yaoi ^^
Non so perché debba essere sempre e comunque “inevitabilmente Yaoi^^” ma ne prendo atto con serenità.
La storia è dedicata a chi è a favore dell’ eutanasia.
Bisogna scuoterla la coscienza sociale, tacchini !
Il testo è una lunga arringa del protagonista, che deve essere rintracciabile nei peggiori bar di Caracas dato che parla come un ubriaco.
Ci sono alcune frasi che hanno un senso decisamente nebuloso, vedere per credere.
Harry James Potter dopo due bottiglie di grappa, ci rivela la drammatica verità: parla come un camionista con le ruote a terra.
Tutti l’hanno lasciato: i suoi genitori, Cedric, Sirius, Remus, Albus, Ron, Hermione, Molly, Arthur, Ginny, i gemelli.
I non defunti presenti nella lista si tocchino furtivamente, ma alcune defezioni sono dovute ad uno sbaglio od a una lite.
Harry non è troppo angustiato da questo isolamento, per lui sarebbe tollerabile se non fosse per l’assenza di colui che Potter palesemente idolatra: Draco Lucius Malfoy.
Lord Voldemort ha ucciso l’amato del suo cuore e Harry ha assistito impotente alla scena (tramite gli occhi di Riddle).
Sgozzato come un pollo ?
Spennato come un cappone ?
Non lo sappiamo, ma Draco è fra i Migliori.
Harry ha una soluzione: i barbiturici.
Vuole morire come Marylin !
*o*
Draco allora è Kennedy  (uno dei fratelli a caso) ?
*o*
Harry ingoia una pillola per ciascuno dei cari ormai perduti, accompagnando i farmaci alla vodka.
E’ la fine e Potter dice unicamente : “Addio”.

Siamo in lutto.
Ora, devo mettere in pratica il consiglio di Greg ?

Che la forza sia con te!

Girovagando in quel di EFP, come ormai sapete sono solita fare ogni dì per rendere omaggio ai maggiori capolavori della letteratura italiana, pronta ad immergermi nella lettura dei più celati pensieri del Bambino-Sopravvissuto e del suo amante segreto, il biondo erede di Lucius Malfoy, sono rimasta intensamente colpita dal titolo di una delle opere contenute nel Sacro Archivio, che ha saputo scatenare in me fortissime emozioni, legate a ricordi lontani. *Star Wars*, questo mi appariva di fronte.

E subito è sorta in me una lunga serie di interrogativi come: cosa c’entra Star Wars con Harry Potter? Che Voldemort sia in realtà Darth Vader venuto sul nostro pianeta intenzionato a farlo diventare parte dell’Impero?
Le numerose recensioni mi hanno fatto pensare ad un lavoro di buon livello (sono ancora molto ingenua), e sono rimasta un po’ delusa dal trovarmi di fronte solo ad un’introduzione. Devo ammettere che, però, è succosa, e promette bene:

 

 Ni-hao a tutte! Ci riconoscete? Siamo Dedanah e slayer87 (so che  penserete che siamo due deficenti) io penso solo che, forse, un corso di italiano vi farebbe bene…oppure *deficenti* senza la i è meno offensivo?

Abbiam pensato che la saga di Harry Potter unita a quella meravigliosa (sublime!!!*_*NdDedanah Bah? Sta qui nn c’è mica tanto con la testa…Ndslayer87 YODAAAAAAANdDedanah Visto?Ndslayer87) di Star Wars, potrebbe creare un connubbio sfizioso . Cos’è un connubbio? Un cocktail? Un animale? Una nuova malattia che infetta chiunque legga ‘sta cosa?

Dopo aver reso omaggio a Giorge Lucas e alla Row, scopriamo quanto le due autrici siano disgustate dall’idea di scrivere fyccy su un parring (che è il cugino inglese del connubbio, presumo) non yaoi (uomini e donne insieme? MISCHIATI? SACRILEGIO! Pougsley! Stupido ed inutile elfo! Portami dei sali, sento che sto per svenire al solo pensiero di tale obbrobrio).

Abbiam deciso di sconvolgere la storia in maniera che, se Lucas fosse morto si rivolterebbe nella tomba ma, visto che per ora, e speriamo tanto a lungo, è ancora tra i vivi, si rivolterà solo nel letto (Che Dio lo conservi intonso!NdDedanah Alleluja Alleluja!Ndslayer87) Io mi sto rivoltando sulla sedia, sperando vivamente di non cadere e di rimanere intonsa, e credo che anche i Pali e Dispari, ovunque essi siano, si stiano rivoltando intonsamente. Ed anche le virgole messe a caso penso che se la stiano prendendo.

Di sicuro vi possiamo dire solo 3 cose…. Sono già troppe…e i puntini pure…

Ian Solo: Draco Malfoy (Il che mi lascia alquanto *perplessa*…una cosa hanno in comune Harry Potter e Star Wars, ovvero il trio protagonista, e le autrici sconvolgono anche questo. Alleluja Alleluja)

Luke Skywalker: Harry Potter

R2D2: Dobby Certo, sappiamo tutti che Dobby è di latta e, invece di parlare, fa solo bip.

Darth Vader: James Potter Ho sempre sospettato che Potter Senior, con la sua smodata passione per le mutande di Piton, fosse uno squilibrato con manie di grandezza, ed ora ne ho la conferma.

 Alcuni personaggi di Star Wars come Chewbacca (si scriverà cosi??? O.o???), D3PO, Jabba, ecc… non hanno corrispondenti nel mondo di Harry Potter, insomma non avevamo proprio idea a chi associarli….. Questo avrebbe dovuto farvi desistere, ma no, vero? O.o ^_^ <_< ^.^?????????????

Parring

          Draco/Harry (e mo la trama si incasina anche perchè che c’azzecca Ian con Luke? Ian è impallato con la tizia!) Almeno il dubbio sorge, è un buon segno.

 

E la demenza trionfò! E tutti vissero felici, contenti ed intonsi, Alleluja Alleluja

vi chiediamo un parere spassionato, ossia vogliamo sapere se l’idea vi stuzzica, come ha stuzzicato noi, oppure se pensate che sia un progetto da scartare a priori. E’ tutto ok, bella cumpa, divertimose! ‘Sta storia me ispira, a belle! Me stuzzica!

La scelta di non scrivervi nulla sulla trama è stata attentamente valutata e ponderata (Daver? Non me ne ero resa conto e tu?NdDedanah[…])  Qua la faccina ce le metto io: O.O

 Io se c’ero non c’ero e se c’ero dormivo E se c’ero io chiamavo l’ambulanza. E se c’erano Giorge e la Row facevano causa a  te e alla tua degna compare. .

Azz ke frase complicata! E già, per premio vi porterò al parco giochi, se volete. E vi comprerò anche il palloncino di Blaise Zabini sexy version, con la divisa attillata e i bicipiti in vista.

E…………………..

…………………..May the force be with you, my young Padawan!!!……………. All’ipercop c’era lo sconto sui puntini sospensivi, paghi uno prendi mille, e in più hai in regalo un buono sconto di cinque galeoni da spendere in un negozio a tua scelta tra Tiri Vispi Weasley, il Ghirigoro e Madama McClan.

Miei ignari cucciulotti, non piangete per la fine di questa recensione, dai commenti entusiasti direi che a breve avremo il primo capitolo. Ora mi ritiro nel Maniero di famiglia per il sonnellino pomeridiano, cullata dalle dolci note dei lamenti di Banshee.

quest’opera d’arte la potete trovare QUI
Mi son permessa tutte queste citazioni perchè, come tengo a sottolineare, questa NON E’ UNA STORIA.

 

Terzetto M.S. – Tra Calderoni in Pietra e Angeli Caduti

Quando si cerca qualcosa di buono da leggere, è certo che non lo troverai.
Fidatevi della vostra Beachan.
Come Boccaccio disse, l’uomo si destreggia tra Caso e Virtù e bisogna usare l’intelligenza per volgere il Caso a proprio vantaggio.
Bene, indi come volgere a tuo vantaggio la situazione, nel Caso che incappassi in una fanfy che non volevi trovarti a leggere?

Rinunciateci, è impossibile…^^;;

Vedere per Credere:
http://www.efpfanfic.net/viewstory.php?sid=98443&i=1

Già leggendo il meraviglioso incipit della fanfy, non si può che dire “Forse avreste fatto meglio ad evitare di cominciare..”. Ma, si sa, c’è sempre una prima volta e da qualche parte bisogna pur iniziare.
Bene. Perfetto.
E quale modo migliore di inaugurare una carriera come scrittrice di fanfy, anzi, come scrittrici, visto che le autrici in questo caso sono tre, se non adoperando non una, ma ben tre Mary Sue?
Logicamente, anche se non detto esplicitamente, queste adorabili e bellissime ragazzine saranno certamente la personificazione delle tre autrici..^^ prevedibile.

Maestro mio, infondi nella tua allieva il coraggio di continuare…
*prende un respiro profondo*

Il primo capitolo è essenzialmente l’entrata in scena delle tre, vista dai diversi punti di vista.
In un’affollatissima Diagon Alley.
L’unica cosa che non mi piace è che io ODIO i posti affollati, d’altronde come Claire è come me.
Qualche mente superiore è in grado di spiegarmi la costruzione di questa frase?
La grammatica, miei cari, è solamente un’opiGNone.

Scopriamo che in America c’è una scuola per maghi, molto probabilmente, visto che altrimenti non potrebbero frequentare Diagon Alley, né tantomeno Hogwarts..visto che sono tutte impegnate in acquisti per l’inizio del nuovo anno scolastico.
Il preside della suddetta scuola americana è morto, pace all’anima sua, e viene anche insultato per essere deceduto e aver fatto così salire la tassa scolastica, costringendo i poveracci dell’Istituto a trasferirsi. Chissà, forse in America hanno queste usanze… magari quel pover’uomo non aveva soldi per pagarsi il funerale.

Indi per cui, una frotta di Mary Sue si trasferisce ad Hogwarts, ove “c’è Harry Potter, è bellissimo,l’ho visto un sacco di volte sulla Gazzetta!non vedo l’ora di conoscerlo!^^
Potter bello…?
Scusate, mi serve l’elfo del catino…

*Pausa, ove Bea da sfogo alle sue opinioni in merito*

Dunque, l’allegra pulzella Lho, la prima rappresentante del terzetto M.S. (leggi Mary Sue), deve comprarsi la divisa, no, la stoffa per essa..è risaputo che gli studenti si cuciono le divise come tante piccole sarte. La magia non esiste. Madama McClan è una povera disoccupata che saltuariamente si può scorgere dalle parti di Knocturn Alley, ove incontra segretamente Sinister nel retro del negozio. Ugh.

Una del Terzetto M.S., Claire, “ha i capelli rosso preugna! Ma che colore è?!
Le preugne sono un nuovo tipo di frutti, rossi.
Gioia mia, una visitina dal fruttivendolo non sarebbe male.

Dopo essersi riunite all’ultima del Terzetto, Giuly, ed essersi fatte largo nella “calca” d’innanzi all’affollatissimo negozio di scampoli di Madama McClan, Lho si divide per recarsi a comprare un calderone.
il calderone in pietra
In pietra, già.
Piton ha cambiato gusti, evidentemente, e il peltro è ormai superato.

Un ragazzo, che forse è il commesso, non si sa, aiuta la pulzella a prendere il macigno, che scopriamo costare quanto un calderone in oro massiccio.
“- allora sono otto galeoni e quindici zellini…-
Accidenti che caro!
– ecco…- che spreco, solo per un calderone ha speso una sassata!

Non so se l’ironia sia voluta, altrimenti quella sassata non si spiegherebbe. Mah.

Facciamo un giro all’Emporio del Gufo.
Il nostro piccolo pasticcino Lho si chiede perché si chiami così, visto che ci sono una miriade di altri animali.
Già, l’insegna avrebbe dovuto citare tutti gli animali presenti nel negozio.
E sarebbe risultata lunga da Diagon Alley ad Hogwarts, molto probabile.
Ma non importa *o*

La commessa le regala uno dei “gattini variopinti”, poveri animali vittime di magie sperimentali che li hanno resi colorati, forse.
Addestrato come un cane, tende la zampa e gioca con i capelli della pulzella.
Scopriamo che è nero. Un sopravvissuto agli esperimenti.

Tocca alla pulzella Giuly, la quale di reca anche lei all’Emporio del Gufo, assieme alla terza pulzella Claire, colei la quale ha i capelli color preugna.

Vi prego di rivolgere la vostra attenzione alla “quantità” di animali comprati dalle pulzelle…E’ consentito? Mah, il buon vecchio Silente chiuderà un occhio, per queste adorabili e bellissime fanciulle ^-^
Domanda…*parte la musichetta di Super Quark* i serpenti stanno negli acquari? Sono serpenti acquatici o anguille? Prego, andiamo a sfogliare l’Enciclopedia degli Animali ** Mi ricorda tanto un cartone che guarda il mio cuginetto, Stanley o simile..lo chiederò a lui!

Ma è qua, una volta uscite dal negozio, che incontriamo “uno splendido ragazzo dagli occhi di ghiaccio”, che urta la nostra Giuly e l’appella “straniera” in tono strafottente.
Straniera.
Già, in mancanza di meglio, il rampollo dei Malfoy ripiega su questo.
Carenza di fantasia, devo ricordarmi di dire a zia Cissy di dargli ripetizioni…
A fianco, l’ormai onnipresente Zabini si diverte a fare il farfallone/cascamorto/marpione incallito.
Indi, non è innamorato di Potter, né di Malfoy. O magari è Bisex, perché “Du gust is megli che one”, come “The Libertine” insegna. Ma vi risparmio, la fanfy in analisi è un’altra.

Dall’ultimo POV (oh, che suono affascinante *o*), scopriamo che Claire dalla Chioma di Preugna si è accorta che Zabini sbava dietro una del Terzetto.
Evviva, non siamo nemmeno ad Hogwarts che già le infatuazioni cominciano..
Piccoli e adorabili putti dai boccoli d’oro svolazzano sopra Diagon Alley.
Ah, come non riportare la descrizione di Claire del nostro caro Dracuccio?

Usciamo ma ad un tratto Giuly sbatte contro un bellissimo ragazzo biondo con gli occhi azzurri come il ghiaccio. Sembra un angelo caduto dal cielo…

*o*
Il ghiaccio è azzurro?
Gli angeli cadono dal cielo?
Già, nelle previsioni metereologiche è spesso citato come fenomeno.. “Martedì si prevedono rovesci abbondanti di angeli, ricordatevi gli ombrelli”.

Draco “Angelo” Lucius Malfoy, chissà perché, è sempre un angelo caduto dal cielo.
Manco fosse Angelo degli X-Men. Magari ha anche lui un paio di alucce bianche e piumate che sbucano dalla schiena. Oh.
Forse, di questo ruolo, si è anche un tantino scocciato…

Mi preparo per il secondo capitolo, miei cari, forse il peggio non è ancora arrivato…


Marauder-MarySue parte I

E’ ormai risaputo che la sottoscritta, persona veramente malvagia, ama espiare i propri peccati autoflagellandosi.
Oggi, dopo la consueta oretta inginocchiata sui ceci, ho scelto di terminare la punizione con la lettura di una chicca direttamente dal Tempio:
Deliziamoci insieme in una notte di dicembre del primo anno (Il primo anno rispetto a cosa? Dopo la morte di Cristo? Hogwarts –perché è lì che siamo, miei adorati- esisteva già all’epoca?). L’opera d’arte è di DennyPenny, la quinta Teletubbie, probabilmente.
Dopo aver scoperto che la barra spaziatrice è un optional di cui sono dotate poche tastiere (tra cui, ovviamente,non è compresa quella dell’autrice), scopriamo che è una notte buia e tempestosa, e che Lily sta leggendo *animatamente* un libro di erbologia. E qui mi chiedo: come si legge animatamente? Si può leggere attentamente, lentamente, velocemente, ma pensavo che animatamente si potesse solo discutere. E poi, la domanda sorge spontanea: per quale folle motivo una ragazzina undicenne dovrebbe leggere un libro di erbologia in piena notte, tra l’altro buia e tempestosa? Non dovrebbe stare arrotolata tra le coperte, oppure seduta sul water a leggere Topolino?

E mentre Lily si anima leggendo tale, emozionante opera letteraria, Peter sogna Bellatrix Black e cade dal letto (ragazzo precoce!) e James parla in romanesco: Non lo dì a Sirius che te piace sua cugina sennò t’ammazza. Me raccomando, regà!
Peter torna subito ai suoi gradevoli sogni mentre Potter, non riuscendo a dormire, decide di fare una passeggiatina per il castello, come se fosse una cosa normale riunirsi in Sala Comune in piena notte per tentare di prendere sonno. Ovviamente, lì trovo Lily addormentata con un libro aperto in faccia (e la capisco, povera figlia, nemmeno io sarei resistita alla lettura del libro di erbologia!), ma la ragazza ha il sonno leggero, e si sveglia giusto in tempo per vedere che JJ ha schegge d’oro negli occhi (non lo invidio, deve far male!) e lei, invece di chiamare il San Mungo per far curare il suo futuro marito, decide di fare la distaccata. Così, a JJ non resta che farsi aiutare dall’autrice che, nel frattempo, ci intrattiene con simpatiche battute sui transgenter.

Alla fine del capitolo, facciamo la conoscenza di Denny (e qui sento odore di Mary Sue….meno male, stavo iniziando a preoccuparmi!) e scopriamo che una certa Mary Jane ha avuto l’ardire di rubare l’orsacchiotto a Lily (quale orsacchiotto? Che c’entra adesso, da dove è uscita ‘sta cosa? E Mary Jane chi sarebbe?).
Forse proprio per vendicare questo torto subito dall’amica, Denise compie una non meglio identificata azione atroce che la costringe ad una punizione con Sirius Black (MARY SUE!!!! Sei tornata! Che gioiaaaa!) che, per chi non lo sapesse, è l’amico affascinante di Potter il bello, Remus l’intellettuale e Peter il parassita. Che simpatico quartetto!

Secondo capitolo, Natale, sempre primo anno (ci stiamo imbarcando in un’epopea settenaria?).
Severus Piton, che già in tenera età si dilettava con pozioni e magia oscura e si faceva chiamare Principe Mezzosangue ad appena undici anni, regala a Lily un libro di pozioni. Il fatto che qualunque normale ragazzina gliel’avrebbe tirato in fronte non vale un bel niente, Lily è una nerd che neanche Steve di Otto sotto un tetto può superare ed accetta con gioia il regalo, mentre rifiuta una collana, un anello ed un paio di orecchini da JJ, giovanotto miliardario e viziato, a quanto pare.

A Denise Sirius Black piace una cifra, no due cifre, no tre cifre, no, mille cifre!!!!! Perché lui è troooooppo ganzo!, mentre tutte le ragazze di Hogwarts già sbavano dietro al nuovo cercatore della squadra, che sembra mister universo anche se solo dodicenne, e che decide di imboscarsi con una tale Sharon, amica di Lily, a cui dice: se vedi che non vengo non sono venuto.
Perché era NECESSARIO specificarlo. Da sola non lo capiva. Come non capiva che JJ amava divertirsi con tutte le ragazze della scuola:

Sharon se ne andò con tutta la sua bellezza, illusa che la "storia" con James duri, eppure, la sua unica colpa era averci creduto, infatti poco dopo James aveva preso a baciarsi davanti a tutti con Sophia Rible e Sharon, dopo averli visti insieme(lei è la sua peggior nemica), è scappata via quasi piangendo dicendo che quella sera avrebbe avuto da fare.

*.*
E’ la rivolta delle virgole e dei tempi verbali che, per danneggiare le Vestali, si dispongono a caso nelle frasi. Ce l’aspettavamo tutti, gente! Era ora di distruggere l’Ancien Regime e di istaurare la Repubblica dell’italiano corretto!

Dopo questo sfoggio di capacità linguistiche, abbiamo un intensissimo dialogo:

<>
<>
<>
<>
<>
<>
<>

Interessante, vero? Devo concordare in tutto e per tutto con i protagonisti, quanto hanno detto è giustissimo.

Intanto Sirius, della stessa levatura morale dell’amico, aveva mollato Denise a metà festa, o per meglio dire era talmente ubriaco che aveva preso a baciarsi con tre ragazze in contemporanea e la povera Denny è corsa via piangendo…
La concordanza dei verbi è un optional esattamente come la barra spaziatrice, a quanto vedo.
La lingua di Sirius potrebbe essere reclutata da Moira Orfei come contorsionista, guadagnerebbe forse più di Krusty il Clown.

**Scusate tanto, ma al momento non posso continuare la recensione perchè mi aspetta una salutare lavanda gastrica, a più tardi con la seconda parte, miei amati!**

Ama i tuoi fratelli

Sto cercando una storia sul nostro amatissimo Gregory House degna di soggiornare in questo loco, ma la scelta è ardua.
E chi non ama il Dr. House merita soltanto uno sprezzante sguardo ed una battuta sarcastica.
Questa sera farò un regalo alla carissima signora Lestrange, una chicca che lei sicuramente saprà apprezzare nella sua interezza.

"*Sour bitterness*" di marty rurulove. Vi consiglio di guardare il profilo.

Il Diavolo in corpo. L’ amore struggente e folle che tutto prende e nulla concede. La fiamma della passione che lambisce il corpo e divora la mente.
Ecco di cosa stiamo parlando, miei innocenti pennuti.
Fred ama George. George ama Fred.
Cos’altro può esistere al mondo se non il motore che muove il Sole e le altre stelle ?
Non sentite il vostro cuore perdere un battito nel momento in cui scorrete con lo sguardo sulla frase: “George stava per venire” ?
La quotidianità dei rapporti strappati all’intimità della Tana che si sposa con la lirica di Erato.
Accomodatevi e sorseggiando una tazza di tè alla vaniglia immergetevi nel vero e puro Twincest.
Il racconto inizia la mattina del matrimonio di Bill e Fleur.
La triste, patetica e banale relazione etero che mette a disagio Molly quando vede Narcissa con il genero Harry.
Molly, ingenuamente, interrompe le colombe per mandarle a ritirare la torta nuziale e noi possiamo ripercorrere le tappe dello splendido amore.
George desiderava Fred ma non era pronto, aveva letto su “Cioè” che il momento opportuno per perdere la verginità è quando senti le campane baciando “il tuo boy”, a spazzare via le sue fanciullesche ritrosie era bastato uno scarto felino di Fred ed un roco ma sensuale “Ti amo bastardo”.
Come, sinceramente, resistere ?
Fred è pieno di George.
George è pieno di Fred.
E noi dove e come siamo pieni, pulcini ?
Sorvoliamo sulle menate introspettive e pre mestruali dei gemelli e veniamo al dunque: dal fichissimo cellulare di George. Il terzo in comodo è Oliver Wood.
Dovete sapere che Fred era stato l’invitato d’onore d’una prima d’interesse mondiale: la masturbazione di George per Oliver.
Roba che neanche al Festival di Venezia.
E’ sempre un onore essere spettatore d’una pratica d’autoerotismo.
Fred aveva taciuto (che tatto, signori !) ed in sala comune, per la gioia dei Grifondoro, aveva chiesto se era o meno innamorato di Wood.
Non avete mai chiesto ad un sedicenne s’ è innamorato della “calda liceale ninfomane” della quarantaseiesima pagina di “Goduriose” ?
Io no.
Nessuno dei due ama Oliver: è solo un bel maschione su cui rifarsi la vista.
Al matrimonio di Bill e Fleur dopo una scenata isterica di uno dei due Weasley al maggiore per via della felicità immeritata, si conclude la storia.
Fred e George si prendono per mano.
Hermione sorride comprensiva, Ginny è felice per la gioia dei fratelli e Molly dopo un attimo di turbamento affronta con serenità l’incesto.

Rilasciate i mastini della guerra !